Siri, Google Assistant, Alexa e Cortana: qual è l’assistente digitale più preciso? | Studio

25 Luglio 2018 173

Siri, Google Assistant, Alexa e Cortana sono gli assistenti vocali più diffusi sul mercato a cui ci rivolgiamo quotidianamente per ricevere informazioni e per accedere alle più disparate funzionalità - dall’ascolto del brano preferito fino allo spegnimento delle luci quando si va a dormire. Ma chi è il migliore tra questi? Chi è migliorato di più negli ultimi mesi? Domande simili ce le eravamo poste anche lo scorso anno, quando risultò che l’assistente di Google era il “più intelligente” con un QI di 47,28. Ma oggi com’è la situazione? Chi risponde meglio alle nostre domande?

Loup Ventures ha pubblicato uno studio in cui sono stati confrontati i quattro assistenti vocali su smartphone (dunque non tramite smart speaker) ponendo loro 800 domande ciascuno. Sono stati considerate sia la capacità di comprensione della domanda, sia il livello di correttezza della risposta, analizzando 5 diverse categorie: informazioni locali, acquisti online, navigazione, informazioni generali, comandi.

Il test è stato effettuato utilizzando Siri su iOS 11.4, Assistant su un Pixel XL, Alexa e Cortana tramite l’app iOS.

Ebbene, l’assistente digitale di Google si è rivelato essere il più preciso, avendo risposto correttamente alle 800 domande con un tasso di precisione pari all’86% (comprendendole tutte). Sul secondo gradino del podio troviamo Siri (79%, 11 domande non capite), seguito da Alexa (61%, 13 domande non capite) e Cortana (52%, 19 domande non capite).


Di seguito vi riportiamo la percentuale di domande a cui è stata fornita una risposta corretta per ciascuna categoria, da cui emerge come Google Assistant sia il più preciso in assoluto (solo per impartire i comandi Siri è risultato essere superiore).


Assistant è pressoché infallibile nel campo della navigazione, mentre stecca Alexa nella comprensione delle domande relative agli acquisti online: da un assistente vocale made by Amazon ci si poteva aspettare di più. Dal test è però risultato come le risposte di Alexa siano limitate proprio all’interno del sito di e-commerce di Bezos, influendo così sul punteggio finale.

Nella valutazione finale va comunque tenuto conto che Alexa e Cortana non erano integrate all’interno del dispositivo mobile, così come lo erano invece Google Assistant su Pixel XL e Siri su iOS. La necessità di accedere agli assistenti di Amazon e Microsoft tramite app ha sicuramente influito sulla loro performance.

Finora sono state forniti dettagli sulle prestazioni in termini assoluti. Ma come sono evoluti gli assistenti nel tempo? In 15 mesi, Assistant è cresciuto di 11 punti percentuali, Siri di 13 e Cortana di 3 (Alexa non era stato inserito nelle analisi precedenti).


Sarà sicuramente altrettanto interessante lo studio che Loup Ventures pubblicherà quest’autunno sugli assistenti digitali negli smart speaker.


173

Commenti

Regolamento Commentando dichiaro di aver letto il regolamento e di essere a conoscenza delle informazioni e norme che regolano le discussioni sul sito. Clicca per info.
Caricamento in corso. Per commentare attendere...
aquero

Sto provando da qualche giorno alexa con Echo Plus , acquistato più che altro per approcciarmi alla domotica, trovo però molto utile ascoltare di tanto in tanto qualche brano in sottofondo, trovo anche molto simpatica e accogliente la voce femminile, al contrario di Google Assistant che uso raramente sullo smartphone Android.
Però sono curioso di provare anche Google Home, per vedere se è più reattivo e preparato nel trovare le risposte alle mie domande, ma soprattutto sulla gestione della domotica. Un vantaggio di Google è sicuramente quello di poterlo usare tranquillamente da smartphone tramite assistant, risparmiando io costo dell’altoparlante.
Voi cosa mi consigliate?

TheFluxter

Quando riuscirai a vederlo senza addormentarti, magari sì, lo troverai interessante ahaha. Diciamo è un film da cinema, decisamente. A me personalmente ha stregato per la fantasia nell'immaginarsi pianeti del genere, la colonna sonora, il reparto audio incredibile, i rumori sordi, l'idea dei buchi neri, un po' la poesia in generale, il rapporto umano tra padre e figlia

bldnx

A 2001 odissea nello spazio sono rimasto stregato per tutta la durata del film e ad interstellar mi sono addormentato 4 volte......e li ho visti per la prima volta quasi nello stesso periodo. Dopo aver finito interstellar ancora mi chiedo cosa ci trovino tutti gli estimatori, e parlo pure da amante di nolan

Ibenfeldan

Si davvero...

Stefano

il disagio galoppa e questa foto ne è la dimostrazione...sono "belli" anche quelli che lo tengono normalmente all'orecchio, ma col gomito largo...

bldnx

Assistant é avanti e tutto quanto e siamo tutti felici, ora magari cambiassero logo, e interfaccia a chat, e rimettessero anche now on tap.......tre passi enormi indietro da now

Massimiliano Castles

GAP.

Massimiliano Castles

Customer care.

Maxim Castelli
oreo85

stai sprecando il tuo tempo, è un noto hat€r e fanb0y Samsung, figurati se viene a darti ragione. Non ha la minima conoscenza di come funziona, sa solo dire "schifo", nulla di più. Il fatto che i comandi funzionano in inglese è la dimostrazione che non serve chissà cosa, semplicemente in italiano non lo fa e speriamo che lo farà.

Vash

ho dovuto scegliere random, altrimenti scattava la censura ^.^

Jon Snow

magari è in vivavoce o sta mandando un vocale

Non è che non va più di moda ma tenerlo in quella maniera serve per due cose:

- Far vedere che si ha l'ultimo telefono uscito
- Le radiazioni che emette il telefono quando lo si usa

Cmq per me i più belli sono quelli che lo tengono in questo modo anche se hanno un auricolare a filo attaccato, ma il non-plus-ultra è vedere la gente che parla al telefono con l'auricolare a filo e tenere con le mani ad altezza bocca o ingoiare il microfono perchè credono che in quel modo l'interlocutore sente meglio.

Matt Ds

parla per te

Maxim Castelli

A caso rendere esattamente la stessa identica idea di random.
Né più né meno.

Vash

l'italiano in questi casi non rende affatto l'idea, a meno di non scendere su termini terra terra....

Ibenfeldan

Come faccio a farmi i razzi miei quando mi passano a fianco 'sti ipocefali? parlano col vivavoce a manetta e tengono il telefono manco fosse una bandiera... così è un po' complicato, non trovi?

Ibenfeldan

1) se è così vuol dire che ne hanno già assorbite pure troppe
2) raramente è roba interessante, quindi possono tenersela per loro...

ErCipolla
Quali sarebbero le funzioni base che non ci sono?

Ne ho già menzionate due nel mio post di apertura. In generale, tutte le funzioni di interazione col dispositivo, che ad esempio su iOS sono molto più complete.

Mi sembra molto strano che questa API pubblica funzioni, altrimenti lo avrebbero già fatto. E devono aggiornare la configurazione di questa API quando inseriscono nuove funzioni, Google Assistant non mi sembra così Smart da prevedere di imparare (comandi, perché di questo si tratta) anche eventuali nuove funzioni che vengono integrate nel telefono.

Perché la funzionalità è piuttosto nuova se non sbaglio, l'SDK è ancora in beta. Dai tempo al tempo quindi. Per quanto riguarda l'aggiornamento: forse ti sfugge come funziona la cosa, i nuovi comandi che il dispositivo può comprendere li definisce il produttore. Della serie, Samsung integra un'app che "dichiara" (tramite un apposito file di configurazione) che è in grado di rispondere al comando "fammi il caffè" (o quel che è ) e Assistant sa che quando sente quel comando lo può indirizzare a quell'app. Non serve aggiornare assitant per fare questo, assistant in quel caso fa solo da motore di comprensione del testo, poi il comando lo passa all'app specifica che lo può gestire. E' come quando su Android fai "condividi" e ti si apre il menu con tutte le app con cui puoi condividere... in quel caso non è mica che Android ha una implementazione dedicata per ogni app esistente (sarebbe impossibile) è l'app che dichiara che può gestire quel particolare tipo di contenuto e il sistema "sa" che può inviarglielo.

Maxim Castelli

Sicuramente.

matrix

Ma come razzo è possibile che c'è gente che non si fa i razzi loro di come uso il telefono io?
Nonostante lo uso raramente e alla vecchia maniera.

Eros Nardi

Servizio personalizzato (forse intendeva customer service che effettivamente si traduce come dicevi tu)

Dark!tetto

Idem, dicevano d'aver risolto con l'aggiornamento a Roby 2.0, ma hanno solo spostato il problema il mio riproduce solo Piccola Katy con qualità imbarazzante...

centrale

Quali sarebbero le funzioni base che non ci sono?

Togliamo Samsung che ha deciso di provvedere alla mancanza con un suo assistente, gli altri utilizzatori di Android perché non hanno ancora implementato le funzionalità su Google Assistant?

Mi sembra molto strano che questa API pubblica funzioni, altrimenti lo avrebbero già fatto. E devono aggiornare la configurazione di questa API quando inseriscono nuove funzioni, Google Assistant non mi sembra così Smart da prevedere di imparare (comandi, perché di questo si tratta) anche eventuali nuove funzioni che vengono integrate nel telefono.

LaVeraVerità

Ne conoscevo un altro che preferiva Bing...

https://uploads.disquscdn.c...

LaVeraVerità

1) Vogliono diminuire le radiazioni assorbite ma non vogliono usare l'auricolare
2) Vogliono renderci partecipi dei càzzì loro

ErCipolla

Ti sbagli, Assistant ha un'API pubblica con la quale i produttori possono interfacciarsi senza bisogno di "aggiornare volta per volta Assistant", quindi il problema tecnico non sussiste, al massimo il problema è che i produttori vogliono spingere i loro assistenti invece che quello Google.

Ma a prescindere da questo, ripeto, delle implementazioni custom dei produttori non me ne può fregare di meno. Io sto parlando di cose base, valide per tutti i dispositivi, che Google può e dovrebbe integrare in Assistant, a prescindere dal produttore.

ErCipolla

Mi ci trovo molto bene, tranne che per l'integrazione con Spotify, qualsiasi canzone chieda mi riproduce sempre "La canzone del capitano"... mah, sarà un bug...

centrale

Ecco allora torniamo al discorso di prima, i produttori dovrebbero integrare in Google Assistant che è una soluzione universale tutti i comandi possibili ed immaginabili, e dover aggiornare volta per volta poi Google Assistant... capisci che non è per nulla comodo agire in questo modo (tra l'altro ti ho fatto l'esempio di Bixby visto che non ha bisogno di comandi ben definiti per fare un'azione, capisce il linguaggio naturale), a quel punto ti fai un assistente tuo oppure i tuoi utenti rinunciano ad avere funzioni vocali avanzate sui tuoi dispositivi.

ErCipolla

Samsung può fare quel cavolo che vuole coi suoi dispositivi... io sto parlando di cosa dovrebbe fare Google con Assistant... di Bixby e altre taroccherie varie frega poco.

Maledetto

Vecchia è una cosa positiva visto che ha potuto essere testata più a lungo, non è per niente abbandonata visto che ha pure migliorato il punteggio rispetto all'anno scorso

Shrek

Riuscite a vedere il bicchiere mezzo pieno anche quando è vuoto.

centrale

Io mi auguro presto XD

centrale

A riceverlo lo riceve, il problema è quando, mi auguro presto :P

centrale

XD

centrale

A quel punto a Samsung cosa conviene fare? Inserire i comandi su Google Assistant o far gestire il linguaggio naturale su Bixby 2.0?

ErCipolla

Certo, ovviamente parlo di funzionalità "universali". È chiaro che per cose custom deve pensarci il produttore

centrale

Per alcune funzioni potrebbe anche averlo, ma se gli chiedo di impostare l'always on display in una determinata ora con un determinato orologio se non passa da Samsung fa poco.

ErCipolla

Ma non è vero! Il Google Assistant potrebbe fare tutto lui, appunto perché in Android c'è già un'api universale per fare quelle operazioni, che funziona su tutti i produttori. Non ha bisogno del benestare di Samsung o chicchessia in questi casi...

fantastico ahahahaha

centrale

Si, ma devono essere i produttodi a inserire il comando. Samsung che interesse ne avrebbe?

xan

ahahahhaha non ti offendere dai, stavo solo scherzando. per me ognuno può fare come gli pare, figurati che c'è gente che usa ancora internet explorer ....

ErCipolla

In realtà ci sono API standardizzate per attivare/disattivare il BT e attivare/disattivare il non disturbare, quindi l'assistant potrebbe farlo tranquillamente su tutti i dispositivi.

Ibenfeldan

https://uploads.disquscdn.c...
Ma come caxxo è possibile che si vede sempre più gente in giro tenere il telefono in questa maniera? tenerlo all'orecchio come fanno le persone normali fa schifo???? non è più di moda???

Lolloso

bye bye

Lolloso

mi sembra non più, Apple mi sembra usi bing solo per le immagini

oreo85

registra memo o registra audio

blank

il problema di siri è siri

Vetro

Tutto sommato, anche il peggiore degli assistenti vocali vanta pur sempre prestazioni superiori a quelle dell'elettore italiano medio.

daniele

Perché è vecchia e abbandonata a se stessa

Samsung

Samsung DeX 2019 e Galaxy S10: binomio vincente | Recensione

Alta definizione

Recensione Fujinon MK 18-55 T2.9

Sony

Recensione Sony Xperia 10 Plus: il display 21:9 non basta

HDMotori.it

Ford Focus 2019 ST-Line 1.5 EcoBlue: recensione e prova su strada | Video