Oculus: il co-fondatore lascia Facebook | Nota ufficiale

24 Ottobre 2018 33

Aggiornamento 24/10:

In merito alle informazioni diffuse nella giornata di ieri, che hanno tracciato un presunto collegamento tra la decisione di Brendan Iribe di lasciare Facebook e la cancellazione di Oculus Rift 2, l'ufficio stampa di Oculus ci fa pervenire la seguente precisazione che riportiamo integralmente:

Stiamo pianificando una nuova versione di Rift. Come forse ricorderete Mark Zuckerberg, durante l’OC5, ha affermato: “…quando rilasceremo la prossima versione di Rift - che non sarà quest’anno – tutti i contenuti sviluppati per Rift funzioneranno anche sulla nuova versione. Quindi, anche se non siamo ancora pronti a parlare della prossima versione di Rift, la PC VR rimane un campo in cui stiamo investendo. Infatti fa ancora parte della nostra strategia e stiamo continuando a lavorare su prodotti e contenuti che vedranno la luce il prossimo anno. Inoltre, Nate Mitchell continua a guidare il team Rift/PC e non vi sono cambiamenti.

Articolo originale - 23/10

Oculus Rift 2 potrebbe non vedere mai il suo debutto, Brendan Iribe, co-fondatore ed ex CEO di Oculus, lascia il gruppo Facebook e per acquistare i film da sfruttare con il noto visore sarà necessario affidarsi ad applicazioni di terze parti.

Non è sicuramente un momento particolarmente roseo per i fan della Realtà Virtuale e in particolare per Oculus Rift: il progetto relativo alla seconda versione del noto visore VR, secondo un rapporto pubblicato da TechCrunch, è stato infatti cancellato e Brendan Iribe ha annunciato ufficialmente le sue "dimissioni" dal gruppo Facebook.

I motivi che hanno portato Iribe ad abbandonare il suo ruolo nell'azienda sarebbero da ricercare in una riorganizzazione interna avvenuta la scorsa settimana che ha portato alla cancellazione di Rift 2. Facebook e Irbe - a quanto sembra - avevano due visioni completamente differenti sul futuro della Realtà Virtuale.

Facebook aveva infatti intenzione di puntare tutto sui visori standalone mentre il co-fondatore di Oculus non era dello stesso parere in quanto i visori autonomi, capaci di funzionare senza essere collegati ad un dispositivo esterno (PC/Mobile), non permettono un evoluzione in termini di prestazioni.

Al momento non è dato sapere se Oculus Rift 2 sia stato effettivamente cancellato, un portavoce di Facebook, in una nota inviata a TechCrunch, non ha infatti confermato la cancellazione del progetto, limitandosi ad affermare che la società ha intenzione di investire ancora in ambito PC:

Anche se non possiamo svelare informazioni sulla roadmap dei nostri prodotti, siamo comunque in grado di dirvi che abbiamo dei piani futuri e tra questi è contemplata anche una nuova versione di Rift.

Certa invece la chiusura del VR Movie Store per Oculus Rift: Facebook ha infatti annunciato a Variety che per acquistare o noleggiare Film da sfruttare con il visore, gli utenti dovranno affidarsi obbligatoriamente ad applicazioni di terze parti. Il VR Movie Store ha chiuso infatti i battenti in quanto, nel corso degli anni, l'azienda ha monitorato attentamente la situazione arrivando alla conclusione che la maggior parte degli utenti di Rift usano il visore per scopi prettamente videoludici.

Il top gamma più piccolo e pontente sul mercato? Samsung Galaxy S10e è in offerta oggi su a 419 euro oppure da Unieuro a 595 euro.

33

Commenti

Regolamento Commentando dichiaro di aver letto il regolamento e di essere a conoscenza delle informazioni e norme che regolano le discussioni sul sito. Clicca per info.
Caricamento in corso. Per commentare attendere...
valkirion

Dcs

Masterpol

Posso chiederti che simulatore di volo hai? Poi per esperienza personale i simulatori di volo aerei/astronavi in VR sono la peggior vosa che si possa utilizzare per farsi venire la nausea (ovviamente è un parere personale)

valkirion

Eh ma il simulatore di volo che ho già fa fatica a maxare con una 970 e monitor.21:9 a 60 fps, figurati con il vr

Daniil Filinyuk

ecco cosa succede ad essere avidi e a farsi acquistare da facebook
beh ben li stà

kust0r

cosa non di poco conto. La VR può sembrare inutile ma le potenzialità in campi non ludici sono parecchie.

Pip

No, mai provato, ma ti posso assicurare che si suda tantissimo, sopratutto se giochi ad alti livelli, come le mappe avanzate di beat saber e le ondate di Space pirate trainer.
Sudo così tanto che ogni volta che finisco di giocare mi faccio una doccia, e io sono uno che fa movimento per i fatti suoi...
Comunque, avevo visto che qualcuno su youtube aveva giocato a beat saber con qualche fitness band, e faceva vedere che in effetti si fa tantissimo movimento

kust0r

domanda buttata lì, hai mai provato a calcolare le calorie bruciate in una sessione di gioco? Tra le tante cose la VR può essere un alternativa (un po' alientante forse) alla sedentarietà del joypad + divano...

JO

il limite, come detto dagli imprenditori del VR, è che il pannello per la VR non potrà essere quello sviluppato per smartphone, ma servirà uno sviluppo ulteriore e che di questo sviluppo si dovrà fare carico la stessa industria dei VR per divenire finalmente competitiva, i produttori di smarphone non hanno più necessità di aumentare la risoluzione dei pannelli.
Per il resto secondo me il costo dell'hardware è destinato a diventare gestibile in un paio d'anni. Già la PS4 permette un'esperienza embrionale come i cellulari di ultima generazione, di sicuro migliore rispetto a quanto possibile con S6, man mano che l'hardware diventerà più performante e la qualità delle applicazioni crescerà si potrà mostrare ai possibili clienti demo sempre più impattanti, e probabilmente si potranno pensare anche soluzioni stand alone degne di questo nome, oculus go ridendo e scherzando gira con uno snapdragon 821, che è un processore di quasi 2 anni fa...

valkirion

Avrei tanto voluto comprare un rift o un vive per giocare ad un paio di simulazioni di volo ma tra costo del visore e dell'HW necessario a farlo muovere dignitosamente ho dovuto rinunciare :(

Davide M.

Cavolo, ve ne siete usciti con la notizia vecchia di quasi 2gg quando è già stata pubblicata la smentita... bravi.

Naturalmente sono d'accordo con te ma ho paura che spingendo oggi su dispositivi inadeguati che non fanno altro che inficiare l'esperienza semplicemente perchè, come detto, troppo sottodimensionati al compito, la gente inizi ad associare alla realtà virtuale una visione infima, mal di testa, nausea e tutte quelle cose che derivano dai limiti dell'hardware utilizzato e non dalla tecnologia in sè, proprio come è già successo con la stereoscopia. La verità è questa: per poter gestire la realtà virtuale degna di questo nome non serve solo un visore come si deve ma anche un'elaborazione adeguata impossibile da replicare a basso costo o, peggio ancora, su dispositivi portatili. Quello che cercano di fare questi signori decantando sempre le loro soluzioni portatili non sono nient'altro che pessime imitazioni ed anche molto pericolose, visto che hanno le potenzialità per amplificare un'onda gigantesca d'eco negativo tra la massa che fa la differenza tra un successo e un fallimento commerciale.

Lorenzo Piccinini

la vr e' il futuro senza se e senza ma, la vr che abbia alle spalle capacita' computazionale e non quella di uno smartphone (ma anche in questo caso e' solo questione di tempo)
chiaramente adesso i prezzi son troppo alti ma basta avere una ps4 in casa e prendersi il suo visore (pagato qualche giorno fa 170 euro in sconto) per capire cosa voglia dire, a livello di esperienza, entrare letteralmente in un mondo virtuale

Morenetor

periodo brutto per Facebook, come tutte le aziende in forte espansione ha bisogno prima o poi di rivedere le sue politiche o si ritroverà' con un pugno di mosche in mano.

Davide M.

Questo cosa centra con la vr vera?

Pip

Infatti la VR non è una m1nchiata.
È una m1nchiata cercare di spacciarla a chiunque con quelle boiate come i visori per cellulare.
La VR è per pochi, è assurdo pensare il contrario, almeno per ora

emmeking

Non è nemmeno mai partita veramente, a causa dei prezzi spropositati... Oculus se non ricordo male doveva uscire sotto le 3 o 400€, quando alla fine il prezzo era il doppio 4mmazzand0 molte delle scimmie allevate a quel tempo (tra cui la mia) e ora si attendono le versioni wireless che tardano ad arrivare (per quest'anno ciccia, si pera nell'anno prossimo...) non basta spingere una tecnologia con gli influencer per farla adottare (che poi neanche tanto, ne ricordo ben pochi), se il prezzo è troppo alto (e le specifiche hardware per una buona esperienza sono abbastanza proibitive per la maggioranza degli utenti) puoi fare tutta la pubblicità che vuoi, ma non venderai mai.
.
La soluzione ideale sarebbe stata secondo me vendere le prime versioni a prezzi concorrenziali così da permettere una più veloce adozione della VR per farne parlare e diffonderla il più possibile, ma no,meglio vendere dei caschetti promessi a 300€, a 899

1984

quando la gente diceva che ora come ora la VR è una m1nchiata e i "visionari" li prendevano a pesci in faccia...

Masterpol

concordo. il VR su pc è il top che si possa chiedere per un videogiocatore. io gioco molto ai simulatori di guida e quando stai seduto dentro ad una macchina e fai una gara ti sale un'adrenalina che su tv non è minimanete paragonabile. roba che ti si rizza la pelle quando stai per sbattere per un errore!

JO

La VR è il futuro, pensare a quanto la gente spende per televisori che manco riesce a tenere in casa quando si può ricreare tutta l'esperienza, di visione su grande formato con un headset possibilmente da qualche centinaio di euro.
Questo in ambito ludico, ma anche in ambito lavorativo, telelavoro, conferenze a distanza, una sala per riunioni virtuali con headset modificherebbero qualunque esperienza di colloquio di lavoro, di meeting etc.

dino bianchi

il livello su PC è qualcosa di incredibile e indescrivibile a parole va provato e basta, peccato perchè uno step due sarebbe stato sicuramente un punto di svolta, aspettare che la tecnologia mobile possa eguagliare l'attuale generazione di visori per PC vuol dire dare al segmento almeno 10 anni di attesa se non di più.

Elris

Ormai non tiro più fuori il Gear VR dal cassetto da mesi. Ho giocato qualche volta con i miei figli a Minecraft, ma non c'è paragone con il piacere del gioco su PC o Xbox. Ho provato altri tipi di esperienza. La prima volta è senz'altro affascinante, ma per un utilizzo prolungato/continuo proprio non ci siamo. Netflix l'ho provato per qualche minuto. In teoria è come essere al cinema. In pratica è stancante.
Non ho idea di come sia il livello della VR sul PC, ma quello basato sulla tecnologia degli smartphone per ora è deludente.

Tra l'altro non ha senso venderla al mercato di massa perché l'hardware è ancora inadeguato. Stanno facendo la stessa identica cosa che hanno fatto con la stereoscopia: vogliono a tutti i costi trarre esclusivamente profitto ma così ottengono solo una percezione sbagliata della tecnologia. Oggi che abbiamo a disposizione tutta una serie di novità che ci consentirebbero di vedere un immagine stereoscopica in qualità (OLED, proiettore laser con tanti lumen ecc ecc), non possiamo più perché nel frattempo la gente si è stufata (giustamente) ed è tutto morto... E se continuano così, riaccadrà la stessa cosa con la VR. Speriamo in Valve ed HTC: anche io sono convinto che almeno in determinati ambiti, la VR sia il futuro.

GianL

+1 nonostante tutto credo che la VR sia la "next big thing".
Daje Carmack!

qandrav

"Facebook aveva infatti intenzione di puntare tutto sui visori standalone mentre il co-fondatore di Oculus non era dello stesso parere in quanto i visori autonomi"

Uhm no, si vede che come al solito FB voleva aggiungere le consuete pratiche traccianti ai limiti della follia

Pip

Non se ne parla più perché l'effetto novità è finito.
Si parla più del fatto che gli smartphone hanno finalmente un display dove non distingui i pixel? Eppure anni fa, all'uscita di iPhone 4, se ne è parlato per un anno...
La VR è viva e vegeta, escono nuovi bellissimi giochi di continuo e tra i giocatori ha molto successo.
Ma come ho già detto non ha assolutamente senso renderla una cosa di massa, ci credo che se la vedi sotto questo punto di vista sarà un flop

Non è la tecnologia ad essere un flop bensì la gestione molto discutibile che c'è dietro. L'ho sempre creduto sin dall'inizio ed il tempo mi ha sta dando ragione: questa realtà è morta da quando è stata acquistata da una delle aziende peggiori di sempre...

Francesco

non se ne parla più, un paio di anni fa la pompavano di continuo

Pip

Ma flop di cosa?
Era palese che non poteva mai essere rivolta al grande pubblico

Pip

Che c0glioni quelli di Facebook...
Da possessore di oculus (che mi sta facendo divertire come non mai) sono il primo a dire che la realtà virtuale è interessante solo per i giocatori.
Non potrà mai essere qualcosa per il grande pubblico, che se ne fa la gente di un affare da mettere in testa solo per giocare a giochi dal calibro di Candy crush?
Al contrario con i giusti giochi è stupendo, da quando ho oculus gioco massimo 45 minuti al giorno, ma quei minuti sono di altissima qualità.
Con la VR anche giochi che normalmente sarebbero monotoni come Space pirate trainer diventano stupendi.
Per non parlare di beat saber, robo recall, fallout, dead and buried...

Ps: in Space pirate trainer sono al 64esimo posto nella classifica mondiale, giusto per fare capire quanto mi ha preso questo gioco, il mio obiettivo è arrivare tra i primi 10.

Francesco

che floppone sta VR

GianL

A Milano c'è una mostra multimediale su Magritte che, come attrattiva molto di contorno, ha 8 postazioni con degli Oculus Gear VR; sono i modelli più cheap, quelli con smartphone Samsung appiccicato sopra, col quale ti fanno entrare nelle opere dell'artista.
Gli scenari sono ipersemplificati, niente modelli da n-mila poligani e zero post-processing, si può modificare solo la direzione dello sguardo non la posizione del pdv che segue un tragitto predefinito.
Nonostante questo devo dire che l'eperienza è molto convincente:
zero nausea per me (non per altri) solo un leggero fastidio agli occhi ma dopo soli 10 minuti (però per ovvi motivi di tempo non ho regolato niente, credo ci sia la possibilità di agire sull'interasse delle lenti).

dino bianchi

pessima notizia, le intenzioni di FB erano già molto chiare.

Alessio Ferri

E anche la vr è in coma

Recensione Pokémon Spada e Scudo: tra Terre Selvagge e gioco competitivo

Recensione Nintendo Switch Lite: la console che mancava | Pregi e Difetti

Asus Rog Phone 2: tutto su accessori ed esperienza gaming | Video Recensione

Nintendo Switch Lite: le nostre prime impressioni | Video Anteprima