Riciclo improprio delle licenze Windows: condannato a 15 mesi di carcere

16 Febbraio 2018 281

Un imprenditore che lavora nel settore del riciclo di rifiuti elettronici è stato condannato a 15 mesi di carcere e 50.000 dollari di multa violazione del copyright di Microsoft. Eric Lundgren, attraverso la propria società Chatsworth, recupera ogni tipo di componente ancora funzionante - motorini, schede logiche, batterie, componenti elettrici, schermi.... - da montagne di e-waste: la società ne esamina circa 18.000 tonnellate l'anno, e annovera tra i suoi clienti IBM, Motorola e Sprint.

Lundgren aveva avuto un'idea per rendere più semplice la riparazione di computer. Quando si rivende o si butta via un computer completo, la licenza originale di Windows con cui è stato prodotto segue la stessa sorte; vale a dire che, legalmente, nei computer in cui è presente il famoso adesivo della licenza di Windows è sufficiente rimettere in sesto l'hardware, sostituendo/aggiungendo i componenti difettosi o mancanti, reinstallare il software da un disco di ripristino, immettere il codice trovato sul computer stesso e il sistema è pronto per essere rivenduto, 100 per cento genuino.

Lundgren si era fatto notare per Phoenix: auto elettrica fatta di rifiuti riciclati. Costata 14.000 dollari, aveva più autonomia di una Tesla: 1.600 chilometri, da Guinness.

Lundgren ha così masterizzato circa 28.000 CD di ripristino di Windows partendo dalle immagini dei vari OEM, pianificando di rivenderli ai vari partner specializzati nella riparazione dei computer, per rendere l'intero processo più semplice. Dell e Microsoft se ne sono però accorte, denunciando Lundgren per violazione di copyright. Ad aggravare la posizione di Lundgren, c'è da dire che i dischi, masterizzati in Cina, avevano una grafica molto simile a quella degli originali.

Microsoft produce, direttamente o attraverso i suoi partner hardware, CD di ripristino di Windows, e include una licenza originale nuova. Ai riparatori, ogni CD con nuova licenza costa 25 dollari. Microsoft ha equiparato questi CD a quelli realizzati da Lundgren, che però osserva che nei suoi CD la licenza nuova non c'è: viene riusata quella originale, buttata via con il computer.

Microsoft ha calcolato che i dischi di Lundgren avrebbero potuto essere venduti per 20 dollari, e in media le spettavano il 75 per cento dei profitti. Moltiplicati per 28.000 dischi, Microsoft è giunta alla conclusione di aver perso intorno ai 420.000 dollari di profitti. Gli avvocati della società hanno dichiarato che questa condanna è importante per "scoraggiare l'attività illecita globalmente diffusa di rivendere i codici di attivazione di Windows separatamente dall'hardware originale".

Lundgren ha detto che il program manager Microsoft chiamato a testimoniare "ha testimoniato che un CD di ripristino gratuito ha lo stesso valore di un nuovo sistema operativo Windows con licenza [...] è una testimonianza falsa e imprecisa fornita da Microsoft per creare un precedente che spaventerà chi volesse occuparsi di riciclo di computer senza pagare a Microsoft una nuova licenza [...] chiunque cerchi di estendere la vita dei computer o evitare che vadano a finire nelle discariche sta fondamentalmente interferendo con i profitti di Microsoft."

Lundgren ha chiamato un testimone ilustre a sua difesa: Glenn Weadock, autore di molti libri su software e computer, che già fu testimone in un caso dell'antitrust contro Microsoft. Weadock dichiarò che, senza una licenza, il CD di ripristino in sé non vale praticamente niente; il suo valore è legato alla comodità di avere il prodotto completo, invece di doversi cercare il software, scaricarlo e masterizzarlo.

Il giudice ha tuttavia riconosciuto colpevole Lundgren, emettendo in primo grado la sentenza di cui sopra e rifiutando addirittura la libertà all'imputato in attesa dell'appello (poi accordata dalla corte d'appello in extremis, quasi al momento di entrare in carcere). Vale la pena osservare che è una sentenza meno severa di quella richiesta dagli avvocati di Microsoft, che volevano la restituzione dei 420.000 dollari di mancato profitto (il giudice ha osservato che i CD non sono stati venduti, quindi non c'è il mancato profitto). La pena, comunque, implica che il giudice ha stabilito che il valore dei CD era effettivamente di 700.000 dollari (28.000 dischi a 25 dollari l'uno), come se fossero originali e includessero una licenza di Windows nuova.

Lundgren non si arrende e ricorrerà in appello. "Il valore è nella licenza. Non l'hanno capito."

Il TOP di gamma più piccolo? Samsung Galaxy S21, in offerta oggi da Multibrandproject a 613 euro oppure da Unieuro a 699 euro.

281

Commenti

Regolamento Commentando dichiaro di aver letto il regolamento e di essere a conoscenza delle informazioni e norme che regolano le discussioni sul sito. Clicca per info.
Caricamento in corso. Per commentare attendere...
angelo parigi

Ovviamente si, ed a prezzi convenienti

Nembolo

Ma non ci arrivi a capire che se lui avesse masterizzato 28000 cd scaricati gratuitamente dal web, anche se con un'operazione che dici tu illegale, Microsoft non gli avrebbe mai fatto causa, tanto meno contestato un valore di 20 dollari a cd?

Il valore del Cd (che e quello che ha scatenato la causa e la richiesta di rimborso) è dato unicamente dalla presenza della licenza.
Senza licenza il valore commerciale dei CD è zero. Tuttalpiu sarebbe stato denunciato per violazione generica del copyright, e se la cavava con una multa.
E daltronde dovrebbe farti riflettere anche il fatto che TUTTI possono masterizzare (anche industrialmente) CD windows scaricati gratuitamente dal web, ma nessuno lo fa perchè è anti economico. Solo quel tizio lo poteva rendere economico aggiungendoci una licenza recuperata dalla discarica.
Microsoft vende cd + licenza a 25 dollari e ha chiesto al tizio 20 dollari, cioe il 75% del valore del cd che spetta all'autore del software licenziato.
E così i conti e le cifre quadrano

Boronius

Tipo un servizio cloud direttamente integrato e trasparente per calcolare la grafica dei giochi in remoto, magari paghi tramite Store pochi euro al mese

Boronius

Secondo me nel computo complessivo di pro e contro Windows Server risulta migliore, soprattutto garantisce minori costi di gestione e personale meno qualificato quindi con stipendio più basso

Boronius

Se è per quello in Transnistria trovi anche carri armati e lanciamissili

Ikaro

Non cambia nulla, copyright e diritti di autore ci sono a prescindere, che tu lo possa reperire aggratis legalmente e non te ne faccia nulla di una copia da pagare, comunque io non posso vedertela la copia

Nembolo

Non per forza, se uno mette i propri video delle vacanze non é illegale, ma il problema è un altro... chi te li compra? Chi paga una cosa che si trova gratis?
Il tizio non vendeva Cd di ripristino, vendeva licenze illegalmente recuperate e allegate al CD/DVD.
Io chiudo, se non hai capito fa niente.

Ikaro

Anche se scarichi video di YouTube e li vendi è illegale ;)

Nembolo

Ma ragiona... lui pensava di vendere 28.000 cd di file che uno può trovare gratuitamente e legalmente sul web?
Ah ah ah...
Sai adesso cosa mi metto a vendere io a 20 euro?... i dvd di youtube. Scarico 10 video li masterizzo e li vendo.
Vediamo chi li compra.
Anzi... ne vuoi uno? Ti faccio lo sconto... 18 euro...
Ah ah ah...
Se leggi l'articolo lo spiega bene:
"Microsoft produce, direttamente o attraverso i suoi partner hardware, CD di ripristino di Windows, e include una licenza originale nuova."
E poi continua
"Lundgren, che però osserva che nei suoi CD la licenza nuova non c'è: viene riusata quella originale, buttata via con il computer."
 
Lui poteva vendere quei cd/dvd SOLO perché ci allegava una licenza valida presa da un pc rottamato, una licenza utilizzabile con quel sistema operativo incluso nel disco di ripristino..
Se no nessuno glieli comprava quei cd/dvd..
Purtroppo questo legame tra cd di ripristino e licenza separato dall'hardware originale è illegale, perchè questa vendita spetta solo a microsoft .

Ikaro

Ancora? Informati bene, il fatto che tu lo possa scaricare gratuitamente è un conto, è quando lo vai a vendere che non va bene ;) non voglio ripetermi, informati... Ciao

Nembolo

Niente non ci arrivi.
Allora ti spiego meglio:
Il cd di ripristino, inteso come sistema operativo senza licenza è scaricabile gratuitamente da tutti dal sito della microsoft.
Ti metto pure un link dove potresti scaricarlo anche tu in questo momento:
https://www. microsoft. com/it-it/software-download/windows10ISO

Per w7 devi immettere prima il seriale (ne puoi mettere uno qualsiasi) e serve solo a determinare la versione corretta, ma l'iso è comunque liberamente scaricabile
https://www. microsoft. com/it-it/software-download/windows7
Per cui masterizzare questi ISO non può essere illegale, anche se ne masterizzi 28.000 perchè sono disponibile per tutti e comunque prevedono l'acquisto di un seriale valido ed attivabile per funzionare.

Dove è allora il problema? 
Il problema è che il tizio lo masterizzava aggiungendoci l'etichetta col seriale di un pc rottamato.
Quello è illegale perchè il seriale è legato all'hardware (la scheda madre) e non può essere separato e riutilizzato su altro hardware.
Se per assurdo lui avesse venduto il rottame della scheda madre insieme al cd di ripristino col seriale "DI QUELLA SCHEDA MADRE" rottamata non avrebbe commesso un illecito, ma l'illecito lo avrebbe fatto l'acquirente buttando la scheda madre e usando il seriale su altro hardware.

Senza allegare il pc (o almeno la scheda madre) l'illecito lo ha compiuto lui "commercializzando licenze" e non hardware usato.

Zalgo, il Signore delle Mosche

Un concetto un po' distorto del denaro

Ikaro

Stiamo parlando di cose diverse, puoi farti e allegare il cd di ripristino a ciò che vendi, nessuno ti dirà mai niente perché a nessuno importa nulla ;) non puoi costruirci un business intorno come ha fatto il tipo, è molto semplice...

Nembolo

Ma ti rendi conto dell'ASSURDITA che dici?
Io non posso vendere il mio pc funzionante o anche non funzionante?
E chi lo compra non può usare la licenza allegata al PC?
Guarda che i laboratori delle scuole elemntari, medie e anche qaualche liceo sono piene di pc regalati da banche o aziende con la loro licenza.
Secondo te dovrebbero mettere in galera tutti i presidi?
Ah ah ah ah...
NON PUOI VENDERE LICENZE SEPARATE DALL'HARDWARE NA PUOI BENISSIMO VENDERE (O REGALARE) COMPUTER USATI CON ALLEGATA LICENZA.
Ci mancherebbe...

Ikaro

Si tecnicamente si tratta di rivendita di sw soggetto a copyright, semplicemente non puoi venderlo... Anche se eroe nazionale è comunque un illecito...

Nembolo

Allora tu mi dici che se questo tizio avesse rimesso in piedi 28000 pc e li avesse rivenduti con un cd di ripristino e la loro licenza avrebbe comunque fatto un illecito?
Ma quale illecito... l'avrebbero dovuto fare eroe nazionale con meriti ecologici!!!
Purtroppo non ha fatto così.
Ha preso dei cd col SO e ci ha appiccicato il seriale per attivare l'SO.
Che poi si parla impropriamente di cd di ripristino, ma quello non è altro che il cd col sistema operativo e che serve solo se hai un numero seriale valido, altrimenti l'istallazione non viene completata.
(E non può essere nemmeno un CD l'immagine da reistallare altrimenti non ne fai 28.000 uguali).
Quello è chiaramente illegale.

Ikaro

È quello che ti sto dicendo ;) finché lo fai a um a um con un dischetto masterizzato in casa "va bene" è quando fai le cose in grande che non va bene, anche se avesse venduto i dischi insieme alle schede madri non cambiava nulla, è tutta la filiera che ci ha costruito intorno che non va ;)

Nembolo

Non capisci il concetto.
Se tu hai acquistato un pc lo puoi rivendere, regalare o rottamare. La licenza ed un eventuale cd di ripristino la puoi cedere solo insieme all'hardware e rimane legata a quello.
Non ci credi? Vai su qualsiasi sito di vendita di usato e di pc ne trovi in quantità.
Quello che non puoi fare è rottamare il pc e tenerti la licenza per rivenderla da sola.
È quello che ha fatto il tizio.
Se però le due cose non le separi puoi rivenderle quante volte vuoi con i loro dischi di ripristino.

Ikaro

Ripeto, No... È come vendere dvd pirata, puoi abbinari quello che vuoi ma tecnicamente non puoi farlo...

Nembolo

A parte che era una battuta, perchè irrealizzabile, ma così non è illegale. La licenza è valida solo se legata al suo harware. E l'ardware del computer che la vincola è la scheda madre, (processore, ram o hardisk possono essere sostituiti).
A quel punto a separare il legame harware/sofrware c'avrebbe pensaro non il venditore, bensì l'acquirente che avrebbe cestinato il rottame ed usato il cd per altro harware.
Ma 28.000 acquirenti non potevano essere perseguiti e il tizio (teoricamente) l'avrebbe sfangata.

Maxim Castelli

Macché uefi, dai..

Ikaro

No... Anche così sarebbe illegale, per dire anche un sw sotto licenza open non puoi rivenderlo se non opportunamente modificato... Il suo errore è stato proprio fare le cose in grande, finché è il negozietto di quartiere a venderti il cd tutto ok... Ma farsi stampare in cina 2800 cd oltretutto simili agli originali è una cosa che non passa inosservata

ale

Se è una licenza OEM e te cambi hardware non funziona più e devi riattivarlo, le licenze OEM sono legate alla scheda madre del PC in cui è installato, se cambi hardware non funzionano. Fare un immagine del disco e metterla su un altro sistema attivata non è possibile.

Da Windows 8 in poi i computer non hanno più il codice product key incollato dietro ma hanno il codice product key salvato nello UEFI, quindi quando formatti il computer non ti viene più chiesto di inserire il codice, ma semplicemente Windows lo rileva automaticamente. Ovviamente se cambi scheda madre perdi la licenza di Windows.

Maxim Castelli

Fantastico...

angelo parigi

Ecco un esempio di produzione mensile su serre a rotazione. Adesso sono quasi esclusivamente tulipani, fiore che qui adorano. https://uploads.disquscdn.c...

angelo parigi

Fiori! Coltivo e vendo fiori in Russia, nelle serre. Ho iniziato tanti anni fa come traduttore giuramentato, poi ho capito che si poteva comprare terreno dallo stato a 4 soldi. Ho iniziato con serre climatizzate per prodotti da mangiare ma, visto il mercato qui, negli anni mi sono specializzato in fiori. Attualmente pianto circa 24k di bulbi al mese, e vendo sul mercato come grossista questi fiori. Non sono neanche uno dei più grandi produttori del settore. È tosta perché comunque ci vuole impegno costante, ma rende. Almeno le serre sono un posto caldo. In questa ad esempio facciamo fiori e cipolle, varie decine di tonnellate l'anno. https://uploads.disquscdn.c....

Maxim Castelli

E la miseria! Che lavoro offri?

Maxim Castelli

Con quella cifra un mortale si compra una casa e ne avanza poter vivere discretamente il resto della vita.

Maxim Castelli

Erano istallazioni Windows nei pc che lui demoliva, quindi lui non faceva altro che farne un'immagine disco (ovviamente erano già attivate).
Poi mi sa che hai un po' di confusione: il codice di attivazione non risiede nel BIOS...

sopaug

grazie, per fortuna i miei clienti sono tutti rigorosamente in regola... Manca solo che poi nei casini ci finisca io per colpa loro :)

V4N0

Grazie delle info... sei mesi di puro divertimento

sopaug

no, in azienda non mandano nessuno loro, mandano poi la BSA con la finanza se non rispondi cortesemente al loro "processo di verifica per aiutare a ottimizzare i costi di licenza" che io sappia. E' stato uno scambio di mail a rallentatore durato 6 mesi dove chiedevano di riempire moduli con foto di etichette, delle macchine e numeri di licenza rompendo le scatole per una OEM di aggiornamento a w10 (peraltro su una macchina già licenziata 7, che avrebbe potuto aggiornarsi gratuitamente fino a qualche mese prima) .

Sono disperati per via delle licenze vendute su amazon/ebay o dai partner sviluppatori per 365, e cercano di grattare qualche soldo così.

Andrej Peribar

Esattamente

Shrek

Hai perfettamente ragione nell'esempio che hai fatto. Il tizio dell'articolo però ha fatto dei cd/dvd imitando la grafica degli originali. A chi vuole darla a bere? È palese sia un tentativo di contraffazione.

Ikaro

L'illegalità in quel che dici è la rivendita di questi cd, con o senza key

ale

Bisogna vedere se ci ha lucrato o meno. Se li ha venduti al solo costo del supporto non vedo come sia un reato, è come se un mio amico mi dice che ha da formattare il computer e mi chiede se gli masterizzo la iso, che ripeto scarichi liberamente dal sito di Microsoft senza inserire nulla.

ale

Come potevano essere già attivate ? Ogni versione di Windows va attivata con il suo codice product key, oppure viene automaticamente attivata con il codice salvato nel bios da Windows 8 in poi.

Non mi pare esistano iso già attivate, almeno iso non modificate in qualche modo.

ale

Sul sito della MS puoi scaricare le iso di installazione di tutte le versioni di Windows. Ovviamente poi il codice product key lo devi avere te, ma è utile se uno deve reinstallare Windows, io vado sempre li a scaricarle.

ale

Come non è legale ? Vai sul sito MS e puoi scaricare tutte le iso di Windows, ovviamente poi vanno attivate con il codice product key che devi avere te.

Io lo faccio sempre quando devo formattare i computer.

Max

Siete dei ragazzini...
Metà di quei soldi ti servono per una plastica an4le visto quello che ti faranno li...

Gpl

Ma questa notizia è di giugno del 2017 ... fresca fresca insomma

V4N0

Hanno bisogno di soldi, devono recuperare su Amazon!

V4N0

Chi ha fatto la verifica delle licenze? Gli sono arrivati in azienda dei delegati di Microsoft?
A me hanno chiamato un paio di volte... per le licenze device-user più che altro.
Hanno solo chiesto quante macchine avevamo e quante licenze, basta

R4nd0mH3r0

per 700000 dollari sì

overview_marcia

Parlando di PC assemblati e licenza OEM: prima di windows 7 dovevi avere CD originale + adesivo per essere in perfetta regola, per cui il tizio è in torto solo se riciclava XP o vista. Da windows 7 in poi si possono scaricare le ISO, per cui l'unica cosa che conta è la licenza.

overview_marcia

Se con cambiano la scheda madre windows (oem) si attiva, non è reato, se hanno la partita iva ;)

Max

Che pochezza...

overview_marcia

Immondizia ok, ma io parlavo di discarica (luogo recintato) dove non puoi prendere/vendere nulla, almeno così era fino a qualche tempo fa. Non so le regole di una fabbrica dove si ricicla ne qui ne in USA... :)
Sulla questione licenza OEM, quello che so, è che è legata all'hardware del PC, specificatamente alla scheda madre che, se cambiata, in pratica, annulla la licenza, RAM, HD, Alimentatore, lettori ottici non sono parte della licenza OEM.
La retail è diverso, posso spostarla di PC in PC, a patto che sia attiva su un PC alla volta.

StriderWhite

Ma lascia stare le discariche, sono decenni ormai che esiste chi recupera stock di vecchi PC (aziendali e non) e li vende dopo averli riparati e testati, sia in Italia che altrove.

overview_marcia

In Italia mi pare non si possa vendere/prendere materiali gettati in discarica, non ho idea a che obblighi sono sottoposti le aziende che riciclano.

Il 2-in-1 nel 2021: la mia esperienza con Asus Vivobook Slate 13''

Recensione Asus VivoBook Pro X 14, OLED concreto!

Recensione Samsung Galaxy Book Pro 360, convertibile super sottile e leggero

Windows 11 disponibile da oggi: tutto ciò che bisogna sapere