Verizon lancia la prima rete 5G casalinga negli USA

01 Ottobre 2018 18

Il 5G è ancora lontano dall'essere un fenomeno di massa, tuttavia - mentre in Italia le principali telco combattono per ottenere le migliori frequenze a suon di rialzi - negli Stati Uniti l'operatore Verizon ha portato la prima rete 5G casalinga all'interno delle abitazioni di alcuni fortunati utenti.

La promozione si chiama First on 5G e sembra essere pensata principalmente per soddisfare i più sfrenati early adopters, dal momento che allo stato attuale non consente ancora di sfruttare le piene potenzialità delle infrastrutture di rete di nuova generazione. Ad oggi è possibile sottoscrivere il piano solo in alcune aree di una ristrettissima selezione di città, ovvero Houston, Indianapolis, Los Angeles e Sacramento.

L'abbonamento include un modem 5G che permette di navigare con velocità massima sino a 300 Mbps, un valore certamente non rivoluzionario e che risulta ben al di sotto di quanto offerto già da diverso tempo sulle reti in fibra che viaggiano sull'ordine del Gigabit. La vera differenza la farà la natura della connessione, non più cablata ma su rete 5G, e i vari bonus che Verizon ha pensato di includere per rendere più interessante la sua offerta. Tra questi si segnala una Apple TV 4K o un Chromecast Ultra, tre mesi di abbonamento a YouTube TV e 90 giorni di servizio 5G totalmente gratuiti, oltre a non dover sostenere costi di attivazione, noleggio e montaggio.

In più, Verizon ha dedicato un numero di assistenza attivo 24 ore su 24 riservato esclusivamente ai primi clienti 5G, i quali pagheranno un canone mensile di 70$ una volta scaduto il periodo promozionale, o di 50$ qualora abbiano già un abbonamento mobile con canone pari o superiore a 30$. Insomma, come per ogni nuova tecnologia, anche nel caso del 5G la prima proposta commerciale non pare essere particolarmente allettante - anche al netto dei bonus - tuttavia possiamo affermare che è iniziata l'era della rete di nuova generazione e che Verizon è ufficialmente il primo operatore ad aver adottato questa tecnologia.

Ora attendiamo l'arrivo sul mercato dei primi smartphone 5G e che le infrastrutture italiane si attrezzino per supportarla al meglio, anche se per questo dovremo aspettare almeno il 2020.


18

Commenti

Regolamento Commentando dichiaro di aver letto il regolamento e di essere a conoscenza delle informazioni e norme che regolano le discussioni sul sito. Clicca per info.
Caricamento in corso. Per commentare attendere...
GiovaK

Si saturerebbero le reti

Carl Johnson

Campaniacom con 20€ al mese ti da una sim wind lte illimitata.

Aster

cit.

l'ecosistema Wi-Fi è da cinque a dieci anni avanti a qualsiasi cosa 4G o 5G in uno dei segmenti aziendali che il 3GPP sta guardando in questo momento

Emilio Groppetti

lo spero così saluto la tim con il suo rame di 40 anni fa (se va bene)

Bauscia

Ma linkem ed eolo sono realtà italiane, con il tipico stampino padronale.

Gestite dal tipico imprenditore miope, che fa da amministratore delegato, ceo, direttore risorse umane, direttore commerciale e direttore dei direttori.

Lascia stare, ci vuole una multinazionale vera, che sappia fare business per quello di cui parlo.

Tra l'altro iliad non aveva escluso di entrare anche nel mercato "casalingo" quindi chi lo sa, magari lo faranno proprio col 5g.

Emilio Groppetti

sono d'accordo ma per una connessione casalinga secondo me sono meglio soglie di traffico molto alte e niente filtri, invece stanno andando nella direzione opposta (vedi linkem e eolo)

Bauscia

30mbit vista la direzione in cui sta andando la rete sono pochi.
Entro un anno 50mbit saranno il minimo indispensabile.

Io ora ho iliad e con 60mb in download e 10 in upload con ping di 76ms sento la differenza rispetto a prima con vodafone nel caricare le app sul telefono cellulare.
Anche le app di ebanking sono diventate più lente.

50mbit e ping sotto i 20ms sono essenziali per una buona rete.

Emilio Groppetti

io mi accontenterei anche di 30 Mbit se veramente flat

Fabrizio

Notizia un po' vecchiotta, comunque si tratta più di un esperimento commerciale per il momento

Bauscia

Sono soldi in più che entrerebbero quindi gli investimenti nell'infrastruttura sarebbero altamente sostenibili.

Non è che chiunque ha una no limits passa la giornata a scaricare.

Io ho la fibra e a casa ci sono praticamente solo dopo le 19.00 e accendo netflix per vedere qualcosina.
Che consumerò? 25megabit al secondo?

Bauscia

https://uploads.disquscdn.c...

Mongomeri

Questa offerta utilizza il 5G per la connessione ad internet, non va a sostituire il WiFi.

Gabriele Nicosia

Io con iliad, quindi anche con Wind, di giorno navigo a circa 160 mega. Di mattina tipo verso le 9 riesco a fare i 200/230.

Frost

Non vedo perché non sia possibile fornire al stessa velocità di una ADSL illimitata via 3g...

Arara

Lol voglio proprio vedere iliad Wind o tre a dare gb illimitati con che velocità si naviga dopo un po'.

deepdark

Che differenza c'è con il wifi ac?

Frost

Mentre in Italia non è ancora possibile farsi un 3g illimitato a casa...

Top Cat

Troppo in anticipo direi.

Android

Recensione Samsung Galaxy S21: una bella conferma

Games

200 ore a Night City

Android

Recensione Samsung Galaxy S21 Ultra: convince praticamente su tutto

Sicurezza

Telegram, Signal ma non solo: ecco le migliori app alternative a WhatsApp