Lo streaming musicale vale il 65% del mercato USA, CD e vinili meglio del download

23 Marzo 2018 32

Negli Stati Uniti circa i 2/3 dei ricavi dell'industria musicale sono stati generati dai servizi in streaming. A riportarlo è un'analisi di mercato della RIAA (Recording Industry Association of America) riferita al 2017. Lo scorso anno i ricavi complessivi si sono attestati a 8,7 miliardi di dollari, in crescita del 16,5% rispetto ai 12 mesi precedenti. I numeri positivi non devono trarre in inganno: attualmente il valore dell'intero mercato è lo stesso del 2008. In sostanza è stata necessaria una decade per tornare al livello precedente, ben lontano dai picchi storici (il 40% in meno) a causa del continuo declino nelle vendite dei formati fisici e digitali.


I supporti fisici hanno contribuito per il 17% del totale, con un valore di 1,5 miliardi di dollari e un calo del 4%. I vinili continuano a vivere un periodo molto florido: i ricavi sono cresciuti del 10% e hanno raggiunto quota 395 milioni di dollari. I CD hanno invece subito una contrazione del 6% e hanno generato 1,1 miliardi di dollari.


I download di brani musicali sono in netto calo: -25% su base annua per un totale di 1,3 miliardi di dollari. Per la prima volta al 2011 i formati fisici hanno superato i ricavi dei download digitali. A godere di piena salute sono tutti i servizi in streaming, da Spotify ad Amazon passando per Tidal, Apple Music, Pandora eccetera. I ricavi sono aumentati del 43% rispetto al 2016 e ammontano a 5,7 miliardi di dollari. Analizzando l'andamento del mercato nel corso degli ultimi anni si nota un incremento molto importante, basti pensare che nel 2014 i ricavi dei suddetti servizi ammontavano a 1,8 miliardi di dollari.



32

Commenti

Regolamento Commentando dichiaro di aver letto il regolamento e di essere a conoscenza delle informazioni e norme che regolano le discussioni sul sito. Clicca per info.
Caricamento in corso. Per commentare attendere...
Boronius

Esatto, a figli e nipoti regalo sempre vinile con il codice per gli mp3

Boronius

Il vinile è ottimo soprattutto quando devi fare un regalo

Callea

Io parlavo di differenze tecniche, nel senso che la musica non l'ascolto mai in streaming, né lo facevo prima.
E allora perché quando si parla di Apple Music e Spotify si parla di servizi di "streaming"?

ghost

Lo so, volevo fare il finto onesto.

boosook

Due milioni. :)

Body123

Se facessero la versione smartphone come quella tablet e PC non ci sarebbe il problema delle versioni mod. Senza offline, senza alta qualità, con pubblicità, ma USABILE.

StriderWhite

No pago afito no pago spotfy premium! :P

StriderWhite

Colpa mia, alcune canzoni che mi piacciono molto tendo a comprarle da Bandcamp o dal Play Store. :D

StriderWhite

La differenza è che con 10 euro al mese prima ti scaricavi 10 canzoni (circa), adesso anche con meno hai accesso ad un intero catalogo musicale...
Tecnicamente cambia molto!

StriderWhite

Se siamo tornati ai livelli del 2008 vuol dire che finalmente la crisi è passata, non vedo dunque il motivo del tono pessimista dell'articolo!

Stefano Ferri

Ma stai scherzando ?

GTX88

forse che spotify paga i server e la banda? forse che la canzone viene conteggiata come ascoltata e quindi ci devono pagare i diritti senza però che abbiano ottenuto nulla di pubblicità?

Body123

Emh.. È uscita una nuova app mod post-ban.

Body123

Non ne vedo la differenza, in ognuno dei due casi non paghi la musica che ascolti. Mi spieghi la differenza?

Body123

Usa. Funziona di nuovo.

Callea

Non riesco a capire la distinzione che viene fatta tra streaming e download.

Io facevo il download prima, quando compravo la musica su iTunes.
Faccio il download ora col mio abbonamento con Apple Music.

In alternativa potrei ascoltare ora in streaming su Apple Music così come potevo prima ascoltare in streaming la musica acquistata su iTunes.

Tecnicamente non è cambiato nulla.

Ergo c'è un grosso malinteso sul concetto di streaming e download.

Gina

Mostra "Status Update" solo su questo sito con tutti i linguaggi di qualità e il blog c0py paste qui >>> NETFLIXMOVIE01.BLOGSPOT.COM

eL_JaiK

Haha Si perche poi han fatto tutto sto casino..Cioè.. piratate, scaricate fate quello che volete ma almeno statevi zitti invece di fare i gran duri INDINIATI di sta ceppa di.. haha

GTX88

niente ovviamente :D

SONICCO

Perchè parli in seconda persona?
Che centro io?

Desmond Hume

A chi lo dici :D
Gente che esterna pubblicamente il proprio rammarico di non poter più usare l'app moddata ancora mi mancava.

ghost

Il 35% rimanente usava spotify mod

GTX88

cracckare l'app è proprio da pezzenti, piuttosto scaricati i brani da torrent invece di cercare di rovinare un servizio

eL_JaiK

Haha son curioso anch'io. Ho gia riso con la gente INDINIATA comunque haha

Desmond Hume

Non sto entrando nel merito mi interessa conoscere soltanto i numeri attuali post ban

boosook

Vabbè hanno fatto bene, se poi i tredicenni si lamentano pazienza, tanto non l'avrebbero pagata comunque... La pirateria va fatta in altri modi, troppo comodo usare il client craccato, quel servizio è sviluppato da programmatori pagati e se lo vuoi paghi, altrimenti ti fai il mazzo coi torrent o col mulo...

Desmond Hume

Io attendo ancora i dati spotify pre e post ban. Ci sarà da ridere :D

Andrej Peribar

Mi pare ovvio.
Anzi mi pare che ancora ci siano troppi download.
Prima o poi spariranno

Alex Jimenez

GOMBLOTTOO

DStellati

Ha solo senso che i media fisici valgano più dei download, ormai se compri un vinile o un cd ti danno in omaggio anche la versione

SONICCO

https://uploads.disquscdn.c...

eL_JaiK

o stato spotifai crachato! haha

Apple AirPods 3 ufficiali: nuovo design e Spatial Audio a 199 euro

Recensione Fire TV Stick 4K Max: piccolo upgrade, solito ottimo prezzo | Video

Sky Glass, ecco il TV di SKY con Dolby Vision e soundbar Atmos | In Italia nel 2022

Recensione TV LG OLED A1: costa meno, ma con quali rinunce?