Bitcoin: il 44% delle transazioni è associato ad attività illecite, secondo uno studio

08 Febbraio 2018 165

Bitcoin al centro dello studio dei ricercatori che ha provato a delineare per cosa e in che misura viene impiegata la criptovaluta più conosciuta. Quasi metà delle transazioni, conclude il gruppo di ricerca, è riconducibile ad attività illecite. Lo studio è stato condotto da Sean Foley (Università di Sidney), Jonathan R. Karlsen (University of Technology Sydney), e Talis J. Putnins (Stockholm School of Economics di Riga).

Abbiamo trovato che circa un quarto degli utenti di bitcoin e metà delle transazioni sono associate ad attività illegali. Circa 72 miliardi di dollari di attività illegali all'anno coinvolgono bitcoin, è ciò è vicino alla portata del mercato statunitense ed europeo delle droghe illegali

Commerci illeciti, finanziamento dei gruppi terroristici, strumenti per il riciclaggio di denaro o per eludere i controlli fiscali sono i principali impieghi illegali delle criptovalute:

Mentre le criptomonete presentano molti potenziali benefici, compresi i pagamenti più rapidi ed efficienti, le preoccupazioni normative si concentrano sul loro utilizzo per il commercio illecito (droghe, hack e furti, pornografia illegale, e anche assassinii su commissione), come potenziale fonte di finanziamento del terrorismo, per il riciclaggio di denaro, e sfuggire ai controlli sui capitali.


Su di un punto lo studio è chiaro: non si demonizza il Bitcoin in senso assoluto, né si può ancora affermare con certezza che la criptomoneta abbia una valenza criminogena:

Un aspetto cruciale di questo puzzle è comprendere sino a che punto il commercio illegale online rifletta semplicemente la migrazione di attività che, altrimenti, si sarebbero verificate per strada, contro l'alternativa che, rendendo i beni illegali più accessibili, facili da acquistare, e meno rischiosi grazie all'anonimato, il passaggio online possa determinare una crescita del complessivo mercato nero.

Per sciogliere il dubbio - sintetizzabile con: senza possibilità di pagare in critpomoneta il mercato nero (online e offline) manterrebbe l'attuale consistenza? - sarà necessario effettuare ulteriori ricerche:

Le nostre stime sul numero di transazioni illegali facilitata dai Bitcoin nel tempo contribuiscono a comprendere questo problema, ma è necessario svolgere ulteriore ricerca per mettere in relazione queste stime con i trend del mercato nero offline

Lo studio, pubblicato alla fine di gennaio, può essere consultato nella sua interezza tramite il link in FONTE.

Il migliori Smartphone Apple? Apple iPhone 12, in offerta oggi da Phoneshock a 699 euro oppure da ePrice a 764 euro.

165

Commenti

Regolamento Commentando dichiaro di aver letto il regolamento e di essere a conoscenza delle informazioni e norme che regolano le discussioni sul sito. Clicca per info.
Caricamento in corso. Per commentare attendere...
trakers

Hai presente gli investimenti? Hai presente la regola della deversificazione del portafoglio? ... ecco, io li uso per quelle cose lì

Sungfive52

eh esatto :D

Dennis

Hai pienamente ragione, in italia siamo in un ambiente che tutti si fidano di tutti. si vede che le cose funzionano proprio bene, nessuno ruba, i registri contabili non spariscono e le elezioni non vengono alterate.

Davide

e qui torniamo al punto che ti dicevo in partenza. Tu pensi che qualcuno possa fare delle modifiche solo se sei in un ambiente in cui non ti fidi di nessuno.
Nel mondo reale non è mai successo che qualcuno di fidato (banca, supermercato, amazon ecc) facesse una cosa del genere. Primo perchè ci sarebbe la legge a punirli, secondo perchè hanno la fiducia della gente. Fiducia guadagnata offrendo un servizio che non punta alla frode.

Dennis

I database sono modificabili da chi ha i server, la blockchain no. È proprio questo il punto

Davide

tutte cose, se esistono veramente, che si potevano fare con un normalissimo DB, sicuramente anche meglio. Oggi va di moda la blockchain e quindi hanno usato quella, un po' come quelli che cercano di usare linux in ambito aziendale e puntualmente tornano a windows.
Vedrai che tra 5 anni nessuno avrà ancora trovato un'utilità pratica e 'sta roba sarà sulla via del dimenticatoio (passato l'hype delle criptovalute per intenderci).

Davide

la questione del voting nella process group communication serve più che altro per evitare che ci siano errori. Che qualcuno riesca ad alterare un DB distribuito è molto difficile, idem una sua parte. Lì non è questione di fiducia quanto più un potenziamento sotto l'aspetto della reliability.
In un DB distribuito di una banca il problema del "e se non mi caricasse tutti i soldi?" non te lo poni neanche perchè hai l'istituzione banca nella quale hai fiducia.
Senza contare che un DB distribuito è ordini di grandezza più performante, efficiente e leggero di qualsiasi blockchain.
I registri contabili esistevano nel medioevo, oggi con una transazione su un DB ACID hai tutte le garanzie che ti servono.

ErCipolla

Certo, ma questo va da se, è così per qualsiasi database distribuito di questo tipo: se non c'è un'authority centrale che controlla il database dev'esserci un meccanismo di "majority vote" o simile che garantisca l'integrità.

Ma non è una peculiarità di BTC o della BlockChain, secondo te se altri enti "ufficiali" (es: PayPal) usassero un DB distribuito non ci sarebbe nessuno che tenterebbe di "taroccarlo" a suo vantaggio?

stiga holmen

Ti ripeto l'esempio di altri beni. Se altri non hanno più interesse, il tuo bene non vale nulla se provi a rivenderlo.

Stessa cosa bitcoin.

Boronius

A parte il fatto che mi uscirà un Monero ogni eone...

Dennis

I bonifici sn lenti in italia, perche dove vivo io sn istantanei e non paghi la transazione.
Aparte questo che non frega a nessuno,
Ci sn svariate implementazioni per blochchain sia a livello sanitario che politico e di gestione.
Documenti ospedalieri sempre classificati, votazioni non truffabili, registrazione di proprieta.
Non è questione di fidarsi o meno sappiamo benissimo che luomo è corrotto e in italia abbiamo la prova.
Esisto diversi tipi di blockchain strutturate in modi diversi ma da da come parli si capisce che non ne sei a conoscienza.

Ci sn piu di 2000 blockchain attive e differenti quindi la domanda ce stata solo che non l hai fatta tu.

STOPCHEMTRAILS Fred

mi consenta di dissentire. fosse stata usata la blockchain dalle banche si sarebbe intuita la bolla speculativa del 2008 in tempo, tutto in chiaro.
.1 ti puoi fidare senza doverti fidare
.2 le transazioni sono in chiaro
.3 se vuoi restare anonimo resti anonimo
meglio di così?
credo che in futuro il sistema diventerà quasi fee-less.
aspettiamo il 2141 e vediamo

Davide

esattamente. L'anonimato magari no visto che l'indirizzo è tranquillamente tracciabile da chiunque (a differenza del conto in banca) ma con "il fatto di non doversi fidare di nessuno per portare a compimento una transazione" hai centrato il punto.
Nel mondo reale (illeciti esclusi) non esistono situazioni tali per cui tu non debba fidarti di nessuno. Se paghi con la carta sai che la banca pagherà e di altre autorità trustworthy ce n'è un'infinità, per questo tutti i drawback di blockchain (leggi commento più in alto) diventano non tollerabili e fanno sì che essa sia inutile e peggiore di ogni altro sistema in essere.

Davide

il "non ti fidi" era relativo al mondo di utilizzo in cui è impiegata blockchain. La blockchain si usa perchè non ci si fida dei peer tramite i quali passano i dati (miner). E' replicata proprio per evitare che qualcuno cerchi di alterarne un numero di copie consistente.

Davide

sei tu che non sai niente, eppure parli. I bonifici sono lenti per via dei controlli e comunque adesso dovrebbe partire il bonifico istantaneo (purtroppo a pagamento).
La blockchain non è migliore in niente rispetto ad un sistema basato su DB, NIENTE. E' più lenta (supporta ordini di grandezza di transazioni in meno), più pesante (infiniti record per ogni utente anzichè una sola tupla), ha tempi di ricerca superiori (devi scorrerla tutta ogni volta) e ti obbliga a possedere il DB in locale, cosa che per un utente non ha senso.
Blockchain è la risposta ad una domanda che nessuno hai mai fatto e non è un caso se dopo 10 anni dalla sua invenzione nessuno abbia ancora trovato un modo utile per impiegarla nella vita reale. Semplicemente non serve. Va bene se vivi in un mondo in cui non ti fidi di nessuno, e allora tutti i drawback diventano tollerabili, ma nel mondo vero non serve e per questo rimarrà sempre e solo confinata alle criptovalute.

Body123

La differenza sostanziale è che il valore della casa non scende/aumenta da un giorno all'altro, non sei un giorno ricco e il giorno dopo ti svegli da poveraccio, o il contrario. Il valore scende o aumenta gradualmente, a piccoli passi, che puoi gestire e riflettere su cosa fare "forse dovrei iniziare a pensare di vendere la casa, a quanto pare i prezzi nei prossimi anni diminuiranno", per i bitcoin quel tempo di rifletterci nemmeno c'è, è praticamente un gioco d'azzardo in cui appunto a distanza di pochissimi giorni il prezzo può salire o scendere vertiginosamente.

DonatoMonty81

https://uploads.disquscdn.c...

DonatoMonty81

Moneta+Anonimato... chi lo avrebbe mai detto che ci sarebbe stata una percentuale così alta di attività illecite dietro le transazioni con la moneta virtuale?

Ery

Purtroppo si.... Non appena sono.entrati cani e porci è finito.tutto

Dennis

Informazione zero. Solo in italia i bonifici sono cosi lenti.
La tecnologia risulta peggiore in tutto?
La tecnologia blockchain è migliore in tutto.
Bitcoin è una moneta delle tante con o senza bitcoin le cose cambieranno.

ErCipolla

Haha, quindi siccome "non ti fidi" acquisti merce illegale pagando in anticipo e senza alcuna garanzia... mi pare giusto

STOPCHEMTRAILS Fred

bingo, ma la trasparenza è anche un punto di forza di Bitcoin. comunque non si può associare una chiave pubblica a una persona a meno che la persona non si esponga, il fatto è che se vuoi restare anonimo hai bisogno di mantenere un buon profilo di privacy a monte

STOPCHEMTRAILS Fred

lo usi? io ho il wallet e fatico ad usarlo, si fatica a sincronizzare i blocchi. è molto più impestato del Bitcoin, che già è impestato di per sè nell'utilizzo. confido nel lightning network e di poterci pagare il caffè un giorno

STOPCHEMTRAILS Fred

il punto di forza di criptovalute è l'anonimato e il fatto di non doversi fidare di nessuno per portare a compimento una transazione.

stiga holmen

Allora ti propongo l'esempio dell'auto: il giorno dopo hai perso il 22% dell' IVA.
Se poi appena esci dal concessionario uno ti viene addosso e la devi buttare , ti basta anche 1 ora...

Ah se vuoi vai a guardare anche il valore di certe azioni di certe banche: tutto in fumo dalla sera alla mattina...

stiga holmen

Non vedo la differenza. La tua casa tra altri 10 anni magari vale 500K € come 50K € ...sei dipendente da come va l'economia e dalla domanda/offerta.

Bitcoin uguale.

Davide

Sempre detto io. D'altronde è l'unica destinazione d'uso per un prodotto che si basa su blockchain. La usi quando non ti fidi. E quando non ti fidi? Quando hai a che fare con dei ladri/criminali.
Per tutto il resto non serve una tecnologia che risulta peggiore in tutto. Le monete virtuali esistono già, solo che nessuno poteva muoverle con questa facilità.
L'unica cosa buona che hanno portato le criptovalute è la possibilità di muovere rapidamente il denaro. Col bonifico di metti comunque del tempo. Diciamo che sono un evoluzione 2.1 del bonifico.

Roberto

scusate, ma ditemi una cosa...io so che i pagamenti in bitcoin non sono affatto anonimi, anzi, tutt'altro. una volta scoperto un pagamento effettuato da una persona in bitcoin si può risalire facilmente a tutti gli altri pagamenti effettuati dalla stessa persona.

per il totale anonimato infatti sono state crete altre criptovalute come dash, monero, darkcoin.... altrimenti queste a che servirebbero se già il bitcoin fosse anonimo.

Dario · 753 a.C. .

beh se la gente lo compra il prezzo sale xD

mat

Non è che se spammi monero dappertutto diventi ricco.

RBMK_1000

Tutto il denaro serve anche a compiere atti illeciti, ma il contante è comunque molto diverso dal bitcoin.

Mesi fa ho deciso di fare una ricerca approfondita sull'argomento bitcoin e dark web, e il risultato è abbastanza sconcertante. Droghe, armi, contenuti pornografici ritraenti minori, revenge porn e chi più ne ha più ne metta, tutto a portata di click.

Il problema, rispetto al contante, è il totale anonimato. Non solo è anonima la transazione, ma se svolta attraverso un WiFi pubblico (o aperto) e un PC non di proprietà (o con il MAC address modificato / dinamico) diventa anonima anche la persona.

Nella realtà, soprattutto al giorno d'oggi, tra telecamere e forze dell'ordine sotto copertura, usare il contante per atti profondamente illeciti (mi viene in mente lo spaccio di sostanze pesanti e la pedopornografia) è ben più pericoloso rispetto al BitCoin.

Poi beh, si è ampiamente dimostrato che il BTC può essere usato anche per scopi tutt'altro che illeciti, quindi non penso che sia da mettere in croce a prescindere.

Everything in its right place.

Esattamente. I tassisti dichiarano un certo chilometraggio e un certo costo del carburante e da lì pagano le tasse (spesso evadendone una parte). In aggiunta c'erano (non so se per la loro categoria ci sono ancora) degli studi di settore per beccare le discrepanze più evidenti. Il fatto è che fanno molti tratti "a vuoto" non soggetti a nessuna tassa ovviamente che loro tolgono dal chilometraggio complessivo ma questo non è tracciato fiscalmente in modo preciso perché il tassametro non registra le corse ai fini della tassazione. So che c'erano un po' di proposte per imporre l'obbligo del tassametro
fiscale, ma c'erano state (ovvie) rimostranze della categoria e non se ne è fatto nulla.

Manny Calavera

L'acqua e' liquida? Ooooo Meeeeoooo Deoooooo. Aspetta che prendo la prossima navetta per Marte, devo avvisare l'omino Tesla !!!

Mattia Righetti

Scrivi ancora allora, siamo curiosi

Nickever Professional™

ma era un qualche tipo di verità relativa a questo argomento dei bitcoin, oppure qualche ''verità'' riguardo il lavoro svolto da hdblog?

Body123

Si ok, ma un conto è che hai pagato la casa 200mila euro 15 anni fa e ora magari ne vale 150mila, un altro è pagarla oggi 200mila, domani magari vale 100mila, dopodomani 400mila.

Francesco

il 100% dei contanti che spendo è per dr0ga o tr0ie

Fabio

No, trattasi di censura. Stop!

Fabio

Tu ridi, io invece sono rammaricato perché come al solito viene applicata la regola del menga: se spari baggianate va tutto bene, ma se ti cimenti su elucubrazioni serie, ponderate, ma evidentemente scomode per i SIGNORI, ti tagliano le gambe!

Dario · 753 a.C. .

sicuramente

R4nd0mH3r0

https://uploads.disquscdn.c...

Nalin

Bene, se non è tracciabile allora è un motivo in più per usarla in affari sporchi no?

Mattia Righetti

Studio conferma: il 100% delle persone non trovano il ca**o che gliene frega

Mattia Righetti

Gomblotoo

Mikel

È nato per l’illecito!!!!!

Sungfive52

Monero è buono se la corrente non è tua o hai pannelli. Sennò vai in perdita

Lord Cornelius Vortigern

Articolo fuffa su uno studio fuffa :D
il denaro (reale o virtuale) si usa per commerci illeciti. CHE GRANDE NOVITA' :D
A quando lo studio per dimostrare che l'acqua è liquida?

Boronius

Infatti

Boronius

Domanda: mi conviene minare i Monero qui in ufficio? Diciamo per dare un senso ai molti cores poco utilizzati

Fabio

Egregi signori di HDBLOG, avete censurato il mio commento! Era troppo scomodo perché conteneva verità inoppugnabili?
Vi ringrazio, la vostra serietà come al solito è tristemente discutibile!

I migliori smartphone 5G economici | Guida

Recensione Huawei Band 6: eleganza in formato slim

Snapdragon 888 vs Exynos 2100: qual è il migliore?

Echo 4° generazione vs Nest Audio: quale scegliere? Tutte le differenze