Google: multa UE da 4,3 miliardi di euro. Appello presentato

10 Ottobre 2018 596

Aggiornamento 10/10:

Reuters dice che i documenti per l'appello sono stati depositati in tribunale dai legali di Google, citando anche una conferma dall'ufficio stampa della società stessa.

Aggiornamento ore 13:35:

La notizia è ora ufficiale. Google ha rilasciato immediatamente una dichiarazione, rendendo noto che proporrà appello nei confronti della decisione. Si riporta a seguire la nota ufficiale:

Android ha creato più scelta per tutti, non meno: un ecosistema fiorente, innovazione rapida e prezzi più bassi sono le caratteristiche classiche di una forte concorrenza. Faremo appello contro la decisione della Commissione

La società di Mountain View ha 90 giorni per mettere fine alle pratiche anticoncorrenziali, secondo quanto stabilito dall'Unione Europa, ma, come confermato, sembra piuttosto orientata a ricorrere in appello per far decadere la sanzione.

Articolo originale

L'Unione Europea potrebbe essere pronta ad infliggere una multa record a Google con l'accusa di abuso di posizione dominante. Secondo le indiscrezioni riportate da Bloomberg, sembra trattarsi di una stangata da ben 4,3 miliardi di euro dovuta alle politiche attuate dalla società di Mountain View nei confronti dei produttori di smartphone, costretti a sottostare a regole troppo rigide al fine di ottenere la licenza all'utilizzo dei servizi Google.

Avevamo parlato della vicenda qualche settimana fa e oggi potremmo dover essere in grado di assistere all'epilogo; secondo le fonti, il commissario Vestager dovrebbe ufficializzare la sanzione alle 12:00. L'applicazione delle regole imposte da Google avrebbero permesso alla casa di Mountain View di creare un ecosistema nel quale i suoi servizi vengono promossi e avvantaggiati a discapito delle alternative concorrenti. Un comportamento simile è stato sanzionato lo scorso anno con una multa di 2,42 miliardi di Euro, in quell'occasione legata alle politiche adottate con Google Shopping.

Il Commissario Europeo Vestager ha contattato Sundar Pichai, CEO di Google, martedì sera con una telefonata che - stando a quanto riportato dalle fonti ben informate sulla vicenda - rappresenta un passaggio di rito verso l'ufficializzazione di una sanzione nei confronti di una determinata azienda. Ora non resta che attendere il comunicato ufficiale per quantificare con esattezza l'ammontare della multa.

Qualora dovessero essere confermati i 4,3 miliardi di euro, questo significa che Google dovrà versare all'Europa ben 6,7 miliardi in appena due anni, considerando anche la multa del 2017.


596

Commenti

Regolamento Commentando dichiaro di aver letto il regolamento e di essere a conoscenza delle informazioni e norme che regolano le discussioni sul sito. Clicca per info.
Caricamento in corso. Per commentare attendere...
noncicredo

Bello l'uomo nella prima foto.

quella del consorzio di produttori è l'idea dietro Symbian.
c'era la foundation a gestirne lo sviluppo, anche se alla fine Nokia faceva bello e cattivo tempo tant'è che alla fine lo rilevò interamente

Davide

google fa questo perché gli brucia che la fetta più importante del mercato non utilizzi le app ed i suoi servizi (parlo della cina)

OlioDiCozza

non ti piace manco pensare vedo

Max

No, a me non piacciono i furbetti...

OlioDiCozza

a te piace proprio stare a 90 eh?

Max

Continuo a non vederci nulla di male. È il loro ecosistema... Se non ti piace te ne crei uno tuo

OlioDiCozza

c'è differenza tra promuovere e forzare, le app di google non sono disinstallabili forzando quindi gli utenti a usare quelle per non occupare spazio

OlioDiCozza

con put.tane e blackjack

000

Amazon ha la sua versione di android e aveva anche provato a fare un telefono, fu un prodotto fallimentare. Il problema sta nel fatto che google non gli concede il playstore perché non prende anche il resto(in particolare play service è l'app attraverso cui google esercita sia il controllo sul dispositivo -in simbiosi con altre app anche non google- sia il controllo sull'utente). Quindi Amazon si è dovuta fare un suo Store in cui ha dovuto prendere accordi(forse pagare?) con alcuni sviluppatori per popolarlo.
Quello che mi immagino io è ben diverso dall'esempio di Linux che hai fatto, io immagino che lo sviluppo di Android dovrebbe restare open source ma in mano ad un "consorzio"dei produttori che contribuiscono davvero a sviluppare android e lo lo store in una sola direzione(magari proverò dello store potrebbero in parte finanziare il consorzio). Poi ogni azienda lo personalizza a modo suo e sarà il mercato a scegliere chi ha fatto il miglior mix di hardware e software a pari base. Su Linux non ha funzionato perché non ci sono delle aziende grosse che lo supportano adeguatamente.,

In conclusione se sei su un OS open source non puoi condividere la dittatura di Google. Altrimenti Google faccia come Microsoft e Apple e mostri chiaramente questa sua cupidigia economica rendendo android closed!...
In realtà con i ricorsi mi pare chiaro che punta a rimandare gli effetti della sanzione fin quando non avrà pronto fuchsia che potrà decidere di strutturarlo in maniera differente

Los Endos

Oltre alla multa mi piacerebbe si pensasse a una legge che obblighi i produttori ad offrire la possibilità di sbloccare il bootloader, altrimenti spesso ci si trova davvero completamente relegati alle volontà del produttore.

Los Endos

Capisco, ma infatti in realtà chiunque puó prendere android e farci ció che vuole, senza passare da google. Il punto è che se non hai il play syore la gente non lo compra (sebbene ci siano store alternativi), quindi ecco che vai da google a chiedere i suoi servizi, e google sapendo quanto i produttori dipendano da lei, obbliga a installare una serie di app. Detto ció Samsung puó tranquillamente vendere uno smartphone android senza play store e servizi google (mi pare che amazon lo faccia).
Ció che dici sui sistemi indipendenti e concorrenti puó anche essere bello da pensare, ma hai presente le distro GNU+Linux su desktop? Ecco, credo che con una frammentazione simile si sarebbe fatta la stessa identica fine, con un unico OS realmente supportato dagli sviluppatori (=android, escludendo ovviamente apple) e la morte degli altri.
Per quanto riguarda le multinazionali... Secondo me son tutte cosí, quando non sono in posizioni dominante cercano di passare per migliori eticamente e b*lle varie, ma tranquillo che se microsoft ottenesse nuovamente un monopolio ricomincerebbe a far le porcate che faceva prima e che google fa ora. "C'è modo e modo di far soldi", ma alle multinazionali non frega nulla, importa solo farne il piú possibile.

000

Purtroppo il "Sistema Google" non si limita ad android...sono riusci a concatenere una infinità di cose...ad esempio da un po' stanno spingendo i siti AMP(open source pure quello...già puzza di fregatura in salsa google) che permettono attraverso una cache del sito elaborata(pre-renderizzata) dai server google di avere un caricamento rapido sui dispositivi mobile. Questo avviene perchè l'indirizzo web immesso da mobile invece che puntare al server dov'è hostato il sito invia una richiesta ai server google che elabora e invia le varie pagine man mano che l'utente naviga ergo tutta la navigazione viene monitorata da google. Non so se hai sentito ma giorni fa si parlava che google sta pensando modificare il sistema degli url ai siti… come mai?...
Gli esempi sono così tanti da poter scrivere un libro...

000

parto dalla fine per chiarirti come stanno le cose per me poi ti rispondo al tema della discussione.
Anni fa Microsoft era una gran basta-rda (me la facevo andare bene perchè con i PC non avevo alternative) e infatti sui telefoni mi orientai verso Android perchè all'epoca Google sembrava avere una morale e un sincero interesse per gli utenti. Poi gli anni sono passati e mi sono reso conto che Google è diventata molto peggio della Microsoft che odiavo e mi sono reso conto che tutte le belle parole che usa Google sono una presa in giro all'intelligenza degli utenti. Nel contempo Microsoft è mutata nel modo di agire quindi ho buttato nel wc il telefono android e sono passato a win10mobile. Tutte le aziende vivono con i soldi ma c'è modo e modo per farli e c'è modo e modo di comportarsi (vedi ad esempio il recente caso di g+...).

Il punto della questione è che Android è open source e non di Google, la quale non ha nessun diritto di imporre i suoi servizi...se vuole i suoi servizi preinstalalti li mette nei Pixel e basta, gli altri OEM devono essere liberi di prendere Android, modificarlo e implementare tutte le app che vogliono… Questo apre ad una vera concorrenza tra i produttori che potranno sviluppare app e servizi in maniera indipendente e slegata da google per cui per l'utente ci sarà da un lato vera scelta lato software+hardware e dall'altro i produttori saranno più interessati a dare supporto ai devices e all'OS perchè diventa davvero una loro "creatura"(non verranno più abbandonati dopo 1-1,5 anni come accade ora).
Ora android lo usano solo perchè c'è un bacino d'utenza in cui pescare ma sostanzialmente se ne fregano.

Garrett

Pagare tutto e pagare subito.

Più che una multa almeno si va quasi a pari con le tasse eluse.

Amazon ha il suo store. La soluzione è fare mille store? Che cambi smartphone e devi ricomprare tutto?

Los Endos

Non capisco ciò che stai dicendo, tutti cercano di spingere i propri servizi, che siano Google, Apple, Microsoft, Amazon....
Pensa che se compri un Pixel (proprio lo smartphone di Google) puoi sbloccare il bootloader in 2 secondi, ottenere i permessi di root e rimuovere tutto ciò che vuoi, senza andare incontro a limitazioni permanenti... Addirittura puoi cambiarci sistema.
Gli altri OEM cercano sempre più di limitare questa possibilità (Huawei, Nokia e nemmeno Samsung è particolarmente modding-friendly), per non parlare dei sistemi concorrenti (o meglio del sistemA).
Davvero non capisco dove vogliate andare a parare voi utenti Microsoft quando criticate Google.. (Per me alla fine tutte le multinazionali sono uguali, in fondo importa solo fare soldi).

000

Forse non mi sono spiegato, anche io usavo altro, ma il problema è che alcune app preinstallate di google sono li per monitorare quello che si fa col telefono. Purtroppo averle e non usarle non è la stessa cosa che non averle proprio..e non è che lo dice 000 tirandolo fuori dal nulla(anche se il comportamento di Google dovrebbe già dir molto) ma lo dico basandomi su studi comparati fatti nel tempo.

000

Ma questa sarebbe vera concorrenza...magari con un Android davvero open i produttori sarebbero incentivati a sviluppare molto di più e molto meglio inoltre darebbero un maggior supporto nel tempo ai telefoni...

finestre

il problema è che poi resta deluso il mio portafoglio

000

Contatti un pixel e sei a posto... Come hardware non ti lascerà deluso...

StriderWhite

Nonostante tutto c'è molta gente che su Android non usa Google maps, Chrome, Play Music e via dicendo, utilizzando invece le varie alternative...

000

Si si...per il momento sto su Windows mobile poi si vedrà, spero che separino google da Android così non sarò costretto a prendere Apple

000

Ma non posso scegliere di non averlo se voglio un OS davvero funzionante...il problema non è Android con tutte le sue app ma Google con la sua pervasività.

bruno
Francesco

le loro

lorenzo1222

Google teme così tanto DuckDuckGo? Neanche quelli del team di DuckDuckGo sanno cosa è DuckDuckGo

Max

Chiaramente no.

StriderWhite

Si ci sono, ma non tutto è preinstallato, no?

Max

Veramente su iOS i servizi Google ci sono eccome, ed è assai probabile che Google guadagni più li che da Android stesso...

StriderWhite

Le mie, le tue o le sue?

Max

Perchè google ha creato un ecosistema ed ha tutto il diritto di promuoverne i servizi a proprio favore.
Chi la pensa diversamente è libero di crearsi il proprio ecosistema a piacimento...

Francesco

sono seghe mentali

moichain

be allora amazon che lo vende a fare il suo kindle!

moichain

ma ti multassero te babbeo,che spari azzate dalla mattina alla sera!

Francesco

ultimo colpo di spugna di questi euroburocrati

Jezuuz
StriderWhite

Ullallà, incredibile! E come mai non ritieni giusta la multa?

StriderWhite

Pensa però che puoi installare market alternativi ed app concorrenti a quelle di Google senza troppi problemi, cosa che su altri sistemi operativi mobile non puoi nemmeno fare...Dire che Google non offra scelta è una mezza cavolata...

Max

Per quanto io aborri la politica commerciale di Google e la sua totale mancanza di etica, trovo in questo caso assurda la multa...

StriderWhite

Comprati un iPhone se non vuoi i play services! :D

perché sarebbe un problema? è tra le altre cose uno dei sistemi con cui google gestisce una parte degli aggiornamenti

finestre

belin non farmici pensare che mi sale l'ansia xD

finestre

boh sinceramente dell' esperienza Samsung a me non frega niente preferisco avere hardware di Samsung, Huawei o chi per loro e un esperienza Google per il software alla fine trovo le app Google molto più utili e curate (poi ovviamente sono gusti)

Desmond Hume

almeno costringessero i produttori di smartphone e smartwatch che vogliono mettere software google a dotare i dispositivi di NFC. Multone meritato dunque :D

000
000

sono più giustificate quelle che quella di google...se compri un telefono Samsung è perchè probabilmente vuoi un'esperienza "Samsung" con tutti i suoi pro e contro ovviamente

000

i play services son il vero problema, ma anche la principale cose che non vorrei nel telefono

Mew

Ottimo

Francesco Venturini

in realtà lo nascondi, ma comunque è un opzione meglio di vederlo

Samsung One UI 4 con Android 12: vi mostriamo la beta per i Galaxy S21 | VIDEO

La street photography con lo smartphone: 5 consigli utili | Video

Xiaomi 11T ufficiale con Pro, 11 Lite NE e Pad 5. PREZZI e disponibilità Italia

Recensione Oppo Reno 6 Pro 5G: tanta potenza, piccolo restyling