Le emissioni di CFC rallentano meno del previsto. Cina principale sospettata

09 Luglio 2018 170

Aggiornamento 09/07

Le indagini dell'Environmental Investigation Agency, agenzia basata nel Regno Unito, indicano la Cina come il principale sospetto del rallentamento della riduzione di CFC nell'atmosfera. L'agenzia ha interpellato 18 aziende, che hanno ammesso di usarlo senza troppi problemi come agente gonfiante nelle schiume isolanti per l'edilizia: costa meno delle alternative meno inquinanti.

Secondo l'EIA, la quantità di CFC-11 prodotta dalla Cina è compatibile con il rallentamento globale osservato nella ricerca pubblicata su Nature qualche mese fa. Tra qualche tempo, i Paesi che hanno aderito al Protocollo di Montreal si riuniranno per un congresso; è probabile che le Nazioni Unite chiederanno al governo cinese maggior impegno nella lotta alla produzione illegale di CFC-11.

Post originale - 18/05

Le emissioni di CFC-11 si stanno riducendo meno del previsto negli ultimi anni, e alcuni scienziati ipotizzano (con molta cautela) che l'origine del problema è riconducibile a qualche area dell'Asia orientale. Il CFC-11 è un clorofluorocarburo, una famiglia di composti chimici gassosi. I CFC, ampiamente usati nel secolo scorso, hanno avuto molta responsabilità nella riduzione dello strato di ozono che protegge la Terra dai raggi ultravioletti del Sole. Pressoché tutte le nazioni del mondo si sono impegnate a eliminarli circa trent'anni fa, con il Protocollo di Montreal.

Un processo di simile entità richiede inevitabilmente molto tempo, ma fino a tempi recenti i progressi sono stati costanti. Una nuova ricerca, pubblicata sulla rivista scientifica Nature, osserva però che la velocità di riduzione dei CFC nell'atmosfera si è praticamente dimezzata dal 2015 in avanti - dalle 2,1 parti su mille miliardi l'anno tra il 2002 e il 2012 si è scesi a solo una parte su mille miliardi tra il 2015 e il 2017.

Il grafico qui sotto illustra inoltre che il problema è più marcato nell'emisfero nord (linea rossa) rispetto all'emisfero sud (linea blu). Le linee grigie indicano invece gli andamenti stimati (la più a sinistra è quella più ottimista). Da notare che una maggior presenza di CFC nell'emisfero nord è considerata normale, perché è qui che si concentra la maggior parte delle industrie e degli impianti produttivi.


I ricercatori non sanno dire con precisione da dove provengano le emissioni, né chi le stia producendo. Ma ritengono impossibile che siano imputabili ad eventi eccezionali - fenomeni meteorologici o, addirittura, la demolizione di un numero superiore alla norma di edifici contenenti CFC residui (per esempio in vecchi impianti di raffreddamento). C'è insomma il sospetto concreto che qualcuno, da qualche parte dell'Asia orientale, abbia ricominciato a produrre il gas; resta un mistero il movente, dato che sul mercato ci sono ormai molte alternative efficaci.

Il Protocollo di Montreal prevede, tra le altre cose, che tutte le nazioni che l'hanno sottoscritto si impegnino a monitorare le emissioni di CFC e fornire aggiornamenti periodici all'ONU. È quindi possibile che qualcuno riesca ad eludere i controlli. Duwood Zelke, esperto dell'argomento, si dice comunque fiducioso che i responsabili del Protocollo riusciranno a venire a capo della questione: in questi anni si sono dimostrati molto efficaci nel farlo rispettare.


170

Commenti

Regolamento Commentando dichiaro di aver letto il regolamento e di essere a conoscenza delle informazioni e norme che regolano le discussioni sul sito. Clicca per info.
Caricamento in corso. Per commentare attendere...
Top Cat

Max il saggio.

csharpino

Sei patetico...

Nic0m

Quella frase è riferita alla tua battuta sul "sole, le api, etc.", Se poi uno non sa che in una fonderia viene utilizzata l'acqua, o che l'aria è necessaria per la combustione è un altro paio di maniche.
Ripeto, nel modo più elementare possibile, ritengo che chiunque (o quasi, evidentemente) potesse fare il ragionamento che acciaio (ferro e carbonio), aria (azoto ed ossigeno), acqua (idrogeno ed ossigeno) e combustibile (idrocarburi, il nome dice tutto) non potessero generare CLORO-FLUORO-carburi come sottoprodotto, il tutto senza una laurea in chimica e senza essere ingegneri ambientali ma semplicemente usando la testa e delle nozioni che si acquisiscono con la scuola dell'obbligo.

csharpino

"è importante tenere conto oltre che dell'apporto del metallo e dei leganti anche del combustibile, del comburente e del fluido di raffreddamento dei vari processi, e queste sono informazioni alla portata di tutti."
Mi ripeto.. secondo te quindi sono nozioni di base e conosciute da tutti i processi produttivi e la chimica legata ad essi nelle lavorazioni siderurgiche??
Torna sulla terra...

Nic0m

Allora il problema è un po' il presupposto: i composti da me elencati non erano sparato a casaccio, parlando di CFC (quindi di elementi gassosi) è importante tenere conto oltre che dell'apporto del metallo e dei leganti anche del combustibile, del comburente e del fluido di raffreddamento dei vari processi, e queste sono informazioni alla portata di tutti.
Se per te invece è importante sottolineare la mia saccenza e la mia (presunta) ignoranza sul tema

csharpino

E si in effetti pensavo proprio a quelli.. non che secondo quello che hai scritto per te per fare l'acciaio serve lo stesso acciaio!! acqua e aria.. ci mancava che scrivevi il sole e le api e poi potevo pensare che per te la produzione veniva fatta tramite impollinazione delle fornaci e fotosintesi..
Cmq a parte le battute il problema di fondo è un altro: le produzioni siderurgiche producono scorie sia solide che gassose di molti tipi tra cui ci sono anche materiali nocivi, forse non CFC e dico forse perchè non essendo un esperto non posso escludere a priori che per determinate leghe non vi siano usati/prodotte scorie di CFC. Il problema sta proprio qui, non siamo su HDSiderurgia o HDChimica quindi commenti saccenti (che poi da quello che scrivi saccente sul tema non sei..) per prendere per il cuculo la gente come se avesse sparato la più grossa castroneria sulla faccia della terra li reputo un pò fuori luogo.

AlphAtomix

Si, ma se io ti tasso gli export ti creo un danno economico che puoi evitare solo stando alle mie condizioni ovvero ridurre l'uso di cfc. lo so è fantascenza.

utente

Ma come ragiona il genere umano? Usa qualcosa di inquinante perché "costa meno delle alternative meno inquinanti".

Max

Il livello di inquinamento è spaventoso... E loro lo sanno

matteventu

Cioè? Che fanno? XD

matteventu

Solo se scorreggiano all'aperto.

matteventu

Se le producessero e consumassero loro non ne avrebbero più da vendere a noi per fare soldi :P

AvanzoDiGalera

Inutili le tasse in questo caso, l'utilizzo è riconducibile a entita nazionali. Non prodotti esportati, visto che vengono utilizzate nelle schiume per l'edilizia...

Aster

Metti anche una foto di una centrale nucleare che emette vapore acqueo è sei da nobel.

Marco SoC
Maledetto

Contando le alternative che esistono oggi e non 200 anni fa(che ni CFC non esistevano 200 anni fa tra l'altro) e che la Cina sia uno dei principali produttori di queste alternative...

Slartibartfast

Ti rendi conto che quello è un sito di complottisti crea bufale?

butac. it/riscaldamento-globale-si-no-forse/

enrico rossi

https : // www . attivitasolare. com/lo-scienziato-padre-del-riscaldamento -globale-alla-fine-ammette-che-la-teoria-e-sbagliata / ....

Slartibartfast

Sovrastimato secondo chi?

Chevlan
MasterBlatter

Che poi il carbone o carbon Cook si usa più pure aggiungere carbonio alla lega che per riscaldare

Nic0m

Immagino che il tuo problema si riferisca agli idrocarburi, in quanto dai per scontato che l'unica fonte di calore utilizzata in uno stabilimento siderurgico sia il carbone dell'altoforno e non che si possa usare il gas naturale per il mantenimento della temperatura o un secondo riscaldamento dei semilavorati... In ogni caso continuo a non vedere tracce di Cloro o Fluoro, che fino a prova contraria sono il nocciolo della questione

csharpino

Quindi secondo te per la produzione dell'acciaio i principali ingredienti sono.. l'acciaio, acqua, aria e "idrocarburi"... Cioè se proprio vuoi far vedere di saperne basta una letta a wikipedia (senza entrare troppo nello specifico ci mancherebbe..) bisognerebbe che ce la dai..

AlphAtomix

tasse a manetta. Quando non avranno commercio in europa ed in usa si adegueranno.

PassPar2

Cinesi = Napoletani al quadrato

Nic0m

Forse hai ragione, pensare che i lettori di un blog di tecnologia sappiano che gli "ingredienti" principali di un'acciaieria (acciaio, acqua, aria e idrocarburi) non contengano cloro e fluoro in quantità rilevanti e che sappiano anche che nulla si crea e nulla si distrugge è osare troppo... Chissà perché ho pensato che se ci sono arrivato io (e non mi occupo di fonderie né di ambiente) potessero arrivarci anche gli altri!

SommoPastore

I pro ed i contro di dare basso valore alla vita umana, puoi avere miglioramenti o peggioramenti drastici in poco tempo.

ErCipolla

No no, vatti a vedere su YT i video dove dice che le bombolette spray non rovinano l'ozono perché tanto "si usano dentro casa, mica all'aperto" ;)

enrico rossi

Non crede al riscaldamento globale che,in effetti,è sovrastimato

Francesco Dongiovanni

Avete venduto uno dei più bei porti naturali del mondo a una acciaieria...vi meritate il degrado ambientale.mi dispiace x i parecchi innocenti ...gli operai ilva che rivendicano i posti di lavoro li caccerei a calci nel ©ulo...

Jericho

Rimaniamo comunque la migliore specie di sempre.

ErCipolla

Parole sante... purtroppo la gente spesso non vede al di la del proprio cortile.

momentarybliss

se anche noi ce ne freghiamo, diamo il via libera all'inquinamento selvaggio da parte di tutti. invece, grazie alle politiche occidentali sull'inquinamento, anche la cina si sta impegnano a ridurre le emissioni con obiettivi temporali precisi

qandrav

"condannarli a morte, come e' successo in casi simili."

ah urca in Cina usano metodi drastici.

csharpino

Penso anche io che era una battuta, ma fare i fenomeni da tastiera scrivendo che conoscere quali sono le emissioni di una acciaieria sia una nozione di cultura generale è una cosa ancor più divertente...

Nic0m

Credo che fosse una battuta di bassa qualità, dubito che qualcuno abbia una così scarsa conoscenza della chimica da pensare che un'acciaieria produca Cloro-Fluoro-Carburi

E K

Posso fermarti?

Nessun essere umano é sopravvissuto nello spazio o sotto acqua etc, quelli che vivono nello spazio o nei sommergibili sono dentro una capsula che imita la quasi totalitá delle condizioni necessarie per la nostra soppravvivenza (idem vivere al polo o in mare). La nostra tecnica ci permette di resistere alle condizioni inadatte alla nostra sopravvivenza (ovvero i 3/4 del pianeta), ma senza quella (che ad oggi sfrutta e consuma le risorse naturali) noi ci estingueremmo in tempo 0.

Pensa se per qualche motivo, tipo desertificazione, smettesse di piovere nell'eurasia e si prosciugassero le falde d'acqua, la quasi totalitá delle persone morirebbe in poche settimane, sicuramente non tutti avrebbero accesso a desalinatori e non esistono alternative all'acqua dolce per la vita umana.

Le specie meno sensibili sono altre, non noi. Noi siamo solo i piú letali esseri viventi sul pianeta.

Nic0m

Al di là che il problema dei CFC è arrivato nel secondo dopoguerra con i frigoriferi, ci sarebbe una piccola differenza di fondo: 200 anni fa le alternative ecocompatibili non esistevano, oggi invece sono state sviluppate... Giustificare il lucro altrui con i "propri" errori inconsapevoli del passato è non ha senso.

E K

In UE (la seconda area geografica con i piú alti consumi procapite del mondo) si consuma ed inquina la metá degli USA (pro capite), quindi direi che loro ci sono dentro fino al collo. Poi la Cina e l'India sono superpopolate, anche se gli abitanti consumano 1/10 di noi inquinano terribilmente di piú.

scopp

Beh, continuare a buttare spazzatura fuori dalla finestra perché lo fa anche il vicino non penso sia una strategia ottimale, dal momento che nel quartiere ci vivi che tu. E questa non è spazzatura che il netturbino può passare a raccogliere...

E K

Se vogliamo vederla come paritá di diritti di distruggere il mondo va bene.
Altrimenti vediamola piú intelligentemente come come "prima non lo si sapeva ora si".

Davide

loro lo fanno 100 volte di più e senza freni

Maurizio Mugelli

dipende, se fanno perdere la faccia a qualcuno di importante ci mettono poco anche a condannarli a morte, come e' successo in casi simili.
molti politici cinesi ultimamente stanno usando la carta "green", c'e' stato un notevole cambiamento nel clima politico e al momento i vari industriali del carbone e simili sembrano in disgrazia o quantomeno molto sottotono.

Bruce Wayne

peccato che non emette cfc l'ilva

Max

Fatti un giro a Shangai : i cinesi sono già oltre il concetto di suicido

qandrav

"L'agenzia ha interpellato 18 aziende, che hanno ammesso di usarlo senza troppi problemi come agente gonfiante nelle schiume isolanti per l'edilizia: costa meno delle alternative meno inquinanti."

ok e il passo successivo a questa ammissione?

ErCipolla

UE non so, per quanto riguarda gli USA, Trump ha affermato in diverse occasioni che "non crede" al buco nell'ozono, quindi non so quanto ci sia da fidarsi anche di loro...

TheOnlyAlex™

il fatto è anche che loro producono per tutto il mondo....quindi alla fine la colpa è un pò di tutti

GiankulottoGranbiscotto

Solo perchè l' Ilva di Taranto sta lavorando ad un quinto della sua produzione, altrimenti sarebbero decisamente più alte!

Max

Capirai cosa importa alla Cina del genere umano...

Android

Samsung Galaxy S20 FE è ufficiale: 5G con Snapdragon 865 a 769 euro

Alta definizione

Recensione Huawei Freebuds Pro: belle, comode e funzionali

Hp

Recensione HP Neverstop Laser 1202nw: la stampante con un serbatoio infinito

Android

Migliori smartphone fino a 600 euro | Ecco i top 5+1 da comprare | Settembre 2020