Google Plus, un ex designer racconta la sua pessima esperienza

16 Ottobre 2018 99

Morgan Knutson, ex designer di Google Plus, ha raccontato la storia della sua permanenza presso la casa di Mountain View, e non si può definire positiva. Il quadro che dipinge del team di sviluppo dedicato al social network è un miscuglio di mancanza di obiettivi chiari dall'alto, dirigenti e superiori incompetenti, e diffuso spreco di risorse - umane ed economiche.

Knutson, che ha poi lavorato per un sacco di tempo presso Dropbox ed è anche finito nella prestigiosa classifica 30 under 30 (30 giovani sotto ai trent'anni le cui carriere sono molto promettenti) di Forbes, spiega che il suo rapporto con Google era partito male fin da subito: la conferma dell'assunzione arrivò quattro mesi dopo l'ultimo colloquio, e tra l'altro gli era stato promesso che avrebbe lavorato su Chrome. Il boss di tutto il progetto Google Plus era Vic Gundotra, che Knutson descrive come freddo, distaccato e con una visione del prodotto basata sulla paura di "perdere il treno" sul business dei social (più precisamente, sui dati che questi generano).

Uno dei dettagli meno edificanti emerso dal racconto è che Gundotra elargiva lauti bonus economici ai team che decidevano di integrare Google Plus nei rispettivi prodotti software. "Una tonnellata di soldi per rovinare il prodotto che stavi realizzando con porcheria che nessuno voleva. A nessuno piaceva davvero." Ma lo facevano, perché si poteva arrivare a triplicare il proprio bonus di fine anno.

Ora che Google Plus è sostanzialmente fallito (sì, OK, continua a esistere per le aziende...) Knutson ha deciso di raccontare i suoi "panni sporchi" attraverso un tweet storm di dimensioni ragguardevoli. Si parla di colleghi incompetenti, cultura aziendale a tratti assurda e di scelte dirigenziali discutibili. È una lettura consigliata perché offre un punto di vista un po' meno disincantato su uno dei più illustri esponenti della Silicon Valley rispetto alla narrativa da "paese dei balocchi" che va per la maggiore (magari i fan della serie Silicon Valley riconosceranno vari Gavin Belson, Dinesh ed Erlich, per dire). Il tweet storm parte da qui, ma vi consigliamo di usare questa versione aggregata, che è più semplice da seguire.

Rimane, naturalmente, l'opinione di una persona singola che, sostanzialmente, non si è trovata bene presso un datore di lavoro: le aziende sono, dopotutto, composte da normali esseri umani - e nel caso di Google sono una quantità spropositata. Ci sta anche che ogni tanto qualcuno sia scontento, e che qualcun altro sia un po' un [censura].

L'iPhone più potente di sempre con il design più classico di sempre? Apple iPhone 8, in offerta oggi da TeknoZone a 499 euro oppure da Media World a 549 euro.

99

Commenti

Regolamento Commentando dichiaro di aver letto il regolamento e di essere a conoscenza delle informazioni e norme che regolano le discussioni sul sito. Clicca per info.
Caricamento in corso. Per commentare attendere...
Name

Bravo c0j0ncello! (Io non mi nascondo dietro la [censura] :) )

spino1970

Addio, [censura]...

Name

"Rimane, naturalmente, l'opinione di una persona singola
che, sostanzialmente, non si è trovata bene presso un datore di lavoro:
le aziende sono, dopotutto, composte da normali esseri umani - e nel
caso di Google sono una quantità spropositata. Ci sta anche che ogni
tanto qualcuno sia scontento, e che qualcun altro sia un po' un
[censura]."

Proprio in chiusura, "ci sta che ogni tanto qualcuno sia scontento, e che qualcun altro sia un po'..." ed è dal primo commento che feci che ripeto che quel "censura" può essere qualsiasi parolaccia possibile (se non fosse così non ci sarebbe stato bisogno di censurare, ovviamente) ed è anche palese che l'autore dell'articolo si riferisca all'ex lavoratore che dice la sua pessima esperienza contro l'azienda preferita - o che paga - il nostro incapacissimo scrittore di articoli di m3rda.
Tu, secondo me, stai ancora aspettando un cervello, dubito che ti arriverà quindi aspettiamo l'iniezione che ponga fine alla nostra sofferenza di averti tra noi.
Si spera a mai più :)

spino1970

"Un articolo scritto così e che offende sconosciuti"

Sto ancora aspettando che ci spieghi dove sia l'offesa, eh? :D

Name

Ancora? Un articolo scritto così e che offende sconosciuti solo perchè hanno mosso una critica alla propria azienda del cuore è m3rda, senza se e senza ma, fattene una ragione e prova a farti curare tu piuttosto! Anche se per la stup1dità non penso esista una cura, potrebbero sempre toglierti internet o rinchiuderti almeno!

spino1970

"...Non perdo ulteriore tempo con chi non comprende che l'autore dell'articolo m3rdaccia ha offeso una persona pubblicamente..."

Tu non stai davvero bene.
Fatti cambiare terapia.

Name

Addio :)
Non perdo ulteriore tempo con chi non comprende che l'autore dell'articolo m3rdaccia ha offeso una persona pubblicamente e non è una cosa che si deve fare, specie se si è dei "professionisti".
Continua ad attaccarti alla questione nick e mancanza di cognome, che non si è capito che sei un c0gl1one, continua mi raccomando :D

spino1970

Ma anche chi se ne frega dei tuoi commenti vale?

Seri problemi mentali, detto da uno che manco ha un nickname o un avatar e che si lamenta di un articolo non firmato, fa molto ridere. :D

In tutto ciò, non hai capito una mazza di quello che ho scritto finora, quindi di che dovrei preoccuparmi?

Addio :D

Name

Ma un bel chi se ne frega non ce lo mettiamo?
Comunque ho capito che hai seri problemi mentali, prima mi accusi di non essermi firmato con tanto di screen del mio nick, poi dici che non hai accusato nessuno.
In tutto ciò, continui a non comprendere la differenza tra un utente semplice commentatore ed un dipendente che scrive un articolo per una testata, non si firma ed offende anche una persona inconsapevole del fatto.

spino1970

il cognome è Spinelli, il nome Fabrizio.
Mi piacerebbe dire che è un piacere, ma così non è :D

... e la vera differenza è che io, da anonimo, non ho accusato nessuno di non firmarsi. :)

Noir
Name

Non sei molto sveglio a quanto vedo, eh?
A differenza di "Francesco", io non scrivo su uno dei principali siti del settore, caro il mio "spino1970" che commenta senza firmarsi.

A differenza del signor "Francesco", io non scrivo "è solo una persona che è un po' [censura]" quindi in un articolo "ufficiale", da dipendente e non su un sito mio visitato solo dai miei genitori per farmi contento, offendo gratuitamente qualcuno che ha OSATO condividere la propria esperienza e viene additato dal signor "Francesco" con un epiteto poco carino - se non fosse una parolaccia non sarebbe stato [censurato] -.
Non sei sveglio affatto, manco troppo intelligente o oggettivo, complimenti signor spino1970. Il cognome è 1970 o spino?

spino1970

"...Francesco - che nemmeno si firma col cognome..."

Eh, infatti.. 'sta gente che non si firma col suo nome è terribile, davvero :D
https://uploads.disquscdn.c...

L'ho usato per qualche gruppo davvero nerd (Custom ROM, app)

Name

Non hai risposto, ovviamente, e non porti prove che smontino il "complotto".

Neutron

frustrato e complottaro.
purello

Name

L'ho detto che tutti i cogl1oni li trovo io...!
Anzitutto mi devi spiegare quand'è che google era "di nicchia per pochi nerd", poi mi spieghi anche se secondo te è la stessa cosa tra prima, quando google ingurgitava dati solo dalle nostre ricerche, ed oggi in cui oltre ad avere i dati dal motore di ricerca se li prende, con la forza, dal gps, da android, da youtube, da gmail ed espande i suoi tentacoli ovunque costruendo non una gabbia, ma una prigione segreta dorata.

Neutron

frustrato forte

Neutron

ah ecco, finalmente il nerd tradito da mammaG che riversa la sua bile.

Neutron

google fin dalla sua nascita ingurgitava dati... non facciamo i santarellini please.
ammettiamo una buona volta che è diventato troppo grosso per avere la simpatia di dei nerd duri e puri che se non sono in una nicchia non sono contenti..
fu così per Apple, fu così per Microsoft.
fino a quando il giochino è limitato agli adepti è ok, se si amplia diventa immediatamente il male..

Neutron

beato te

StriderWhite

"poca roba decente"...

Max

Yahoo ad esempio

efremis

Iscritto ma mai preso da G+ (vabbè, diciamo dai social in generale). Comunque questo caos lo vedo non solo in G+ in Google (per quanto ne sia affezionato).

delpinsky

Mi è tornato utile giusto per il gruppo dedicato al firmware ufficiale per il mio modem TIM o per i vari givaway dei telefoni da parte di Android Authority e affini.

Mick&LOzzo

In realtà se quella risposta l'avessi pubblicata su internet di mia sponte avrei interesse ad avere più risonanza possibile..

Name

"Credi che se google non fosse predefinito nessuno lo USASSE".

E' evidente che avete proprio dei problemi di comprensione: se io voglio usarlo LO USO. Ma se l'azienda è in posizione di monopolio o comunque ha oltre il 50% di mercato (e sicuramente google motore di ricerca lo è!) allora deve subentrare la legge che vieta a google di imporre la propria ricerca di base in tutti gli android! E' più chiaro così?

Ok, ti volevo rispondere punto punto ma dopo aver letto le str0nzate sul root e dovermela prendere col produttore quando è google che non permette di disinstallare le app, è da enormi cogl1oni dire che "ah le puoi cancellare le gapps, devi solo fare il root!", ma mandarmi anche a cercare il vello d'oro no? Compiere le fatiche di Ercole? Solo il root devo fare? Wow! Tutte le app basta scegliere disinstalla ed è fatta, per google basta il root!
Nasconditi ti prego, nasconditi.

(Uso Firefox da 20 anni, in 20 anni solo di recente mi arrivano le email in cui elemosinano donazioni! Ma sì, sicuramente è perchè ha un modello di business diverso!)

ale

Credi che se Google non fosse motore di ricerca predefinito nessuno lo usasse ? Lol, ricordo che qualcuno ci ha provato, Microsoft ti piazzava Bing ovunque come predefinito, e la prima cosa che la gente faceva era cambiarlo con Google perché semplicemente da ricerche migliori. Non avendolo come predefinito forse ci perderebbe il mercato di quelli che non sanno cosa è un motore di ricerca e userebbero qualsiasi cosa gli capita in mano, una minoranza oggi.

Le Google Apps le puoi disinstallare con il root, come hai anche la libertà di cambiare completamente il firmware del tuo Android! Se poi qualche produttore pone dei limiti (Samsung, per esempio) e vuole ostacolare queste pratiche, fa decadere la garanzia, o altro, prenditela con quegli specifici produttori e non con Android in se, che è un OS open source e su cui hai libertà, se mai è l'hardware che non ti consente di fare modifiche, non il software. È quindi un problema dei produttori e non di Google (o meglio di Google solo per quel che riguarda i Pixel, perché per il resto valgono le regole del particolare produttore)

Non su tutti gli Android trovi Chrome come browser predefinito, i Samsung hanno il loro browser proprietario da quel che ne so io, come altri produttori usano altri browser proprietari. Trovi sopra anche Chrome in quanto fa parte del pacchetto Google Apps e serve per garantire la compatibilità con quelle app che usano le API di Chrome (per esempio le app come Telegram e simili che usano la visualizzazione rapida di pagine web integrate, che appunto richiede Chrome). E nessuno ti vieta di installare il browser che vuoi dal Play Store, al contrario di Apple, dove si trovi browser alternativi sull'Apple Store, ma che sotto hanno lo stesso motore web, perché Apple non consente di usare altri motori che non siano il loro Webkit su iOS, quando su Android usi quel che ti pare.

Ci sono altri servizi di mappe altrettanto validi ed alternativi a Maps, come openstreetmap, che a volte preferisco, solo che Maps per usarlo come navigatore è quello che funziona meglio, principalmente per l'indicazione del traffico in tempo reale che è molto precisa e per l'algoritmo di navigazione che è uno dei migliori come precisione ed affidabilità. Non c'entra nulla che sia preinstallato sui telefoni, dimmi un po', prima che Maps fosse preinstallato in Android la gente non lo usava ? Lo usava lo stesso, e installava l'app a parte, ancora una volta sei ingenuo a pensare che se Maps non fosse preinstallato non lo userebbe nessuno, il problema è che non esiste un alternativa altrettanto valida.

Mozilla non fa affatto la fame, semplicemente ha un modello di business differente da Microsoft e Google, in quanto è un azienda no profit che sviluppa software libero e non ha come obbiettivo ne il profitto ne il dominare il mercato in termini di installazioni, ma semplicemente il fornire una buona esperienza d'uso ai suoi utenti e il garantire un uso libero della rete. Questo non vuol dire che un impiegato di Mozilla guadagni meno rispetto ad uno di Google, e che la gente lavori gratis e sottopagata.

Marco Semeraro

Google+ rappresenta quella corsa alla concorrenza a tutti i costi, anche se il prodotto fa schifo o scriteriato lo dobbiamo avere anche noi, da aggiungere che lo ha fatto in stile Google: l'ennesimo prodotto solo per smanettoni. Infatti il risultato si è visto.

marco

Ma qualcuno lo usava veramente?

Name

Uff, quando leggo tutte ste str0nzate e quanta stup1dità umana esiste mi cadono le braccia e mi passa proprio la voglia di rispondere! Però faccio sto sforzo e sarò gentile dai:

1. Le aziende, buon per loro, possono ottenere il monopolio nei mercati di competenza. Il buon senso e la legge, però, dice che una volta avuto il monopolio devono sottostare a regole molto più stringenti proprio per evitare che non ne abusino portando a concorrenza sleale e così via.
Google la fa franca.

2. Non me ne può fregare di meno che i risultati di ricerca di google sono migliori, proprio DuckDuckGo ha apertamente detto che google ha preso un dominio simile che direziona gli utenti su google!
In più, vedi il punto 1, nessuno dice che la ricerca google non sia buona, semplicemente abusano del loro potere: i miei genitori fanno le ricerche su google solo perchè sui loro android out of the box han trovato la barra di ricerca in homepage! Se per te questo non è abusare della propria posizione (android ve lo do io, per averlo dovete mettere la ricerca in home settata per cercare sul mio motore).

3. Devo crearle io le alternative? Le alternative si creano naturalmente in un mercato libero, basta anche prendere un fork di android come tu stesso citi. Ah, peccato che se voglio avere un OS diverso devo andare a sbloccare il telefono, correre il rischio di invalidare la garanzia, smanettare. Non tutti sono abbastanza nerd.
In più, non c'è nemmeno la libertà di disinstallare le gapps che uno non desidera! Ma mi raccomando, ripetiamo a pappagallo "e apple allora?!" per giustificare questo obbligo by google che ce piace tanto.

4. Io uso firefox, peccato che sui miei android sono costretto ad avere anche chrome disattivato senza possibilità di disinstallarlo!
Peccato che qualsiasi ut0nto tipo compra un android (80% del mercato mondiale) e cosa si ritrova preinstallato? Il browser del produttore del telefono? Il browser stock di android? No, il browser google! Ma ehi, "puoi installarne un altro quindi non è abuso, gne gne gne non ci capisco un caxxo ma parlo comunque".

5. C'è Here, ma è chiaro che finchè maps sarà preinstallato, ripeto 80% DI MERCATO PER ANDROID, la gente userà maps. Punto.

Se un domani arrivasse questo e quello, ma limitiamoci alle tue parole: Firefox è migliore di chrome, puoi farci più cose, ha più estensioni, sincronizzazione migliore. E come mai Mozilla fa la fame e chiede donazioni e viene usato da una percentuale infima dalla gente?! Ops! Forse perchè siamo passati da microsoft che preinstallava explorer ed è stata costretta a mettere l'avviso per gli utenti per informarli dell'esistenza di altri browser, a google che fa lo stesso ma chissene lei può. Tra l'altro microsoft venne multata anche perchè explorer non era disinstallabile, proprio come le gapps!

Name

Dovresti rivedere la tua risposta perchè davvero non ha il minimo senso!
L'articolo riporta l'ESISTENZA, forse, di un'opinione resa pubblica dall'ex dipendente, peccato che poi l'articolo sia stato ampliato con l'opinione dell'articolista che censura la parolina magica.
Ed il problema, oltre al modo in cui l'articolo è stato scritto ma se la memoria non mi inganna Francesco non è assolutamente nuovo agli articoli di parte, è proprio che per dare ancor più spinta alla parte marcia si aggiunga la parolina censurata che può essere qualsiasi cosa ed è ovviamente riferita all'ex dipendente.
Se io ora scrivessi un articolo letto da centinaia di persone in cui metto che "Mick&LOzzo ha detto queste cose. Comunque è l'opinione di una sola persona, sappiamo che di [censura] nel mondo ce ne sono un sacco" penso che a te non farebbe granchè piacere, no?

matteventu

In parte concordo.

Di cose "ottime" di Google che ci sono ancora, se ne contano proprio poche.

La maggior parte delle cose buone e che vanno ancora, sono nate da casualità.

Vedi Chrome, un browser solo discreto che ha avuto la fortuna di essere sponsorizzato a destra e manca nel momento giusto.

Prendi Hangouts, un prodotto già inizialmente eccellente che hanno fatto morire per incapacità di portare avanti progetti. Vedi Allo, un prodotto già inizialmente scarso, abbandonato dopo un anno.

Android era ottimo (non all'inizio, ma hanno avuto la fortuna di aver qualcuno - Andy Rubin ed Hugo Barra - che sapesse il fatto suo e che ha contribuito enormemente alla crescita di Android fino alla sua mezza età - 4.0-4.4), ora (pur con miglioramenti innegabili delle ultime versioni, sotto certi punti di vista) lo stanno facendo diventare un tr0iaio.

Mick&LOzzo

Qualche tempo fa avevo letto un articolo abbastanza illuminante che riportava le interviste ad alcuni dipendenti ed ex dipendenti di Google, era abbastanza agghiacciante il fatto che solo un paio d'anni fa si siano dotati di una persona addetta alle revisioni e pianificazioni del budget.

Uno di loro l'ha definita "una società che si occupa di pubblicità con un mucchio di hobby".

Un po' ingeneroso, sicuramente un giudizio abbastanza tagliato con l'accetta, ma fotografa un certo tipo di situazione: Google con il suo core business (il motore di ricerca) fa tanti di quei soldi che fino a poco tempo fa poteva permettersi di di disperderli in una marea di progetti scarsamente pianificati. Poi hanno azzeccato diverse altre cose tra cui l'acquisizione YouTube e l'incorporamento di Android nel loro ecosistema, non gli è andato sempre tutto male, eh?

E comunque Google come fucina creativa, che fa un certo tipo di mecenatismo pur di investire nel futuro anche in progetti scarsamente remunerativi, ha contribuito negli anni a mantenere attorno all'azienda una certa Aura di sacralità.

Di base credo che a Mountain View ci siano persone estremamente competenti e qualificate, ma scarsamente vicine a quello che è il sentiment della gente comune. La buonissima intuizione di Zuckerberg è stata quella di realizzare un social network a misura del dito medio, vale a dire persone che vogliono condividere fotografie, pensieri e contenuti immediati, che non sapevano cosa farsene della personalizzazione e flessibilità consentita da blog, siti personali, roba da specialisti, insomma.

matteventu

Non poteva non arrivare il solito idi0ta lol.

Mick&LOzzo

Secondo me non sai di cosa parli. Una precisazione simile assolutamente dovuta, e d'altronde questo articolo non fa che riportare l'assistenza di un feed che è stato reso pubblico dallo stesso Knutson.

ale

Queste mi sembrano sempre polemiche inutili, nessuno comunque ti punta la pistola alla testa e ti obbliga ad usare Google. Lo usi perché le alternative non sono all'altezza, ho provato ad usare DuckDuckGo per qualche settimana, alla fine sono sempre tornato a Google perché da risultati migliori, e risultati di ricerca migliori mi permettono di essere più efficiente nel mio lavoro.

Android, l'alternativa sarebbe ? Non c'è, a meno di non andare su Apple che è 10 volte peggio, almeno Android è comunque un sistema operativo open source, le Google Apps le usi ma nessuno ti punta la pistola alla testa, puoi installare anche LineageOS senza GApps e funziona comunque, più scomodo da usare ma funziona.

Browser non sei per niente obbligato, io uso Firefox senza nessun problema, mi ci trovo meglio, ha più estensioni, puoi farci più cose, la sincronizzazione va meglio di quella di Google, insomma.

Maps anche li non hai tante alternative, lo usi perché è comodo, sta mattina ero bloccato nel traffico, con Maps ho visualizzato il traffico in tempo reale e ho pianificato un percorso alternativo per strade secondarie che mi ha fatto evitare 1 ora di coda.

StriderWhite

Di sicuro non hanno copiato da Apple però... :P
Ma poi, prima del motore di ricerca di Google, cosa c'era? Poca roba decente...

Paolo

Mah, rimango della mia opinione:

"Google got back in touch almost 3-4 months after the interview".
Io lavoro per un aziendina da due soldi e un annetto fa sono stato contattato da un'azienda molto più grande ed interessante ed ho fatto due colloqui con loro. Dopo 1 settimana e mezza senza aver ricevuto nessun feedback li ho contattati io, ho chiesto spiegazioni (non erano interessati a me oppure ho fatto schifo).
Può anche essere google a farmi un colloquio, ma io una risposta la pretendo e la voglio in tempi decenti, soprattutto se sto cercando attivamente nuove posizioni lavorative, è una questione di rispetto.
Quindi, cavoli suoi, doveva farsi trattare bene sin dall'inzio.

Name

Non sai bene come? Mah, forse è perchè ha il monopolio in tutto (OS tramite android, che sarebbe controllato dalla OpenHandset Alliance fondata da google ma che a conti fatti controlla google; siti di streaming con youtube; browser; le ricerche; maps; store di app mobile).
Ciò di cui bisogna preoccuparsi siete voi difensori del golem che ingurgita ogni nostro dato, pagando mazzette per avere i propri servizi preinstallati o abusando della posizione che ha in certi settori.
Fortunatamente almeno non pubblicizzano più il motto "don't be evil", sanno che ci farebbero una figuraccia troppo grande.

Name

"Rimane l'opinione di una persona"
Questo articolo sa tanto di "noi vi diciamo il minimo indispensabile ma non pensate nemmeno lontanamente di sviluppare un'antipatia per google perchè tenta in tutti i modi di spingere i propri servizi anche dando bonus ai propri dipendenti, tutto pur di mettere mani ovunque eh! Amatela lo stesso, è solo una persona che è un po' [censura]".
Tra l'altro non si sa cosa voglia nascondersi dietro questa censura, Francesco - che nemmeno si firma col cognome - reputa costui un rompip@lle, uno "puntiglioso"? O forse lo reputa un c0gli0ne? Le due cose direi che hanno un peso diverso e penso ci siano anche gli estremi per una qualche denuncia.

dodicix

Per Suo si, per Allo no. Hanno trend opposti.

" "perdere il treno" sul business dei social (più precisamente, sui dati che questi generano)." classica filosofia di google a cui interessa solo i dati dell'utente e non di creare un servizio all'altezza.

loripod

Io credo sia un po' l'andazzo che sta prendendo google, quando inizi ad avere un potere monopolista si ricade sempre in scelte impopolari, è bello che comunque escano queste cose perchè fa capire di quanto l'apparenza a volte inganna...

Pier

Google+ è stato l'unico social network da me frequentato ,perché quasi assente dalla presenza di "cani & porci" , cioè di gente ( e non persone come da me sempre chiamate con rispetto ).
Gente che scrive per scrivere senza sapere cosa ,ma per auto gratificarsi di intelligenza inesistente capace solo di esternazioni maleducate ed ignoranti.
Per poter scrivere risposte o pensieri nei social network nei blog ,e comunque in internet, si dovrebbe rendere obbligatorio un esame per ottenere un'autorizzazione.
Allora si, con persone pensanti. si avrebbe un luogo di confronto e di pensiero.

Ratchet
Francesco

se questo 'knutson' ha tanto da ridire, che fondi un suo social network e si butti nella mischia insieme a tutti gli altri (cit.)

Adriano

Lettura

Bass otto

Avrebbe fatto meglio Homer secondo me, come quando ha dovuto disegnare l'auto nella fabbrica del fratellastro

Paolo

e allora è sbagliato l'articolo....appena posso do' una letta

Sony

Recensione Sony Xperia 10 Plus: il display 21:9 non basta

HDMotori.it

Ford Focus 2019 ST-Line 1.5 EcoBlue: recensione e prova su strada | Video

Alta definizione

Recensione TV Sony KD-65AF9: OLED e Android TV ai massimi livelli

Samsung

Recensione Samsung Galaxy S10e: ecco perchè lo preferisco ad altri