Oppo prevede che sarà la prima a produrre in massa uno smartphone 5G

24 Agosto 2018 13

Il primo smartphone 5G di Oppo dovrebbe arrivare entro la prima metà del 2019: l'ha detto Shen Yiren, assistente VP della società, arrivando addirittura ad affermare che lo sviluppo del 5G sta andando molto bene, e che Oppo sarà probabilmente la prima azienda a produrre in massa uno smartphone dotato di questa tecnologia.

Ora, questo è il punto di vista di Oppo: sappiamo da indiscrezioni più o meno velate che molti produttori si stanno preparando a lanciare i primi smartphone compatibili con le reti mobile di nuova generazione (ultimo esempio LG, con il V45). La vittoria per il primo posto sarà probabilmente "al fotofinish".

È comunque inequivocabile che Oppo sia in prima linea. La società ha già annunciato partnership con Qualcomm per il 5G e ha detto lo scorso marzo di aver inaugurato un istituto di ricerca (link in cinese) su 5G e intelligenza artificiale. Chiunque sia il primo, comunque, ci aspettiamo un MWC 2019 all'insegna del 5G.

Il miglior Galaxy del 2020? Samsung Galaxy S20 Plus, in offerta oggi da Mobzilla a 635 euro oppure da Yeppon a 760 euro.

13

Commenti

Regolamento Commentando dichiaro di aver letto il regolamento e di essere a conoscenza delle informazioni e norme che regolano le discussioni sul sito. Clicca per info.
Caricamento in corso. Per commentare attendere...
Stefano Passeri

Capiamoci, per carità una velocità ancora maggiore di scambio edownload dati...poi però i cellulari stanno sempre li...quella è una innovazione per la rete e cio sta tutto...io parlo di innovare il dispositivo: è quello che non vedo.

Federico

Le bande alte mi sembrano più adatte alla distribuzione di Internet ad alta velocità verso luoghi fissi piuttosto che alla connessione verso cellulari (che fra l'altro non trarrebbero alcun beneficio dalla cosa)
Per cellulari ed autovetture (ricordiamoci che si va verso le auto sempre connesse) ed in generale per tutto quello che si muove la banda più affidabile sarà quella dei 700 MHz.

Fabrizio

Quantomeno rientrava nel bando, le 26 GHz potrebbero avere dei seri problemi in ambiti urbani a causa della facilità di "rimbalzo" delle onde..tecnicamente fattibile ma per ottenere buoni risultati occorre rivedere l'infrastruttura delle celle

Federico

La 700 MHz verrà liberata dalla TV entro il 2022, dunque credo sia la più lontana in assoluto.

Fabrizio

In realtà il bando italiano era per 700MHz e 3.6-3.7 GHz, sulle bande ad altissima frequenza rimango dubbioso

Ivan Cecatto

Z3 ufficiale con Mods 5G dimenticata...
Bravo grancFran

Federico

Qui in Europa la prima banda utilizzabile dovrebbe essere quella dei 26GHZ, difficile pensare ad una copertura anche solo discreta.

Certo, cosa vuoi che sia il 5G... Ma sei fuori?

orsidoc

Manca la tecnologia.

Stefano Passeri

Ahh bhe...non parlavo del notch ma di fare cellulari con qualche tipo di evoluzione visto che attualmente non ne vedo.

Alessio

Guarda che Oppo è una di quelle aziende che ha prodotto anche device non predisposti di notch

Stefano Passeri

Che orizzonti si pongono certe marche...il primo cellulare 5G, il primo pieghevole etc etc...pensassero a fare cellulari nuovi con buoni design e buone prestazione invece di queste cagate.

Top Cat

Quale Motorola scegliere? Il punto sulla line up a metà 2020 | Video

Recensione Google Pixel 4a: finalmente è arrivato (o forse no)

Recensione OnePlus Nord: sotto i 400 Euro è lui il migliore

Recensione Asus Rog Phone 3: è il miglior Gaming Phone ma convince per altro