Nokia si prepara al 5G: nuovi chip ReefShark in produzione nel Q3 2018

29 Gennaio 2018 0

Anche Nokia vuol esser protagonista della rivoluzione 5G e annuncia i nuovi chipset ReefShark capaci di supportare le reti di nuovissima generazione. Le premesse sono come sempre entusiasmanti: dimensioni delle antenne dimezzate (circa 45cm), capacità di triplicare il flusso dati e ridurre i consumi energetici dei ripetitori mobile del 64 percento.

La produzione in grandi volumi avverrà già quest'anno nel corso del terzo trimestre, le nuove soluzioni faranno parte della famiglia AirScale che già prevede tecnologie avanzate per il 4G. Si passerà quindi da una capacità attuale delle unità pari a 28 Gbps agli 84 Gbps per singolo modulo. Nokia sfrutterà ovviamente la sua ampia rete di partnership per la commercializzazione dei chipset ReefShark, pare che siano già 30 gli operatori in tutto il mondo interessati ad aggiornare le proprie torri wireless con questa soluzione. D'altronde il passaggio al 5G sarà "obbligatorio" per chi desidera rimanere competitivo nel settore.

Ma vediamo come sono fatti questi chip ReefShark, forniti di numerose antenne "Massive MIMO" capaci di gestire decine di segnali dati in entrata e in uscita contemporaneamente, garantendo così maggior capacità di banda e miglior copertura da ogni singola cella del ripetitore. Non conosciamo ancora le specifiche esatte, d'altronde il 5G è ancora in piena fase di sviluppo e oggetto di ricerca, ma la completa architettura del "Future X" di Nokia verrà svelata molto presto, in occasione del Mobile World Congress 2018.


0

Commenti

Regolamento Commentando dichiaro di aver letto il regolamento e di essere a conoscenza delle informazioni e norme che regolano le discussioni sul sito. Clicca per info.
Caricamento in corso. Per commentare attendere...
Recensione

Recensione MSI RTX 3090 Gaming X Trio 24G, semplicemente ESAGERATA!

Mobile

Garmin Venu Sq ufficiale: cambia la forma, non la sostanza | Video

Android

Samsung Galaxy S20 FE è ufficiale: 5G con Snapdragon 865 a 769 euro

Alta definizione

Recensione Huawei Freebuds Pro: belle, comode e funzionali