UFO, il Pentagono ha finanziato un programma per identificarli

17 Dicembre 2017 227

Se la recente serie di X-Files pubblicata su Audible non dovesse essere sufficiente per alimentare la curiosità del pubblico sul tema del paranormale in generale e degli UFO in particolare, un recente rapporto pubblicato dall'autorevole New York Times rende tutto molto più ''concreto'' e meno legato alla mera finzione cinematografica. La fonte afferma che il Dipartimento dalla Difesa statunitense ha supportato il programma Advanced Aerospace Threat Identification (AATI), espressamente attivato per analizzare le segnalazioni sugli UFO.

Il programma è stato finanziato a partire dal 2007 per volontà del senatore Harry Reid: gran parte del fondo, circa 22 milioni di dollari all'anno, è stato destinato ad un'impresa aerospaziale privata gestita da Robert Bigelow, amico di Reid e convinto che gli UFO abbiano visitato il nostro Pianeta. Il flusso di denaro stanziato per il progetto si è interrotto nel 2017.

Non sono noti tutti i dettagli del programma, ma parte del materiale esaminato riguardava video relativo agli incontri tra aerei militari americani e oggetti volanti non identificati, ad esempio ''aerei'' che volavano ad alta velocità o che si muovevano senza un'apparente fonte di propulsione. Non sono nemmeno state diffuse le conclusioni a cui è giunto il programma. Nel 2009 il Senatore Reid sostenne che grazie ad esso erano state effettuate scoperte "molto delicate e inusuali" e in un briefing tenuto nello stesso anno si affermò che gli Stati Uniti non avrebbero potuto difendersi da ciò che avevano scoperto.

Ciò non significa, naturalmente, che l'AATI abbia scoperto effettivamente l'esistenze di forme di vita aliena: si potrebbe trattare, più semplicemente di fenomeni non spiegabili da cause naturali noto o da veicoli non identificati. Il programma, al momento, non sembra essere destinato ad un rifinanziamento.


227

Commenti

Regolamento Commentando dichiaro di aver letto il regolamento e di essere a conoscenza delle informazioni e norme che regolano le discussioni sul sito. Clicca per info.
Caricamento in corso. Per commentare attendere...
Mario I/O

Intendevo dire che andrebbero spesi meglio questi soldi, tutto qui.

Barabba

Bah, per me hai sparato una minchiata perché non c'è proprio ordine di grandezza per affermare quello che hai scritto.
Poi vedi tu.
Buone feste.

mytom

Se per te argomentare vuol dire continuare a accusare l’interlocutore di avere problemi (morali, etici, religiosi o quanto la tua fantasia ti suggerisce) per i quali hai già ricevuto assicurazione che non esistono, allora sei un tr.oll (consapevole o meno, fa poca differenza). E con i tr.oll meglio non perdere tempo.

Mario I/O

Ma il concetto di provocazione non è chiaro?

nutci

Se non hai di che argomentare è meglio che non inizi nemmeno una discussione, ti pare?

sbiki85

Be hanno dati anche loro di miliardi alle banche (giustamente), se è per questo nel dopo 2008.

mytom

Si, vabbè, buonanotte.

Riccardo Piccinato

Qui abbiamo dato 4 miliardi alla banca degli amici.
In confronto 22 milioni sono un investimento lodevole. Che per altro, io stesso avrei fatto (non tanto nella forma della ricerca di alieni in sé, quanto di ricerca di anomalie in sé).

Riccardo Piccinato

Cosa vuoi farci.. per altro scaricabile dalle tasse.

Riccardo Piccinato

Non direi affatto

Barabba

Ah ok, quindi ci sono 8800 abitanti in America.
Ero convinto oltre 300 milioni.

nutci

Un calcolo statistico non è una stima. è un calcolo e che ti piaccia o no è quello.
Io non spaccio niente per verità ma mi limito a riportare dei dati. Se questi vanno contro la tua convinzione e ti causano problemi sono fatti tuoi ma, per fortuna, rimangono veri qualunque cose tu faccia.

Mario I/O

Un'assicurazione sanitaria decente in USA costa circa 5000 dollari l'anno.

mytom

Appunto perché è una stima, e non un'evidenza.
Guarda che prendere le proprie certezze e spacciarle per verità è "superbia". Io non ho certezze, mi limito a trovare delle obiezioni a quelli che le hanno... Se rileggi quello che ho scritto, non nego mai la possibile esistenza di civiltà tecnologiche. Contesto soltanto quelli come te che ci "credono" a priori.

nutci

Visto che ti poni un gradino sopra di me (complimenti per la superbia) dimmi perchè una stima probabilistica non è un evidenza scientifica.

mytom

Forse confondi evidenze con "vista". E qui possiamo chiudere.

nutci

Quindi tu non sei certo che la luna esista perchè non ci sei mai stato? Non sei certo che esita un campo elettromagnetico perchè non lo vedi? Non sei certo che esistano le onde radio perchè non puoi toccarle?

nutci

Beh comprati il libro, si chiama the god delusion. In questo momento non ce l'ho con me in quanto sono fiori sede e non mi porto i libri già letti dietro.

MarcoCau

E far collimare questo piccolissimo lasso di tempo, lo 0.3% di 5 milioni di anni, con un altra specie molto più evoluta di noi è ASSAI improbabile, purtroppo.

mytom

Sono proprio curioso di vedere se parla di certezza.

mytom

In questo caso, a valutare la possibilità di verificarsi di un fenomeno. La certezza si ha soltanto con l'evidenza.

nutci

Si invece. Altrimenti a che servono le probabilità?

nutci

Richard Dawkins in un suo libro basandosi su dati scientifici. Appena ce l'ho sotto mano ti condivido la pagina precisa.

mytom

E perché no 300, o 500, o 1000mila? Mi spieghi di quali stime parli? Chi le ha fatte?

mytom

Contano a livello probabilistico. La certezza però non c'è.

nutci

Ho detto molto approssimata perchè si sta ragionando per ordini di grandezza. Il milione del primo commento potrebbe benissimo essere 2-3 milioni ma non 300.

nutci

Quindi finchè non vedo un pianeta che ospita esseri viventi tutte le stime matematiche si fanno no contano niente?

mytom

Ok, per ora tu hai una biglia nera (la terra) in un sacchetto (l'universo). Puoi fare tutti gli esempi che vuoi, e appellarti alla probabilità (come sono certo che farai) ma non hai altre evidenze.

mytom

Mi sa che hai fallito la "stima molto approssimata", e hai azzardato troppo facilmente l'avverbio "sicuramente".

nutci

Quindi se sono distanti vuol dire che non esistono?

Dwarven Defender

ok, "vita umana" (umana !?!?!)... benissimo la probabilità che siano nella più vicina galassia è di 1/100.000, ovvero a oltre 2,6 milioni di ly... altamente probabile...
P.S. se la stima di 1.000.000 di pianeti è fatta con l'equazione di Drake è il frutto di stime totalmente arbitrarie...

nutci

Per quello che sappiamo noi è così. Magari in quei pianeti sono così evoluti da aver trovato una soluzione alternativa.

nutci

Invece si. Se dico che ogni 200 biglie nere in un sacchetto c'è ne una biancha stai pur certo che se prendo 10 sacchetti troverò 10 biglie bianche.

Barabba

disse l'uomo nero ;)

nutci

Il milione che ho scritto nel primo post è stato calcolato partendo da un numero molto più grande come ordine di grandezza e via via scremato per tutti gli aspetti che tu hai esposto. Quel milione sono i pianeti dove c'è vita umana.

mytom

Veramente non lo sappiamo se sono abitati.

Carl Johnson

e se abitassero in un pianeta vagante vicino al sistema solare? forse vivendo presumibilmente in un oceano sommerso l'evoluzione sarebbe stata molto più selettiva e rapida rispetto alla nostra avendo meno habitat in cui diffondersi le specie.

E K

La formula E=mc² non lo permetterebbe, a meno di non usare un wormhole, che é realizzabile "solo in teoria". Se ci riescono, benvenga.

Carl Johnson

sono le bombole di metano, altrimenti il pieno a gasolio costava troppo :)

Dwarven Defender

sul fatto che i pianeti più vicini nella fascia abitabile (dove cioè non ci sono temperature estreme) sono tutti estremamente lontani, tra questi pianeti non è detto che ci siano comunque le condizioni per la formazione della vita, tra quelli in cui ci sono le condizioni non è detto che ci sia vita, tra quelli in cui c’é la vita non è detto che ci sia vita “animale”, tra quelli in cui c’é vita animale non è detto che ci sia vita intelligente, e tra quelli con vita intelligente devi andare a pescare solo tra quelli con un tale livello progresso da aver realizzato una tecnologia che permetta viaggi di centinaia se non migliaia se non milioni o miliardi di anni luce in barba alle distanze e alle condizioni dell’universo... tra tutti questi (ammesso e non concesso che ce ne sia uno) si deve andare a pescare quello che sa della nostra esistenza o che passando qui vicino vuole venire a trovarci... le probabilità ti sembrano alte ? la stella più vicina è proxima centauri ed è a 4 anni luce, la nostra galassia è “larga” 100.000 anni luce... se ci sono un milione di pianeti nell’universo con la vita la probabilità che su una galassia ci sia un solo pianeta con vita (e ce ne sono circa 100.000.000.000 nell’universo osservabile) è comunque poca (1/100.000) il che pone, e non con una buona probabilità (0,001%), la forma di vita su andromeda (magari batteri) ad oltre 2,5 milioni di anni luce da noi (andromeda è la galassia più vicina)... ti bastano come sensazioni ?

nutci

Ma che diamine centra con la vita in un pianeta? è come se ti dicessi che hanno scoperto un nuovo tipo di motore per una macchina e tu chiedessi se quella macchina dove verrà montato avrà o meno gli interni in pelle. Vuoi una risposta che assecondi il tuo analfabetismo funzionale (e non prenderla come un offesa ma è quello che oggettivamente sei)? In una stima probabilistica dove si stima in quanti pianeti ci possa essere vita non è rilevante di che qualità di vita s stia parlando e, anche se lo fosse, dipenderebbe solo dal fatto se gli abitanti di quel pianeta abbiano un concetto del vivere bene come lo abbiamo noi oppure no.

Ma22

Se in questi pianeti alieni (non siamo soli in questo universo - anche se penso che gli ufo siano una bufala) si vive come in Svezia-Danimarca o come in Burundi o Zimbabwe

nutci

Non ho capito il senso della tua affermazione. Potresti riformularla?

nutci

Questo non ci è dato saperlo. Sappiamo solo e soltanto che quei pianeti sono abitati ma non sappiamo se sono abitati da forme di vita intelligenti, se queste forme di vita sono più avanzate di noi e se, qualora lo fossero, abbiano sviluppato una tecnologia per viaggiare così distante in quanto quella tecnologia potrebbe non esistere mai.

nutci

Su che base tu affermi che non è probabile? Su una tua sensazione?

nutci

Ovviamente dovrebbero avere una tecnologia molto più avanzata della nostra.

ilmondobrucia

Secondo recenti studi... Una persona che vive al quinto piano che per privacy non posso dire il suo nome dice di non vedere nessuna curvatura dal suo terrazzo... Qundi la terra è piatta ed è confermato.

Rozzo

Biglino cita spesso un racconto di un antico testo semitico dove viene chiesto da dove vengono i tuoi dei, viene indicato un posto dove la luce del sole si può guardare senza ferirsi gli occhi (nana bruna o simili? Sono un centinaio già a soli 10 anni luce da noi) e per arrivare ci vogliono 4500 anni. Se i presupposti sono questi nulla che sfidi le leggi della fisica, ci vuole il suo tempo.

FravZone

Seems legit

Carl Johnson

Siamo ancora in tempi bui....

Android

Android 12 cambia volto: ecco Material You

Mobile

I migliori smartphone 5G economici | Guida

Tecnologia

Starship, Launch tower e preparazione al test orbitale | Aggiornamenti da Starbase

Articolo

Bitpanda: cos'è e come funziona il servizio per investire in Bitcoin, azioni e metalli