La Parker Solar Probe è arrivata vicino a Venere

03 Ottobre 2018 55

Prosegue secondo i tempi stabiliti la missione della Parker Solar Probe: lanciata lo scorso agosto da Cape Canaveral, la sonda ha inviato i primi dati e immagini di test durante il mese di settembre, e oggi si è avvicinata a 2.400 km da Venere allo scopo di sfruttarne la gravità per avvicinarsi alla sua meta finale, il Sole.

Quello iniziato oggi infatti è solo il primo di sette passaggi venusiani che permetteranno alla Parker Solar Probe di arrivare ad osservare "da vicino" la nostra stella: la sonda arriverà a una distanza record di 6 milioni di chilometri dal Sole e ne studierà la parte superiore dell'atmosfera (detta corona solare) nel corso di 24 orbite. Il tutto sarà possibile grazie al formidabile scudo termico presente a bordo, che permetterà alla Parker Solar Probe di resistere alle altissime temperature, ben oltre i 1.300°C.


La missione durerà sette anni e la sonda orbiterà intorno al Sole a una velocità di 692.000 chilometri orari. Un'operazione senza precedenti, come ha spiegato Nicky Fox del Johns Hopkins Applied Physics Lab al Daily Mail:

Andremo dove nessun veicolo spaziale ha mai osato arrivare prima, all'interno della corona di una stella. Con ogni orbita vedremo nuove regioni dell'atmosfera del Sole e approfondiremo la conoscenza della struttura stellare: un sogno che si avvera dopo decenni di speculazioni.

Oggi uno dei migliori acquisti nella fascia media? Huawei Mate 10 Pro, in offerta oggi da Amazon Marketplace a 359 euro oppure da ePrice a 623 euro.

55

Commenti

Regolamento Commentando dichiaro di aver letto il regolamento e di essere a conoscenza delle informazioni e norme che regolano le discussioni sul sito. Clicca per info.
Caricamento in corso. Per commentare attendere...
The Black Magician

Embè? Questa passa a 2 volte la lunghezza dell'Italia (che è uno Stato piccolo) da un pianeta e dove stanno le immagini di Venere?

AlphAtomix

te pensa se lo scudo diventasse all'improvviso una sorta di paracadute, sai che bel barbecue...

pluto

Quando uno studente di matematica lasciò per diventare un poeta Hilbert disse "Non sono sorpreso. Non aveva abbastanza immaginazione per diventare un matematico"

Io direi "I filosofi sono persone che non hanno la mente abbastanza aperta per accettare una spiegazione delle cosa contraria ai propri pregiudizi mentali, quindi preferiscono inventarsene una di comodo per gratificarsi"

pluto

Era un esempio per evidenziare le differenze.
Tra i romani e le antiche società pre-religiose c'è almeno tanta differenza quanta c'è tra noi ed i romani.

Davide

i romani, i greci e gli egizi erano tutt'altro che balordi. In asia non è mai esistita una religione vera e propria eppure erano la seconda popolazione più civilizzata dopo gli europei.

pluto

Ogni religione ha le sue ritualità, e sono tutte accomunate da una qualche sorta di controllo sulla società.
L'uomo si è riunito in società per motivi di sopravvivenza, agricoltura ed allevamento ma non si possono paragonare quelle società con quelle strutturate in modo da garantire una convivenza.
Non si possono paragonare le prime società di cacciatori-raccoglitori a quelle che hai citato, le prime erano composte da balordi (esattamente come noi consideriamo balorde quelle che hai citato).

Davide

io dico sempre che la filosofia è per chi non è in grado di capire la scienza. Chiacchierare a fondo perduto di qualcosa non ti dà conoscenza, al più proprietà linguistica ma null'altro.
Il filosofo tuttavia pensa di avere la ragione in tasca pur parlando di quanto di più scontato esista. Si basano sulle teorie astruse di qualche individuo che ha riscosso consensi in un periodo passato privo di scienza. In assenza di conoscenze specifiche l'uomo ha sempre adorato credere al fantasioso proprio perchè affascinante. E' così che sono nate le religioni ed è così che la filosofia si è evoluta.
Entrambe condividono la passione per l'immateriale, il mistico e l'infondatezza scientifica.

Gabrix93

Stiamo parlando di una sonda inviata nello spazio, e tu quasi ing. astrofisico metti di mezzo la religione? bho e quanta altezzosità. Se hai bisogno di uno psicologo che ti ascolti vacci.

Davide

con questo ragionamento però escludi a priori la possibilità di un presente migliore di quello di adesso, che è la base del commento che ti hanno fatto gli altri del "senza religione bla bla bla.."

Davide

sarebbe giusto se non ci fossero una marea di prove a testimoniare l'opposto. Le società esistevano ben prima dell'avvento della religione cristiana. I Romani, i Greci, gli Egizi e via dicendo avevano società strutturate e ricche di valori. Idem dall'altra parte dell'oceano con Maya, Aztechi ecc.
L'uomo si raduna naturalmente in strutture sociali e si dà regole di condotta comuni. Credere che sia la religione l'unica fonte di moralità è alquanto arrogante.
Quanto alle ritualità che hai citato, quelli sono tutti significati postumi. Un po' come quei "critici dell'arte" che trovano le cause più assurde per descrivere un dettagli in un quadro. Tanto l'autore è morto, chi può smentirli?
Idem in questo caso. Ogni religione ha da sempre avuto le sue ritualità, credere che quelle cristiane siano speciali e ragionate è un'altra volta arrogante.
Oggi se dici di credere in Zeus ti prendono per matto ma se dici di credere in un unica divinità sei sano. Bizzarra la cosa. La religione non è razionale ed è una banale raccolta di mitologie. Nessuno oggi crederebbe nell'esistenza del minotauro, seppure sia documentato nei testi greci. Idem nessuno crederebbe all'idra, al cavalo alato e ai satiri nonostante la letteratura pulluli di queste creature.
Ecco, la religione cristiana e i testi cristiani andrebbero letti e analizzati con il medesimo distacco.

utente

Tra gli ignoranti va di moda scrivere queste cose. Spero sia un commento finto.

pluto

Tutti quelli vissuti prima del metodo scientifico non avevano i mezzi per stabilire se quello che affermavano avesse validità.
Alcuni filosofi sono stati anche matematici ma affrontavano tutto intuitivamente, che non è il modo migliore dato che molti concetti sono controintuitivi.

Oggi abbiamo una giustizia che ti offre un giusto processo, abbiamo la medicina che spiega le malattie e cerca di curarle ottenendo risultati molto migliori del placebo in molte malattie, abbiamo istruzione gratuita ed universale, ecc
Prova a pensare cosa abbiamo oggi grazie ad una società strutturata, e puoi capire come si viveva all'epoca, cioè all'insegna della superstizione/religione.
Tutto questo senza considerare il grado di civiltà: oggi abbiamo il tasso di crimini più basso di sempre.

Talos

Cmq avrei dovuto da subito, senza divagare su società razionali ricordarci che le società erano già molto ben organizzate prima dei grandi monoteismi, ben strutturate e con conoscenze avanzate di vario genere.

Talos

Pensa ad Archimede?

Cmq come tu ben dici tocca anche contestualizzare.

Si parlava di ipotesi per strutture sociali. Poteva anche essere diverso da come siamo abituati non per questo peggiore o migliore ma chi può escluderlo.

peyotefree

l ignoranza.. spero tu sia un troll

Talos

Senza entrare nei dettagli sono abbastanza d'accordo con quello che dici, contestualizzando posso sicuramente esprimermi per il presente e quello che vedo non sempre mi piace, specialmente in alcuni contesti.
Oggigiorno si ha il sapere necessario per evitare certe barbarie.

pluto

filosofi e pensiero razionale nella stessa frase?
Ci sono filosofi che sminuiscono il potere conoscitivo della scienza e ci sono filosofi che pensano che non si possa rappresentare numericamente gli oggetti di questo universo.

Pensa che la matematica è stata formalizzata solo poco più di un secolo fa.

PS: a cosa hanno portato migliaia di anni di filosofia?
Invece a cosa hanno portato soli 5 secoli di scienza?

Talos

Bastavano i filosofi di 2500 anni fa almeno per un pensiero razionale. Insomma ce n'era di tempo.

pluto

Aggiungo, giudicare con i nostri canoni persone vissute secoli fa è scorretto.
Un po' come sta succedendo in America con Cristoforo Colombo, adesso lo stanno demonizzando. Invece conquistare nuove terre in quel modo era qualcosa di normale all'epoca.
Nelle ultime settimane avrai notato l'indignazione contro Einstein per le sue lettere private critiche contro i cinesi.

Se in futuro la gente ci giudicasse come tu giudichi quelli in passato ne uscirebbe un popolo orribile (una su tutte, noi uccidiamo ancora gli animali).
La parola chiave nel valutare la storia è "contestualizzazione"

pluto

Fare tutto questo in modo razionale ben prima che venisse sviluppato il metodo scientifico?
E' il metodo scientifico che dà razionalità.

Il Preside

Questa volta in quale teatro di posa si svolgono le riprese??

Talos

Ottimo punto di vista ma supponiamo si potesse fare tutto comunque con un ordinamento razionale invece che spirituale.

Federico

Infatti... Aspetto con ansia estrema quello che potrà dirci questa meravigliosa avventura

Talos

Ah in effetti.. Per seguire il discorso tocca ordinare i commenti dal più vecchio

pluto

In realtà le religioni sono state create da gente molto intelligente per organizzare la struttura di "società" e per avere un grande controllo sulle persone.

Pensaci:
-battesimo, serve per far sapere alla chiesa quante persone sono nate
-matrimonio, serve per far sapere quante donne nubili ci sono e per sapere chi è il padre dei figli di una determinata moglie
-funerale, serve a sapere quante persone sono morte, combinato con il battesimo puo' dare il numero di abitanti
-comandamenti, regole di senso comune senza le quali la società sarebbe poco più che un branco
-messa, far avvicinare le persone più povere alla chiesa, a quei tempi bere un sorso di vino e un pezzetto d'ostia era un "lusso"
-confessione, serve a far sapere alla chiesa chi ha fatto un determinato reato (peccato)
-miracoli, servono per attrarre i malati
-vogliamo parlare di babbo natale, befana, carnevale, festività, uovo di pasqua?
(però poi loro criticano halloween con festa consumistica)

Oggi non serve la religione (tant'è che io non credo), ma in passato è stato qualcosa di fondamentale per la società.

Talos

Capisco, il discorso è complesso e ricco di sfumature quasi impercettibili e ambigue.

Si, credo che che con queste tematiche si possa cadere in qualche commento dall'esposizione e forma discutibile magari poco politicamente corretto.
Me ne rendo conto.

Federico

Questo non vuol dire che che la storia finisce oggi.... Anzi la stiamo facendo oggi eccome. Giusta sbagliata? Chi lo sa!

Federico

Bene. Mi hai capito.....

Federico
Talos

Il presente che conosciamo tutti è frutto di interazioni millenarie su larga scala prima ancora che l'uomo esistesse.

L'essere umano tende a basare e misurare il TUTTO sulla propria esistenza.

Chiaro, non possiamo sapere come sarebbe andata se non fossero esistite le religioni ad esempio come altre mille cose tanto per farla breve ma sappiamo abbastanza bene come è andata con.

Non volevo scadesse in chiacchera da bar, la mia era solo una riflessione. Capisco sia una tematica complessa e difficile da trattare specialmente in questo contesto.

Davide

perchè non essendo direttamente riconducibile a gesù si potrebbe benissimo dire che è il sudario di qualcun altro.
Tra l'altro che sia una cosa farlocca è assodato da anni. Ai tempi nessuno aveva i capelli lunghi perchè era una caratteristica dei balordi e dei criminali.
L'iconografica cristiana ha pescato a piene mani da quella greca e l'immagine che oggi ha gesù è la trasposizione di quella di Zeus. Un uomo coi capelli lunghi e la barba. In principio era un bambino dalla figura esile.
I cristiani hanno fatto un po' un mischione di quelle che al tempo erano le ideologie dominanti e han copiato un po' da tutti.

Barty

io credo che intenda dire che forse se il passato fosse andato in un'altra maniera oggi non saremmo nel presente che conosciamo tutti. quindi in un certo senso é inutile dire "eh ma le religioni sono state una piaga per l'umanità, sarebbe stato meglio se non fossero mai esistite ecc ecc" perché son le classiche chiacchere da bar (a mio parere). Oggi siamo quel che siamo perché il passato é andato in quel modo, e va saputo apprezzare in ogni sua sfaccettatura, sia positiva che negativa (e per negativa non intendo certo le religioni)

Talos

Mi sembra riduttivo e paradossale, nel senso che il concetto pensare fuori dagli schemi allora sarebbe inesistente?

Con il tuo ragionamento pensando sempre e solo al passato, supponiamo un passato decisamente remoto, non si potrebbero mai rompere gli schemi perché appunto vincolati al passato.. Non so non ha senso per me. Non si progredirebbe mai.

Io credo che analizzare il passato, la storia, fare critiche costruttive, ispirarsi ma anche innovarsi sia l'unica via possibile oltretutto anche evitando situazioni già accadute dimostratesi deleteree ecc.

gitantil

Fermo restando che religione e scienza viaggiano su binari davvero differenti, il tuo ragionamento è lacunoso perché si riferisce ad un ordine religioso che pur mantenendo il nome opera in modo molto differente dal passato, che in fondo è quello che tu descrivi. Molti astronomi importanti che hanno contribuito alla scienza erano dei preti o dei monaci che mai avrebbero mentito per una questione di principio. Proprio il Papà ha dichiarato che la sindone non risale ai tempi corretti ma che probabilmente sia medievale. Se fosse come dici tu perché avrebbe permesso di analizzare con le più moderne tecniche quel sudario?

Federico

Che poi alla fine mi sembra di stare a commentare roba di Sole...

Pepito84

Va a nanna. Stammi a sentire

Pepito84

Giusto

Barty

Lascia stare, non lo capiscono...
sono solo "yeeeee abbasso kiesa e religioni!11!1!!! viva la scienxaaaa"

P.S. Uno dei pochi commenti sensati di questo post, i miei complimenti :)

Barty

commento praticamente razzista ed elitario

Federico

Forse mi sono perso qualcosa! Ma la ricerca della conoscenza non è parte naturale dell uomo?
Le cose oggi ed in passato sono e sono state così perché le cose sono andate così. Nessuno si può permettere di fare critiche o di avere soluzioni oggi nei confronti del passato! Anche voi che scrivete e pensate, siete così perché il passato vi ha formati... Così! Quindi non si può avere un parere oggettivo se tu sei stesso un frutto di ciò che stai criticando o presumendo di poter aver fatto meglio....
Sei figlio del tuo tempo e così è..Ognuno oggi domani e in passato lo è stato e lo sarà......

Gabrix93

MA..cosa c'entra?

Davide

io lo dico sempre, i sub umani tolgono risorse ai pochi umani in grado di elevarci.

Pepito84

Non intendo finire di leggere la tua risposta.

Talos
Talos

Scusa ma a me rode un po' il didietro, vorrei vivere in un mondo migliore.
Rimango semplicemente stupito che nonostante tutte le avversità alla fine si riescano comunque a compiere imprese di questo genere, nonostante tutto.
Quello che è stato detto sotto è solo storia.

Pepito84

Credo che con i commenti sottostanti quella sensibilità si stata già toccata. Ciò che ho trovato strano è il fatto che dopo che l'uomo ha compiuto un impresa cosi importante la prima cosa che è venuta in mente all'uomo stesso è di cercare un colpevole per un ritardo che a mio parere non c'è mai stato. E il perche le persone intelligenti possono capirlo senza alcun aiuto. Avrei solo iniziato questa discussione con un " complementi genere umano"!

Davide

la religione più o meno è nata così:
Nel passato c'erano i contadinotti mesopotamici che ovviamente non sapevano nulla e guardando il sole sorgere, vedendo il fuoco e vedendo le cose attorno a loro si domandavano da dove tutto ciò venisse. Non avendo ancora i perchè veri delle cose hanno creato il mito dell'esistenza di questa fantomatica divinità che crea le cose e che se fai il cattivo ti punisce, tramandando di generazione questa storia. Un po' come facevano i greci con le divinità del monte Olimpo, stessa cosa.
Un giorno qualcuno ha deciso di trascrivere la storia su un libro e di metterlo in vendita, di farlo girare. Esattamente come successo con l'Iliade.
Qualche persona poco istruita assisteva alla lettura di questo racconto e reputandolo credibile...ci credeva. D'altronde che cultura vuoi che avessero 5000 anni fa? E' normale.
Un giorno è arrivato un tale jesus che per quanto se ne sa poteva essere anche un brigante. E ha sfruttato questa antica storia per farsi una nome di santone figlio dell'altissimo. Se ci pensi bastano 3 persone che si mettono d'accordo per simulare un miracolo e attirare consensi. Se la gente è ignorante non ti scopre.
Lui con questa roba ci campava e viveva a scrocco (da nessuna parte si dice che avesse un lavoro). Non a caso diceva che coi poveri e con chi non ha niente bisogna essere misericordiosi e donare.
Facendosi la fama di santone poi si è fatto conoscere e i romani lo hanno punito. Da lì i suoi seguaci hanno esportato la storia che fosse un mago prediletto e cose varie. La gente che era colta come un bastone non faceva che credere a queste cose. Cioè, se dici che ci credi e poi per caso ti capita qualcosa di buono penserai che quella cosa ti è successa perchè credevi nel tizio magico.
In questo modo la setta si è allargata e si è diffusa fino ad oggi.
Morale della storia, la chiesa è stata solo d'intralcio e chi ci crede è perchè è ignorantello. Il principio base della religione è non pensare con la propria testa e farsi dire cosa fare da qualche pseudo mago vestito da stregone.
Il papa, per dire, se non avesse il vestito da sciamano sarebbe sono un vecchietto che delira.
Devi poi considerare 'indottrinamento. La gente, soprattutto i una certa età, crede perchè gli è stato detto di farlo ciecamente. Non avendo le basi per capire che fossero tutte sciocchezze...ci si è creduto.

Talos

Si tratta di pensiero razionale.
Sono nati prima gli uomini o gli dei?

Senza entrare nel merito del tuo discorso perché la cosa si farebbe complicata e potrebbe urtare la sensibilità e le ferme convinzioni di molti.

Pepito84

Sono uno studente di astrofisica. Ma nulla mi lascerebbe pensare che la Chiesa sia stata solo di intralcio. Tanto meno non oserei mai affermare che 5 miliardi di persone al mondo( o poco più) siano ignoranti. Per ultimo non affiderei mai la mia anima alla tecnologia e la mia carne solo ai vermi. Sono intervenuto non per dare lezione e nemmeno per attaccare qualcuno o criticare.

Talos

Vabeh hanno solo bruciato il tutto sapere del mondo antico con il rogo di Alessandria d'Egitto.

Android

Recensione OPPO AX7: ottima batteria ed un hardware sufficiente

HDMotori.it

Hyundai Kona Electric: prova consumi, autonomia reale e costi ricarica | Video

Microsoft

Microsoft Surface Studio 2 è il top per la creatività: la nostra prova

Hardware

Recensione Asus ZenBook Pro 14 UX480, unico nel suo genere