Italia sempre più colpita dai malware a dicembre | Check Point

16 Gennaio 2018 59

Check Point ha pubblicato il consueto rapporto periodico sulle principali minacce alla sicurezza dei sistemi informatici, aggiornato al mese di dicembre 2017. L'Italia, purtroppo, scala un'ulteriore posizione nella classifica dei Paesi più colpiti dai malware stilata dalla società di cybersicurezza: si trova ora al 75esimo posto (74esimo a novembre). La responsabilità è da attribuire in larga misura ai malware creati per il mining di criptovalute. Nello specifico, i malware più diffusi in Italia nel periodo di osservazione sono stati:

  1. Coinhive: è uno script che usa la CPU degli utenti online per il mining della criptovaluta Monero
  2. Cryptoloot: sfrutta la potenza di calcolo di CPU e GPU della vittima per il mining di critpovalute
  3. Globeimposter: ransomware, variante del ransomware Globe
Coinhive, lo script che usa la CPU degli utenti online per il mining della criptovaluta Monero, è stato il malware più diffuso sia in Italia, sia a livello mondiale a dicembre.

Il quadro non è più roseo a livello mondiale: Check Point stima che il fenomeno del

mining delle criptovalute ha colpito il 55 per cento delle organizzazioni a livello globale nel mese di dicembre, con dieci diverse varianti nella Top 100 dei malware del mese e ben due varianti tra le prime tre posizioni.

Check Point, inoltre, riconferma un fenomeno di cui si è abbastanza discusso nelle settimane scorse, ovvero la constatazione che i miner di critpovalute sono stati volontariamente inseriti in alcuni noti siti web che offrono servizi di streaming multimediale e condivisione di file, all'insaputa degli utenti. L'azienda non entra nel merito delle responsabilità attribuibili o meno ai gestori del sito, ricordando che si tratta di siti hackerabili da parte di chi intende sfruttare le risorse degli utenti per l'attività di mining.

A livello globale la classifica di dicembre dei malware più diffusi prevede:

  1. Coinhive, in ascesa e scalza RoghTed
  2. Rig ek: stabile in seconda posizione, diffonde exploit per Flash, Java, Silverlight e Internet Explorer
  3. Cryptoloot, in ascesa

Il rapporto di Check Point si conclude con i malware per dispositivi mobili più diffusi a dicembre. La piattaforma Android è nuovamente quella presa maggiormente di mira dai malintenzionati.

  1. Triada, è un malware modulare per Android: porta a segno l'attacco tramite una backdoor che assegna privilegi di root ai malware scaricati. E' stato identificato come URL di tipo spoofing (utilizza in vari modi la falsificazione dell'identità)
  2. Lokibot, trojan bancario che colpisce i dispositivi Android, ruba informazioni e si può trasformare in ransomware che blocca lo smartphone e rimuove i privilegi di amministratore
  3. Lotoor, hack tool che sfrutta le vulnerabilità di Android per ottenere i privilegi di root
La riconferma di un'azienda che cerca l'equilibrio tra prestazioni al top e prezzo competitivo? OnePlus 6T è in offerta oggi su a 479 euro.

59

Commenti

Regolamento Commentando dichiaro di aver letto il regolamento e di essere a conoscenza delle informazioni e norme che regolano le discussioni sul sito. Clicca per info.
Caricamento in corso. Per commentare attendere...
Antonio Mariani

il problema non sarebbe manco chiedere, in quanto io mi ritengo ignorante a sufficienza da farlo, ma il presumere di saperne abbastanza. poi si va dire che i vecchietti...si ma loro chiedono, quelli che scarino apk a uffa da siti alternativi non son mica così grandi

MasterBlatter

Versione a pagamento però

MasterBlatter

Beh fargli fare una cucciolata è meglio per la psicologia dell'animale

IlFuAnd91

Non è questo il discorso.
Internet è il mondo reale amplificato e velocizzato in maniera esponenziale.
Se la gente prima di internet faceva schifo con l'avvento di internet non poteva di certo migliorare.
Aggiungo inoltre, e altri potranno confermare, che si stava molto meglio su internet prima che il resto del mondo si rendesse improvvisamente conto dell'esistenza della rete.

Joel

Yes

MattiaG

Ciao, una domanda. BitDefender, anche in versione Free, lo consideri superiore anche ad altri antivirus "più famosi" del calibro di Avast/Avira ecc?

M3r71n0

E mica solo a te. Il problema è che sti tizi stanno diventando anche bravi. Fatture, documenti di trasporto, bollette... sempre più facile cascarci.

GeneralZod

A me mandano finte mail di phishing per vedere se abbocco.

Breus

Già, l'informatica di massa aveva il potenziale di diffondere la conoscenza; ma l'ignoranza ha viaggiato molto più spedita.

Stefano Art

per raggiungerlo hanno un nuovo link, con una S alla fine, prima del punto info e dopo la URL originale...
questo link va anche senza vpn, proxy e robe "strane".

MariuxReloaded

Non a caso l'Italia è il primo paese al mondo per quanto riguarda il tasso di utenti incauti online, all'incirca il 92%

Flagship

Io conosco gente convinta che il Cane Corso sia un cane francese, che il Pastore Australiano sia appunto del'Australia e che per sterilizzare una cagna bisogna comunque farle fare prima una cucciolata, se ti può consolare.
Saremmo pure nel 2018... interconnessi e bombardati d'informazioni, ma cè un livello d'ignoranza di "ritorno" davvero preoccupante.
Ad ogni stadio intendo.

misterblonde

per trovare prodotti non importati? lol

misterblonde

dovresti esserne abituato

M3r71n0

Condivisibile...

Dado401

Mi viene da dire "meglio per noi!"

Dado401

E' ormai da tempo che dall'Italia non si riesce più a navigarci, utilizzo lo stesso vpn :D

Dado401

Se ti può consolare fui efficacemente dissuaso dall'investire in bitcoint 7 anni fa... Oggi li avrei comprati i quei medici.

Dado401

Diciamo che non si punta alla conoscenza del checksum, saremmo ben più addentrati del necessario!

faber80_

La cultura in italia è molto bassa, quella informatica è quasi nulla.
non si va molto oltre start e facebook.

Raiden

Figurati se lo conoscevano.... ho sempre pensato che avrei dovuto approffondire lo studio di malware e affini 15 anni fa... a quest'ora con tutti i polli che prendevo guadagnerei il triplo dello stipendio da medico.

Raiden

Ok per i dns, ma il resto del commento continua ad essere amara verità, anche per i "giovani".

M3r71n0

Perchè il nero non le piace?
Effettivamente... https://uploads.disquscdn.c... Per raggiungerlo guarda la parte alta dello screen ;-)

M3r71n0

Alcuni che conosco io non sanno manco cosa sia aptoide e stanno comunque pieni di pubblicità, notifiche e schifezze varie.

M3r71n0

La vera piaga ultimamente sta diventando il phishing tramite email.
Mai ricevute tante schifezze in tutti i nostri uffici.
Non so se sono i nostri clienti ad aver abboccato a qualsiasi cosa e quindi ad aver regalato i nostri indirizzi email o cosa, ma negli ultimi mesi è una cosa assurda.

inc12345

Io sono stato colpito da Microsoft. Va bene uguale?
Il simpatico "Inaccessible boot device".

Nemmeno i rimedi che si trovano in rete funzionavano.
Reset e via...ovviamente.

shud4

Una loro evoluzione sarà il futuro di internet.
che sia pearl o qualcosa di più utile non so, ma questo terrorismo contro i webminer non lo condivido.

Riccardo

non è falso. c'è la variante free, come quella a pagamento. se ti da questo servizio con la free, buon per te

Riccardo

la pirateria non è da considerare

NicoRoma90

eh va beh... DNS è fuori dalla conoscenza della gente comune... non ci farei tutto sto dramma

Raiden

Sai quanti 18enni conosco che scaricano come pazzi da aptoide o che cliccano "ok" ad ogni cosa gli appare davanti senza aver presente neppure cosa stanno facendo? C'è pure gente che non sa manco impostarsi l'account email e sono nati negli anni 90.

Raiden

Nei gruppi facebook (tipo quello dell'Honor 8 che seguivo quando avevo l'account fb) soprattutto leggi le cose e le domande più stupide possibili e capisci che internet e la tecnologia forse non fa per tutti.

Joel

Falso, c’è in variante free

Danny #

Sul corsaro verde?

Danny #

Basta installare w10 per avere un malware

M_90®

niente di che insomma LOL

Mauricio

Dai non è così grave, è difficile da individuare ma se lo trovi basta reinstallare tutto il sistema.
http:// www .securityinfo . it/2018/01/15/mami-primo-malware-mac-del-2018/

M_90®

nel mese di gennaio potete aggiungere il nuovo malware mami arrivato su mac LOL

d4n

Sul corsaro ci và apposta per scaricare BitDefender xD

d4n

I giovani non sono da meno anzi, e la cosa è grave.

Mauricio

Esiste qualche altro anti-malware di sistema che li blocca?

Stefano Ferri

Verissimo ! Tutti con 800 € di telefoni, bislunghi arrotondati hdr2345 bit , note book piatti piatti piatti poi alla fine non sanno nemmeno cosa serva un driver od un checksum.
Aggiungiamo anche l' utenza boccalona che clicca o tappa su tutto ed il gioco è fatto.
magari qualcuno mette l' antivirus nel telefono oltretutto.

Squak9000

Soprattutto!

EVA01

Parole sante!

Antonio Mariani

la cultura informatica in Italia è molto bassa, e non è che le nuove leve ne sappiano qualcosa anche se hanno gli smartphone più connessi del mondo.

Antonio Mariani

da "come hackerare il computer del collega fastidioso" a "come sfondare il database dell'fbi" trovi tutto in effetti :D

Riccardo

bitdefender lo paghi...

asd555

Secondo me è un effetto collaterale dell'informatizzazione.
Sempre più anziani hanno accesso alla rete, fregare questi "ignorànti informatici" è un gioco da ragazzi.

Joel

Ogni volta che vado sul corsaro per trovare prodotti non importati in Italia BitDefender blocca i minatori di crittovalute. Windows Defender neanche li vede

loresan

Popup blocker, ublock e minerblocker. Kit base per la sopravvivenza sul web.

Android

OnePlus 6T McLaren Edition ufficiale: 10 GB di RAM a 709 euro | Anteprima

Android

Honor View 20 ufficiale: display con foro e foto a 48MP | Video

I migliori smartphone sotto l'albero: Guida all'acquisto di Natale 2018

Android

Recensione Oppo RX17 Pro: ricarica lampo e super foto notturne