Samsung EUV 7nm: prestazioni aumentate del 30% e consumi dimezzati

21 Giugno 2018 49

Samsung ha parlato approfonditamente del suo nuovo processo produttivo a 7 nanometri con tecnologia EUV durante il Symposia on VLSI Technology and Circuits, gruppo di conferenze che quest'anno si tiene dal 18 al 22 giugno a Honolulu, Hawaii. La novità principale consiste nell'adozione di un sistema litografico di prossima generazione: EUV è proprio l'acronimo di Extreme Ultraviolet.

Rispetto ai componenti litografici usati finora, prodotti da aziende come Nikon e ASML, la lunghezza d'onda dei raggi EUV è notevolmente inferiore - si passa da 193 a 13,5 nanometri. Questo valore garantirà una maggiore uniformità dei chip e, al tempo stesso, una considerevole riduzione delle loro dimensioni. Un Qualcomm Snapdragon 845 realizzato con questo processo produttivo sarebbe più piccolo del 40 per cento: al momento la tecnologia di Samsung è quella che garantisce i transistor FinFET più piccoli al mondo.

Un altro vantaggio della tecnologia EUV è di tipo economico - in particolare in relazione al tempo impiegato nella produzione dei chip: Samsung sostiene che riuscirà a raggiungere un livello di affidabilità produttiva più rapidamente, e che potrà aggregare in una sola fase operazioni che prima dovevano essere completate separatamente. L'azienda stima che le fasi di un ciclo produttivo saranno ridotte di circa il 25 per cento.

Samsung è già riuscita a produrre dei chip di SRAM da 256 MB di prova, con un rendimento superiore al 50 per cento; e un SoC con CPU quad-core e GPU esacore perfettamente funzionante. Secondo Samsung, questa versione del processo EUV a 7 nm garantirà un 20-30 per cento in più di prestazioni e userà un 30-50 per cento in meno di energia consumata.

L'unica notizia negativa è il time to market. Samsung prevede che serviranno almeno 12 mesi affinché i nuovi impianti siano pronti per la produzione di massa. Ciò significa che difficilmente il SoC di Galaxy S10 sfrutterà già questa tecnologia. Più probabile che il processo produttivo dell'Exynos 9820 sarà l'LPP a 8 nanometri.

Nel frattempo, il processo a 7 nm di TSMC è meno raffinato, ma già disponibile. E sta attirando un gran numero di clienti, dicono le voci di corridoio.

Tre fotocamere per il massimo divertimento ad un prezzo top? Huawei Mate 20 Pro, in offerta oggi da TIMRetail a 499 euro oppure da Amazon a 600 euro.

49

Commenti

Regolamento Commentando dichiaro di aver letto il regolamento e di essere a conoscenza delle informazioni e norme che regolano le discussioni sul sito. Clicca per info.
Caricamento in corso. Per commentare attendere...
Rudi Matich

Niente affatto,sei entrato nella trappola del sistema che non si occupa delle tue spese,ma ti ha dirottato una parte della tua mente per i loro scopi, dei quali non ci dovresti pensare,una volta che ti rendi conto.

Marco Coletti

Ah no? Pensavo che per quadrare il bilancio i ricavi delle vendite dei chips servissero anche a coprire i costi di ricerca e sviluppo, oltre che quelli di produzione. Si vede che sono rimasto indietro ;-)

andrea55

Non è assolutamente vero, con s6 senza risparmio energetico attivo a 5 ore non si arriva mai, s9 arriva comunque a 6 ore senza problemi

Rudi Matich

Non preoccuparti del costo,siccome mica paghi te le spese del processo EUV.

80%? Ma dove hai letto questa idiozia?
Al massimo, con uno smartphone milto ottimizzato siamo sui 40/50%.
Ci sono ancora smartphone in cui il display incide solo per il 20%

Cerbero

produrre

Francesco

ti svelo un segreto, il display incide per l'80% dei consumi

Francesco

per produrre intendi progettare o creare?

xpy

Ma dimezzassero i consumi di quando prende male e le rete è ballerina che quelli si che sono scandalosi

Marco Coletti

L'ironia corre potente nel tuo testo, ed è giustificata perché i miracoli del grafene sembravano dietro l'angolo ma ancora non si vede nulla di concreto.

Marco Coletti

Certo che EUV è in studio da molti anni, proprio perché è stato più difficile del previsto renderlo economicamente accettabile.
È chiaro che tutti stanno passando al EUV in quanto non ci sono alternative.
Esulterò quando vedremo tecnologie veramente nuove.

J.J. Douglas

E quale sarebbe la novità? Ad ogni step di miniaturizzazione i costi aumentano vertiginosamente soprattutto per la ricerca e sviluppo, questo ha impedito l'avanzamento tecnologico o l'utilizzo su larga scala? Non mi sembra.
L'aumento dei costi viene ammortizzato dalla sempre maggiore richiesta di chip in tutti i settori, ormai abbiamo microprocessori ovunque e il trend di crescita è inarrestabile.
L'utilizzo dell'EUV è in studio da 10 anni e più in tutte le più grandi fabbriche di semiconduttori del mondo (4-5), magari ci vorrà un po' più di tempo per l'adozione su larga scala ma tempo 1-2 anni e sarà adottato da tutte, è inevitabile.
Quindi si c'è molto da esultare.

Marco Coletti

C'è poco da esultare. Il costo per singolo chip del processo EUV è notevolmente maggiore, per ora. Inoltre non ci vorrà molto ad arrivare al punto di dover nuovamente impiegare maschere multiple per spingere ancora la miniaturizzazione, con relativo ulteriore aumento dei costi. Si dice che già il processo a 5 nanometri richiederà maschere multiple ed altri trucchetti che ora sono in uso col processo a 14 nm.

Igioz

verissimo, ma fa cmq impressione
io ho in testa l'intel anni 80/90 eh...tun tun tun tuuuun

capitanouncino

Sì sì per carità, rileggendo capisco di essermi espresso male...mi riferisco esclusivamente al fattore di scaling vista la tendenza a credere, o meglio a far credere, che passando dai 10nm ai 5nm si raddoppi l'efficienza. Con la frase "ha poco senso parlarne negli stessi termini in cui eravamo abituati a farlo fino a qualche anno fa con lo scaling lineare" mi riferivo proprio a questo.
Senza contare il fatto che nella dissipazione di una struttura tridimensionale entrano in gioco ulteriori aspetti che complicano il tutto.

PRISM

teniamo presente un aspetto non secondario. Samsung riesce a produrre meglio chip semplici (memorie) piuttosto che quelli complessi (SoC,CPU,ecc)...

PRISM

Ma insomma ragazzi ancora a stupirvi ed a litigare sull'ottimizzazione del software dei telefoni samsung?
Ma perche' non vi chiedete che cosa samsung produca,qual'e' il suo core business tanto per capire con chi avete avete a che fare? Mi spiego. Samsung produce quasi solo "ferro" l'hardware di ogni tipo e per massimizzare i suoi profitti esiste una sola regola: venderlo direttamente in proprio,ovvero assemblando in prodotti finiti i componenti che realizza. Questo e' molto piu' vantaggioso che vendere componenti a terzi,perche' MASSIMIZZI i ricavi grazie ai margini del prodotto finito venduto ed il CONTROLLO diretto dell'obsolescenza dei prodotti venduti. Come si realizza quest'ultima? Principalmente con il software sia grazie le ottimizzazioni,sia con il supporto nel tempo di aggiornamenti....
Ora,secondo questo ragionamento e' conveniente per lei,realizzare dell'ottimo software supportato per tanto tempo?!
A voi le conclusioni.

Ivan Terribile

Il SoC va benissimo, è Samsung che gestisce male i core custom. C'è un'analisi molto ben dettagliata su AnandTech

deepdark

O magari samsung ha sbagliato a fare il soc o lo ha spinto troppo (capita), di certo nn è la prima sprovveduta del caso, tutt'altro, deve giustificare un fatturato e se non erro lo sta facendo benissimo nel campo dei semi conduttori.

romoloo

Sì, e infatti hai ragione. Io facevo più un ragionamento logico-teorico, dal momento che un transistor planare ha una faccia, quello 3d ne ha 6, meno una attaccata alla piastra quindi 5, di cui effettivamente se ne usano 3 attivamente. Questo piccolo refuso non invalida comunque quello che stavo dicendo: in che modo un transistor finfet 3d dovrebbe far passare in secondo piano la miniaturizzazione???

Alessio Ferri

Qui si dice appunto 3 facce.

https://uploads.disquscdn.c...

Ivan Terribile

Infatti ho scritto 'da S8...' non a caso.
S7 è stata l'ultima linea top compatta di Samsung con buon rapporto prestazioni/consumi. Ora però la situazione è diversa, e per colpa di alcune scelte discutibili di Samsung sulla gestione dei suoi SoC.

Alessio Ferri

Aspetta: non erano 3? Il gate nel FinFet si racchiude a U il canale per ridurre i leak e velocizzare lo switching.
Come fanno ad esserci 5 facce?

Ivan Terribile

ERANO, appunto. Non ho scritto a caso 'da S8...'
Qualcomm ha avuto un SoC orribile (810) e uno così così (820, migliorato con l'821), ma dall'835 in poi ha staccato Exynos. E non perchè sia migliore sulla carta, sia chiaro, ma perchè Samsung non è in grado di tirar fuori il meglio dai propri SoC che potenzialmente sono superiori.

J.J. Douglas

Con s9 è vero ha fatto meglio Qualcomm, ma l'Exynos è ottimo e anzi in alcuni anni come per s6 e s7 è stato anche superiore nel complesso al rispettivo Snapdragon.

deepdark

S6 e S7 erano nettamente migliori delle varianti americane.

Alessio Ferri

Quando non hai paura di investeri, non ti lagni con lo stato in continuazione perchè ti faccia lui gli investimenti e metti 25 miliardi sul tavolo con l'organizzazione giusta ottieni qualche risultato e finisci avanti alla concorrenza.

Ivan Terribile

Nessuno dice che abbiano problemi. Semplicemente è dimostrato che il software di Samsung abbia un consumo esagerato in standby, basti vedere S9 che ha un'autonomia ridicola, al pari di S6 nel 2015, perchè hanno incasinato la gestione dei core M3 del nuovo Exynos.

Igioz

questa è roba epocale.
oltre ad essere come volumi il + grande, ora ha definitivamente staccato intel come leadership tecnologica.
piuttosto impressionante.

Ivan Terribile

Dominato il settore?! Samsung è un COLOSSO, Qualcomm un'azienda fabless. Ci mancherebbe che non dominasse...la cosa ridicola è essersi fatta superare da un'azienda che commissiona i propri SoC ad aziende esterne, tra cui la stessa Samsung.
Che Samsung sia incapace di ottimizzare il software sul suo hardware è un'assioma, basti vedere la situazione da S8 in poi. Con la serie A e J fa meglio a costo di ridurre le prestazioni a discapito dei pari fascia.

Ivan Terribile

Con S8 non credo proprio, vista la penosa autonomia, peggiore anche delle varianti Snapdragon americane. Le stronzate saranno le tue

maffo

Scusa la domanda, ma i transistor non planari che differenze hanno in piú? Se sono prodotti a 10 o 7nm non subiscono cambiamenti?

romoloo

ma cosa c'entra che i transistor sono tridimensionali? è la seconda volta oggi che lo scrivi ma non ha senso. il passaggio ai transistor tridimensionali fa sì che ci siano 5 "facce" attivabili per transistor anziché 1, facendo aumentare la densità delle componenti attive, ma il processore resta pur sempre una grande matrice di transistor che possono essere ridotti in dimensione e ravvicinati tra loro facendo aumentare ulteriormente densità ed efficienza. Tutto qui. Quindi ha senso parlare di nm in relazione alle prestazioni tanto quanto lo era prima. Se è per questo si parla già di All gate round transistors che cambierà di nuovo le configurazioni ma sarà sempre rilevante la miniaturizzazione.

J.J. Douglas

L'autonomia non aumenta perché ti aumentano le prestazioni a parità di consumi, questo fino ad ora, però con l'utilizzo di laser EUV potrà davvero fare la differenza e ridurre anche i consumi oltre che aumentare le prestazioni.

J.J. Douglas

Questo è un grande passo in avanti, l'utilizzo della tecnologia laser EUV su larga scala permetterà un incremento di efficienza e di precisione nella produzione mai visto, passare da 193 a 13,5nm é tanta tanta roba, i 7nm EUV faranno davvero la differenza rispetto agli attuali 10/12/14nm

PK

Ogni anno la solita storia dei consumi ridotti dei nuovi componenti con un'autonomia che però non aumenta .

PassPar2

Lag e scomodità del telefono stabili?

IlNonno

Quasi finito lo sconto su Soundcore Flare Speaker, l’altoparlante a 360 gradi: 39 euro

GianL

magari la nostra Italietta avesse aziende private così, invece il massimo che siamo riusciti a esprimere è stata Stonex...

PUTinV2
22jack22

Si chiamamo investimenti.. e poi tu(se compri Samsung) e tutti quelli che comprano Samsung, pagano per far ritornare quei soldi all'azienda .. poi tutti comprano Huawei e Xiomi (ma costano meno!1!1) ma loro spendono forse forse la metà degli investimenti che fanno Samsung e Apple; si chiama economia :)

Anal Natrak

Tecnologia rubata a chi stavolta?

Alberto

Cmq rimane affascinante quante risorse utilizzano per sviluppare e in quanto breve tempo stanno applicando tali tecnologie.

Zetec

Il futuro è il grafene. Il grafene sarà praticamente parte integrante di tutto ciò che riguarda la tecnologia e non, praticamente servirà dappertutto. Io ho già messo le mani avanti e alla mattina bevo sempre latte e grafene.

deepdark

Non diciamo str0nzate a vanvera. Samsung con S8 aveva un soc con consumi nettamente inferiori a quello qualcomm e forse anche s7.

Carlo Friscia

Tra i vari dispositivi che possiedo, uso regolarmente un S8 e non ho mai riscontrato problemi di alcun genere... preciso che di base uso praticamente solo software Samsung.

capitanouncino

Come ho scritto nell'altra discussione ha poco senso parlare di TOT nm visto che ormai l'architettura dei transistori è di tipo tridimensionale e non più planare, o meglio ha poco senso parlarne negli stessi termini in cui eravamo abituati a farlo fino a qualche anno fa con lo scaling lineare...ergo il più delle volte quando senti 7/10/12 nm nell'85% dei casi è solo marketing.

Ivan Terribile

Non basta affinare i processi produttivi se poi la gestione del SoC è discutibile ad essere gentili (vedasi Exynos 9810). Samsung è l'unica casa a prodursi sia harware che software in casa (la Samsung UX è talmente modificata che è praticamente un OS a parte) e non riesce ad ottimizzarli a dovere. Mistero

luca bandini

ma fin dove ci possiamo spingere? perchè avevo letto che si poteva arrivare fino ad un minimo di 4-5nm quindi dovremmo essere vicini al massima capacità ottenibile con il silicio

Recensione Honor MagicBook, al pari di MateBook D14 ma costa meno!

La (mia) postazione da Rog Fan: dallo Smartphone al PC fino allo Zaino | Video

Recensione Apple MacBook Air 2020: basta finte ventole, scalda troppo!

Recensione Huawei MateBook X PRO 2020, sempre bellissimo e ora con Intel 10th Gen