Qualcomm: il 5G sempre più vicino grazie alla nuova antenna e modulo RF

23 Luglio 2018 7

Qualcomm ha compiuto un altro passo in avanti verso l'integrazione della tecnologia 5G all'interno degli smartphone di nuova generazione, presentando la prima antenna per onde millimetriche QTM052 e il modulo RF QPM56xx dedicato alle frequenze sub-6GHz. Entrambi questi componenti permetteranno al modem Snapdragon X50 di introdurre il supporto completo alle reti 5G su smartphone, tablet e PC WoA di nuova generazione.

L'avvento del 5G consentirà di accedere a connessioni di categoria gigabit con latenze estremamente basse, grazie alle quali sarà possibile fruire di un'esperienza d'uso estremamente simile a quella che oggi è possibile sperimentare solo con le migliori reti in fibra. Entrambi i moduli annunciati oggi sono già stati messi a disposizione dei primi clienti di Qualcomm, quindi è probabile che le prime soluzioni commerciali debutteranno già nel 2019.


L'antenna QTM052 ha dimensioni tali da poterne inserire quattro unità all'interno di uno smartphone tradizionale e si occuperà di offrire il supporto alle bande a 26,5-29,5GHz, 27,5-28,35GHz e 37-40GHz, utilizzate principalmente in contesti molto affollati e per gli ambienti interni. I moduli della famiglia QPM56xx, invece, offriranno una copertura più ampia sfruttando le bande inferiori a quella da 6GHz, più precisamente quelle da 3,3-4,2GHz, 3,3-3,8GHz e 4,4-5GHz.

Sembra quindi che sia tutto pronto affinché il 5G possa diffondersi sui primi mercati in cui le infrastrutture di rete saranno pronte a partire già nei primi mesi del 2019. Per maggiori dettagli, vi invitiamo a consultare il comunicato ufficiale presente in Fonte.


7

Commenti

Regolamento Commentando dichiaro di aver letto il regolamento e di essere a conoscenza delle informazioni e norme che regolano le discussioni sul sito. Clicca per info.
Caricamento in corso. Per commentare attendere...
Dartagnan92

Con frequenze così alte useranno o potenze elevate o ripetitori ovunque...

Dark!tetto

Il 5G porterà vantaggi in molti settori, gli smartphone sono solo una parte, con i nuovi tempi di latenza i maggiori vantaggi si hanno per IoT, AR/VR e Guida autonoma.

Mattia Alesi

Prima si deve adeguare l'infrastruttura; un po' come è accaduto per l'ipv6

Davide

No, quelli avranno modulo Intel.

Masterpol

ci saranno nei nuovi iphone che usciranno a settembre 2018?

deepdark

Questa mi è nuova, pensavo che ci fossero già i modem 5g per cell...mettono i ripetitori senza avere la tecnologia per il modem?

Il Clown serio.

Qualcosasimuovemm.

HDMotori.it

Opel Grandland X Hybrid4, in pista da cross con un SUV Plug-in 4WD | Video

Mobile

Recensione OnePlus Watch: rimandato a settembre

Mobile

Recensione Huawei Band 6: eleganza in formato slim

Games

NieR Replicant ver.1.22474487139: la versione che mancava | Recensione