Scoperto Hyperion, il più grande superammasso di galassie primordiali

18 Ottobre 2018 43

Un team internazionale di astronomi ha scoperto un gigantesco superammasso di galassie primordiali e l'ha ribattezzato Hyperion, prendendo spunto dal titano mitologico Iperione. A darne notizia, nella giornata di ieri, è stato l'ESO, ovvero l'Osservatorio Europeo Australe (European Southern Observatory).

La massa dell'enorme proto-superammasso è di oltre un milione di miliardi di volte quella del Sole: si tratta della più grande e massiccia struttura cosmica scoperta finora nell'universo remoto, a poco più di due miliardi di anni di distanza dal Big Bang. La sua enorme massa è simile a quella di alcune delle più grandi strutture osservate oggi nell'universo, ma è stata grande la sorpresa degli scienziati nello scoprire un oggetto tanto massiccio in un'epoca così remota.

Hyperion. Fonte: ESO

Ma non è tutto: la scoperta, di per sé straordinaria, può vantare un decisivo contributo italiano. Il team di ricercatori infatti è stato guidato da una scienziata italiana, Olga Cucciati dell'Istituto Nazionale di Astrofisica di Bologna. Come ha spiegato la stessa ricercatrice:

"Questa è la prima volta che una così grande struttura è stata identificata con un redshift (cioè uno spostamento della frequenza associata a una qualsiasi onda elettromagnetica, ndr) così elevato, a poco più di due miliardi di anni dopo il Big Bang. Normalmente questo tipo di strutture sono conosciute a redshift più bassi, il che significa che l’universo ha avuto molto più tempo per evolversi e costruire strutture così enormi. È stata una sorpresa vedere qualcosa che si è evoluto quando l’universo era relativamente giovane!».

Il servizio dell'INAF

Hyperion è stato individuato grazie ai dati ricavati dallo strumento VIMOS del Very Large Telescope dell'ESO, i cui dati sono stati analizzati arrivando a comporre una mappa 3D della distribuzione di oltre 10.000 galassie nell'universo distante. Grazie a questa impresa senza precedenti, il team ha scoperto che Hyperion ha una struttura molto complessa: secondo quanto riportato da Media Inaf, contiene almeno sette regioni ad alta densità collegate da filamenti di galassie, e le sue dimensioni sono paragonabili ai superammassi vicini, nonostante la struttura molto diversa.

Il Very Large Telescope. Fonte: ESO

Secondo Brian Lemaux, astronomo dell'Università della California e coautore della ricerca pubblicata su Astronomy & Astrophysics, "i superammassi di galassie più vicini alla Terra tendono a una distribuzione della massa molto più concentrata, mentre in Hyperion la massa è distribuita in modo più uniforme in una serie di condensazioni collegate tra loro, popolate da associazioni libere di galassie". La differenza è probabilmente dovuta all'età: la gravità ha avuto milioni di anni per concentrare la materia nelle regioni più dense degli ammassi vicini, mentre in Hyperion ha agito per molto meno tempo.

Date le dimensioni così imponenti nell'universo giovane, Hyperion dovrebbe evolvere in qualcosa di simile alle immense strutture dell'universo locale come i superammassi della Grande Muraglia di Sloan o il superammasso della Vergine, che contiene la Via Lattea. Di sicuro, la scoperta di Hyperion permetterà di comprendere meglio la formazione dei superammassi, fornendo indicazioni sul passato e sul futuro dell'universo.

Fotocamera Wide per eccellenza? LG G7 ThinQ, in offerta oggi da Bass8 a 295 euro oppure da Media World a 349 euro.

43

Commenti

Regolamento Commentando dichiaro di aver letto il regolamento e di essere a conoscenza delle informazioni e norme che regolano le discussioni sul sito. Clicca per info.
Caricamento in corso. Per commentare attendere...
JustATiredMan

siamo soli nell'universo !

sanakin

Ma tu conosci come funziona l'astronomia con i numeri? Ma tu credi di vedere realmente un buco nero o questo amasso primordiale? Ahahah ed io sarei uno Trøll? Aahahaha!

Top Cat

No, è un 1d10t4.

Top Cat

Tu non sei mio padre!
E poi mi vedo costretto a salutarti mio caro bel(?) trollone.

Top Cat

Ma certo, è quella che hanno sostituito sull'Hubble.

sanakin

https://uploads.disquscdn.c...

sanakin

Non è la tecnologia a farlo! Ma la grandezza di lente ma non potrai vedere nessuna immagine! Si basa sulla luce spetro con i calcoli matematici che poi il computer ricostruira amasso galatico. Non c'è nessun miracolo ma trovare una cosa in mezzo di tutta la sabbia presente sulla terra. Ma nella realtà i calcoli della imagine non superano il 40% ciò che è fuori nella realtà visiva. https://uploads.disquscdn.c...

Gabrix93

Sisi, intendevo al tempo attuale che non vediamo...direi che è una cosa molto affascinante

Davide

grandissimo!

Alessio Susi
Alessio B.
franky29

Da che pianeta vieni?

Babi

Certo che questo è proprio un periodo di platino per la ricerca spaziale!
Quasi ogni giorno spettacolari news!!

Suppanam

Vedessimo

non ho detto questo, però troppe volte vengono meno "certezze" in ambito scientifico perchè non trovano fondamento o perchè inspiegabili, abbiamo una conoscenza tanto limitata da non poter rispondere a tutto quello che ci circonda, come dici tu è un libro aperto con tante pagine bianche ancora da scrivere al quale, probabilmente, non metteremo mai la parola fine

AldOne

spero solo che in altre galassie non se ne escano con il notch e che abbiano trovato soluzioni piu smart per la cornice superiore :D :D :D

Maurizio Mugelli

perche' vuoi certezze? il fatto che ci sia ancora tanto da sapere e' bellissimo, e' un libro ancora da leggere, un film ancora da vedere, non c'e' sensazione migliore di scoprire qualcosa di nuovo (ecco, scrivo come sanakin ma senza punti esclamativi, [non sono un robot]).

sanakin

Non mi funziona il punto! Quando premo non prende allora metto questo!

sanakin

Quello che vedi è la rinascita galattica! Nessuna vita potrebbe esistere in quel lasso di tempo così corto perché osservi un passato remoto di 12 miliardi di anni fa! Ma se vedi il presente adesso nel nostro tempo quei 12 miliardi in avanti allora certamente vedrai la vita evoluta o super evoluta! Tutto sarebbe diverso! Ma noi non potremo mai vedere ne poter ipotizzare.

Maurizio Mugelli

ma sei un generatore casuale di punti esclamativi?

sanakin

La distanza è enorme ma noi ci basiamo sulla questione spettrale! Quelle galassie in 12 miliardi di anni luce si sono evolute e noi non possiamo vedere il futuro! Noi vediamo il passato di 12 miliardi di anni fa! Ma se invece oggi vedremo in tempo reale infatti alcune di quelle galassie non esistono e altre sono diventate grandi!

Alessio Alessio

Basta chiedere a Google Home....

sanakin

Se ho il tempo copio e incollo!

sanakin

Unica tecnica che esiste è la grandezza della lente del telescopio in diametro! Infatti non basta una lente come la terra per averlo o di esplorare universo e di capire il suo meccanismo. Non ci riuscirai mai come la specie! Ma puoi scoprire solo quel 0,001% del Universo! Non hai il tempo per scoprire come la specie con qualsiasi tecnologia che potessi di avere. Il tempo nel universo non te lo permette! Siamo destinati alla estinzione!

Maurizio Mugelli

mi fa piacere che tu sia entusiasta ma non esagerare per favore, cosi' dai l'impressione di avere un pelo esagerato con la coca.

non mi e' esattamente chiaro quale sia la tua obiezione a quel che ho scritto, la strumentazione e le tecniche di analisi migliorano e quindi troviamo sempre qualcosa di nuovo, sia fra i dati nuovi che rianalizzando quelli gia' presenti.

sanakin

Ma che stai dicendo? Hanno scoperto tre giganti stelle 10 anni fa distante solo 200 milioni di anni fa dal ipotetico big bang! Credevano di trovare solo idrogeno primordiale invece hanno trovato il carbonio già legato con 12 protoni! Che poi questo carbonio che compone la vita non dovrebbe neppure essere presente! Ma invece esiste! Infatti ha mandato in tilt intera comunità scentifica e che nessuno è riuscito a spiegare la presenza in queste stelle! Universo è vasto perché è difficile di esplorarlo anche perché fanno le esplorazioni con i piccoli quadrati delle finestre del Universo. Secondo i calcoli per scoprire intero universo: non bastano due miliardi di anni della esistenza della specie umana proprio in questo universo per scoprire tutto!

siamo alle solite, ogni giorno bisogna riscrivere e rivedere certezze che nel mondo scientifico non possono mai rappresentare una certezza "assoluta"...in paole povere non sappiamo ancora nulla di nulla!

Pippolo

Assoluto nel relativo di ciò che conosciamo e che sarà sempre infinitamente relativo

giuseppe9000

scusa.........da questo tu hai dedotto che si stanno allontanando?

questo pezzettino parla solo di un calcolo diverso della massa e su chi mangia chi
ma sul fatto che si stanno scontrando non c'è nessuno che lo dubita, dovrebbero letteralmente cambiare colore le stelle

(le linee di assorbimento dovrebbero passare da tendenti al blu al tendente al rosso)

Tiash

Grazie mille, gentilissimo

sanakin

Vorrei che scopri il calcolo effettuato con il telescopio nel 2014!

sanakin

La galassia di Andromeda non è molto più grande della Via Lattea e non finirà per inghiottirla, come era opinione comune degli astronomi: è quanto risulta da uno studio della britannica Royal Astronomical Society, che ha sovvertito una teoria che sembrava ormai consolidata.
Come spiega il quotidiano britannico The Independent, il cosnenso scientifico voleva che Andromeda - la nostra "vicina" nel cosiddetto Gruppo Locale - fosse almeno due volte più grande della nostra galassia: dunque lo "scontro" fra i due ammassi, che sono in (lenta) rotta di collisione, sarebbe stato del tutto impari.
Un nuovo calcolo della velocità di fuga necessaria per uscire dall'attrazione gravitazionale di Andromeda ha tuttavia fornito un risultato inatteso, ovvero che le masse delle due galassie sono pressappoco uguali; la spiegazione starebbe nella passata sopravvalutazione della quantità di "materia oscura" posseduta da Andromeda, che sarebbe in realtà pari ad un terzo di quella della Via Lattea.

Tiash

Ho trovato tante cose interessanti, ma nulla a sostegno del tuo commento

sanakin

La stella in in questione è la V1 o Variabile 1! Chi cerca trova il tesoro!

Tiash

Ho provato a cercare ma con scarso successo, avresti qualche fonte da girarmi a riguardo?

Gabrix93

e chissà quante forme di vita! che immensità

sanakin

Non succederà! La teoria è errata! Infatti universo si espande che trascina le galassie allontanando proprio Andromeda dalla via lattea cioè la nostra galassia! La conferma fu effettuata 4 anni fa, grazie alla stella di Hubble capitata nel anello esterno della Andromeda calcolando la distanza. 4 anni fa, di nuovo hanno calcolato la distanza tra le due galassie, grazie a questa stella di signor Hubble che l'ha scoperta dimostrando così che in realtà le due galassie si stanno allontanando una dalla altra.

Trhistan

Tutto grazie alla fotocamera dell’iPhone xs

Pip

Considerando che l'universo visibile, con tutta probabilità, è un granello di sabbia messo a confronto con le dimensioni della terra, direi che non potremo mai dire di aver trovato qualcosa che sia "il più x in assoluto"

Maurizio Mugelli

la strumentazione continua a migliorare e quindi si ottengono sempre piu' dati (e sempre maggiore capacita' di analizzare i dati gia' presenti)

Top Cat

Nonostante tutto la tecnologia applicata alla astrofisica sta facendo veri e propri miracoli.

Zimling

Il più grande superammasso di galassie primordiali.... Fin'ora

Android

Recensione OPPO AX7: ottima batteria ed un hardware sufficiente

HDMotori.it

Hyundai Kona Electric: prova consumi, autonomia reale e costi ricarica | Video

Microsoft

Microsoft Surface Studio 2 è il top per la creatività: la nostra prova

Hardware

Recensione Asus ZenBook Pro 14 UX480, unico nel suo genere