Viaggi nello spazio profondo: a rischio l'apparato gastrointestinale degli astronauti

02 Ottobre 2018 88

I viaggi nello spazio profondo - come ad esempio quello verso Marte - potrebbero causare gravi danni all'apparato gastrointestinale degli astronauti, portando ad alterazioni funzionali a lungo termine; maggiori sarebbero anche le probabilità di sviluppare tumori allo stomaco e al colon.

Ad affermarlo è stato uno studio del Georgetown University Medical Center, pubblicato su Proceedings of the National Academy of Sciences of the United States of America (PNAS), che ha simulato gli effetti dell'esposizione alle radiazioni cosmiche su modelli animali, riprendendo il tema dei rischi per la salute dei viaggi spaziali, tornato in auge in seguito all'annuncio della vendita del primo biglietto per il viaggio intorno alla Luna di SpaceX.

Gli imputati infatti sono sempre gli stessi, ovvero i raggi cosmici: particelle energetiche provenienti dallo spazio esterno a cui tutti i corpi celesti sono esposti, compresa la Terra. I pericoli per gli abitanti del nostro pianeta sono ridotti finché rimangono all'interno della magnetosfera che li protegge; qualora dovessero avventurarsi nello spazio profondo però, questo "scudo" verrebbe meno, esponendoli a tutti i rischi connessi, dai danni ai tessuti cerebrali all'invecchiamento precoce, anche se uno studio afferma che le astronaute ne sarebbero meno colpite.


Come ha spiegato Kamal Datta, uno dei responsabili dello studio, gli ioni pesanti sono dannosi a causa della loro massa, ben più grande di quella dei fotoni che arrivano sulla Terra:

"Con le tecnologie protettive attuali è difficile proteggere gli astronauti dagli effetti avversi della radiazione ionica pesante. Forse potrebbe esserci un modo per contrastarli con dei medicinali, ma al momento non è stato ancora sviluppato niente del genere. Durante i viaggi brevi, come quello verso la Luna, gli astronauti non vengono esposti a danni eccessivi; tuttavia, in un lungo viaggio come potrebbe essere quello verso Marte o altre missioni nello spazio profondo, è tangibile la possibilità di danni a lungo termine".

Il tratto gastrointestinale è composto da un tessuto che si rinnova continuamente; gli strati cellulari superiori delle mucose vengono sostituiti ogni 3-5 giorni. Secondo il coautore dello studio, Albert Fornace, qualsiasi ostacolo in questo processo porta a un malfunzionamento di processi fisiologici come l'assorbimento dei nutrienti, dando il la a processi patologici come il cancro.


Per verificare gli effetti dei raggi cosmici su questo processo, i ricercatori hanno esposto un gruppo di topi a una bassa dose di radiazioni pesanti (ferro) presso il NASA Space Radiation Laboratory di Long Island, a New York, confrontandoli poi con un gruppo di topi esposto a raggi gamma (comparabili con i raggi X) e a un terzo gruppo di controllo, che non è stato esposto ad alcuna radiazione.

I risultati sembrerebbero avvalorare la teoria sopra esposta, perché il primo gruppo di topi non riusciva più ad assorbire adeguatamente le sostanze nutritive e manifestava cellule cancerose. Inoltre sono stati rilevati danni al DNA che hanno aumentato il numero di cellule senescenti, incapaci di dividersi normalmente ma in grado di generare stress ossidativo e molecole infiammatorie che producono ulteriori danni. Ciò ha inficiato anche il processo di sostituzione cellulare dell'intestino. Gli effetti paiono essere permanenti.

La riconferma di un'azienda che cerca l'equilibrio tra prestazioni al top e prezzo competitivo? OnePlus 6T è in offerta oggi su a 469 euro oppure da Amazon a 589 euro.

88

Commenti

Regolamento Commentando dichiaro di aver letto il regolamento e di essere a conoscenza delle informazioni e norme che regolano le discussioni sul sito. Clicca per info.
Caricamento in corso. Per commentare attendere...
Spider
Francesco

già, la frequenza di microonde e raggi gamma è proprio uguale... sai cos'è un fotone almeno?

TizioIncognito

Comunque penso che la più grossa difficoltà sia nel dover affrontare viaggi molto lunghi della durata di mesi.
Avrei difficoltà anche se mi mettessero su un treno sulla terra a viaggiare per 6 mesi.

Top Cat

Sono molto d'accordo.

delpinsky

Sicuramente possiamo prendere molti spunti da ciò che viene partorito dalle creative menti di alcuni scrittori. Pensa al cervello umano come il Vaso di Pandora in cui è racchiusa la conoscenza universale. Alcuni di noi riescono più facilmente a trovare le parole chiave per aprire i cassetti della conoscenza.

L0RE15

la comicitá demenziale é il suo forte...

Top Cat

No, c'è di mezzo 'e il'.

Frankbel

Non è esattamente vero quello che dici, il percorso di adattamento dalla savana al resto del mondo è durato svariate centinaia di migliaia di anni.
La terra di oggi è la stessa di milioni di anni fa. Se le condizioni dovessero cambiare improvvisamente, probabilmente buona parte dei mammiferi, noi inclusi, verremmo spazzati via.
Relativamente allo spazio, non disponiamo di analoghi tempi e luoghi per adattare il fisico all'assenza di gravità o alla pesante radiazione cosmica.
L'uomo nello spazio ci manderà automi, magari senzienti, ma decisamente meno vincolati alla morte materiale, alla gravità, etc.

L0RE15

"tra il dire e il fare c'è di mezzo il mare"

den8

Spero che abbiano fatto gli stessi esperimenti sui topi anche con il 5G...

qandrav

perché non hanno controllato il mio dopo un allYouCanEat di pizza o di jappo

AlphAtomix

mi pare ovvio che prima di spararli nello spazio cercheranno di schermare le astronavi. Leggevo (anni fa) di pareti con acqua. Ma provare a creare una magnetosfera artificiale?

Snelfo

con questo commento hai vinto hahahaha

Top Cat

Diciamo che qualcuno prima scrisse che la fantascienza del passato è la scienza di oggi.

Mew

I know

SalvaJu29ro

La scienza funziona così da sempre

Mario Domeniconi

Un passo alla volta

TizioIncognito

Se dovessimo vivere come la natura ci ha creato dovremmo essere solo in Africa sugli alberi.
Invece al momento abbiamo bisogno di vestiti, di una casa, di cibo prodotto da altri (solo per i beni di prima necessità) ...
Già ora qui sulla Terra viviamo in un ambiente completamente artificiale.
Penso che la paura verso lo spazio sia dovuta più che altro all'ignoto e al dover affrontare viaggi lunghi che non prevedano un ritorno.

Dwarven Defender

in un viaggio interstellare poi la fuoriuscita dall'eliosfera sarebbe davvero problematica...

gian luca Tagliarini

Si, ma sempre nello spazio ;)

gian luca Tagliarini

Si, ma nello spazio :)

gian luca Tagliarini

Ricrware un campo magnetico adeguati, purché di dimensioni contenute, è cosa fattibile. È inoltre possibile usare acqua liquida come schermo anti radiazioni. Il problema maggiore è solo uno: l'umanità e il peggior virus devastante del pianeta, vogliamo davvero infettare il resto dell'universo con la nostra diffusione? Non sarebbe meglio imparare a vivere meglio si questo mondo, invece di sprecare ingenti risorse per devastarne altri?

Babi

Sono curioso, quali sarebbero? Dico sul serio.

Immaginavo ma non era cattiva come idea

momentarybliss

Il problema dei danni al corpo umano provocati dal bombardamento dei raggi cosmici nel corso del viaggio su Marte è stato oggetto anche di un articolo apparso sul National Geographic parecchi anni fa. Per adesso, tra promesse mirabolanti di ammartaggi a breve termine, a giudicare da questa notizia non mi pare siano stati fatti particolari passi avanti

Tony Musone

Non c'è "peggior sordo di chi non vuol sentire" e non legge gli allegati. Salùt

Garrett

Il poliziotto lo chiamo policeman e anche se è una donna non vedo dove sta il ridicolo.
Tu, come gli altri, continui ad osservare la professione partendo dal fatto se chi la svolge è uomo o donna.
Io invece mi riferisco sempre al ruolo, come è giusto che sia.
Il problema è che oggi TUTTI vogliono essere rappresentati e pretendono che sia un loro diritto. Ma nessuno l'ha mai messo in discussione, semplicemente perché quando assumi un ruolo professionale non si può giudicare l'identità di una persona (che non c'entra nulla)

delpinsky

Comunque il raggio Phaser lo hanno già inventato... quindi la fantascienza prima o poi diventa realtà.

Tony Musone

L'inglese è/era pesantemente sessista. Oggi sarebbe un tantino ridicolo chiamare una poliziotta "policeman" o una donna d'affari "businessman". Perciò per talune professioni adottano dei termini neutri, per altre fanno finta di nulla e ci aggiungono il pronome femminile alla prima occasione.
- Declinazione di genere in inglese:
https://dictionary.cambridge.org/grammar/british-grammar/about-nouns/nouns-and-gender
https://dictionary.cambridge.org/grammar/british-grammar/people-and-places/sexist-language

Gli esempi che hai fatto confermano quanto dicevo, hai citato professioni che un tempo erano prettamente maschili ed escludevano le donne, perciò non esiste/va il corrispettivo femminile.
- "Infermiera sì, ingegnera no? - Accademia della Crusca"
http://www.accademiadellacrusca.it/it/tema-del-mese/infermiera-s-ingegnera

p.s.
Nessuna "turba mèntale", si tratta solo di essere capaci di accettare un mondo che cambia e avere la capacità di adattarsi, è quello che fanno le lingue da secoli. Quindi casomai, le turbe ce l'hanno coloro che rigidamente si ostinano. In Spagna hanno introdotto di sana pianta il nome "Presidenta" e in Germania la Merkel è "Cancelliera" senza che nessuno si sia scandalizzato ;)

Frankbel

"Tanto vale non vivere"
Ahahah. Alla fine l'hai pure fatta fuori dal vaso.
Tante belle parole, poca sostanza e conclusione bizzarra.
Cheers anche a te.
Lol

Giovanni Novati

Abbandonare il nostro Pianeta per colonizzarne altri è possibile anche solo studiando scudi contro le radiazioni. Anche al momento li abbiamo ma per poterci proteggere a sufficienza ne occorrerebbero troppi e di conseguenza la massa sarebbe troppa per poter essere spedita nello spazio. Quindi anche senza diventare "mutanti", come nel film da te citato, basta un pò di avanzamento scientifico che verrà effettuato nei prossimi anni ed il gioco è fatto.

Paolo Giulio

... basta andare da McDonald's per ottenere gli stessi risultati...

Top Cat

Teoricamente se si potesse costriure delle griglie a microgravità si risolverebbe il 50% dei viaggi nello spazio.

L0RE15

ma infatti c'è una sostanziale differenza: l'uomo non riesce a volare, ad attraversare l'oceano e ad andare sulla Luna in autonomia e da solo: ha bisogno di qualcosa di artificiale per farlo. Mentre sulla terra vive naturalmente. Pensare di spostare il genere umano per come si è sviluppato qui sulla terra, ad esempio, su Marte, è pura fantascienza e molto improbabile...molto più probabile, invece, che nel corso del tempo (sempre se ne rimane abbastanza), un essere vivente discendente dall'uomo possa svilupparsi direttamente du quel pianeta (ma non potrebbe più, per assurdo, probabilmente vivere naturalmente sulla Terra).

Andhaka

Per quello abbiamo la tecnologia, che si evolve, per superare le limitazioni del nostro corpo. Altrimenti mio padre sarebbe morto 20 e passa anni fa quando la sua valvola mitralica ha cominciato a cedere... invece è vivo e vegeto, felice e pasciuto perchè abbia trasceso un limite della nostra evoluzione inventandoci un apparecchio che fa il lavoro della valvola originale e che siamo persino in grado di inserire all'interno di un cuore.

Se affrontiamo i problemi che ci si pongono davanti con un "eh, ma non si può fare è impossibile" senza nemmeno considerare le possibili soluzioni... allora tanto vale non vivere.

Cheers

Nick126

Quando si viaggia è così... Colpa della cucina esotica.

L0RE15

peccato che Star Trek sia pura fantascienza...

Frankbel

Il fatto che ci siano degli esempi positivi non rende più possibile l'impossibile. L'uomo è il risultato dell'evoluzione di centinaia di migliaia di anni al fine di sopravvivere nell'ambiente terrestre. Ma lo spazio è tutt'altra cosa, il fisico non si può adattare ad un ambiente totalmente diverso: non c'è gravità, non c'è il campo magnetico che permette la vita sulla terra.

Comunque sognare non costa nulla.
Cheers

Cristian Louis Watta

pomp1ni con ingoio e la soluzione

Andhaka

Che lo spazio sia pericolodo è noto.. che i viaggi di un certo tipo siano non realizzabili AL MOMENTO è risaputo... ben vengano gli studi che ci permetteranno di sviluppare le tecnologie per superare questi problemi.

Cheers

Max Power

Ma dove si può vedere l'evento di microsoft (2 ottobre) che inizia alle 22:00?
C'è una live video?
Io non ho trovato niente

Andhaka

Basterebbe invertirlo... fai un cilindro, lo fai ruotare e la superficie abitabile la metti sulla superficie interna del cilindro. La rotazione fornirà anche una pseudo-gravità. ;)

Rimane il problema di spingerlo per viaggiare, ma le tecnologie migliorano con il tempo.

Cheers

Gabrix93

Siamo agli inizii dell'esplorazione spaziale, ci vorranno ancora decenni. Bisogna pensare che siamo passati a vivere dalle caverne ai grattacieli in 200mila anni...

Andhaka

Mi ricorda quelli che non si poteva attraversare l'oceano, non si poteva volare, non si poteva andare sulla Luna...

Solo perchè è difficile e ora quasi impossibile, non significa che lo sarà per sempre.

Cheers

Andhaka

Ci sono soluzioni molto più semplici a livello tecnologico... per esempio uno spesso strato di ghiaccio farebbe da scudo alla maggior parte delle radiazioni. Non servono deflettori magnetici o tecnologie non inventate.

Inoltre lo stesso scudo permetterebbe di proteggere la nave da microimpatti ad alte velocità (più veloce si va più servirà uno scudo spesso).

Ovviamente il problema ora è creare lo scudo o portarlo in orbita (partire dalla Terra sarebbe ssurdo) e muovere la massa addizionale. ;)

Ma almeno il problema scudo è risolto.

Cheers

Garrett

Non c'è nessun maschilismo e in UK non esiste la declinazione al femminile o maschile (accountant, engineer, gardener)
Non mi sembra che in UK ci sia una cultura maschilista, anzi. È solo che nessuno si dedica alle turbe mentali, come in Italia.

Mew

Un po' triste questa parte però "I risultati sembrerebbero avvalorare la teoria sopra esposta, perché il primo gruppo di topi non riusciva più ad assorbire adeguatamente le sostanze nutritive e manifestava cellule cancerose. Inoltre sono stati rilevati danni al DNA che hanno aumentato il numero di cellule senescenti, incapaci di dividersi normalmente ma in grado di generare stress ossidativo e molecole infiammatorie che producono ulteriori danni. Ciò ha inficiato anche il processo di sostituzione cellulare dell'intestino. Gli effetti paiono essere permanenti."

Cloud387

Il film "the titan" rende l'idea di quale sia l'unica possibilità per andare via dal nostro pianeta.

L'unico modo per andare via dal nostro pianeta sarebbe la trascendenza umana.

Top Cat

Diciamo tutto, ma qualche dettaglio potrebbe sfuggirmi.

Samsung

Galaxy Fold ufficiale: inizia l'era degli smartphone-tablet pieghevoli | VIDEO

Samsung

Samsung Galaxy S10 series: le differenze nella VIDEO ANTEPRIMA

Android

Recensione OPPO AX7: ottima batteria ed un hardware sufficiente

HDMotori.it

Hyundai Kona Electric: prova consumi, autonomia reale e costi ricarica | Video