Amplificatori MusicCast Yamaha RX-V 85 con canali posteriori wireless

24 Aprile 2018 29

Yamaha ha annunciato i nuovi sinto-amplificatori home cinema Serie RX-V 85. Come ogni anno l'aggiornamento parte quindi dai prodotti di fascia media e bassa, mentre per la gamma alta (Aventage) si dovrà attendere ancora un po'. A comporre la nuova serie sono quattro modelli: il già noto RX-V385, RX-V485 in doppia versione con o senza radio DAB+, RX-V585 e RX-V685. Ad esclusione del modello V385 (l'entry level), tutti gli altri sono compatibili con MusicCast, l'ecosistema multi-room (diffusione della musica in vari ambienti della casa) di Yamaha.

Tutti i modelli sono dotati di connettività Bluetooth sia in ingresso sia in uscita. La grande novità della gamma 2018 è MusicCast Surround. Questa funzione permette di utilizzare i nuovi speaker MusicCast 20 o MusicCast 50 in qualità di canali posteriori senza fili. Vediamo le caratteristiche dei singoli prodotti.

RX-V485 e RX-D485

RX-V485 è un sinto-amplificatore a 5.1 canali con un'erogazione di 80W su 6 ohm (20 Hz e 20 kHz, 0,09% THD, 2 canali pilotati). Sono naturalmente supportati tutti i principali formati audio da Dolby TrueHD e DTS-HD Master Audio a seguire.

I 4 ingressi HDMI supportano segnali a risoluzione Ultra HD fino a 60Hz. E' naturalmente presente anche HDCP 2.2 e si possono gestire tutti i video in HDR nei formati HDR10, Dolby Vision e HLG. Tramite aggiornamento firmware arriverà anche la compatibilità con eARC (Enhanced Audio Return Channel), il canale di ritorno audio avanzato che supporta anche i formati lossless.


Tra le funzioni presenti citiamo il Virtual Cinema Front (crea un effetto surround virtuale quando si posizionano tutti i canali sulla parte frontale), il Music Compressed Enhancer (migliora la resa dei brani musicali compressi) e l'Extra Bass. Non manca il sistema di calibrazione automatica YPAO (Yamaha Parametric Acoustic Optimiser). Sono presenti inoltre presenti la connettività Ethernet, Wi-Fi e Bluetooth. Sono supportati lo streaming da rete locale tramite DLNA, AirPlay e servizi come Spotify, Tidal, Deezer e Qobuz.

Da rete locale o da USB si possono riprodurre file DSD a 11,2 MHz, FLAC, WAV, AIFF (con frequenze di campionamento fino a 192 kHz / 24-bit) e Apple Lossless a 96 kHz / 24-bit. La conversione digitale-analogico è affidata a DAC Burr-Brown capaci di supportare frequenze di campionamento fino a 384kHz/32-bit.

Le connessioni disponibili includono 4 ingressi e un'uscita HDMI 2.0b con HDCP 2.2, 3 ingressi e un'uscita composito, 2 ingressi digitali coassiali e un ingresso ottico, 3 ingressi analogici su RCA, una porta USB, un'uscita cuffie e l'ingresso ausiliario per collegare sorgenti tramite un jack da 3,5mm. RX-D485 è provvisto di radio DAB/DAB+.

RX-V585

Con RX-V585 si passa dai modelli 5.1 a quelli 7.2. L'erogazione è pari a 80W su 6 ohm (20 Hz e 20 kHz, 0,09% THD, 2 canali pilotati). Proprio per via del maggior numero di canali si aggiunge il supporto ai formati "object-based", quindi Dolby Atmos e DTS:X.


Le funzioni e la connettività sono esattamente identiche a quelle che abbiamo elencato per RX-V485, rispetto al quale cambiano il numero di canali e i formati supportati.

RX-V685

RX-V685 è il modello più completo della nuova serie RV-V 85. Può gestire fino a 7.2 canali con un'erogazione è pari a 90W su 6 ohm (20 Hz e 20 kHz, 0,09% THD, 2 canali pilotati). Oltre a tutta la dotazione di RX-V585 troviamo alcune funzioni aggiuntive. Anzitutto evolve la calibrazione automatica, qui presente sotto forma di YPAO-RSC (Reflected Sound Control). Troviamo poi YPAO Volume che migliora la resa anche a basso volume.


La connettività si completa con un maggior numero di ingressi: le HDMI salgono a 5 con 2 uscite, gli ingressi ottici sono 2, c'è un ingresso component, gli ingressi video composito scendono a 1 ed è presente l'uscita per gestire una zona 2. RX-V685 mette inoltre a disposizione un ingresso phono MM.

Prezzi e disponibilità per l'Italia non sono stati ancora annunciati. In genere i prodotti arrivano sul mercato tra maggio e giugno.


29

Commenti

Regolamento Commentando dichiaro di aver letto il regolamento e di essere a conoscenza delle informazioni e norme che regolano le discussioni sul sito. Clicca per info.
Caricamento in corso. Per commentare attendere...
Francesco F

Ciao, sembri competente e vorrei approfittare per chiedere una info, vorrei acquistare questo ampli Yamaha ma collegare solo due casse stereo per questioni di budget, successivamente il subwoofer e poi gli altri speaker, da quello che ho letto dato che questo ampli è 6 ohm devo scegliere speakers di 6, e dato è 90w continui devo scegliere speakers da 180w max o anche 200

Gaspoesi

Scusate una domanda ho da poco acquistato il sintoamplificatore RX-V585 che mi trovo benissimo con un impianto 5.1.2 quando uso sorgenti in bolby atmos il sintoamplificatore mi dice che li sta eseguendo in DD ATMOS +DD cosa significa ? Qualcuno mi sa rispondere cosa e questa codifica non dovrebbe eseguirlo con la dicitura dolby atmos ? Scusate la mi ignoranza in materia ma mi sono appena affacciato a questo mondo . spero che sono riuscito a spiegarmi ringrazio in anticipo a chi mi può rispondere .
Scusate il mio italiano oriunto.

Nicola Buriani

MusicCast Surround richiede prodotti specificamente compatibili con questa funzione.

azi_muth

Non dicono non possa funzionare...ma qualche rischio che venga messo in crisi da impedenze così basse esiste. Normalmente si collegano diffusori da 8 ohm

Rin-_

Ah mannaggia...Era un Samsung HT-T85, comprato nel 2007 se non sbaglio

azi_muth

Ti servirà un (sub)woofer...non un woofer. In ogni caso casse piccole da 3 ohm non vanno molto d'accordo con questi sinto av che di norma prevedono un uso con diffusori da 4ohm al minimo.
Ma qual'era il kit di partenza?

Rin-_

In realtà quelle casse da 3ohm andranno poi che bene per la mia camera, a questo punto mi manca un woofer attivo, vedo cosa riesco a trovare

limada

MusicCast Surround, compatibile con tutte le casse MusicCast ho solo le loro?, io ho messo i fili ed ho scelto Focal Dome Flax con piedistallo, fantastiche.

azi_muth

Si in teoria...solo che spesso non ne vale pena di riciclare casse di ht tutto in uno. Cmq tieni presente che il subwoofer deve essere attivo (amplificatore incorporato) altrimenti lo dovrai ricomprare...

antonio

Bhe dovrebbe essere normale che se spendi 800€ di ampli non ci colleghi altoparlanti di topolino per intenderci

antonio

Mi è capitato una volta di entrare in una casa per lavoro e il tipo si era fatto un impianto con una testata valvolare

Squak9000

non saprei non lo ho ascoltato... poi inutile, se ci piazzi casse da 50€ l’una non é che avrai il top dei risultati.

Considera che hn buon ampli a prezzo scontatissimo lo paghi sugli 800€.
A prezzo pieno siamo sui 1200€.
Con le casse decenti siamo sui 2500€.

Vero è che per fare rumore e dare un effetto WOW soddisfacente bastano anche 500€ casse incluse...

Ma parliamo di due cose different.

Rin-_

Non so quando sia uscito, mi sto riferendo a un Sony STR-DH790, posso prenderlo con un forte sconto :)

antonio

Sì ma questo 585 ne ha di stoffa da vendere... lo prendi e non te ne penti ... non sappiamo il prezzo però

Squak9000

C’è tanta roba in giro... prende un ampli uscito oggi secondo me non conviene.

Ci sono ampli dell’anno precendente che costano la metá onche allo stesso prezzo sono decisamente superiori.

Quindi occhio e informati!

Squak9000

È vabbè... non è importante il numero di canali ma la qualitá e estensione musicale.

Ho ascoltato impianti 2.0 senza neanche il sub, che suonavano 10 volte meglio di impianti 7.2.

Rin-_

Grazie per la risposta, penso che lo prenderò

antonio

È un 7.2 come un cinema.

antonio

La prossima volta che farò dei lavori in casa metterò cavi audio per un bel sistema audio

Squak9000

HT è il sistema intero.
Questo Ampli puó essere un componente dell’HT.

Squak9000

È?
Certo che è un ampli...

e DEVI metterlo alla tv...

Rin-_

Mi sono spiegato malissimo, avevo un vecchio home theatre, si è rotto e ne ho preso un altro, le casse del vecchio home theatre le ho tenute e mo mi serve un amplificatore serio, e pensavo a sto ricevitore AV, e se fa ancher da amplificatore è perfetto e lo prendo subito :)

azi_muth

Ma scusa non hai detto che le 5 casse le hai in salotto?
A te cosa serve con esattezza?

Rin-_

Grazie per l'attenzione, allora ho già le casse (5 + woofer) per questo cercavo un amplificatore, ho visto sto ricevitore AV in offerta e ha anche l'aspetto di un amplificatore, perciò se lo è vorrei prenderlo.
Purtroppo il coso bluetooth non mi andrebbe bene. Grazie ancora e buona serata

azi_muth

Un ricevitore av è un'amplificatore.
Solo che ha ingressi audio/video ecco perchè si chiama anche ricevitore AV. Un HT di solito è composto da amplificatore multicanale/subwoofer/diffusori frontali/centrale/ surround.
Non è un oggetto solo anche se a volte è venduto come tale.

Detto questo ci sono amplificatori solo audio ( e quindi senza ingressi video) di solito a due canali o amplificatori multicanali come questo che integrano anche ingressi audio/video.

Se ti serve qualcosa di molto semplice per ascoltare la musica darei un'occhiata a un altoparlante amplificato bluetooth.

Nicola Buriani

I ricevitori AV sono amplificatori a tutti gli effetti.

Rin-_

Il fatto è che ho già un home theatre in salotto, vorrei un amplificatore per la mia camera, e boh questo Ricevitore AV della Sony ha proprio l'aspetto di un amplificatore, per questo chiedevo

azi_muth

Scusa ma secondo te cosa sarebbe l'home theater? :)

Rin-_

"Ricevitore
AV per Home Theatre" è un amplificatore ? Non devo necessariamente
collegare l'home theatre ad esso giusto? (Posso appiccicarlo
direttamente alla tv/PC?)

Samsung Q950TS UFFICIALI: TV 8K con AV1 e senza cornici | Video

Samsung Flip: la recensione della lavagna digitale per l’ufficio collaborativo

Le 5 (+1) migliori cuffie true wireless da comprare a Gennaio 2020

Quale Amazon Echo scegliere in offerta a gennaio 2020? Panoramica Video