Blue Origin fornirà i motori per i razzi ULA di prossima generazione

28 Settembre 2018 21

Blue Origin, la startup spaziale fondata dal capo di Amazon Jeff Bezos, ha vinto un contratto di fornitura di propulsori per Vulcan Centaur, i razzi di prossima generazione costruiti dalla United Launch Alliance (joint venture costituita da Lockheed Martin e Boeing). I razzi, progettati con l'obiettivo di dare del filo da torcere a SpaceX di Elon Musk, dovrebbero fare i loro primi lanci nel 2020.

Tutti gli osservatori concordano nel dire che si tratti di un gran colpo per la società di Jeff Bezos: anche perché batte l'AR1 di Aerojet Rocketdyne, storica fornitrice di motori per la NASA e degli attuali razzi della ULA. Il propulsore di Blue Origin non è solo in una fase dello sviluppo più avanzata, ma dovrebbe essere anche meno costoso. Grazie a questa vittoria, Blue Origin potrà aprire un'enorme fabbrica in Alabama. Dovrebbe impiegare più o meno 400 persone.

Il dettaglio più interessante è che il motore di Blue Origin, che si chiama BE-4, sarà montato anche su razzi "heavy lift" direttamente concorrenti con gli ULA Vulcan Centaur, ovvero i New Glenn, prodotti proprio da Blue Origin. Entrambi i razzi, quando completati, avranno il difficile compito di portare a casa contratti di lancio per enti come la NASA e così via.


21

Commenti

Regolamento Commentando dichiaro di aver letto il regolamento e di essere a conoscenza delle informazioni e norme che regolano le discussioni sul sito. Clicca per info.
Caricamento in corso. Per commentare attendere...
Shrek

Una sana concorrenza fra blue origin e space x potrebbe accelerare molto l'evoluzione dei vettori.

bda94

La gente compra da Amazon perché di solito conviene ed è comodo. Se serve anche per finanziare ste cose meglio ancora

Samuele Capacci

Beh però Amazon è una bella piattaforma. Ho comprato solo li tutto ciò che non sia cibo o qualche mobile, e non ho mai avuto problemi

Top Cat
Commentatore

"e' una compagnia nuova"..
Mica tanto. E' stata fondata prima di SpaceX.
Blue Origin 2000
SpaceX 2002

Talos

Certo la foto di copertina per quanto efficace, è decisamente un cliché..

C'è una buona dose di iella in tutto ciò.

Garrett

Perché ha già monopolizzato il mercato dell'ecomerce.
La grande distribuzione si è adeguata e al momento riesce a tenere testa. Per quanto, non si sa.
Amazon ha già fatto quasi 80 acquisizioni, con 20 società controllate ed opera già in 10 comparti.
Io metterei un freno a Bezos, che di fronte a sè ha delle praterie, dato che è diventato quello che è, senza alcuna regola.

last_of_us

e perchè fammi capire.

T. P.

è un agente del kgb! :)

Garrett

Io inizierei a tagliare le ali a questo signore.

Top Cat

Ma che lavoro fai tu veramente?

SteDS

L'ente così via sembra molto attivo quest'anno, sono curioso di sapere con chi stipulerà i contratti

Tom Smith

Era un esempio generico eh

Alexv

Ma il migliore di sempre!

Alexv

E quel Kennedy, invece, che si mise in testa di mandare l'uomo sulla?

Maurizio Mugelli

e' una compagnia nuova e ha progetti molto interessanti, non del tutto sovrapponibili, il new glenn ha caratteristiche diverse dai Falcon che si prestano a tipologie diverse di carico, ad esempio ha diametro molto maggiore quindi puo' trasportare componenti piu' ingombranti (per es. parti di stazioni spaziali) anche se il peso massimo e' simile.

Maurizio Mugelli

"batte l'AR1 di Aerojet Rocketdyne, storica fornitrice di motori per la NASA e degli attuali razzi della ULA."

discorso un po' complicato, gli attuali Delta IV Heavy che usa la ULA montano Rocketdyne RS-68A ma il Vulcan deve sostituire l'altro vettore usato dalla ULA, l'Atlas V (da cui e' derivato) che montava i motori russi RD-180, il motivo del cambiamento e' che la russia non vende piu' i motori (da una parte per i bandi incrociati russia-occidente, d'altra parte perche' hanno finito le scorte originariamente prodotte per il progetto Energia e costruirne nuovi costa troppo) quindi non possono produrre nuovi Atlas e devono inventarsi qualcosaltro al suo posto, i Delta sono troppo costosi per i lanci comuni.

steek

al momento non è proprio comparabile ma Blue Origin ha dietro un certo Bezos.
Vediamo che combineranno nel 2020 con il new glen e quante commesse riusciranno ad ottenere e a rubare a space X.
Poi presenteranno il progetto New Armstrong(o New Moon)
I soldi che ha Bezos son tanti ma ne ha di strada da recuperare sulla space X.
Certo passeranno da il new shepard ad il new glenn che è più o meno un falcon heavy ^^ ma non un bfr...

Mattia Righetti

Blue Origin non è nulla in confronto a Space-X

Tom Smith

Beh non mi dispiacerebbe finanziare in questo modo uno dei razzi e uno dei motori piú moderni in circolazione...
Per dire comprando Apple finanzi semplicemente un nuovo telefono.

PassPar2_

Ricordate se fate acquisti su amazon un bullone o due di quel razzo l'avete pagato voi ma il figo lo fa LUI.

Android

Recensione OPPO AX7: ottima batteria ed un hardware sufficiente

HDMotori.it

Hyundai Kona Electric: prova consumi, autonomia reale e costi ricarica | Video

Microsoft

Microsoft Surface Studio 2 è il top per la creatività: la nostra prova

Hardware

Recensione Asus ZenBook Pro 14 UX480, unico nel suo genere