Qualcomm: velocità WiFi a 10 Gbps con i nuovi chipset 60GHz 802.11ay

16 Ottobre 2018 23

Qualcomm ha annunciato oggi la nuova famiglia di chipset WiFI a 60GHz, QCA64x8 e QCA64x1, che permettono di raggiungere velocità da oltre 10 Gbps con una latenza equiparabile a quella che solo una connessione cablata è in grado di garantire; il tutto senza trascurare l'aspetto dei consumi con effetti positivi sulla durata della batteria dei dispositivi mobile che li utilizzeranno. Sono i primi chipset conformi alle specifiche 802.11ay ad arrivare sul mercato e sono adatti a molteplici scenari di impiego.

Nello specifico, i chipset QCA6438 e QCA6428 sono destinati all'integrazione nelle infrastrutture di rete e nei punti di accesso wireless fissi, mentre i QCA6421 e QCA6431 sono ottimizzati per l'impiego in ambito mobile. Gli esempi sono molteplici: si potranno utilizzare per trasmettere via wireless e con una latenza ridotta al minimo la notevole mole di dati elaborati da un PC e destinati ad un visore VR/AR o contenuti video in alta definizione. E ancora, per le funzioni di rilevamento della presenza e della prossimità, per il riconoscimento delle gesture, per la mappatura di un ambiente o per un più evoluto sistema di riconoscimento facciale.

Il progetto Terragraph, portato avanti da Facebook insieme a Qualcomm, impiega i nuovi chipset a 60GHz conformi alle specifiche 802.11ay

Per contestualizzare, i nuovi prodotti permettono di compiere un ulteriore step di sviluppo all'attuale tecnologia WiGig, rispetto alla quale migliorano, in primo luogo, la velocità di trasferimento dei dati. Qualcomm sottolinea l'estrema versatilità dei nuovi chipset adatti ad un ampio ecosistema di smartphone, router e piattaforme di accesso wireless di tipo fisso. Qualcomm conferma, ad esempio, di collaborare con Facebook al progetto Terragraph, per portare la connessione ad internet ad alta velocità dove non può arrivare la fibra ottica - il sistema wireless multi-nodo che lo rende possibile impiega i chipset QCA6438 e QCA6428. In ambito mobile, i chip WiFi a 60GHz hanno iniziato a trovare impiego anche negli smartphone, si veda, ad esempio il recente ASUS RoG Phone che utilizza un modulo conforme alle specifiche 820.11ad.

Introdurre chipset compatibili con l'ennesimo, nuovo, standard WiFi può essere fuorviante per l'utente finale, non è un caso che la WiFi Alliance sia impegnata per semplificare al massimo il modo in cui vengono descritte le funzionalità dei dispositivi WiFi racchiudendole sotto un marchio intuitivo e di facile comprensione. Dalla metà del 2019 inizieranno ad apparire sul mercato i primi dispositivi WiFi 6 basati sullo standard 802.11ax con velocità di picco sino a quattro volte maggiori rispetto a quelle dello standard 802.11ac e sempre operante nello spettro delle frequenze a 2,4 e 5GHz. La tecnologia WiGig a 60GHz, a cui sono riconducibili i chipset introdotti oggi da Qualcomm, continuerà ad essere tenuta distinta sia nella forma, sia negli impieghi concreti.

Fotocamera Wide per eccellenza? LG G7 ThinQ, in offerta oggi da 4G Retail Tim a 378 euro oppure da Amazon a 439 euro.

23

Commenti

Regolamento Commentando dichiaro di aver letto il regolamento e di essere a conoscenza delle informazioni e norme che regolano le discussioni sul sito. Clicca per info.
Caricamento in corso. Per commentare attendere...
Pino Lino

Qualcuno mi sa dire quanto si paga e cosa bisogna fare per trasmettere dati a 60 Ghz? Un link punto punto da 10 Gbit mi farebbe molto comodo. In alternativa a che velocità massima sono arrivati con le frequenze libere? Distanza circa 500mt.

efremis

Non oso immaginare la velocità della rete wireless fra 10-15 anni e i suoi possibili utilizzi

Aster

Io da 20 con fastweb metto un router in cascata(oltre i soliti vantaggi di avere un router configurabile la causa principale era il hag con ftth montato al entrata della casa e l'ultima stanza era 16 m lontano),addiritura tempo fa con 100/50 ftth mi hanno datto un av3220 neanche dual band che faceva a fatica 40:)ora con gigabit e fastgate diciamo si viaggia in linea di massima ma personalmente continuo ad usare un router in cascata

Alessio Ferri

Avrai i muri poco spessi, che vuoi che ti dica.

Francesco

anche io

Alessio Ferri

Sto parlando dell'ac, non del 2.4 ghz, quello prende a momenti anche al piano di sopra

Francesco

mi sembra un po' strano, sul mio non ho problemi a 10 metri di distanza con muri in mezzo

Alessio Ferri

Magari, invece è quello fastweb

Aster

Cambia router

Fabio Biffo

Mi sembra di si.
Inoltre dal prossimo anno -ax verrá rinominato WiFi 6

Poliuretano (asian love)

ay ay ay caramba

Account Anniversario

Hai fatto un discorso sul singolo, ti ho risposto così per quello.

Giardiniere Willy

A 1gbit ci arriva ax mi sa, che ha il vantaggio della copertura. Per il resto, io capisco benissimo a che serve e sono più che a favore. Non è a me che devi rispondere

Account Anniversario

10 Gbps sfruttati da una persona è impensabile. Ma 10 persone possono sfruttare 1Gbps. Oppure 100persone possono sfruttare 100Mbps... capisci a che serve sta tecnologia?

Giardiniere Willy

Beh è comunque comodo se non vuoi prendere cavi per collegare due apparecchi, ma vuoi trasferire alla stessa velocità dei dati. Immagina solo per un WiFi direct, è ottimo.

Chiaramente, al di là di questo, difficilmente uno ha bisogno di una banda di 10gbit per navigare su internet, visto che non viene sfruttata da nessun sito

Giardiniere Willy

Quindi, correggetemi se sbaglio.
-ax sarebbe l'evoluzione di ac e opera nelle bande a 2,4 e 5ghz
-ay è l'evoluzione di ad e operano entrambi nei 60ghz.

Tutto corretto?

Antares

ma anche io, non so se hai mai frequento gli hub incubatori di impresa: sono semplicemente luoghi molto grandi open space, dove i router sono piazzati in alto.
I router piazzati in alto li trovi anche nelle strutture universitarie o negli ospedali.
insomma sono molto frequenti, ed in questi casi, questo nuovo protocollo potrebbe fare solo bene,

Alessio Ferri

Quindi una realtà industriale o agricola.

Antares

ci sono luoghi di lavoro (e non solo di lavoro) in cui punti di accesso sono in alto sui muri o sul soffitto (quindi nessun ostacolo), oppure su tralicci in campo aperto (quindi nessun ostacolo anche qui), solo vantaggi in questi casi.

Francesco

ma infatti non penso sia per una tecnologia per punti di accesso

Alessio Ferri

Decente per finta. O meglio decente a 1 cm, poi niente

Alessio Ferri

Utilissimo proprio, a quella frequenza non prende nella stanza a fianco e forse neanche nella stessa se c'è un mobile in mezzo. Preferisco la fibra ottica, il wifigig lo lascio agli altri.

Aster

Era ora qualcosa di decente lato client,vediamo i tempi biblici di implemento sui dispositivi

Android

Recensione Meizu 16th: una piacevole sorpresa

Alta definizione

Recensione proiettore BenQ TK800, Ultra HD e HDR luminoso per l'intrattenimento

Amazon

Come ottenere buoni Amazon fino a 23€ per il Black Friday

Apple

Recensione Apple iPad Pro 12.9 (2018): può essere il tuo computer?