Facebook: Zuckerberg si scusa per il Datagate, ma l'Europa chiede fatti

23 Maggio 2018 65

Mark Zuckerberg ha fatto pubblica ammenda di fronte al Parlamento europeo per lo scandalo Cambridge Analytica ed ha ammesso di non aver utilizzato misure efficaci per contrastare tempestivamente le interferenze russe nelle elezioni politiche statunitensi del 2016. Sono scuse accettate dal Presidente dell'Europarlamento, Antonio Tajani, ma non sufficienti: Bene le scuse di Zuckerberg, ma non bastano. Ci sono questioni irrisolte.

Mai più gli errori del passato

Zuckerberg, tempestato dalle domande dei Presidenti dei gruppi politici intervenuti all'incontro, ha sottolineato che non si ripeteranno più casi del genere in futuro:

E’ chiaro che non abbiamo fatto abbastanza per evitare che i nostri strumenti non creassero danni. Ci scusiamo per gli errori commessi, ci vorrà del tempo ma sono impegnato per impedire che si ripeta

Lo sguardo è rivolto alle numerose elezioni di rilevante importanza che si terranno nei prossimi mesi in Europa, il cui regolare svolgimento Facebook si impegna a tutelare, usando strumenti basati sull'intelligenza artificiale per identificare gli account fasulli, collaborando con le commissioni e migliorando la trasparenza.

Nei prossimi anni ci sono molte elezioni importanti, dobbiamo fare in modo di evitare che qualcuno possa interferire

Più sicurezza: lotta a fake news, bullismo, incitamento all'odio e terrorismo

Rassicurazioni anche per quanto riguarda la capacità di contrastare le fake news, e i fenomeni di bullismo, incitamento all'odio e al terrorismo. Il numero uno di Facebook, ad esempio, ha ribadito la capacità del sistema di segnalare il 99 per cento dei contenuti che incitano al terrorismo, consentendone una successiva e rapida rimozione. Non poteva poi mancare una rassicurazione sul rispetto del GDPR, il nuovo regolamento per la tutela dei dati personali che entrerà in vigore in Europa il 25 maggio prossimo.

Per il futuro, Facebook promette di potenziare il personale preposto alla sicurezza con un raddoppio dell'organico attualmente impiegato; lo scopo del dirigente è raggiungere il numero di 20.000 entro la fine dell'anno. Si tratta di sforzi notevoli, ma necessari per Zuckerberg che ha aggiunto: [tali investimenti ndr.] hanno un impatto significativo sui nostri guadagni, ma la sicurezza degli esseri umani passerà sempre prima del massimizzare i nostri profitti.

Bene le scuse, ma servono fatti

Un incontro che lascia ancora molti aspetti irrisolti, come ricorda l'eurodeputato del Movimento 5 Stelle, Marco Zullo, che chiede fatti concreti e risposte a questioni che non hanno trovato un'adeguata risposta: ad esempio, quali forme di compensazione sono previste per gli utenti truffati, una comunicazione trasparente sugli introiti pubblicitari e sulle altre entrate di Facebook, gli strumenti a disposizione di chi vuole tutelare i propri dati personali, navigando su Facebook, pur senza essere un utente registrato, e la capacità di bilanciare l'esigenza di contrastare i contenuti illeciti (es. quelli che incitano all'odio) con la libertà di espressione - chi controlla esattamente cosa può o non può essere pubblicato?

Secondo Antonio Tajani, comunque, l'incontro si si è tradotto in una vittoria per il Parlamento europeo:

Credo che il Parlamento abbia ottenuto un successo. Ci siamo dimostrati i difensori degli interessi dei cittadini affermando la centralità di questa istituzione.

Il Presidente ha aperto l'incontro sottolineando la necessità di tutelare la democrazia, evitando che si trasformi in un'operazione di marketing, in cui chi si impossessa dei dati personali degli utenti acquista un vantaggio politico.

La sessione con le risposte fornite da Zuckerberg all'Europarlamento può essere rivista con il video riportato di seguito:


65

Commenti

Regolamento Commentando dichiaro di aver letto il regolamento e di essere a conoscenza delle informazioni e norme che regolano le discussioni sul sito. Clicca per info.
Caricamento in corso. Per commentare attendere...
franky29

Cioè questo che dici è oltre , alla gente mancano proprio le basi terra terra waglio

apps accaunt

Clap clap clap

Marco SoC

E non ci sono più le stagioni di una volta.

apps accaunt

no no per carità tieni pure stretta quella che stai usando tu...ma ricorda solo che chi ha bilioni/miliardi (a seconda della valuta) per forza di cose è in alternativa marcio/corrotto/delinquente/senza scrupoli ecc ecc a te la scelta...quindi personalmente non li eleverei sotto nessun punto di vista e quindi, tornando al mio primo post, considero quello di fb niente di più che un omuncolo (per mille motivi)

Max

Non è l’errore che discuto ma la politica di fondo

Marco SoC

Ci mancherebbe. Dovrei usare la tua?

Rapid_Odeen

l'ora di religione non si tocca... però educazione civica e "informatica" no... non sia mai!

ROY MUSTANG

beh no, ho l'account ma non lo uso mai..mi torna comodo per loggarmi in certe app..il mio "si ok bravo" è per il tuo commento piazzato a caso, senza senso...a rigor di logica dovrebbero chiudere le aziende, dimmene una che non ha fatto sbagli enormi

apps accaunt

Mmmm...piu furbo non penso proprio..però moralmente molto più insulso direi di si ...tieniti pure la tua scala di valori

apps accaunt

Ehhhhhhh quando il valore e lo spessore di un essere umano si basa solo su quanti soldi si guadagnano...oltretutto non penso che con miliardi di dollari sia facile essere felici

Federico

Ho usato 'rubato' per semplificare la questione. Ora, dato che mr Max grande saggio della montagna ha parlato, lascia che ti spieghi una cosa: Facebook ha messo a disposizione una serie di statistiche e di informazioni agli sviluppatori di terze parti per migliorare l'esperienza d'uso delle loro applicazioni. Se queste informazioni vengono usate per altri scopi (non previsti dallo User Agreement e quindi illegali) allora la "colpa" è dei terzi. Facebook ha sbagliato solo quando ha permesso che si potesse accedere alle info degli amici senza che questi ne sapessero nulla (non si può più fare dal 2014!). Questo "scandalo" è stato enormemente gonfiato dai media e le future regolamentazioni metteranno un limite a questo mercato delle informazioni personali, questo basta e avanza.

Max

Non hanno rubato nulla. Facebook per com’è concepito nasce per questo. Ma non mi aspetto che tu, da tipico utente Facebook, sia in grado di comprendere

GTX88

io non ho nulla da nascondere, cit.

Tiwi

è solo ridicolo

Federico

Una società terza ruba i dati e per te quella che deve chiudere è Facebook?

maurooo

Zucchino avrà esordio con un:"Ragazzi sono veramente euforico!!!"

Alessio Ferri

Il senato americano è pieno di Berlusconi-equivalenti, ormai li contano come morti bianche perché muoiono lì sul posto

Max

Internet e quella immondizia di Facebook sono due cose diverse

pietro

Fossi Minus come Zuk, sarei un uomo molto più contento....e ricco

Top Cat

Bravo!

Top Cat

Altre lacrime di coccodrillo....con Tajani.

Bestmark01

Sia mai a insegnare qualcosa di utile nelle scuole

Alessandro

sei liberissimo di non usare internet se sei contrario alle basi su cui si sorregge.

Masterpol

prendi le debolezze umane e trasformale in un programma, ecco il risultato. in generale la gente ama farsi i C axxi degli altri, ed ecco perchè faccialibro è diventato famoso

qandrav

beh esiste uno shadow profile per ogni essere vivente non registrato su fb...

giuseppe9000

ti tranquilizza che facebook sappia chi tu sia anche se non sei registrato a facebook o anche se non ci scrivi mai niente?

pensa solo che, con qualche manciata di like, dei frequentatori dei social si possono prevedere i gusti, gusti ancora sconosciuti agli stessi clikkatori

tempo fa qualche volenteroso commentatore allegò, tra i commenti, qualche paper che mostrava, in modo analitivo, queste spaventose capacità predittive/di persuasione.

Ratchet

Maledetta.

Matteo Menozzi

non sembra il parlamento eurpeo ma il consiglio d europa o il consiglio europeo non si vede l emiciclo

ca600lg

se i rappresentati rappresentano i rappresentati direi che c'erano ben pochi dubbi su questo

Max

Franca la fa sempre

Max

Ecco un altro bimbo minkia che senza Facebook piange

Noah

Soprattutto quando Zuck ha detto che il tempo della riunione era scaduto e in diversi si sono inc***ti dicendogli che non aveva risposto si/no a nessuna domanda, se non altro gli hanno fatto capire che non si scherza con l'europa

Max

Qui si è andati oltre la semplice raccolta di dati...

Tom Smith

Senza facebook non Xiaomi

Signor Citrus

Ma perché, avevi dubbi? Pensavi il contrario?

ciro mito

Sarebbe bello ti facessi esplodere negli studi della d'urso quando è in onda...

ciro mito

Io me la stoppo la pubblica ammenda questo è diventato ricco grazie ai dati delle persone

Marco SoC

Minuta non direi. È di certo più furbo di te

Max

Guarda che in questo caso l'accaduto è gravissimo

TeoCrysis

Più che altro preparate sull'argomento.

apps accaunt

mamma mia..pensare che questo homo minus tenga sotto scacco tutti è impressionante

TeoCrysis

Comunque è bello vedere la differenza tra USA e Europa, negli USA sembrava una show coi giurati in alto, il concorrente e il pubblico dietro, in Europa una riunione formale ad un tavolo tondo con solo chi si occupa della questione.
Il primo ha fatto un sacco di scalpore mediatico, il secondo ha probabilmente ottenuto un risultato.

Mike

se si adottasse una simile politica ormai internet sarebbe vuoto ahahahah

Mike

non riesco a leggerla ad alta voce senza falsetto

uiblog.altervista.org

Le sue scuse sono come la carta igenica, vogliamo il grano xD

momentarybliss

Mark fa bene a scusarsi, gli utili e gli utenti di Facebook e i governi si pronano

Fiore97

64 anni,la almeno hanno 90 anni a gamba

Max

Perché Tajani è un giovanotto?

Max

Spero non lo chiudano mai, senza Facebook non vivo

Fiore97

non è che cancellando facebook non possono più ottenere i nostri dati,ci sono metodi alternativi tipo google

Apple e Google, più privacy per le app di tracciamento: cosa cambia per l'utente

Coronavirus e 5G: rischi reali e fake news, facciamo chiarezza | Video

Spesa online: la nostra esperienza a Bergamo, Milano, Roma, Reggio Emilia e Palermo

Scontrino elettronico dal 1° gennaio per tutti, cosa cambia