I Google Glass potrebbero aiutare i bambini affetti da autismo

03 Agosto 2018 24

I Google Glass tornano alla ribalta: potrebbero aiutare i bambini affetti da autismo ad imparare a socializzare. A sostenerlo, un team di ricercatori dell'Università di Stanford, che ha condotto uno studio utilizzando gli occhiali smart di Google per identificare le espressioni facciali.

Come è noto, i bambini affetti dai disturbi dello spettro autistico generalmente hanno problemi nell'interazione con altre persone; in particolare, incontrano difficoltà nel mantenere un contatto visivo e nell'identificare le emozioni dell'interlocutore attraverso le espressioni facciali, faticando ad esempio a distinguere la paura dalla sorpresa.

Le forme di terapia tradizionale generalmente prevedono l'utilizzo di flash cards e ottengono buoni risultati se intraprese in giovane età. Tuttavia il numero di terapisti comportamentali è di gran lunga inferiore alle richieste e così - perlomeno negli Stati Uniti, dove lo studio è stato condotto - le liste d'attesa possono arrivare fino a 18 mesi, rischiando di compromettere l'efficacia delle terapie.


Per contribuire a risolvere questo problema fornendo una soluzione immediatamente disponibile, il team di ricercatori dell'Università di Stanford ha sviluppato Superpower Glass, un software di apprendimento automatico che funziona associando i Google Glass a uno smartphone Android.

Il software, progettato per essere utilizzato durante le interazioni sociali, è stato recapitato alle 14 famiglie risultate idonee e testato per diverse settimane su pazienti di età compresa tra i 3 e i 17 anni. Permette ai bambini che lo indossano di imparare a riconoscere otto emozioni "universali": felicità, tristezza, rabbia, disgusto, sorpresa, paura, neutralità e disprezzo. A seconda dell'emozione rilevata nell'interlocutore, Glass fornisce un riscontro audiovisivo a chi lo indossa sfruttando la fotocamera rivolta verso l'esterno.


Rispetto ad altri esperimenti portati avanti finora, la peculiarità di questo studio sta nell'ambiente domestico in cui si svolge, poiché è volto specificatamente a migliorare la comunicazione con parenti, amici e conoscenti dei pazienti (piuttosto che, ad esempio, utilizzare software basati su giochi e realtà virtuale). I risultati sono stati misurati utilizzando la Social Responsiveness Scale (SRS-2), una scala di valutazione del comportamento sociale reciproco, unita ai resoconti dei genitori.

I risultati, per quanto circoscritti, sono stati incoraggianti: si è registrata una generale diminuzione dei punteggi sulla scala SRS-2 (dove punteggi più alti indicano una maggiore gravità del disturbo) e i genitori hanno riferito un aumento del contatto visivo unito a una maggiore sensibilità sociale.


24

Commenti

Regolamento Commentando dichiaro di aver letto il regolamento e di essere a conoscenza delle informazioni e norme che regolano le discussioni sul sito. Clicca per info.
Caricamento in corso. Per commentare attendere...
Lucaa

..nessun problema, solo che "utilizzare" (non è la prima volta e, nemmeno l'ultima, purtroppo) queste "esternazioni" e spendere danari spesso e volentieri pubblici per "la propria immagine" e quant'altro sulla pelle dei bambini e degli indifesi nonché malati, mi da fastidio. Ovvio, qualora fosse davvero un qualche cosa di utile ma provato scientificamente e prima di propagandare come mercenari il proprio lavoro ed ancora prima di farsi pubblicità gratuita anche per attirare sovvenzioni eccetera.... bene, anzi, di più.
Ad ora, ciò che hanno "proposto" è "fuffa", spero almeno che davvero qualche "caso" (umano) lo abbiano cercato di delinare con una attenta anamnesi. Ci credo poco, considerato "l'oggetto", la sua fattura, la modalità con cui andrebbe indossato.
Addio.

GianTT

Ma che tipo di problema hai di fronte ad una ricerca fatta per migliorare la vita di bambini con disturbi sociali? Non hanno presentato una fantomatica panacea contro ogni male, non vedo perché dover considerare così negativamente una cosa del genere

Lucaa

Si, certo; non posso negare che ci sia un eccezione per cui "qualcuno" possa trovare utile questo oggetto già "strabollito" per la sua utilità/diffusione nel pianeta, leggi FLOP colossale ma, anche al di fuori delle patologie, hai provato a far indossare ad un bimbo gli occhiali? Certamente, è possibile (difficile) ma a scapito di prodotti ultra-resistenti perché finiscono a pezzi in poche settimane... Immaginiamo questo concentrato di tecnologia.... Bah!

Luca

lo sai che esistono diversi livelli di autismo vero?

LucaP

Nel senso del livellamento in basso?

Ciccio

Mio cuggino dopo averli indossati è diventato più forte di Chuck Norris..

Ciccio

infatti tutte caxxate.

Lucaa

Seriamente: nella cerchia dell'autismo, il fastidio, la stizza, la non sopportazione di oggetti anche dei più comuni e "normali" come le calze, le scarpe, un berretto eccetera, unito ad atteggiamenti paranoici e fissazioni di ogni genere (un interruttore, una maniglia, un colore....) provoca nei soggetti affetti da questa malattia che ad oggi non ha cura e nemmeno si è capito perché affligga le persone già dai primi anni di vita, addirittura atteggiamenti ed azioni violente.
Mettere 'sti cosi addosso? Ma ci sono o ci fanno?
Ah, le sovvenzioni... capisco... i dottorati... i master.... l'acqua su Marte.... UFO ed il comandante Straker.... Mito lui... sì!

Aster
CAIO MARIOZ

In Svezia i poliziotti hanno ucciso per errore un ragazzo autistico perché maneggiava una pistola giocattolo :(

Renato Accorinzi

"I Google Glass potrebbero aiutare i bambini affetti da autismo"... e far diventare autistici tutti coloro che non lo sono

Jezuuz

A Santos

ghost

A Callea ne mandano 2 per sicurezza

publicenemy

fosse solo questa...

Aster

Speriamo.

Gios

Pare che con i Google glass si possa vedere D1o!

Non fa ridere neanche questa....

italba

Come quasi tutto quello che scrive

Non fa ridere questa....

Top Cat

E' piu' evoluto lui.
https://uploads.disquscdn.c...

Top Cat

Tutti Autisti Perfetti!
(Triste)

OlioDiCozza

VENITE A BERE IL VINO ALLA MIA OSTERIA!
CURA PURE GLI AUTISTICI!

No lui usa il Gear VR, o Samsung o niente

Zetec

Forse c'è ancora qualche speranza allora per santosss

Windows

Migliori Notebook, Portatili e UltrabooK: i top 5 fino a 600 euro | Luglio 2020

Tecnologia

Intervallo | Red Mirror: il futuro della tecnologia si scrive in Cina

Android

Recensione LG Velvet: il nuovo design ci piace ma serve un rinnovamento software

Motorola

Recensione Motorola Moto G PRO, tanta autonomia e pennino integrato!