Alphabet a gonfie vele nel Q1 2018: fatturato di oltre 31 mld di dollari

24 Aprile 2018 13

È stato un altro buon trimestre per Alphabet, la società formata da Larry Page e Sergey Brin per gestire meglio le mille attività di Google. Il fatturato ammonta a 31,16 miliardi di dollari: una crescita del 26 per cento rispetto ai 24,75 miliardi dello stesso periodo dell'anno scorso. Trend in continua crescita: per avere un parametro di riferimento: nel Q1 2017 Alphabet aveva registrato un +22 per cento rispetto al Q1 2016.

La pubblicità online rimane la principale fonte di reddito di Google e dell'intera Alphabet, e anche se il costo per click medio dei banner pubblicitari continua a diminuire la società è riuscita a battere le stime degli analisti di Wall Street guadagnando 9,93 dollari per azione (a fronte di una previsione di 9,28 dollari per azione). Google sta lavorando molto per diversificare le proprie fonti di reddito - operazione più che mai fondamentale, in questo periodo in cui tanto si parla di pubblicità e privacy. I risultati si vedono: la voce "altri redditi" cresce a 4,35 miliardi di dollari, mentre nello stesso periodo dell'anno scorso si fermava a 3,2 miliardi.

La sezione "Other Bets", che racchiude tutti i progetti più futuristici di Alphabet come auto a guida autonoma, i palloni aerostatici che portano internet nelle zone disagiate e molto altro, è sempre in perdita, ma in costante e graduale miglioramento. Da 703 milioni di dollari dell'anno scorso il deficit si è assottigliato a 571 milioni di dollari, ed è anche cresciuto il fatturato - da 132 a 150 milioni di dollari.


13

Commenti

Regolamento Commentando dichiaro di aver letto il regolamento e di essere a conoscenza delle informazioni e norme che regolano le discussioni sul sito. Clicca per info.
Caricamento in corso. Per commentare attendere...
Tizio Caio

io si :D

Luca

intanto su sto sito non lo stai usando!

roby

Se riducessero ancora di più i guadagni su YT facendo un controllo ancora piu capillare sui contenuti sarebbe molto meglio

Vive

La sezione "Other Bets" è destinata a rimanere in perdita, sono tutti gli investimenti a perdere di Google tipo l'invisibilità, l'immortalità,...

LowRangeMan

Milioni di video, tutti gratuiti, con un consumo medio di banda dati altissimo e una forte necessità di retribuire chi crea i contenuti...

La pubblicità è necessaria per mantenere il servizio gratuito.

Nicoripara

Qualche pubblicità in meno su YouTube non sarebbe male. E magari limitarsi solo a quelle di 5 secondi.

Vash

mi sento offeso, giuro -.-

takaya todoroki

che nesso ci sarebbe tra una trimestrale positiva e la tua fiducia?

deepdark

Chiudi a chiave e attacca l'antifurto!

ghost

Smettila di imbrattare il blog con la tua povertà

Matteo

Continuo a non fidarmi.

Vash

anche io vado a gonfie vele..... vedessi come si gonfiano le coperte di lana dentro la scatola di cartone sotto al ponte quando soffia la bora :) sembro un vascello d'antan

M_90®

Più adblock per tutti.

Recensione e Confronto tra Redmi Note 9, 9 Pro, 9S: quale scegliere? Video

Ricarica rapida e super rapida: i migliori smartphone 2020 a confronto

Recensione Motorola Edge: quando l'autonomia fa la differenza

Recensione Huawei MatePad Pro: senza GApps ma con tanto carattere