NASA: ecco come si vernicia un rover spaziale diretto su Marte | Video

12 Ottobre 2018 18

Come si vernicia un rover spaziale che deve andare su Marte? Lo sanno bene i tecnici del Jet Propulsion Laboratory della NASA di Pasadena, in California, che stanno lavorando al prossimo Mars Rover destinato a partire alla volta del pianeta rosso nel 2020 (e a cui forse potrebbe essere affiancato un drone noto come MarsCopter).

Ecco allora che, grazie a uno speciale realizzato e diffuso dal Mars Exploration Program dell'agenzia spaziale americana, è possibile dare un'occhiata al laboratorio dove avviene la verniciatura che, come ha spiegato il responsabile John Campanella, prende in carico oltre mille lavori all'anno:

Ogni anno ci occupiamo di un migliaio di lavori di verniciatura, dai componenti più piccoli, grandi quanto una pillola, alle fusoliere di veicoli spaziali. Personalmente ho lavorato al primo rover marziano, il Pathfinder, per poi passare alle missioni Deep Impact, GRAIL, Juno e Cassini: credo che la mia vernice sia un po' dappertutto nel sistema solare. Al momento, abbiamo appena finito il telaio del rover Mars 2020 e, come avviene per quasi tutto ciò che passa per questo laboratorio, ce n'è un solo esemplare, per cui dobbiamo avvicinarci quanto più possibile alla perfezione.

Proprio per questo motivo, la verniciatura di veicoli spaziali è molto laboriosa: nel caso dell'assemblaggio del telaio del rover Mars 2020 ci sono voluti quattro mesi e mezzo, 610 rivetti, 730 rondelle, 644 dadi e 964 dispositivi di fissaggio meccanici, per un totale di oltre 1.000 fori fatti a mano e realizzati in tre fasi.

Ogni foro del telaio del rover marziano infatti è stato inizialmente realizzato a mano, per poi essere allargato e infine portato alla dimensione desiderata in modo da rilevare e correggere eventuali errori in fieri, per un totale di 5.000 ore di lavoro e oltre 3.000 perforazioni.


Una volta assemblato, il telaio è stato sottoposto a un lavoro certosino per proteggere le parti che non dovevano assolutamente essere contaminate dalla vernice: a questo scopo sono stati utilizzati oltre 600 pezzi di nastro adesivo dalle forme più disparate, tagliati al millimetro grazie a un sistema computerizzato, e 135 stencil di metallo per coprire aree più ampie. Dopo una settimana di lavoro che ha visto cinque ingegneri impegnati col nastro adesivo, il telaio è finalmente arrivato alla fase di verniciatura.

Prima di procedere è necessario abradere la superficie, perché la vernice aderisca meglio: una volta iniziato però, ha chiarito Campanella, è necessario finire entro sei ore, in modo da evitare qualsiasi rischio di corrosione o ossidazione. A causa delle dimensioni del rover, che occupava gran parte della stanza, Campanella ha dovuto farsi affiancare da due soli colleghi del suo team composto da sei persone.

Il rover Mars 2020

A differenza del nastro adesivo, reperibile ovunque, la vernice utilizzata è specificatamente pensata per il rover marziano: oltre ad aderire perfettamente all'alluminio, è stata sottoposta a una serie di test rigorosi per quanto concerne la resistenza a urti, vibrazioni, raggi UV e a tutti gli altri inconvenienti di un viaggio su Marte, tra cui le temperature proibitive. Ne sono stati applicati tre strati, uno di seguito all'altro, senza attendere che asciugassero: il procedimento è servito a creare un legame più forte tra uno strato e l'altro.

La prima sessione di verniciatura si è conclusa in meno di cinque ore, e il giorno successivo i test di qualità hanno confermato che era stato applicata la giusta quantità di vernice, compresa tra i 4 e i 6 mil (millesimi di pollice). Infine, il turno della cottura: il telaio è rimasto per tre giorni in una camera a vuoto a 110° C, trattamento utile ad eliminare anche i contaminanti della vernice che avrebbero potuto creare problemi durante il volo.


18

Commenti

Regolamento Commentando dichiaro di aver letto il regolamento e di essere a conoscenza delle informazioni e norme che regolano le discussioni sul sito. Clicca per info.
Caricamento in corso. Per commentare attendere...
SLM

Già...ti saluto "lunga vita è prosperità".

Frankbel

Mo sto andando in loop pure io. Lol

Frankbel

Ti ripeto, non è un'offesa gratuita. Anzi, il messaggio del tizio è stato offensivo per me: il mezzo secondo impiegato al leggerlo non mi ha soddisfatto e pertanto l'ho aspramente rimproverato, ridicolizzandolo.
Cioè, rileggiti il commento, il tipo è affascinato dal lavoro MANIACALE che ci mettono per mandare un rover nello spazio. Ma davvero, chi può essere così citrullo da non immaginare che ogni singolo dettaglio è vagliato minuziosamente per il buon esito del progetto?
Non è lavoro maniacale ma altissima professionalità che è uno standard anche a livelli ben più inferiori.

SLM

Offese gratuite...mi mandi in loop!

Frankbel

Beh dai, che fascino trovi nella meraviglia di un niubbo? Apprezzarlo per cosa? Oggi c'è troppa voglia di postare senza cervello: è uno spreco di tempo per chi scrive e per chi legge.
Sarebbe bello invece vedere commenti che discutono in maniera critica (nel senso letterale del termine), che aggiungono informazioni o correggono quelle, purtroppo spesso, imprecise dell'articolista.
Salverei infine i troll, danno un po' di colore alla discussione che sarebbe monotona se tenuta in maniera troppo formale.
Nel mio caso ho evidentemente trollato l'utente, stimolando la tua reazione, che ha portato la discussione forse su livelli più interessanti, che il mero stupore bambinesco dell'utente di cui sopra.
Cheers.

SLM

Direi che lo spiegone è inutile perché l'utente sopra ha capito ed espresso meraviglia su una cosa che non sapeva, per me è solo da apprezzare.
Il mio commento è ovviamente banale ma tant'è che mi è venuto voglia di rispondere ai tuoi.

Frankbel

Critica sterile a commento banale, ovvio.
Spiegone spero non inutile: mettere un po' di cervello in quello che si scrive è importante.

SLM

Critica sterile e spiegone inutile.

Davide

Io mi ci solo con i miei conoscenti ma sono urla vane.

Frankbel

Mentre il suo denota una maraviglia puerile.
La vernice di un rover non è un abbellimento estetico, come potrebbe essere l'esterno di una casa (e nemmeno quello, esempio anche sbagliato), ma uno scudo che protegge gli elementi esposti dalle radiazione cosmiche e dall'attrito dell'atmosfera terrestre. Non può soprendere che ci sia estrema cura, che non è maniacale ma necessaria, in questo aspetto, così come in ogni altro dettaglio di un progetto costoso e ambizioso come mandare un artificio umano nello spazio.

SLM

Il tuo commento è un' offesa gratuita.

Frankbel

Quanta pochezza ci vuole per rimanere stupiti dalla "maniacale" cura che ci mettono nel portare avanti progetti dal budget plurimilionario? Mah.

È chiaro che con strumenti del genere non si può lasciare davvero nulla al caso, ma rimane abbastanza impressionante comunque. In confronto un'automobile la può verniciare anche un bambino di 3 anni

sassi

quanti soldi zioc4ne

Cappello magico

Caspita! Quanto lavoro MANIACALE che c'è dietro la costruzione di un rover marziano...
Pensare che una volta verniciato smontano tutti i pezzi e li ripesano uno ad uno assieme alle viti/bulloni e quant'altro… fantastico! Ci fossero più articoli così :)

Babi

Fantastico farsi un'idea del lavoro certosino che svolgono su un pezzo tanto importante

Purtroppo sono pochi gli esseri umani davvero interessati a questo genere di cose...magari possono affascinare per mezzo secondo non di più...è un atteggiamento alquanto singolare per una specie che ha coscienza e conoscenza delle realtà che si estendono oltre il nostro pianeta!
Dovrebbero portare su marte un iphone un galaxy note 9 e un oneplus 6t...allora si che sarebbe seguitissimo!secondo me collasserebbero i server della NASA!

emmeking

E' un vero peccato vedere vuota la sezione commenti di questi articoli, quando il solito articolo annuale su "IL NUOVO COLORE NERO DEL NUOVO IPHONE SARA' UN NERO PIU' NERO DI CALIMERO" ne è pieno zeppo

Android

Recensione OPPO AX7: ottima batteria ed un hardware sufficiente

HDMotori.it

Hyundai Kona Electric: prova consumi, autonomia reale e costi ricarica | Video

Microsoft

Microsoft Surface Studio 2 è il top per la creatività: la nostra prova

Hardware

Recensione Asus ZenBook Pro 14 UX480, unico nel suo genere