Bitcoin consuma almeno come l'Irlanda; entro fine anno quasi come l'Australia

22 Maggio 2018 84

L'intera rete dei bitcoin consuma oggi almeno 2,6 GW (gigawatt) di energia elettrica, quanto l'intero stato dell'Irlanda, e non più di 7,7 GW, che rappresenta quasi lo 0,5 per cento del consumo dell'intero pianeta. Secondo le previsioni, entro la fine dell'anno è realistico aspettarsi che la cifra di 7,7 GW non sia più un limite teorico, ma un dato molto vicino alla realtà. È quasi quanto quello dell'Australia, che ne consuma 8,2 GW.

Le cifre aggiornate provengono dall'analista Alex de Vries, che aveva già prodotto alcune stime sull'argomento in passato. De Vries ha osservato come i suoi nuovi calcoli siano diventati più precisi, grazie all'acquisizione di nuovi dettagli tecnici ed economici sul funzionamento dell'estrazione. Rimangono stime speculative - inevitabilmente, data la natura decentralizzata e anonima delle criptovalute.

Un dato conosciuto è la potenza di calcolo complessiva della rete - intorno ai 30.000 miliardi di hash SHA-256 al secondo. Il problema è che i miner usano diverse tipologie di apparecchi per l'estrazione dei bitcoin, con potenze e consumi energetici differenti. Insomma, passare dagli hash al secondo al consumo reale è impossibile.

La centrale nucleare più grande del mondo, Kashiwazaki-Kariwa, ha capacità di poco superiori (circa 8,2 GW)

La cifra dei 2,6 GW è ottimistica - di fatto è irrealistica. Assume che tutta la rete Bitcoin giri sull'hardware di estrazione più efficiente ad oggi conosciuto - l'ASIC Antminer S9. Dati i recenti problemi di disponibilità delle GPU, è lecito ipotizzare che almeno parte della rete sia in esecuzione su hardware meno efficiente - di conseguenza il consumo energetico è certamente superiore.

Il limite superiore dei 7,7 GW è stato fissato tenendo presente che le regole del Bitcoin permettono al creatore di un blocco di aggiudicarsi un massimo di 12,5 bitcoin - un valore di oltre 100.000 dollari al cambio attuale. Un nuovo blocco viene creato ogni 10 minuti, il che significa che al giorno i ricavati complessivi dall'estrazione in tutta la rete sono di circa 15 milioni di dollari.

La rete modifica automaticamente la difficoltà dell'estrazione in modo tale che la velocità di creazione di un nuovo blocco sia sempre uguale, e cioè uno ogni 10 minuti. Quindi serve più potenza di calcolo per produrre bitcoin nuovi, e di conseguenza il consumo energetico aumenta. De Vries ha quindi calcolato quando l'estrazione non diventa più conveniente, assumendo che il costo della corrente ammonti al 60 per cento delle spese e che la corrente costi in media 5 centesimi per KWh.

Se il bitcoin rimarrà stabile sui valori attuali - intorno agli 8.000 dollari, de Vries stima che entro fine 2018 si potrebbe arrivare a un consumo effettivo di circa 7,7 GW. Ma se raggiungerà di nuovo il picco di 20.000 dollari, il limite potrebbe essere raggiunto molto più in fretta. In caso di crollo, invece, il consumo di energia potrebbe addirittura diminuire, perché i miner potrebbero spegnere gli impianti meno efficienti.

Il problema del grosso consumo di energia del bitcoin si dovrebbe in un certo senso risolvere da solo. La criptovaluta è programmata per dimezzare il guadagno dalla creazione dei blocchi ogni quattro anni, diventando sempre meno allettante per i miner.


84

Commenti

Regolamento Commentando dichiaro di aver letto il regolamento e di essere a conoscenza delle informazioni e norme che regolano le discussioni sul sito. Clicca per info.
Caricamento in corso. Per commentare attendere...
Pindol

Vanno fatte secondo me alcune doverose precisazioni, sopratutto a chi dice che bitcoin inquina:

in primis i dati sono sbagliati il consumo attuale di bitcoin è di 66TWh all'anno e l'energia che consuma la PoW (proof of work) non è sprecata ma serve a mettere in sicurezza il sistema e renderlo resiliente, questo perchè per attaccare la rete bitcoin bisogna farlo attraverso il mining quindi chiunque voglia attaccare bitcoin )e per chiunque intendo anche gli stati), ad oggi dovrebbe sprecare un enorme quantità di corrente maggiore a quella messa in campo da tutti i miners del mondo, ciò rende antieconomico oltre che infattibile all'atto pratico un attacco, quindi questo fa si che bitcoin sia resiliente e inattaccabile.

Purtroppo alternative per garantire il consenso distribuito non esistono allo stato attuale, anche se molti ritengono che la PoS (proof of stake) sia la panacea a tutti i mali ma in realtà non è così. Di fatto bitcoin viene creato dal lavoro, si consuma energia per creare bitcoin.

Il problema ambientale di bitcoin in realtà è un falso problema, perchè i miners sono incentivati per loro natura all'efficentamento delle macchine (meno corrente usano a parità di hashpower più ci guadagnano) e ad andare dove l'energia costa poco.

Bisogna quindi chiedersi "perchè in quei posti (vedi Cina, Islanda, Est europa) l'energia costa così poco?", la risposta è semplice perchè c'è una maggiore offerta rispetto alla domanda quindi c'è energia in esubero che verrebbe letteralmente buttata visto che non è così facile (per non dire impossibile) stockare l'energia su larga scala, tipicamente questa energia viene poi da fonti rinnovabili che non si possono accendere e spegnere come una centrale a carbone, ma pensiamo alle enormi centrali idroelettriche cinesi al geotermico in islanda e al nucleare (questo si sporco) dell'est europa, quindi si può dire che il mining per una buona percentuale previene lo spreco di energia che viene da fonti rinnovabili e lo usa per mettere in sicurezza un sistema che diventa così di fatto inattaccabile.

Poi se vogliamo essere ancora più precisi dobbiamo anche vedere con cosa rapportiamo il consumo energetico di bitcoin, per esempio si è fatto un calcolo sull'impronta ecologica che ha bitcoin che a metà 2017 equivaleva a circa 6.6 milioni di barili di petrolio all'anno, di contro senza andare a scomodare l'enorme consumo della finanzia tradizionale prendiamo come esempio solamente l'impronta ecologica dell'estrazione dell'oro che è di 123 milioni di barili all'anno, quindi veramente se si vuole parlare di spreco di energia non è sicuramente bitcoin quello su cui puntare il dito.

Simone

Quando si parla di consumi è corretto utilizzare una unità di misura oraria tipo GWh. Inoltre, non è molto chiaro ma sembrano comunque quantità molto basse in confronto al consumo di uno stato, (in Italia si consumano circa 300 TWh in un anno) sembrano più riferite ad una grande, (e nemmeno tanto) azienda.

stiga holmen

infatti ho specificato "quando non servono"... in tanti paesi ci sono i sensori di presenza..

Pirupa

Ma anche no, sono in crollo costantr

Quello che nessuno dice

Però leggo dell'invidia volpina

Quello che nessuno dice

Si commenta su questo, e si lascia stare il resto

Si parla di cose che sono fuori dal nostro controllo, e siamo tranquilli riempiendo tutto di parole e basta

Quello che nessuno dice

La geniale truffa dell'ente nazionale idrocarburi

Quello che nessuno dice

Ma questo santoss è immortale. Gli avete dato vita eterna. Come la caccia alle streghe

Quello che nessuno dice

Secondo me è tutta invidia di chi non ci ha creduto ed ora vorrebbe averne preso uno 5 anni fa

Quello che nessuno dice

Di notte i lampioni servono, perchè ci sono in giro delle bestie. E non parlo di animali in senso stretto purtroppo. L'illuminazione pubblica andrebbe al limite regolata sensori di presenza, quello sì

Quello che nessuno dice

In fondo nemmeno la ricchezza basata sui metalli preziosi rappresentata dalla valuta e garantita dalle banche è aumentabile e non "esiste". E' lo stesso principio delle miniere d'oro o diamanti

Quello che nessuno dice

Sicuramente combini qualcosa di male pure te, stai tranquillo. Oltretutto cosa c'entra con i piccoli miner per hobby se la Cina ha delle intere gigantesche farm

Quello che nessuno dice

Avrai letto male allora

Quello che nessuno dice

Ma con quello che costa la corrente c'è già! In Italia ad esempio è impossibile fare mining

Mana

Di certo le criptovalute non sono un bene, il metodo meno trasparente e che più può far comodo ai grandi giri criminali

GTX88

ma seriamente sprecheresti tempo e soldi per una cosa inutile che qualsiasi giudice ti rimanderebbe indietro? dai su

mdma

Se una cosa va male allora prendiamo la m3rd4 da tutto insomma, sei furbo!

delpinsky

Affossate le Criptovalute! Concordo con chi parla di tasse sul mining, in modo da disincentivare questa pratica altamente energivora e inquinante, sia per l'ambiente che per i prezzi delle schede video. L'avidità umana non ha confini.

delpinsky

Grande Giove!

Utente9000

No, in teoria basterebbe poco per capire chi consuma normalmente e chi ha dieci Nvidia Titan X a pieno regime.

Alex4nder

Sta storia dei Bitcoin deve finire, per colpa loro è aumentata l'elettricità e le schede video.

Alex4nder

La tassa ricadrebbe anche su chi non fa mining

Giorgio

Si il tuo è un commento senza senso, concordo

Code_is_Law

Commento senza senso . Si parla di altro ma confrontato con l’Argomento dell’articolo è la stessa cosa . Non ho fatto un commento completamente distaccato . È un modo per far capire che il problema espresso in questo articolo paragonato ad altri problemi della stessa sfera di problemi è un non problema . È come affermare ,in un articolo che parla di una tesla che usa energia che all’apparenza è rinnovabile ma ricavata da fonti non rinnovabile che la tesla va bandita e abolita perché inquina senza tirare in ballo l’effetto dell’inquinamento della tesla paragonato a quello prodotto da altri eventi . No sense . Maggiormente non sense tutti questi commenti difensivi se ti guardi i consumi delle varie nazioni nel mondo e ti rendi conto che il consumo del mining è paragonabile a un granello di sabbia in mezzo alla vastità di una spiaggia .

CapitanoFindus

Guarda che usare lo stesso nick non equivale al furto d'identità....

Puoi far ben poco... ;)
Disqus però opera molto bene quando lo segnali per averti rubato l'account.

Per poter rispondere, devi dapprima capire chi ha inventato il Bitcoin e per cosa viene adoperato il denaro vinto dai poveracci che ci credono.

Un sistema così può metterlo in piedi solo una agenzia Americana per usare i soldi in affari molto ma molto sporchi!

~benzo

ahahahahahah

~benzo

ma che te frega, nemmeno usi il tuo nome vero :/

Jon Snow

Benaltrismo

Tommaso

Il benaltrismo è sempre comodo per sospendere il giudizio su noi stessi quando si evita di rendersi conto delle conseguenze delle proprie azioni: è vero che quel che faccio è sbagliato, ma ci sono cose molto più sbagliate...

Raxien

E un ponzi non lo dici?

Lele

Per quanto mi riguarda imporrei (so bene che è un'utopia) pagamenti con carta e punto... Quando sono stato a Stoccolma, non ho ritirato neanche una corona... Tutto fon carta, compreso un pacchetto di gomme. E così si terrebbe molto più sotto controllo l'evasione... Vabbeh, sto sognando...

Lele

Scusa, corretto...

Marco SoC

Ciao santoss, come vaoggi? Meno allucinazioni del solito?

deepdark

Tu stai bene (relativamente) perché molti altri sono messi peggio di te.

deepdark

Abbiamo anche assorbimenti con le ali, cosa c'entra il tuo intervento?

Vinx

Non saprei...è una domanda che andrebbe posta al suo psichiatra, che lo ha, probabilmente in cura...
al prox messaggio lo querelo...pensa di essere inattaccabile...non si rende conto che lascia traccia ad ogni collegamento anche se è smartphone...se vuole giocare col fuoco io posso accontentarlo...

turbognu

ma poi perchè lo fa?

Vinx

Il ritardato qua sotto, se non la smette di rubarmi l’identità lo querelo...ho ancora gli screenshot dove offende mia madre...il passo per rivolgermi ad un avvocato è molto breve e se sei minorenne o ancora peggio minorato, i tuoi genitori, che non controllano le tue attività dovranno indebitarsi per risarcirmi.
Ultimo avviso poi prendo appuntamento con Avv e polizia postale

eL_JaiK

https://uploads.disquscdn.c...

Vinx

Il modo più idiota per produrre denaro, spero falliscano al più presto

Epicuro

Non voglio fare il moralista ma mi sembra assurdo f0tt3r3 il pianeta per creare una cosa che non esiste.

eL_JaiK

Entro fine 2018 si potrebbero fare 6 7 viaggi nel tempo con quell'energia e invece..

E K

La neurobiologia vegetale é agli albori, ha meno di 10 anni, e si prefigge di scoprire come fanno le piante a inviare inpulsi e modificare le proprie strategie di sopravvivenza. Per esperienza personale, anche senza un sistema nervoso, le piante percepiscono l'ambiente circostante e si adeguano ad esso. Pertanto si tratta solo di capire come. Sono comunque esseri senzienti, anche se non ancora normativamente (a differenza degli animali).

Danny #

Hai assolutamente ragione, ho fatto confusione. Chiedo venia.

Utente9000

Quelli che minano criptovalute vanno colpiti dove fa male, nel portafoglio. Una vella tassa al 200% sul consumo dell'elettricità e vedrete come smetteranno.

Blockchain sarà pure una tecnologia "benevola", ma i miners sono parassiti che pensano solo a far soldi in fretta e senza sforzo.

Gupi

Ahahah a mi fate morire

Gianni Alberto Passante

Che bluff. Sarà la più grande bolla economica di tutti i tempi. È già la più grande truffa di sempre.

SommoPastore

In contanti? il 99,99%

Recensione Huawei Band 6: eleganza in formato slim

Snapdragon 888 vs Exynos 2100: qual è il migliore?

Echo 4° generazione vs Nest Audio: quale scegliere? Tutte le differenze

Il confrontone 2021: Galaxy S21 Ultra vs iPhone 12 Pro Max, Find X3 Pro e Mi 11 5G