Meizu M6T: primo selfie scattato con la cam da 8MP

28 Maggio 2018 4

Meizu M6T sarà presentato domani 29 maggio nel corso di un evento che si terrà nella città di Pechino. Uno smartphone destinato alla fascia più economica del mercato, messo recentemente in risalto dal vice presidente della società Li Nan grazie ad un selfie scattato dal dispositivo e condiviso sulle pagine social di Weibo.

L'immagine svelerebbe un effetto sfuocato applicato in diversi punti dello sfondo, probabilmente legato ad un sistema di Intelligenza Artificiale in grado di migliorare l'aspetto della pelle del soggetto in maniera automatica.


Per quanto riguarda i dati puramente tecnici, Meizu M6T potrebbe essere presentato in più di una variante, in modo da essere commercializzato anche al di fuori del mercato cinese. A questo proposito, uno degli ultimi benchmark provenienti da Geekbench svelerebbe la presenza di un processore MediaTek MT6750 e 3GB di RAM, in alternativa al modello emerso durante la settimana scorsa, con CPU quad-core Speadtrum e 2GB di RAM.


Restano invariati i dati pubblicati nelle anticipazioni precedenti, come il display da 5.7" HD+ in formato 18:9, la doppia fotocamera posteriore da 13 + 2 MP e la fotocamera frontale da 8 MP, con la quale è stato realizzato proprio il sudddetto scatto.

Appuntamento a domani per la presentazione ufficiale di Meizu M6T.

Il TOP di gamma più piccolo di Apple? Apple iPhone SE, in offerta oggi da Phonemaxi a 390 euro oppure da Amazon a 479 euro.

4

Commenti

Regolamento Commentando dichiaro di aver letto il regolamento e di essere a conoscenza delle informazioni e norme che regolano le discussioni sul sito. Clicca per info.
Caricamento in corso. Per commentare attendere...
Claudio Antonetti

Se leggi la frase dell'articolo, sembra che il selfie sia del vicepresidente... E li mi sono detto AHPPERÓ!

antonio

Ikaro

Ha il Kinder sorpresa sotto

antonio

Una pollastrella a caso

Recensione Sony Xperia 5 II: il miglior top compatto Android

Recensione Realme 7 Pro: c'è di più oltre ai 65 Watt di ricarica

Recensione Samsung Galaxy Z Fold2: quello che non vi hanno detto, un mese dopo

Recensione Motorola Razr 5G: lo smartphone per distinguersi