Netflix e Amazon dovranno proporre il 30% di contenuti europei

04 Settembre 2018 162

L'Europa è pronta a varare una normativa che obbligherà i servizi in streaming a riservare una quota del 30% ai contenuti europei. Netflix (che non è lontana da questo traguardo già oggi), Amazon Prime Video, Infinity e tutti gli altri si troveranno quindi a dover bilanciare il proprio catalogo inserendo film, serie TV, documentari ed altre produzioni realizzate in Europa. Il rispetto della quota minima è visto dalla Commissione Europea come un passo necessario per favorire la realizzazione di contenuti nei Paesi membri.

Il 30% viene fissato come limite minimo. Gli Stati, che avranno 20 mesi per recepire le nuove norme, potranno elevare la quota fino al 40%. I servizi streaming dovranno inoltre contribuire, direttamente o indirettamente, alla produzione di contenuti nazionali. Ogni Stato potrà optare per due alternative a propria discrezione. La prima prevede di considerare la quota di produzioni nazionali come già compresa nel 30-40%. La seconda segue il modello già in vigore in Germania, dove i servizi in streaming devono finanziare un fondo nazionale istituito per promuovere la realizzazione di film, serie TV eccetera.


Si tratta quindi di un vero e proprio costo diretto imposto a tutti gli operatori del settore. Qualora si dovesse scegliere questa via, è difficile non chiedersi se Netflix, Amazon e tutte le altre compagnie decideranno di rifarsi sugli utenti alzando i prezzi degli abbonamenti.

Roberto Viola, head of the European Commission department that regulates communications networks, content and technology, ha dichiarato:

Dobbiamo solo completare la fase del voto finale, ma è una mera formalità.

L'approvazione dovrebbe arrivare a dicembre. L'Europa sta inoltre pensando di obbligare le piattaforme come YouTube a divedere più equamente i profitti con i creatori di contenuti. Viola ha aggiunto:

É paradossale che, nel mondo digitale, le piattaforme prendano la maggior parte dei profitti per lo streaming e coloro che creano i contenuti e generano il traffico ricevano la fetta più piccola. Artisti e creativi devono poter rinegoziare i propri contratti.


162

Commenti

Regolamento Commentando dichiaro di aver letto il regolamento e di essere a conoscenza delle informazioni e norme che regolano le discussioni sul sito. Clicca per info.
Caricamento in corso. Per commentare attendere...
TLC 2.0

una serie su Tex Willer..tantaaaaaaaaaaaaaa roba

Homer76

I contenuti hanno un costo e le risorse sono limitate, se le impegnano per acquistare prodotti italiani, non le possono usare per comprare quello che ritengono qualitativamente superiore.

Resta sempre violato il principio che lo stato, in questo sistema economico, non potrebbe imporre i fornitori a una libera impresa.

Antonino Raele

Non è che se aggiungono robaccia italiana vuol dire che toglieranno i contenuti americani, avrai solo più scelta

Kent_Carl

ma dai!! un po' ironia, speravo si capisse che era volutamente sopra le righe!

RectorSith

Secondo me siamo gia molto vicini al 30%

RectorSith

Tra comunismo poi poteri forti poi film autore avanguardia niente non ce l'ho fatta e ho vomitato per il mal di mare

RectorSith

Eh ma Netflix non minaccia di chiudere baracca e burattini come invece fanno tante aziende

La vedo brutta per i Lussemburghesi e i Sanmarinesi lol

Jacke's

anche in europa sappiamo fare film e serie tv, mica solo gli americani .

checo79

pure del comunista mi son beccato....
la mia era una semplice domanda perchè tipo molte serie acclamate sto anno (su tutte la casa di carta,ma pure the rain,dark etc) sono produzioni europee, ma tu sei ignorante e rispondi insultando

OlioDiCozza

no ero serissimo

Magnus

BIFOLCHI ignoranti, le migliori serie tv degli ultimi anni sono europee.
Les Revenants, Black Mirror, The End Of The F***ing World, e altre.

Bau

te non stai bene, reagendo così a checo

kust0r

Esatto, purtroppo.

kust0r

Finché viene "sprecato" denaro per contenuti che abbiano un minimo di approfondimento culturale, storico, artistico, o anche sportivo che non sia calcio a me sta pure bene. Dovrebbe infatti essere lo scopo del servizio pubblico.

Io sono dell'idea che il pubblico vada educato piuttosto che il contrario.
Sarò ingenuo, ma addirittura eretico...

MasterBlatter

Che poi ho notato che l'articolo sulla notizia del decreto Franceschini l'ha scritto lo stesso giornalista, ma non ne ha fatto il minimo cenno.
Se ne sarà dimenticato?

Aster

Se vanno fuori UE che ci frega di valorizzare i loro film e serie tv;)

McCons

cosa c'entra la brexit? :D

vincenzo di gesù

azz siamo nella m3rda cosi facendo....!!!!

Stefano Ferri

Mah! io ho visto Raba spagnola, tedesca, belga, scandinava, italiana, di inglese non molto ad essere onesto, cmq aspettiamo di vedere cosa mettono a catalogo poi critichiamo una volta visto, prima non ha senso visto che Netflix ha una sua linea sul materiale, una serie come tabula rasa, tedesca, non invidia nulla alle altre, per dirne una.

Jimbo Kern

Peccato che i titoli europei belli siano queli inglesi, che non facendo più parte della UE non parteciperanno alle quote. Così, tanta bella m.rda francese inguardabile e tante c@gate italiane fatte coi piedi, recitate (si fa per dire) in dialetti incomprensibili a metà del Paese, politicizzate all'estremo.
Pagate pure voi, io in un caso del genere disdico tutto, metto su una torrentbox, mi scarico quello che pare a me e me ne sbatto le b@lle.

gigilatrottola7

Magari è la volta buona per fare un remake de "Voci Notturne". O il seguito.

Stefano Ferri

Già è un terminale che I convince poco per alcuni motivi, se mi smonti anche la batteria !
Mate 10 pro ha fatto meglio?

IDGAF

vero. me ne ero dimenticato. solo dal prossimo anno è nelle produzioni netflix

Nico Ds

Più Fantaghirò e Don matteo per tutti!

iteck .net

Non capisco se sei ironico o no, ma io sarei pienamente d'accordo

Spottaman

Quando la vacca è grassa tutti vogliono mungerla!

Francesco

non è questione di protezionismo, bensì di impedire a un'azienda di assumere posizione dominante sul mercato "per la concorrenzzzza"

Srnicek

Già c'è da un po' su Netflix :)

SteDS

http://www.treccani.it/vocabolario/inseguimento/

Desmond Hume

Allora legittimiamo il protezionismo su tutti i fronti non solo dove fa comodo.

Francesco

eeh l'avete voluta la concorrenzzzza?

Desmond Hume

Essendo servizi privati mi sembra un controsenso. Piuttosto facessero qualcosa sui diritti in esclusiva. Non è possibile giostrarsi tra mille servizi di streaming per guardare il film desiderato.

Kent_Carl

ah che disgrazia, il ruolo calzava a pennello per Nicolas Cage.

Desmond Hume

Da quello che so io netflix per la casa di carta si è limitata ad acquistarne i diritti di distribuzione modificando la durata degli episodi. Il vero contributo di netflix si vedrà con la prossima terza stagione...

Kent_Carl

ma smettila, rimettiti l'eskimo e vai il martedì sera al circolino a vedere i tuoi film d'autore d'avanguardia, maledetto comunista, qui si vuole vedere Film Americani, con sparatorie americane, donne di silicone e doppiaggi alla c4zzo, compresi i titoli dei film rimaneggiati, poi se voglio vedere la trilogia di Pierino o La Vita del Mago Zurli lo voglio decidere, maledetti poteri forti....

Notizia bomba:"UFFICIALE! HENRY CAVILL SARÀ GERALT NELLA SERIE THE WITCHER DI CASA NETFLIX"

MasterBlatter

Ma i tanti che si lamentano di questo nuovo decreto europeo, lo sanno che i broadcaster già devono avere il 55% di materiale europeo, e il 33% (incluso) di italiano?
Secondo voi perché da ottobre Netflix e Amazon si sono riempiti di spazzatura italiana?

Francesco

qualcuno ha detto designated survivor?

MasterBlatter

Eh certo perché tutti gli altri sono impediti, solo gli italiani sanno fare i film.

Zeronegativo

Finalmente potrò vedermi tutte le stagioni di Don Matteo su nerflix!

OlioDiCozza

ma anche no, se vuoi guardarti porcate europee vai nei cinema d'essai e lasciaci godere le nostre americanate

Federico

Allora che deliberassero anche "l'obbligo per le aziende manufatturiere straniere di avere il 30-40% della loro produzione in EU."

Ecco, questo non sarebbe affatto male, però limitandolo ad alcune categorie di di prodotti come autovetture ed elettrodomestici (per fare un esempio).
Nell'HiTech sarebbe impossibile

xpy

Esattamente

Aster

No parlavo delle altre

Federico

"il mercato lo decide chi produce."

Questo caro mio è un pensiero eretico.
Il produttore adatta la propria offerta a quelli che sono i gusti e le aspettative del pubblico.
Tentare di convincere il pubblico a guardare roba di cui non gli importa nulla è ciò che fa la RAI con le decine di canali a pubblico nullo sulle quali spreca una bella fetta del denaro che paghiamo con i nostri abbonamenti

Stefano Ferri

Guarda che già ora su Netflix c è una sezione di film indipendenti, tanti titoli europei di film e serie, che oltretutto sono anche belle, quindi l' adeguamento sarà una cosa poco invasiva, anzi forse qualche americanata in meno non guasta.

jenni

Vedi "Alpha" solo questo con tutto il sito di copia lingua completo qui: BEEFLIX321.BLOGSPOT.COM

OlioDiCozza

A questo punto comunque spero che Netflix faccia accordi con la Bonelli o la Astorina per fare serie o film basati su fumetti italiani.

Frank

propaganda politica? dai saputello elenca le aziende che hanno sfruttato benefici nel mondo tecnologico in europa, a gia che sono tutte scappate!

Recensione TV LG CX: l'OLED completo con HDMI 2.1 e nuova gestione del moto

Recensione Honor Choice True Wireless: le anti AirPods Pro a prezzo stracciato

Recensione DJI Osmo Mobile 4: la genialata che rende un gimbal ancora utile

Dal lockdown al calcio senza spettatori: l'analisi di DAZN sul nuovo sport in TV