Ultrabook Intel Core e Pixelbook | Video anteprima dal CES

08 Gennaio 2018 30

Rimani aggiornato quotidianamente sui video, approfondimenti e recensioni di HDblog. Iscriviti ora al canale Youtube, basta un Click!

Intel, in collaborazione con i partner, prende parte al CES di Las Vegas con un'articolata gamma di ultracompatti destinati a chi pone al primo posto l'esigenza dell'utilizzo del portatile in mobilità. E' di fatto la risposta di Intel a Qualcomm, che con gli Snapdragon 835 e 845 ha posto le basi per utilizzare il sistema operativo Windows con i processori ARM - con indubbi vantaggi in termini di autonomia rispetto ai più tradizionali processori x86.

Qui al CES 2018 abbiamo avuto modo di dare uno sguardo ad una carrellata di prodotti basati sulle CPU Intel Core 7 serie Y, dotati di connettività mobile 4G e design fanless, in mostra presso lo showroom Intel, che comprendono dispositivi già in commercio ed altri che lo saranno nei prossimi mesi: il Galaxy Book dello scorso anno, il nuovo LG Gram, e il PixelBook, presentato ad ottobre 2017 ma non ancora arrivato nel mercato italiano, di cui ci ha subito colpito l'aspetto costruttivo caratterizzato dalla scocca in alluminio.

HP Envy X2, presentato in mattinata proprio durante del CES, è ancor più recente: si tratta di un ultraportatile dotato di CPU Intel Core i5 7Y54, associato ad un modulo telefonico integrato 4G. Il processore parco nei consumi, abbinato alla SIM card interna rappresenta una soluzione ottimale per lavorare in mobilità, a lungo lontano dalla presa di corrente. La casa madre dichiara un'autonomia massima di 15 ore.

Acer Swift 7 (2018), altra novità svelata al CES, incarna al meglio il concetto di ultraportatile di nuova generazione presentandosi con una scocca particolarmente sottile: solo 8,98 mm, un valore più simile a quello di uno smartphone che a quello di un portatile. Nonostante lo spessore ridotto, che quindi limita lo spazio per alloggiare batteria molto capienti, l'autonomia dichiarata è pari a 10 ore. Per ulteriori dettagli sull'ultraportatile di Acer si rimanda all'approfondimento realizzato da Riccardo:

Chiaro il trend del segmento ultrabook emerso con i prodotti mostrati dai partner Intel: enfatizzare ulteriormente l'aspetto della mobilità, utilizzando uno schema progettuale che riduce ingombri e consumi con i processori Core 7 serie Y, permette di utilizzare dispositivi always connected' grazie ai moduli telefonici 4G, offrendo un livello di prestazioni adeguato.

Top gamma con batteria infinita e display super? Asus ROG Phone 2 è in offerta oggi su a 528 euro.

30

Commenti

Regolamento Commentando dichiaro di aver letto il regolamento e di essere a conoscenza delle informazioni e norme che regolano le discussioni sul sito. Clicca per info.
Caricamento in corso. Per commentare attendere...
DeeoK

Mi riferivo all'ambito dei pc consumer, non all'approccio in generale.
Comunque quello che ha fatto Intel nello ultimi anni è stato proprio migliorare l'autonomia e i risultati sono indubbi.
Sono gli ARM che devono ancora provare di poter garantire prestazioni che non siano da smartphone.

Lorenzo

Google disse però che gli smartphone Android aggiornati allulall'u versione ne erano immuni... Per sanp 845, quando usciranno terminali con questo chip, sarà già risolto (spero)

Cesoia

Si si ok

Cesoia

Se c è una cosa che non morirà mai nell elettronica è proprio il RISC. È universalmente usato in qualunque campo e sopravviverà forse anche ad Intel stessa. È una tecnologia chiave insostituibile. Il limite semmai è il mantenimento di un set d'istruzioni come x86 che anziché semplificare le complica ogni anno di più. È ora che qualcuno abbia il coraggio di gettare la spugna e guardare al futuro.
Si vedremo come andranno gli WoA con un confronto alla pari e cioè con software compilato e non interpretato...
È più facile che arm aumenti le prestazioni piuttosto che x86 aumenti l'autonomia...

DeeoK

Senza dubbio il RISC è destinato a morire come approccio, ma non sono sicuro che avverrà a breve e non sono sicuro che ARM sia un'opzione migliore.
Vedremo un po' con le prestazioni di questi WoA. Per ora l'Asus che hanno annunciato ha 22 ore di autonomia dichiarata che non è questo capolavoro (il nuovo XPS ne ha 19).

Albi Veruari

Arm va meno della serie U la quale, esempio negli spectre della HP, fa 15 ore. Se uno vuole prestazioni va nella serie HQ con la quale fai 8 ore (esempio dell).

Cesoia

Poi non lamentiamoci che la batteria e sempre una miseria...

Cesoia

"Oppure gli Snap andranno meglio ma aumentando l'energia usata rispetto a
quanto visto su smartphone e quindi arrivando ad autonomie inferiori."

Ma anche no nel senso che essendo gli ARM architetturalmente piu' semplici e veramente low power dovrebbero "contenere" i consumi entro certi limiti crescendo comunque in prestazioni.Gli Intel sono invece un'accozzaglia di roba che e' impossibile da semplificare se non tirando una bella riga.E' anche per questo che nonostante i miliardi spesi Intel non e' mai riuscita ad imporsi nel mobile.L'incapacita' e l'impossibilita' di snellire l'architettura non gioca a suo favore quando esistono dei vincoli sotto certe soglie.

SPARC,MIPS,ARM o PowerPC sono tutte architetture RISC native e gia' quindici anni fa (prima del mobile..) nel mondo enterprise si parlava di come fossero piu' efficienti energeticamente rispetto gli Opteron x64 (gli Xeon su architettura netburst neppure li consideriamo)...
Gli ARM64 procederanno verso una standarizzazione forzata.Questa cosa semplifichera' di molto la creazione di un parco applicazioni decente.Il resto verra' da se'.

La questione Intel ed x86 e' che alla fin fine ha avuto un paio di decenni di tempo per pensionare (per raggiunti limiti di età) il suo CISC senza mai di fatto farlo (era piu' importante il monopolio che il progresso..) e questa incapacita' la sta pagando (ancora troppo poco..) con un aumento spropositato della complessita' e dei vincoli di ogni tipo.Cosi' non puo' andare avanti,deve cambiare per forza.Alla fine questa grande societa',al di fuori di x86 e' semplicemente: non pervenuta.

Cesoia

Snapdragon 845 non e' immune dal Meltdown in quanto e' un derivato del Cortex A75.C'e' da dire pero' che le differenze architetturali nella gestione della memoria virtuale fra Intel ed ARM sono tali che la seconda non presenta ne' la stessa gravita' ne' le stesse pesanti correzioni della prima (prestazioni).
Spectre,invece,come bugs andrebbero depennati.Riguardano tutte le marche ma sono esotici essendo difficili da creare ed altrettanto da correggere.La realizzazione rimane vincolata all'accesso fisico diretto del dispositivo.Quindi rimangono poco pericolosi.Non me ne preoccuperei troppo.Continuano ad essere molto piu' serie le falle software che puntualmente si scoprono nelle piattaforme che ci girano sopra.

stefano

veramente orribile il pixelbook

Cesoia

Infatti,son peggio...

sMattoZ1

Si chiamano i5 e i7Y ma non sono comparabili nemmeno a quelli della serie U. Sono dei core M rimarchiati (e l'avevano detto tempo fa mi sa)

Paolo Giulio

... è la risposta di Intel ad un problema solo loro... sinceramente, 'sto coso a 1.000 euro è immondizia (inteso come presa in giro per il consumatore) ...

Riccardo

spectre, se non ricordo male meltdown è per gli intel principalmente mentre spectre per tutti

Mako

https:// blog(.)prototypr(.)io/google-and-the-resurgence-of-italian-design-e9234cf3d073

Peppol

Domandone un pó OT ma Snapdragon 845 è immune da Meltdown e l’altro come si chiama bugs?

DeeoK

Non è tanto la paura di cambiare: Intel per ARM dovrebbe pagare le licenze e per ora non ha motivo di regalare soldi ad ARM.
Al di là delle chiacchiere bisognerà vedere come andranno questi Snapdragon in ambito notebook. Tutti danno morta Intel perché gli SD ora arriveranno e distruggeranno tutto. Onestamente sono piuttosto scettico a riguardo e secondo me alla fine le prestazioni saranno simili a quelli che Intel ha in quel segmento. Oppure gli Snap andranno meglio ma aumentando l'energia usata rispetto a quanto visto su smartphone e quindi arrivando ad autonomie inferiori.
Insomma, tutti fanno i conti senza l'oste e per ora di dati concreti non ce ne sono.

Dal punto di vista prettamente tecnologico invece che Intel passi ad ARM è grosso modo irrilevante. ARM è per certi versi un delirio e difficilmente potrebbe migliorare il panorama tecnologico rispetto agli x86. Si fosse parlato di qualcosa stile Sparc allora avrei sperato che anche Intel decidesse di investirci, ma allo stato attuale me ne frego della lotta religiosa tra pro-ARM e pro-x86.

a'ndre 'ci

non capisci la lineup o gli articoli scritti a ca..o?

Sagitt

Davvero carino il design

IlFuAnd91

Fonte? Perché la cosa mi incuriosisce.

Albi Veruari

E perchè dovrebbe passare ad ARM quando già esistono soluzioni migliori? Sarebbe come dire che ARM non passa ad x86 per paura...
2 mercati diversi.

Cesoia

Intel core i7 serie Y ovvero come prendere un top di gamma e clockarlo a 350mhz. A parte gli scherzi, vedremo le prestazioni, quelle vere. Impossibile mettere un i7 fanless,in quello spessore ed a bassi consumi senza avere pesanti compromessi dal punto di vista prestazionale. Le microarchitetture x86 non sono low power e di lì non si scappa.

Cesoia

Quando la paura di cambiare rende piccola un'azienda che a parole dice di esser la migliore...

DeeoK

Intel punta sempre agli x86, non credo passerà mai ad ARM.

Fabrizio Costanzo

Non ci sto capendo più niente della lineup Intel... Ma la cpu del nuovo Acer è di ottava o settima generazione? Perché nell'articolo precedente c'era scritto settima

Mako

è ispirato al design olivetti, sia quello che tutta la serie pixel

acitre

Sembra abbia una passata di nastro isolante bianco il pixel sul touchpad.

Stefano Vago

niente, ormai solo surface

M_90®

HAHAHAHAHA 1000 dollari per il pixelbook hahahahahahah

Ma22

Mancano i processori arm di Intel per competere con gli snap 835/845 nel campo PC 2 in 1...
e5 (835) e7 (845)

Huawei MateBook D da 14, 15" e X Pro 2019 arrivano su Amazon | Video

ASUS ROG Zephyrus G14, portatile con pannello LED personalizzabile | VIDEO

Migliori mouse PC e MAC da comprare a febbraio 2020: i top 5 scelti da HDblog

Huawei MateBook: X Pro 2019 e 14 ufficiali, prezzi Italia del 13 | VIDEO