Voyager 2 raggiunge lo spazio interstellare, punterà ad altre galassie

10 Dicembre 2018 200

Aggiornamento 10/12

Alla fine un altro tassello si aggiunge all'umana storia delle conquiste aerospaziali, anche la sonda Voyager 2 è entrata ufficialmente nello spazio interstellare superando l'eliosfera. Lo ha annunciato la NASA durante la giornata odierna, si tratta quindi del secondo oggetto costruito dall'uomo (dopo Voyager 1) ad allontanarsi così tanto dal pianeta Terra.

Voyager 2 si trova ora a circa 18 miliardi di chilometri da casa. Come facciamo a sapere con certezza che la sonda è arrivata nello spazio interstellare?

Per dirla in termini semplici, l'eliosfera è descritta dalla NASA come una sorta di enorme bolla che circonda sole e pianeti, dominata da materiale solare e campi magnetici. La sonda trasporta con sè uno strumento chiamato PLS ( Plasma Science Experiment) in grado di rilevare le proprietà del vento solare. Le rilevazioni più recenti indicarono all'inizio di novembre un declino nella velocità del flusso di vento solare, dopo quella data non fu rilevata più alcuna attività, confermando l'ingresso nello spazio interstellare con conseguente abbandono dell'eliosfera.

La vicinanza di questo evento era già stata anticipata qualche mese fa, per maggiori dettagli vi rimandiamo alla lettura della news originale a seguire.

Articolo Originale

La sonda Voyager 2 della NASA è stata lanciata nel lontanissimo 20 agosto del 1977 e da allora ha macinato chilometri attorno e fuori dal nostro Sistema Solare, tanto che adesso pare abbia finalmente raggiunto lo spazio interstellare. Dalle ultime rilevazioni inviate a terra si è notato un incremento netto dei raggi cosmici, stessa cosa già avvenuta nel 2012 con il fratello più anziano Voyager 1, che dopo soli 3 mesi fu dichiarato ufficialmente fuori dal Sistema Solare.

Dal 2007 Voyager 2 si trova oltre la termination shock nell'immensa eliosfera, una "bolla" intorno al nostro Sole dominata dal campo magnetico e materiale solare che termina con la cosiddetta eliopausa. Da agosto 2018 il Cosmic Ray Subsystem sta rilevando un aumento del 5% dei raggi cosmici (parzialmente schermati nell'eliosfera) che colpiscono la struttura, un segnale chiaro agli scienziati: presto supererà l'eliopausa e diverrà il secondo oggetto realizzato dall'uomo a raggiungere lo spazio interstellare. Nessuna certezza assoluta sui tempi, perchè questa bolla si muove seguendo il ciclo di attività di circa 11 anni che compie il Sole, tra brillamenti solari ed espulsioni di massa coronale.

Voyager 2 si trova attualmente a circa 17,7 miliardi di km dalla Terra, ovvero circa 118 volte la distanza che intercorre tra noi e il Sole ad una velocità di allontanamento dalla nostra stella di circa 15,380 km/s. L'orbita iniziale la portò tra Giove e Saturno, ma durante il viaggio si accorsero di un raro allineamento dei pianeti e continuò così il viaggio verso Urano (raggiunto nel 1986) e Nettuno (1989). Le due sonde non potranno esser raggiunte per sempre, pare che nel 2025 i generatori termoelettrici a radioisotopi (Rtg) non riusciranno più a fornire energia e determineranno la fine delle comunicazioni.

Ecco i Golden Record e istruzioni annesse, ma le capiranno?

Ma le Voyager continueranno al buio nella loro esplorazione verso altre galassie, portando al loro interno un disco registrato placcato in oro (Golden Record), un biglietto di presentazione per altre forme di vita intelligenti che contengono immagini e suoni della Terra. Per chi volesse ascoltare la playlist scelta per gli alieni, ecco alcune tracce, a tratti inquietanti:


200

Commenti

Regolamento Commentando dichiaro di aver letto il regolamento e di essere a conoscenza delle informazioni e norme che regolano le discussioni sul sito. Clicca per info.
Caricamento in corso. Per commentare attendere...
italba

Ed il "qualcosa di inaspettato" in grado di fare viaggi interstellari si spaventerebbe di un banalissimo generatore come questo? Ma ti rendi conto di quello che dici o no?

Max

Qualcosa poteva andare storto. Poteva incontrare qualcosa di inaspettato...
A mio parere un propellente nucleare deve essere usato solo su un Lander.

saetta

reazione nucleare

saetta

fatela bella grande che la fila è lunga

italba

È pesantemente radioattivo adesso, ma tra parecchie centinaia di migliaia di anni, quando forse arriverà vicino ad un qualsiasi pianeta, sarà meno radioattivo di una banana.

https://it.m.wikipedia.org/wiki/Dose_equivalente_a_una_banana
Max

È radioattivo. Pesantemente radioattivo. Se finisse ipoteticamente su un pianeta dove c'è vita non hai idea della reazione che potrebbe causare.

Matteo Ronchi

https://uploads.disquscdn.c...

Giuseppe

non esiste nessun sistema solare... la luna e il sole sono solo dei quadri appesi nel cielo e quella sonda prima o poi ricomparirà dall'altro lato del mondo sempre se supererà le grandi barriere di ghiaccio sorvegliate dai guardiani millenari...

antonio

nel l'articolo leggo galassia....

Gabrix93

ahah grandissimo!

Massi91

l'hanno scritto

Andhaka

Le fotocamere mi pare siano ormai andate, ma in ogni caso non s'è nulla da fotografare dove si trova ora... nel buio assoluto ai confini del nostro sistema solare..

cheers

Andhaka

Ho già annullato le feste di Capodanno per rimanere lucido per il passaggio vicino a Ultima Thule. ;)

cheers

Andhaka

https://en .wikipedia . org/wiki /NASA_Deep_Space_Network

Cheers

Andhaka

Nonostante la potenza del segnale della Voyager non sia altissima, è ben costruito per puntare con molta precisione verso la Terra e abbiamo un complesso sistema di radiotelescopi per catturare ed interpretare il segnale.

Al momento si trova a 16 ore luce e mezza dalla Terra, quindi... appena fuori dal cortile di casa. ;)

Cheers

lordsheva

sistema solare, non galassia...

lordsheva

quindi in realtà è tutto quello che viene chiamato sistema solare ad essere invece la Terra?

TheDukeMB

"viaggiare" nello spazio non è come volare sulla terra, se punti a Giove, non bisogna lanciare un razzo in quella direzione e aspettare che la sonda arrivi.
Si fanno calcoli abbastanza complessi in termini di massa della sonda, accelerazione data dal booster e orbite e posizioni dei pianeti al momento del lancio: una volta finita la spinta dei razzi il satellite è praticamente in balia dell'attrazione gravitazionale dei vari pianeti più quella del sole, per cui una volta raggiunta la velocità di fuga necessaria per arrivare a Giove, questa velocità non sparisce nel nulla, la mantieni e se è sufficientemente alta, riesci a superare i confini e puntare allo spazio intergalattico.

ydlale

Strano che hdblog non da notizia di cheng'e 4 che è partito per lato oscuro della Luna l'8 dicembre

Giuseppe

purtroppo per colpa dell'effetto pacman più lontano di così non potrà andare e si tufferà da qualche parte nell'oceano indiano...

itom

è ora di lanciare young sopra la voyager 3

antonio
Vulcan

è ora di lanciare voyager 3 dall'italia con sopra un disco di young signorino

Maurizio Mugelli

gli puntano contro un radiotelescopio - con antenne da sessanta metri o piu' riescono a captare anche segnali debolissimi come quello dei voyager e ne hanno una rete attorno al mondo per avere copertura 24/7, fra cui il nostro SRT sardo

maxforum

Bei tempi quando i prodotti elettronici non subivano l obsolescenza programmata. Starman si impallerà con le patch di gennaio

M4Ttè

mhh, bella domanda, facciamo 2 calcoli: sapendo che le onde radio viaggiano alla velocità della luce che è di 299.792.458 m/s dobbiamo convertire questa misura in km/s...ordunque dividiamo per 1000 e sappiamo che la velocità della luce è di circa 300.000 km/s... ora sapendo che voyager è a 17.700.000.000 km... se la sonda copre 300.000km/s ci mette circa 60.000 secondi a coprire 17.700.000.000 km ovvero 984 minuti, ovvero 16.4 ore, ovvero 0.68 giorni...in pratica il tempo che ci metto io la mattina a capire che ha fatto giorno e che mi serve un caffè :)

Cerbero

Ma infatti la vita del cosmo e' "nucleare".il problema e' solo nostro!

Cerbero

SunExit 2
vs
Brexit 0

A parte gli scherzi,queste sono notizie che ti cambiano la giornata,cose che ti fanno sentire orgoglioso almeno per una volta,di appartenere al genere umano.

Gabrix93

Ci ha messo poco insomma, ma non ho capito le onde radio riescono ad arrivare fino a noi??quanto ci impiegano? mi sembra impossibile

Alessandro

non si scherza col ghiaccio spaziale

Ngamer

come cavolo fanno a ricevere segnali dalla sonda da una distanza simile? ho il wifi che non fa piu di 20 m ... :P

Morro Risci

Ant-Man ti ha mandato un messaggio privato.

delpinsky
Vuoshino
italba

A parte che un generatore a radioisotopi non può diventare un'arma nucleare neanche se preghi tutti gli dei, i santi e i supereroi presenti, passati e futuri, lo spazio è proprio il posto ideale per un apparato nucleare. Prima che possa dare fastidio a chiunque farà in tempo ad esaurire la sua radioattività

Vuoshino

Fino a qualche mese fa qualcosa era visibile sul web. Comunque in quel buio e con delle fotocamere degli anni 70 non ho mai preso troppo sul serio le foto visto che sono stra elaborate al computer.

stefano

L'universo è un posto pericoloso

LaVeraVerità

No. Come detto nell'articolo le "batterie" sono alla frutta. Inoltre il segnale diventerebbe cosi debole e sarebbe, anche con una antenna grande come la terra, impossibile puntare con la precisione necessaria.

Stefano Freel

Sarebbe possibile anche in quel caso verificare dove si troverà esattamente?

LaVeraVerità

La grammatica invece sono sicuro che esisterà ancora.

LaVeraVerità

E' solo questione di tempo e della direzione in cui si muovono le galassie.

LaVeraVerità

in un tempo sufficientemente lungo qualsiasi ipotesi è possibile.

Top Cat

A-FA

Romeo

V---GER

Marco Cerasoli
Top Cat

https://uploads.disquscdn.c...

stefano

Dubito seriamente che arriveranno mai in altre galassie...è già tanto se arrivano vicino a qualche altra stella della nostra galassia

Maurizio Mugelli

un po' e un po' diciamo, il programma originale "Grand Tour" prevedeva una spesa attorno al miliardo di dollari, durante quel periodo il senato statunitense stava finanziando anche il programma Space Shuttle e decisero che entrambi i programmi erano una spesa eccessiva, mantenendo solo lo shuttle - Nasa e Jpl trovarono il modo di costruire due sonde per "soli" 320 milioni di dollari (degli anni 70... equivalgono a quasi due miliardi odierni correggendo per l'inflazione) spezzando in due il programma originale, costruite in modo che ognuna avesse una parziale capacita' di sostituire l'altra se una fosse andata persa.
convinsero il congresso che lo scopo primario sarebbe stato giove ma con opzioni per altri pianeti se capitavano.

in questo caso insomma l'intero progetto era preordinato per quanto non fossero sicuri al 100% del successo di entrambe le sonde mentre ad esempio New Horizons aveva come bersaglio prefissato Plutone e non avevano altri bersagli secondari da fargli visitare successivamente gia' stabiliti, hanno deciso sul momento che con il carburante residuo un passaggio verso un planetoide della fascia di kuiper sarebbe stato fattibile (approposito, manca poco, e' previsto per il primo gennaio)

Max

Il concorde è esploso per un pneumatico forato nel punto sbagliato, non certo per i suoi motori supersonici...
È morto solo perché troppo costoso.

Max

...accompagnati da un RTG radioattivo che se per caso fortuito incontrasse una forma di vita rischierebbe di ucciderla. Romanticoni...

Samsung

Galaxy Fold ufficiale: inizia l'era degli smartphone-tablet pieghevoli | VIDEO

Samsung

Samsung Galaxy S10 series: le differenze nella VIDEO ANTEPRIMA

Android

Recensione OPPO AX7: ottima batteria ed un hardware sufficiente

HDMotori.it

Hyundai Kona Electric: prova consumi, autonomia reale e costi ricarica | Video