Cosa c’era prima del Big Bang? Ecco la risposta di Stephen Hawking

06 Marzo 2018 563

È ormai consolidata la teoria secondo cui Tutto (volutamente maiuscolo) sia nato a seguito di una gigantesca esplosione, definita nel mondo scientifico come Big Bang. Già è complesso capire come tutto abbia avuto inizio, figuriamoci quanto sia pressoché impossibile per le menti umane pensare a cosa ci fosse “prima”.

Nel corso di un’intervista a StarTalk, Stephen Hawking ha rilasciato interessanti considerazioni in merito, arrivando ad una conclusione: “Prima del Big Bang non c’era nulla”. Durante la chiacchierata con Neil deGrasse Tyson, Hawking ha cercato di motivare questa apparentemente semplice affermazione, chiamando a supporto l’approccio euclideo e il concetto di spazio-tempo. Di seguito le sue parole:

Non c’era nulla attorno prima del Big Bang. Secondo la Teoria Generale della Relatività di Einstein, lo spazio e il tempo formano insieme un molteplice continuum spazio temporale che non è piatto, ma curvato dalla materia e dall’energia presenti in esso. Adotto un approccio euclideo alla gravità quantistica per descrivere la nascita dell’universo. In questo, il tempo reale ordinario è sostituito da un tempo immaginario, che si comporta come una quarta direzione dello spazio. Nell’approccio euclideo, la storia dell’Universo nel tempo immaginario è una superficie curva a quattro dimensioni, come la superficie della Terra, ma con due dimensioni in più. Jim Hartle ed io abbiamo proposto una condizione “no boundary” (senza confini). La condizione dell’assenza di confini dell’universo è che non ha confini. In termini di ordine, lo spazio-tempo euclideo è una superficie chiusa senza fine, come la superficie della Terra. Si può considerare il tempo immaginario e reale come l’inizio a partire dal Polo Sud che è un punto liscio dello spazio-tempo in cui regnano le leggi naturali della fisica. Non c’è nulla a sud del Polo Sud, e ugualmente non c’era nulla intorno prima del Big Bang.

Potete guardare l’estratto dell’intervista in questo video riproposto a seguire.

Il meglior rapporto qualità/prezzo del 2020? Xiaomi Mi 10 Lite, in offerta oggi da Mobzilla a 238 euro oppure da Amazon a 295 euro.

563

Commenti

Regolamento Commentando dichiaro di aver letto il regolamento e di essere a conoscenza delle informazioni e norme che regolano le discussioni sul sito. Clicca per info.
Caricamento in corso. Per commentare attendere...
Federico

Questo che dici è interessante e dovrò approfondire.
Però spiegami almeno per grandi linee... in base a questa visione nella quale il tempo non esiste, la causa e l'effetto sarebbero simultanei.
ora, se causa ed effetto sono simultanei com'è possibile distinguere fra i due stati?
E ancora, senza tempo non può esistere neanche la velocità, dunque c smetterebbe di essere costante perchè a sua volta sarebbe zero, giusto?
E con c = 0 andrebbero a farsi benedire sia la massa che l'energia, almeno come le intendiamo noi... corretto?

Questo modello a me pare applicabile nell'intorno del big-bang, dove effettivamente il tempo mi pare non esistesse, ma non nell'universo che dal big-bang deriva dove invece c è costante e quindio esiste un tempo oggettivo.
E' così?

www.vr-italia.org

Non sono contemporanei perché appunto sono in relazione di causalità. Rovelli esplora il concetto nella teoria della Gravità Quantistica a Loop, nelle cui equazioni t non esiste, non ha un valore. Lo spazio-tempo di Einstein diventa quindi un complesso insieme di relazioni.

Il tempo non è sinonimo di causalità, il tempo è una misura. Non è così controintuitivo pensare a due eventi in rapporto di causalità tra i quali il tempo è zero, o indeterminato.

Federico

Sarebbe semmai la presenza di un osservatore ad invalidare il modello, almeno così direbbe Heisemberg.
Il rilascio del fotone ed il momento in cui esso raggiunge il bersaglio non sono contemporanei neppure secondo la fisica di Einstein da te citato, così come quello di una pallina non lo sarebbe secondo Newton, dunque il tempo è oggettivo.
A mano che tu non intenda negare il principio di causalità, ovviamente.
Tempo e fotoni, da questi due elementi decisamente reali, traggono origine le altre grandezze fisiche di distanza e massa.
Senza tempo non potrebbe esistere nulla, indipendentemente dalla presenza di un osservatore.

www.vr-italia.org

Non esiste un tempo oggettivo, sarebbe una negazione della relatività. Chi lo dovrebbe misurare questo tempo oggettivo? Per il fotone quel tempo tenderà a zero, per un osservatore esterno potrebbe essere un miliardo di anni. Il tempo è solo una misura, e in quanto tale, sì, è puramente ideale, non una proprietà fondamentale dell'universo, ma una proprietà emergente.

Federico

Quello è il tempo soggettivo.
Il tempo oggettivo è ciò che separa l'inizio di un fenomeno dalla sua conclusione, come ad esempio il rilascio di un fotone dal punto A ed il raggiungimento del punto B.
Nulla da dire riguardo al fatto che se non c'è nulla non ci sono neppure i fotoni ed il tempo, ma per come l'hai messa tu parrebbe che il tempo sia un ente puramente ideale, cosa che invece non è.

disqus_L1rfxnMKEH

Te hai seri problemi

Nembolo

Nessuno... ho solo detto che il passo è breve...

Nembolo

Guarda che tutta questa materia è piena di cose inspiegabili... (caxxate come le chiami tu) che la scienza è ben lungi dallo spiegare.
Anche l'ipotesi dell'espansione perpetua si basa sull'esistenza di un'energia oscura che alimenterebbe questa espansione. (C'è poi anche chi sproloquia di forza "antigravitazionale")
Ma tra il credere "nell'energia oscura" che mette in moto tutto l'universo e il credere in un "

Ibenfeldan

Si, la differenza tra te e me è tutta li, peccato che non sia io a sparare caxxate...

Nembolo

Vedi che cadi in fallo anche tu?
Hai dovuto usare il termine "creato".
La differenza tra me e te è tutta li.
Tu credi in una creazione, io no.
E da li purtroppo non te ne esci, se il big bang è un evento unico e irripetibile (visto che l'universo, in barba al primo principio della termodinamica, sarà costretto a "spegnersi" e tutta la sua massa ed energia a dissolversi nel nulla, seppur nei tempi lunghissimi di decadimento delle particelle elementari di cui è composto), dal concetto di "creazione" non puoi prescindere.
Anzi, avremmo una nuova legge fisica, in assoluto la più importante: tutto nasce dal nulla, e tutto finisce nel nulla.

Ibenfeldan

Il primo principio della termodinamica è stato creato con il Big Bang, durante la singolarità non esistevano leggi fisiche.

Jonh

bravo bravo insulta, ecco il tuo livello di intelligenza da neanderthal, daltra parte uno che crede che con un telescopio si vada indietro nel tempo a vedere cosa è successo miliardi e miliardi di anni fa non ci si può aspettare altro

www.vr-italia.org

La fa inutilmente complicata, immaginate di svuotare l'universo da ogni cosa, materia ed energia di ogni tipo, e di porvi come osservatore nullo, ovvero anche voi composti di nulla. Vedreste il tempo passare? Senza qualcosa non c'è cambiamento, senza cambiamento non ci può essere tempo, perché ne è semplicemente la sua misura. Senza tempo non esiste un prima, se ogni istante è identico al precedente allora quell'istante non è mai esistito. Il tempo non è un mare dove nuotiamo, ma un effetto della nostra memoria che registra e misura i cambiamenti

Ibenfeldan

Vabbè, fesso io a perdere tempo con dei decerebrati come te... Saluti!

Jonh

restano solo teorie e nesuno sa nulla, quindi non vuol dire nulla parlare del nulla

Jonh

appunto, quindi non cè nulla di assodato restano solo teorie e nessuno sa nulla, solo chiacchere

Ibenfeldan

Dai dati raccolti attraverso telescopi e radiotelescopi... Sono dati reali sai, poi attraverso quei dati puoi teorizzare modelli che si adattano a quello che viene osservato. Quindi sono teorie, si, ma il Lambda - CDM calza parecchio con le osservazioni dirette. Hai qualche altra domanda?

Jonh

non esiste nessun punto cardine sono solo teorie teorie teorie su teorie

Jonh

ma assodato da chi, come sono tutte solo teorie

Alex Zanini

Non pensavo di offendere nessuno se l’ho fatto scusatemi.

Itachi

Non ho detto nulla di tutto questo ma capisco il tuo bisogno di prendertela con me per giustificare questa discussione!

Come dicevo buona giornata!

Pietro

ma se stai cosi bene in canada perchè trovi ogni pretesto per criticare l'italia? Non ti piace il nostro paese...bene.... resta in canada... Siamo ignoranti noi italiani? bene resta in canada....sei competente e più intelligenti di tutti noi italiani? bene resta in canada... Qualsiasi cosa tu sei...facci un favore... Resta in Canada

Itachi

Ed ecco il finale... come da copione...
Buttare tutto in caciara, "rimani lì dove stai" "quella cosa è stupida" "ho ragione io non conosco niente ma ho ragione io e basta".
Argomentazioni di una logica inattaccabile direi.

Moltiplica questo fantastico atteggiamento per un paese intero nei confronti di tecnolgia,scienza e medicina dall'estero ed ecco il perché l'Italia sta affondando nei debiti.

Si, rimango qui infatti, mi spiace perché l'Italia comunque è un bellissimo paese e mi è dispiaciuto abbandonarlo ma se volete così che devo fare...
Qui se sei competente vieni ricompensato, non è che se butti tutto in caciara cambi la realtà del fatti eh

Pietro

stai in canada e rompi i maroni fin qui... resta in canada su.. tu e il big bang... una teoria così stupida per la creazione non si è mai sentita.. una teoria che parte da una raffreddamento e surriscaldamento come se il caldo e il freddo fossero le basi di partenza..... anche quando si sviluppò l'annesso che la terra fosse piatta sembrava una rivoluzione una teoria del pensiero evoluta.. talmente evoluta che alcuni ancora vi fanno studi....

Itachi

Ed ecco la risposta finale che serve a mandare in caciara la discussione....

Va Bè....
Complimenti davvero.....

Comunque l'ho già detto,lavoro in Canada....(proprio per stare lontano da questo tipo di persone).

Pietro

l'unico ovvio sei tu.. a professooo... trovati un lavoro su

Pietro

Ateo suka

Gianni Staiano

Sei miserrimo. La mia pietà e il mio disgusto te li sei guadagnati sul campo. Eroe !

Itachi

Scusami, ma mi sembra abbastanza ovvio...

La differenza tra una persona specializzata in un campo e una non specializzata in quel campo è che la prima appunto conosce quella materia, la seconda no, quindi parlando è evidente che si capisca che l'altra persona non ha conosce in quel campo.

Se mi metto a parlare di motori con un meccanico gli bastano 2 frasi per capire che io non ho alcuna conoscenza in materia.
Non sto dando per scontato qualcosa,ho letto le tue risposte ed è chiaro che non sei del campo (sarebbe abbastanza grave se fossi del campo e avessi risposto quelle cose).

Ma ripeto, non vedo perché prendersela per questo.
Come dicevo è poi il motivo per cui sono andato via dall'Italia,propria questa abitudine di mettere l'ego davanti la cultura.

È normale che ognuno conosca cose diverse, non vedo perché invece di imparare a vicenda qualcosa si debba trasformare le discussioni in queste battaglie da maschio alfa.

Pietro

ma tu parli come dando per scontato che i miei studi non siano attinenti alla materia.. magari ho una laurea in fisica che dici? ma non faccio il professore.. mentre dai sempre per scontato che io non conosca il funzionamento della materia e quindi ti innalzi nella professionalità della spiegazione

Itachi

No perché ho studiato queste cose all'università....

L'ultima cosa che voglio è sembrare il "so tutto io", davvero, ma questo sta diventando un po' il problema dell'Italia.

Una persona parla di una cosa di cui non conosce il funzionamento (ed è normalissimo,tutti abbiamo campo che conosciamo e altri che non conosciamo), un'altra semplicemente cerca di spiegare meglio come funziona.

Il risultato è che la prima si sente quasi offesa e parte con "ah quindi sia tutto tu".
In questo modo diventa impossibile una trasmissione di informazioni da una persona all'altra e il risultato è che gli italiani sono mediamente meno competenti (in molte materie ) rispetto all'estero.

Non comprendo questo meccanismo, se qualcuno mi fa notare una cosa in un campo che non conosco io sono sempre felice,perché ho accresciuto la mi conoscenza di quel campo.
(Ed è per questo che alla fine li sono traferito all'estero).

Comunque si, è più complicato di "o esiste o non esiste". Poi lungi da me imporre queste informazioni,ci mancherebbe.

Pietro

il punto è proprio quello.. che lo studio, l atomo, la fisica.. partono da un presupposto... ovvero quello dell'esistenza per poi definire il nulla.. tu invece sembri il so tutto io perchè hai letto 2 libri e 3 articoli?

Pietro

Ateo taci... non sei degno del pensiero

Gianni Staiano

Non si può far altro che provare pena per un minus habens di tale portata. Ma per te farò un'eccezione : oltre ad essere penoso mi fai anche schifo !

Itachi

No, non è così.

Devi studiare un po' credo. Nella fisica quantistica per esempio è stato dimostrato (per dimostrato intendo proprio che ci sono stai esprimermi che hanno confermato al 100% il fenomeno) che la materia non ha uno stato (esistenza o non esistenza) fisso.

Gli atomi, quelli che studiavi a scuola, non sono come i libri li dipingevano.

Gli elettroni intorno al nucleo non ruotano fisicamente lì intorno.
Si è scoperto che un elettrone esiste contemporaneamente in tutte le possibile posizioni dell'orbita e in determinati momenti non si trova nemmeno li.
Esiste e non esiste a momenti alterni.

Non c'è una legge a riguardo perché non siamo ancora riusciti a capire come funziona precisamente il fenomeno, ma il fenomeno c'è.

Ci sono anche esperimenti che hanno dimostrato come l'osservazione di un fenomeno cambi le sue proprietà fisiche.

Ripeto, è roba di una complessità immensa, non facciamogli italiani medi che riduciamo tutto a un "è così o non è così perché io non capisco più di questo".

Zimidibidubilu

Ancora?!?!?!?!? Ma quando la pianti con questa sceneggiata patetica?

Io ti ho fatto una semplice domanda su una teoria che ha delle implicazioni importanti (per tipi come te devastanti).
Tu, invece di rispondere chiedi a me delle cosa. Ma guarda che non stai nella posizione di farlo sai? E più insisti e più la tua figura di cacc@ peggiora.

Allora, conosci la teoria dell'orizzonte cosmico?

No perché è tutto li sai, io non ho sfiorato nemmeno di striscio la teoria dell'universo in espansione, ho solo evidenziato come la teoria dell'orizzonte cosmico, se inconfutata, possa mettere in discussione certe convinzioni e tu solo per questo sei andato in isteria paranoica, rivelando come questa mentalità scientista sia speculare a quella religiosa.

Vuoi discutere? Bene facciamolo e possiamo farlo solo se ti comporti a modo, non come hai fatto finora accusando e denigrando.

Vuoi fare il professore tronfio? Fallo allo specchio che con me non attacca, a me così fai solo ridere, ma anche un po' pena.

Ho come la "premonizione" che seguirà un altra frase detta dall'alto della tua cattedra immaginaria, visto che pare che scendere da tale illusione per te equivalga a smettere di esistere...
Dai, smentiscimi!

D3stroyah

un giorno morirò ed esplorerò tutto l'universo. Tutto (volutamente maiuscolo). Alla faccia dei miliardi per le navette di ferro per arrivare alla luna a scorreggiare.

Pietro

se tu mi fai una teoria e non puoi dimostrarla non esiste.. e la fisica chimica o altro non posso spiegare il concetto di nulla

Zimidibidubilu

Ancora a fare il tronfio professore?

ahahahahah proprio non ce la fai a scendere dal piedistallo... che ti sei creato tutto da solo.

Non ti rendi proprio conto di quanto sia patetico vedere una persona che scappa come un coniglio credendo che facendo la sceneggiata del sapientone possa ingannare gli altri.

Spiacente non è così. Hai fatto una figura pessima e da questa non ne esci.

Adieu

*************************************
Spero che quanto accaduto serva a qualcuno per capire quanto gli accademici siano solo dei poveri insicuri che si nascondono dietro strutture che all'esame si rivelano essere solo trucchi psicologici da baraccone.
Basta vedere come il signore qui ha evitato come la peste una semplice obiezione logica per capire l'ottusità di carattere primitivo che domina le loro menti.

Molto istruttivo.

takaya todoroki

ma secondo te alla gente che viene qui a leggere il parere di un eminente cosmologico interessa qualcosa sapere delle tue credenze irrazionali?

Dwarven Defender

studia e amplia i tuoi orizzonti... ciao

Zimidibidubilu

Bene, confermi che non sei intenzionato al confronto sul merito e che la tua era solo la solita triste exit strategy.

MI raccomando non tirare fuori la testa dalla sabbia, ti potresti spaventare... capire che quello finora osservato potrebbe essere solo una parte dell'universo è roba per stomaci forti ed evidentemente tu ti trovi bene all'interno dei confini del tuo credo.

Sia chiaro, io non ti critico per questo ma è inaccettabile ricevere paternali da un dogmatico integralista ed è per questo che sono stato costretto a rimetterti al tuo posto.

Spero proprio che sia finita, doversi difendere da mentalità dogmatiche è veramente estenuante.

Saluti

Dwarven Defender

Vabbè dai, ti lascio alla tua povertà...

Zimidibidubilu

“Hai messo in dubbio la scientificità dei metodi che hanno portato a molte teorie e conclusioni sull’universo e io ti ho più volte spiegato qual’é l’iter che viene seguito e tu non l’hai capito”

Falso. Troppo comodo evitare il merito nella discussione per poi raccontare la tua versione comoda comoda.

Mi spiace ma non te le faccio passare queste meschine manovre, come non ti ho fatto passare la tua falsa accusa e le tue denigrazioni gratuite.

Piantala.

Non ho messo in dubbio la scientificità dei metodi, ho dimostrato oggettivamente che in certi casi la rigorosità va a farsi benedire, come nel caso del “l’universo è in espansione” che è una affermazione falsa.

Quella corretta è “l’universo osservabile è in espansione”, se per te non c’è differenza allora significa che non sai cosa è il paradigma scientifico.

“Ti sei attaccato ad appigli semantici ti ho dimostrato a più riprese che anche in quel caso hai torto e non sei in grado di capirlo”

Ancora falsità senza nessuna argomentazione e dimostrazione di quanto sostieni. Ti credi davvero superiore… molto divertente.

“Hai continuato ha mettere in dubbio la comunità scientifica e ha dirti amareggiato per la “povera scienza” e allora ti ho invitato ad applicare alle tue affermazioni il metodo scientifico a portare una ipotesi, una tesi e una dimostrazione e qualcosa di concreto visto che chi critichi al contrario di te l’ha fatto... senza generare alcuna meraviglia in me non hai portato niente tutto ciò ma ti sei detto superiore a tutto ciò che tu non hai bisogno (mentre chi critichi ci si attiene in modo rigoroso)…”

Che fai mi copi? Siamo arrivati al “mammina è stato lui?

Ma è così che ci si muove nella rigorosissima comunità scientifica?

Sembra l’asilo.

Falsità, ancora falsità.

Non te la faccio passare, ancora non hai capito? Il tuo è un vuoto bla bla bla senza uno straccio di “pezze d’appoggio”.

Io ho scritto fino alla nausea le mie argomentazioni e tu continui a fingere che non esistono.

Che ti devo dire, se ti senti a posto così sono dispiaciuto per te.

IL resto della paternale manco l’ho letto, visto che pur di difendere l’indifendibile sei disposto a scendere così in basso.

Addio.

GabriTM

Quoto in pieno. Pollice in su! :)

Peppol

https://uploads.disquscdn.c...

Dwarven Defender

- Hai messo in dubbio la scientificità dei metodi che hanno portato a molte teorie e conclusioni sull’universo e io ti ho più volte spiegato qual’é l’iter che viene seguito e tu non l’hai capito
- Ti sei attaccato ad appigli semantici ti ho dimostrato a più riprese che anche in quel caso hai torto e non sei in grado di capirlo
- Hai continuato ha mettere in dubbio la comunità scientifica e ha dirti amareggiato per la “povera scienza” e allora ti ho invitato ad applicare alle tue affermazioni il metodo scientifico a portare una ipotesi, una tesi e una dimostrazione e qualcosa di concreto visto che chi critichi al contrario di te l’ha fatto... senza generare alcuna meraviglia in me non hai portato niente tutto ciò ma ti sei detto superiore a tutto ciò che tu non hai bisogno (mentre chi critichi ci si attiene in modo rigoroso)...

Non hai neanche la decenza di capire di quanto è assurda la situazione in cui ti sei messo perché hai scritto la parola dogmatico continuamente ma sei tu ad aver fatto un dogma dell tua affermazione poiché è priva di dimostrazione...

Veramente non ho altro tempo da perdere ma quello che sinceramente e anche amichevolmente ti consiglio è di studiare un po’ qualche materia scientifica partendo dalla matematica di base, sui siti internet di molte facoltà hai il link al sito internet di alcuni professori che utilizzano il sito per sostenere l’apprendi dei propri studenti e rendono disponibile dei testi didattici a libero accesso che sono (relativamente) di facile fruizione anche per chi non segue quel corso (i corsi in italia si chiamano Analisi Matematica I o Matematica Generale)... presa confidenza con i primi ferri del mestiere ad una disciplina “concreta” come la fisica (per la quale hai dimostrato un grande interesse) o altro se preferisci e vedrai la meraviglia di aver disvelati i meccanismi del macroscopico intorno a te

Nembolo

Non lo dico io ma il primo principio della termodinamica.
Nessuno ha verità in tasca, ma io credo piu a quello che alle elucubrazione dei cosmologi sulla velocità di espansione dell'universo.
Interessanti ma non convincenti.

Johnny g16

Ma in ogni caso se appartieni ad un sottospazio non puoi vedere cosa c'è "fuori"; al massimo puoi vedere i corpi che interagiscono con esso.

Se ad esempio tu appartenessi ad un piano bidimensionale ed esternamente ci fosse una sfera, tu non potresti vederla, al massimo puoi vedere una circonferenza che si allarga e poi si restringe fino a scomparire, nel momento in cui la sfera attraversa il piano.
Ma in ogni caso, un essere appartenente allo spazio bidimensionale, vedrebbe solo la circonferenza bidimensionale, non la sfera tridimensionale.

Comunque quella di Hawking era un'astrazione per spiegare un concetto, non stava descrivendo la teoria di un universo multidimensionale, gli serviva solo a livello matematico per spiegare un concetto

Zimidibidubilu

Che figura di c@acca che hai fatto, tu che sei entrato qui pontificando non sei stato in grado di sostenere nulla ma solo di "glorificarci" con il tuo sacro verbo.

Scorretto, dogmatico e sordo alle argomentazioni altrui. Il Papa attuale è molto più scientifico di te.

Ciao piccolino, stammi bene.

Android

Recensione Realme 7: ecco serviti i 90Hz sotto 200 euro

Android

Anteprima Huawei Mate 40 Pro: le 5 cose che (forse) non sapete | Video

Games

Xbox Series X: dentro la scatola | Video

Recensione

Recensione NVIDIA GeForce RTX 3070, la migliore prezzo-prestazioni!