Godzilla, Hulk, Thor: ecco i nomi delle nuove costellazioni svelate dalla NASA

22 Ottobre 2018 11

Quello corrente è il decimo anno di attività del telescopio spaziale Fermi, che dal 2008 scruta il cielo alla ricerca di raggi gamma. Per festeggiare questo importante traguardo, la NASA ha scelto un modo piuttosto originale: proporre delle nuove costellazioni elaborate attraverso i raggi gamma e battezzarle con nomi legati al mondo moderno e contemporaneo, donando una veste nuova a una pratica antica.

Le nuove costellazioni sono, in totale, ventuno ed è possibile ammirarle su un sito web interattivo reso disponibile dalla stessa agenzia spaziale statunitense (citato in Fonte al termine del presente articolo). Particolarmente degni di nota i nomi: si passa dalla costellazione dedicata ad Albert Einstein a quella della Enterprise, passando per Godzilla, Thor e Hulk.


Le associazioni non sono fortuite: nel caso di Hulk, ad esempio, si sa che il gigantesco e irascibile personaggio dei fumetti è nato da un esperimento coi raggi gamma finito male; l'arma di Godzilla, invece, è un "raggio atomico" che ricorda i getti di raggi gamma associati alle stelle di neutroni e ai buchi neri. Non mancano anche le costellazioni dedicate a Mjolnir, cioè il martello di Thor, e a Tardis, la macchina del tempo utilizzata da Doctor Who.


Come ha spiegato al Daily Mail Julie McEnergy della NASA, è insomma una trovata per avvicinare allo spazio il grande pubblico, oltre che per festeggiare il decennio di attività del telescopio dedicato a Enrico Fermi:

"Sviluppare queste costellazioni "non ufficiali" è stato un modo divertente per mettere in luce i successi ottenuti da Fermi nel corso di dieci anni: in un modo o nell'altro, tutte le costellazioni ai raggi gamma osservate sono collegate a Fermi".


I raggi gamma vengono emessi da un ampio ventaglio di fenomeni cosmici, tra cui pulsar, esplosioni di novae e buchi neri supermassicci. Dal 2015, grazie a Fermi sono state individuate circa 3.000 sorgenti di raggi gamma, un numero dieci volte superiore rispetto a quelle note prima della missione; il telescopio è ancora al lavoro, ed è in arrivo un catalogo con i risultati aggiornati che aggiungerà circa 2.000 sorgenti. Come ha concluso Elizabeth Ferrara, a capo del progetto relativo alle costellazioni:

"Per la prima volta, il numero di sorgenti note di raggi gamma era comparabile a quello delle stelle: perciò, un nuovo set di costellazioni ci è sembrato una gran bella idea per evidenziare i traguardi raggiunti".

Oggi uno dei migliori acquisti nella fascia media? Huawei Mate 10 Pro, in offerta oggi da Amazon Marketplace a 359 euro oppure da ePrice a 623 euro.

11

Commenti

Regolamento Commentando dichiaro di aver letto il regolamento e di essere a conoscenza delle informazioni e norme che regolano le discussioni sul sito. Clicca per info.
Caricamento in corso. Per commentare attendere...
Frazzngarth

sempre meglio di Hagiwara con Bastard...

Frazzngarth

sì, intendevo il manga... grazie!

Andhaka

E' raro che mi venga da fare un facepalm per notizie sulla Nasa... ma in questo caso ci sta tutto.

Capisco sia una mossa di PR, ma... tristissima lo stesso.

Cheers

Frankbel

Hulk? Thor?
A quando Mickey Mouse e Biancaneve?

Bl4ze87

Nomi rassicuranti!

ghost

Primo anime fino all'eclissi
3 film eclissi
Secondo anime poco prima di ganishuka, nuova swuadra dei falchi crata da poc
Manga ganishuka sta facendo strage dopo essersi rivelato

Marco P.

Ero rimasto al capitolo di Dicembre 2017, ora sono a metà con la rilettura.
Comunque vanno a rilento, Miura si prende le sue "vacanze professionali" troppo spesso :/

Frazzngarth

oh ma a che punto sono con 'sto Berserk? io ho tipo mollato per 10 anni poi ne ho preso uno ed erano andati avanti tipo di 2 settimane...

Frazzngarth

mi viene da vomitare

Marco P.

Non ho mai capito i criteri con cui associano le costellazioni a delle figure.
Non so cosa si fumino, ma pur sforzandomi, non vedo che punti ravvicinati

Top Cat
Android

Recensione OPPO AX7: ottima batteria ed un hardware sufficiente

HDMotori.it

Hyundai Kona Electric: prova consumi, autonomia reale e costi ricarica | Video

Microsoft

Microsoft Surface Studio 2 è il top per la creatività: la nostra prova

Hardware

Recensione Asus ZenBook Pro 14 UX480, unico nel suo genere