Google Maps sempre più attento agli utenti su sedia a rotelle

16 Marzo 2018 5

Google Maps rafforza il suo impegno nel facilitare lo spostamento delle persone che fanno uso di sedia a rotelle. Dopo aver introdotto gradualmente la possibilità di verificare l'effettiva accessibilità dei luoghi pubblici, Google ha aggiunto una nuova funzione alla sua app per Android e iOS, grazie alla quale gli utenti su sedia a rotelle potranno scegliere più facilmente i percorsi pubblici che non presentano ostacoli ai loro spostamenti.

La funzione in questione permette di filtrare le linee di trasporto pubblico, dando priorità alle stazioni perfettamente attrezzate per venire incontro non solo alle necessità di chi è costretto a muoversi su sedia a rotelle, ma anche dei genitori con passeggini o di chi utilizza le stampelle.


Per trovare l'opzione, è necessario cliccare sulla voce Opzioni che compare dopo aver selezionato un percorso con mezzi pubblici. Sfortunatamente la funzione non è al momento attiva in tutte le città ma è disponibile a Londra, Tokyo, New York, Boston, Città del Messico e Sydney. Google mira ad espandere rapidamente il supporto ad altre città, ma probabilmente ci vorrà ancora diverso tempo prima che anche le principali città italiane vengano incluse nella lista.

Inoltre, Google ha cominciato ad inserire le immagini Street View degli interni delle stazioni più importanti, in modo da facilitare gli spostamenti degli utenti, i quali potranno avere un'idea dell'aspetto e della struttura di una stazione prima di arrivarci fisicamente.


5

Commenti

Regolamento Commentando dichiaro di aver letto il regolamento e di essere a conoscenza delle informazioni e norme che regolano le discussioni sul sito. Clicca per info.
Caricamento in corso. Per commentare attendere...
Angelo Mantellini

ok, ovviamente molto c'e' da fare.

Claudio

Le stazioni della metropolitana della M1 ed M2 dopo l'Expo sono considerate accessibili solo quelle con l'acensore. Intendiamoci, giustamente! Infatti i servoscala si guastavano con le carrozzine elettriche che pesano oltre i 90Kg.
Abbiamo ben 14 linee tranviarie non accessibili e solo 6 accessibili. Di queste 6 non tutte le fermate sono accessibili. La linea tranviaria 14 pur avendo tram accessibili le banchine sono disastrose per cui la rampa non si apre.
Dei 4 filobus uno non è assolutamente accessibile perchè utilizzano mezzi vecchi. Gli altri 3 non tutte le fermate sono accessibili e non tutti i mezzi che circolano sono accessibili.
Gli autobus sono tutti accessibili ma le banchine non sporgono verso la strada per cui l'autobus non riesce ad accostarsi e a far salire le persone in carrozzina con una pendenza in sicurezza.
Di itinerari veramente accessibili ce ne sono solo 9 tutti realizzati per Expo.
Nulla a che vedere con l'accessibilità di Barcellona che dei posti che ho girato attualmente è il top.

Angelo Mantellini

Eppure Milano è la città con meno barriere architettoniche in Europa. Parlo di stazioni e mezzi pubblici. Discorso diverso per gli ingressi ai negozi. Hanno sempre il gradino. Vivo a Parigi e la situazione qui è disastrosa...

Claudio

Da persona disabile in carrozzina elettrica dico evviva! Da cittadino Italiano residente a Milano mi sa che difficilmente vedremo mappate città Italiane

Lughi

Questo deve essere la tecnologia, uno strumento per migliorare la vita di tutti.

Apple e Google, più privacy per le app di tracciamento: cosa cambia per l'utente

Coronavirus e 5G: rischi reali e fake news, facciamo chiarezza | Video

Spesa online: la nostra esperienza a Bergamo, Milano, Roma, Reggio Emilia e Palermo

Scontrino elettronico dal 1° gennaio per tutti, cosa cambia