Google starebbe lavorando all'integrazione di Android Messaggi in Chrome OS

08 Giugno 2018 4

Google potrebbe portare Android Messaggi in Chrome OS. XDA-Developers, infatti, ha recentemente individuato un "commit" nel Chromium Gerrit che alluderebbe all'arrivo di una sorta di integrazione di Android Messaggi in Chrome OS.

Nei mesi scorsi, Google ha confermato di aver messo in pausa lo sviluppo di Allo per focalizzarsi su Chat, il protocollo universale RCS (Rich Communications Services) che permetterà di realizzare una nuova generazione di SMS arricchiti di nuove funzionalità che li renderanno molto più simili alle principali applicazioni di messaggistica istantanea.

Nel commit, le informazioni non sono molto dettagliate ma c'è una chiara indicazione ad un flag che verrà aggiunto a Chrome OS per abilitare l'integrazione di Android Messaggi. In un altro commit viene specificato che gli utenti dovranno associare il loro Chromebook e il device Android, presumibilmente proprio come il client web tramite un codice QR.

Ovviamente, tutto è ancora in una fase di sviluppo e mancano dettagli più specifici anche se sembrerebbe essere qualcosa di maggiormente integrato nativamente rispetto ad un semplice client web.

Il TOP di gamma più piccolo di Apple? Apple iPhone SE è in offerta oggi su a 230 euro oppure da Amazon a 449 euro.

4

Commenti

Regolamento Commentando dichiaro di aver letto il regolamento e di essere a conoscenza delle informazioni e norme che regolano le discussioni sul sito. Clicca per info.
Caricamento in corso. Per commentare attendere...
acca

Mi chiedo Google cosa stia aspettando...

acca

Molto bella

Hankel

semi-ot: mi piacerebbe avere gli sms sincronizzati (quindi legati all'account) su più telefoni android ma se ho capito bene non è possibile vero?

"Allo" buon ora!

Recensione Sony Xperia 5 II: il miglior top compatto Android

Recensione Realme 7 Pro: c'è di più oltre ai 65 Watt di ricarica

Recensione Samsung Galaxy Z Fold2: quello che non vi hanno detto, un mese dopo

Recensione Motorola Razr 5G: lo smartphone per distinguersi