La pirateria musicale resta diffusa, la pratica il 38% degli ascoltatori

11 Ottobre 2018 486

Nonostante la presenza di piattaforme per lo streaming legale come Spotify (che recentemente ha avviato degli accertamenti sugli utenti del piano famiglia), Apple Music e Tidal, la pirateria musicale è ancora un fenomeno molto diffuso: è quanto afferma un rapporto della International Federation of the Phonographic Industry (IFPI), che nei mesi di aprile e maggio ha condotto una ricerca dedicata alle abitudini degli ascoltatori di età compresa tra i 16 e i 64 anni.

In particolare, il 38% delle persone che ascoltano musica su internet ricorre a metodi illegali per farlo, almeno per quanto riguarda il campione di ascoltatori preso in esame, appartenenti ai diciotto paesi del mondo più rilevanti per quanto concerne il mercato musicale (tra cui Regno Unito, Italia, Francia, Stati Uniti, Brasile e Sudafrica). Di questi, la maggioranza (32%) utilizza lo stream ripping, ovvero un software che permette di registrare l'audio di video presenti su YouTube e altre piattaforme per poi scaricarlo e ascoltarlo sui propri dispositivi.


Un altro 23% ricorre invece al peer-to-peer, metodo che fece la fortuna di Napster fino alla sua chiusura nel 2001; al terzo posto, con il 17%, c'è la fetta di ascoltatori che cerca i file desiderati sui motori di ricerca. La motivazione principale sarebbe, secondo quanto rilevato dagli autori del report, "poter ascoltare le canzoni offline senza dover pagare i servizi premium".

In conclusione, come dichiarato da David Price, uno degli autori del rapporto, al Guardian:

"Il tema della pirateria musicale è scomparso dal mirino dei mezzi di informazione negli ultimi anni, ma certamente non se n'è andato. Alle persone piace ancora avere le cose gratis, così non ci sorprende che siano ancora in molti a procurarsi musica illegalmente, dato che - anche se per noi è dura ammetterlo - è relativamente facile fare della pirateria musicale. Spotify e affini tuttavia non possono fare molto, perché sono già molto user friendly; le grandi piattaforme di video come YouTube invece potrebbero apportare delle migliorie sul fronte della sicurezza, a cominciare da una criptazione più efficace".


Price ha anche evidenziato l'importanza di cambiare le leggi in modo da enfatizzare l'illegalità dei siti di stream-ripping; lavorando insieme alle etichette discografiche, la IFPI nel 2017 ha contribuito a far chiudere uno dei principali siti di questo tipo, YouTube-MP3. Le cose potrebbero cambiare anche in seguito all'approvazione della direttiva europea sul Copyright, il cui articolo 13 rende le piattaforme di social media responsabili per la prevenzione del caricamento di materiale protetto da licenza da parte degli utenti.

Il vero top gamma Nokia? Nokia 8 è in offerta oggi su a 204 euro oppure da Amazon a 335 euro.

486

Commenti

Regolamento Commentando dichiaro di aver letto il regolamento e di essere a conoscenza delle informazioni e norme che regolano le discussioni sul sito. Clicca per info.
Caricamento in corso. Per commentare attendere...
Steve

tralasciando prezzi e tecnologie, molto cambiate nel corso degli anni, la cosa che mi colpisce sempre quando si parla di pirateria (anche video) è il ragionamento "secondo me costa troppo->ingiusto pagare/la gente non ha soldi->scarico illegalmente (che tra l'altro di solito questa gente fa con gioia, per fregare il sistema dicono loro)". 1) secondo me costa troppo: a parte che è un ragionamento soggettivo, come si fanno a sapere tutte le variabili in gioco? 2)ingiusto pagare (ingiusto forse eticamente? ma qui si parla di legalità, finché non cambia la legge bisogna pagare)/la gente non ha soldi: e allora rinunciate ad altro

moreno

Spendo in media 800 euro l'anno per la musica live. Considero i Cd, o Mp3 che siano, la migliore pubblicita'per un buon autore, per convincermi ad andare ad un suo concerto. Questo secondo me il nuovo concetto di musica. Qualcosa di gratuito, utile a farmi spendere 10 volte in piu di quanto spendevo quando la musica la, compravo.

Mescal non dimentica

Me l’ha già detto Google!

Si dice il peccato ma non il peccatore!

CaptainQwark®

Leggo ragionamenti allucinanti, io potevo capire anni fa quando non c’era lo streaming e i cd costavano 20 euro l’uno, ho piratato anche io fino a qualche tempo fa ma da quando ho provato Spotify e con 10€ posso avere TUTTA la musica che voglio a disposizione non lo faccio più, per una questione di rispetto nei confronti di chi crea contenuti, perché chi ci perde non è solamente l’artista milionario ma anche e soprattutto gli artisti minori che andrebbero supportati

ilmondobrucia

Infatti fanno cosi ...nessuna novità

giorgio085

Concettualmente, rippare un brano da youtube (magari in mp3 di bassa qualità) non è tanto diverso dal cercare Guernica su google e stamparne una copia su carta e appenderla al muro di casa propria. Chi vuole l'originale compra o il disco originale o compra il file originale in formati qualitativamente superiori rispetto ad un mp3.

Mescal non dimentica

Come fai a rippare da Deezer?

herinanth

Altro che under 25, la pirateria è un atto di ribellione sacrosanto contro chi vorrebbe brevettare anche il cinquettio degli uccelli. La pirateria è un monito contro quelli che fanno chiudere comunità online perché considerano i sottotitoli una proprietà intellettuale. Con questi atteggiamenti da avari mangiasoldi capitalisti l'unica risposta è il dissenso.
Vogliamo parlare di SIAE e di come sono gestite le cose da questo monopolio illegale?

Quotatore

Quoto

MiniPaul

Tanta ignoranza, ma credo che la metà dei commenti sia di under20 senza un soldo in tasca.

Maledetto

Avevo sentito di recente un'intervista a gemitaiz in cui anche lui diceva che i suoi fan han comprato il vinile del disco solo per collezione, nessuno di loro ha gli strumenti per ascoltarlo eppure ne ha venduti tantissimi

Balthasar ©

Certo sono dei pezzenti in quel caso, ma anche in quel caso alla fine la sostanza non cambia.

CIAWA

onlykekko

Certo, ma è un palliativo per schiere di 15enni.
Il supporto fisico che pare non voler morire è il vinile :)

Briccone
Itachi

È incredibile come fieramente si continua a difendere la posizione.

"Eh ma rubano tutti quindi rubo anche io"
"Eh ma le tasse non le paga nessuno quindi non le pago nemmeno io"

Avete l'Italia che meritate non c'è dubbio

Body123

Bel discorso. Però esiste Spotify moddato.

Body123

Ci attacchi un proiettore al pc e risolvi il problema

Body123

È l' UNICO modo in cui riescono a vendere i cd ormai. Solo se oltre al cd permetti di fare la foto col cantante

Body123

Con la trovata dei firmacopie hanno cominciato a rivedere i cd

Body123

Le hanno tutti perché anche gli altri ne usufruiscono aggratiss

Body123

Ma non è vero, c'è stato quel giorno a marzo in cui a Spotify ha bloccato le app moddate, poi qualche giorno dopo è uscita la nuova mod e siamo ad ottobre ed ha sempre funzionato.

Vive

ti beccano alla lunga.

Itachi

Cioè il bello dell'italiano medio è pure che è fierissimo di rubare non lo nasconde nemmeno ahaha

"Guarda che io quelle cose le voglio ce le hanno tutti che vuoi quindi è giusto che rubo perché i poteri forti non mi danno i soldi"

Allucinante

Vespasianix

Dicosolo che non c'è proporzione tra film e musica, questi ultimi sono troppo cari rispetto ai primi.

Price Tag

Confermo tutto.. squallido espediente.. la Amoroso 17 euro sabato scorso a CT

Price Tag

Si ma figurati.. non era assolutamente un insulto.. solo una sensazione di disprezzo per la TV privata italiana.. io saranno 14 o 15 anni che non ho l'antenna.. ho cambiato tre case non l'ho mai montata.. si vive molto meglio

Account Anniversario

Si va bene onlykekka, va bene. Non agitarti.

onlykekko

reddito di cantadinanza

onlykekko

vedo che hai difficoltà a comprendere.
ma posso capire che non sia colpa tua e che non te ne rendi conto, vai aiutato.
magari lo farà chi ha voglia, io mi fermo qui.

Account Anniversario
onlykekko

Il 10% non sarebbe male, se si vendessero i CD :)
comunque sì, assolutamente: oramai si considerano solo i live come guadagno.
questi spiega anche perché da qualche anno risorgono all'improvviso vecchie glorie costrette ad andare sul palco in condizioni non propriamente dignitose...

onlykekko

è un curioso disinteressamento che ti porta a commentare in modo così compulsivo.
e correggi per favore: non è un problema per te.
il mondo là fuori è più vasto del tuo giardino, sei libero di disinteressartene ma almeno non pretendere che il tuo piccolo spazio rappresenti quello che ti circonda.

Account Anniversario

esatto. Mi disinteresso della cosa perché è un non problema. Punto.

Body123

Vabbè ovvio che qualcosa prendano ma il 10% è pochissimo. Era per dire che il grosso lo fanno dai live.

Body123

Non ho uno stipendio, sono uno studente, quindi i soldi che ho me li passano i miei. Se chiedessi a loro di finanziarmi tutte queste cose mi riderebbero in faccia, giustamente. Se vi rinunciassi a ridermi in faccia sarebbero i miei amici e in generale le persone nella mia stessa situazione, e sarei escluso da molti discorsi ("hai visto quel film? Hai visto quella serie tv? Hai visto la Juve ieri sera? Hai ascoltato il nuovo singolo di x cantante?"). Ciò nonostante al momento ho Netflix (in condivisione) e Sky, ma solo perché lo paga mio padre che non sa cercarsi da solo le partite in streaming, altrimenti avrebbe disdetto pure quello dato che Sky costa sempre di più e ogni x mesi è una battaglia al telefono fra minacce di disdette ecc. per riuscire ad avere un prezzo accettabile. E pure così ho solo la Serie A, la Champions devo comunque cercarmela in streaming. Così come le partite su Dazn, da quest'anno, quando finirà il mese gratuito.

Per l'uso ridottissimo che ne faccio io di Spotify mi spiace ma non lo pago, 0,99€ forse lo pagherei. Ne faccio davvero poco uso, tipo 20 ore in un mese, in certi periodi, e mesi in cui neanche lo apro praticamente. Però quelle poche volte che lo apro voglio sentire la canzone che voglio io, e non quelle che mi consiglia Spotify.

onlykekko

tutt'altro, è la cosa più cara che ci sia in effetti.
Ma non mi va di giocare a chi ce l'ha più lungo. Se vuoi entrare nel merito della problematica sei il benvenuto, altrimenti non ho alcun interesse a continuare il discorso con te.

Account Anniversario

Se sei veramente convinto che sia gratis... LoL

ilmondobrucia

Si vabbè ciao

891

Eh sì... Perché a rigore di legge se io non voglio più la macchina non ha senso che io la tenga in garage. Per il garage ci sono dei casi particolari tipo box auto separato alla casa o garage compreso nell'abitazione, cmq in ogni caso paghi le tasse anche su quello si, ogni anno, così come le tasse della propria abitazione

Tommaso

Anvedi oh, prima rubavamo di più e si lamentavano, ora rubiamo un po' di meno si e lamentano ancora? Ma guarda questi!

onlykekko

Cercalo su Google: quello è gratis, puoi usarlo ;)

Account Anniversario

MONA

Tommaso

Ancora una volta: secondo te siccome un bene non è fisico non costa niente produrlo, mantenerlo, distribuirlo, pubblicizzarlo?
A me Body123 pare che tu ti sia costruito un bel discorso di comodo per deresponsabilizzarti il più possibile.

onlykekko

NIMBY

Tommaso

Almeno una volta nella vita ci sto, tutti l'hanno fatto.
Ma copiare per un a vita intera e vivere sempre al di sopra delle proprie possibilità senza voler rinunciare a nulla anzi pretendendo senza contribuire mi pare un bel po' arrogante no?

ilmondobrucia

Ma scusa ma mi stai dicendo seriamente che se non voglio la macchina devo venderla o regalarla ? Non l'ho scritto perché é una cosa scontata....
Cmq se ha una priorità privata si può tenere come un garage

Erik

Si potrebbe girare la domanda in ti pare normale che dovrei pagare un mese di Spotify con tutta la storia della musica del mondo a portata di click come una o due birre al pub?

Lo so che il mondo va in una direzione e non si può fare nulla a riguardo, ma un musicista che ami deve pur guadagnare qualcosa affinché possa fare la musica che vuoi ascoltare, altrimenti dovrà per forza smettere di farla.

Account Anniversario

Se un domani perdessi il lavoro, ne ho già due o tre pronti.... quindi la cosa non mi tange minimamente.
LoL
Ah, e continuo a piratare il piratabile.
Tu lagnati pure quanto vuoi, sei divertente.

onlykekko

Un po' vago.
Ma dimmi quale parte del discorso non hai capito di: "A me la pirateria tange in modo assolutamente marginale, non mi lamento perché qualcuno mi sta portando via del denaro."?
E CIOÈ per le mia finanze è UGUALE.
Se la gente pirata la mia musica fa solo una fatica in più perché la può trovare anche gratuitamente, ma anche se così non fosse non mi toccherebbe comunque, nemmeno se fossi famoso.
Il problema riguarda invece i più di 2000 lavoratori che hanno perso il lavoro nel 2016 (non ho dati più recenti): non si tratta di artisti famosi e nemmeno di quelli meno famosi, sono gli ultimi ad avvertire l'effetto della pirateria.
Ti auguro quindi di ricoprire un ruolo di spicco nell'organigramma dell'azienda per cui lavori, perché il giorno in cui ipoteticamente troveranno il modo di comunicare gratuitamente (già esiste, ma vabbè, diciamo se la cosa assume i contorni della pirateria musicale) i primi a saltare saranno i tecnici, gli informatici, gli installatori. Non certo quelli con l'ufficio al piano di sopra.
Ma siccome non accadrà perché mai dovrebbe fregartene di quelli che perdono il lavoro in un ambito che non sia quello in cui operi tu, giusto?
NIMBY

Hardware

RECENSIONE Intel Core i9-9900K l'octa-core da 5 GHz è una scheggia

Android

Recensione Google Pixel 3 XL e confronto con Pixel 2 XL

Alta definizione

RECENSIONE GoPro Hero 7 Black Edition, la stabilizzazione è il punto di forza

Asus

Recensione Asus ROG Phone: il piacere del gaming da smartphone