Terra 2617: sarà una palla di fuoco, parola di Stephen Hawking

08 Novembre 2017 273

Il nostro Pianeta ha gli anni contati, non sono esattamente pochi - sono sicuramente superiori alla durata delle vite di chiunque sta leggendo questo post - ma non sono nemmeno quantificabili nell'ordine delle migliaia. Lo ha nuovamente affermato il noto fisico e cosmologo Stephen Hawking nel corso di un breve video intervento al Tencent WE Summit 2017 di Pechino. Hawking non è nuovo a tali previsioni catastrofiche, ma in questa occasione riduce ulteriormente le stime sulla durata del Pianeta Terra. Non più 1000 anni, come affermato alla fine dello scorso anno, ma "solo" 600 anni prima il Pianeta si trasformi in una palla di fuoco.

All'epilogo si arriverà, secondo Hawking, a causa del sovraffollamento e delle conseguenti richieste energetiche sempre più onerose a carico del Pianeta. Se il trend non cambierà, l'unica alternativa per l'uomo sarà quello di trovare un nuovo Mondo. Anche in questo caso, non si tratta di una posizione inedita, ma di un motivo dominante del pensiero di Hawking, il quale sostiene da tempo la necessità di continuare a portare avanti l'esplorazione spaziale per trovare altri mondi da ''colonizzare". E anche sul ''come'' raggiungere lo scopo l'astrofisico ha qualcosa da dire

Breakthrough Starshot: il progetto per raggiungere Alpha Centauri in 20 anni con nano navicelle mosse da raggi luminosi

La soluzione per accelerare l'esplorazione dello Spazio non passa per il già di per sé futuristico progetto di Elon Musk, che punta al Pianeta Rosso con un tecnologia evoluta, ma tutto sommato ''convenzionale" - è pur sempre un razzo che manda in orbita una navicella. La speranza di Hawking è che l'uomo possa scoprire aspetti inesplorati dello Spazio utilizzando minuscole navicelle spaziali robotiche mosse da fasci di luce. Consentirebbero di percorrere distanze spaziali considerevoli, in intervalli temporali preclusi alle attuali tecnologie, come ricorda Hawking:

Un tale sistema potrebbe raggiungere Marte in meno di un'ora o Plutone in giorni, oltrepassare il Voyager in meno di una settimana ed arrivare ad Alpha Centauri in poco più di 20 anni.

L'ambizioso obiettivo di Hawking viene attualmente perseguito dal progetto Breakthrough Starshot, attivato nel 2016 e finanziato dal miliardario russo Yuri Milner e dallo stesso numero uno di Facebook, Mark Zuckerberg. Alpha Centauri dista oltre 4,37 anni luce dalla Terra e l'obiettivo è percorrerla in soli 20 anni. Per i mezzi da ''esodo di massa'' del genere umano si dovrà ovviamente guardare altrove, ma in 600 anni, si spera, la tecnologia riuscirà a tagliare traguardi che oggi appaiono irraggiungibili.

Può risultare consolante sapere che né noi, né i nostri figli o nipoti, saremo chiamati a fare i conti con lo scenario prospettato da Hawking, le cui previsioni, comunque, possono essere lette come un monito per provare a rapportarsi in maniera più responsabile con le risorse che il nostro Pianeta offre (già oggi).


273

Commenti

Regolamento Commentando dichiaro di aver letto il regolamento e di essere a conoscenza delle informazioni e norme che regolano le discussioni sul sito. Clicca per info.
Caricamento in corso. Per commentare attendere...
Apocalysse

Siamo nel secolo della nanotecnologia, stiamo muovendo i primi passi ma già ora abbiamo diversi materiali totalmente impensabili solo 10 anni prima, lascia che la tecnologia svolga il suo tempo, inutile stare a pensare tra 200 anni cosa faremo con l'evoluzione tecnologica che abbiamo in atto, non è pensabile. Come ti ho già scritto, le rinnovabili saranno SEMPRE a supporto a delle centrali attuali proprio per la loro natura incostante, il problema italiano è che non abbiamo una solida base di produzione energetica (anche un solo 30% sarebbe bastato) derivata da nucleari e abbiamo buttato tutto in carbone, petrolio, ma sopratutto a gas, col risultato che sappiamo: Inquinamento intorno alle centrali fossili come non mai e costo dell'energia alle stelle grazie al gas in quanto produciamo oltre il 50% dell'energia da centrali a Turbogas che sono state una scelta necessaria anche per l'esplosione dell'installato fotovoltaico che ingrassa solo le tasche di chi può permettersi di fare un conto energia. A me ed a te, arrivano solo i conti da pagare in bolletta per sostenere i costi (voce A3, costi dedicati alle rinnovabili, di cui il 56% è del FV e che ogni 6 mesi viene aumentato per coprire la spesa del conto energia).

Cecco1970Effeffe

"evita di dire che parlo senza argomentare. "
.. ma dove leggi queste cose tra le mie righe?
nnn è che stai erroneamente rispondendo a qualcun altro?
A parte questo, come mai ti affidi tanto a delle prove solo perchè scritte?
Come puoi affidarti ad egli studi considerando l'innata fallibilità umana?
Come puoi chiedermi (ammesso rispondevi davvero ancora a me)
"abbi almeno la decenza di riconoscere gli argomenti veri"
NO
Devo nuovamente insistere il mio punto di vista che non si basa su i soli temi che menzioni e ribadisco che gli studi umani che ci portiamo oggisono una goccia tra i numerosi che oggi non abbiamo perchè sono fuffe, perciò sono numerosi gli studi relativamente recenti che non hanno adeguate fonti, soprattutto proprio perchè quanto c'è di recente è sempre molto più complesso ed imprevisto ed imprevebidile, altro che studi e prove, quando abbiamo (anche qui ripeto) sotto il naso la stessa umanità.. fossero tutti scienziati, studiosi e capaci di mettere in paritca certe sottigliezze, ma siamo tutti solo e semplicemente dei meschini esseri umani che si scavano la fossa consapevolmente ed inconsapevolmente e, trono nuovamente a ribadire pure che:
questa pè solo la mia opinione ed ha fondamente ben evidenti nella mia vita personale ed in quella che osservo su varie scale che mostra la costante umanità fallimentare con una piccolissima parte di umanità che potrebbe portare benefici, troppo pochi per non farsi schiacciare.
Non ti piace?
Vuoi convincermi?
NO
non a parole,
non fintanto faccio questa vita
non fintanto osservo come la vita altrui viene continualemte interdetta da condizioni mentali pietose, piene di ottimismo , ma sempre piene di lamentele, apparentemente inconsapevolmente incoerenti, ma gli altri lo vedono e lo vedono molto bene, come posso imaginarlo si di me, come lo vedo su tantissime persone
Mancano i fatti e gli studi sono solo studi in un tema dove le previsioni servono solo a dirottare pensieri per pensare, non per farsi solo dirottare..

Non sentirti urtato, è una battaglia persa con me se cerchi di convncermi torno a ricordarti, logorrroicamente, mi rendo conto, che questo è uno scambio di opinioni, di pensieri e di punti di vista, non una guerra chi ha ragione o torto, perchè se tu voi davvero combattere, ti lascio perdere con te stesso e non mi ci metto neppure a darti corda per velocizzare questa agonia che ti risenti con quanto scrivo
buona fortuna e stai sereno
tanto tutto ciò prima o poi finisce e l'argomento lo proseguiranno nella pratica i posteri, non tu neppure io
;)

Solaris

Non saresti ne il primo ne l'ultimo che si risente se lo contraddici e ti salta sto papier a piè pari per ripicca dopo che te ci hai speso per scrivere e spiegare, pensando pure di fare un favore. Mi urta tanto.
Detto questo, le prove te le ho messe eccome, con la premessa che non posso neanche io scriverci un libro sopra. Quindi, per cortesia, evita di dire che parlo senza argomentare.
I libri ce espongono meglio il concetto ci sono già, se uno vuol farsi un minimo di ricerca:
https://it.wikipedia. org/wiki/Rapporto_sui_limiti_dello_sviluppo
Il rapporto limiti dello sviluppo è una ricerca iniziata tipo 45 (QUARANTACINQUE) anni fa che tenta di modellare un sistema (veramente tanto) complesso in maniera semplificata, ma intuitiva. Serve quindi per previsioni approssimate, ma il bello è che, a distanza di 45 anni, le misurazioni VERE, basate quindi sui dati sperimentali reali in continua evoluzione mostra proprio l'andamento del modello di previsione peggiore. Cioè, il modello ci ha preso, e ci ha preso pure troppo bene (o male, secondo il punto di vista).
Questi modelli mostrano come, a causa della finitezza delle risorse terrestri, la crescita non può protrarsi all'infinito, ma ad un certo punto si arriverà alla saturazione. Cambiare tecnologie, cambiare stile di vita non migliora l'evoluzione del modello, ma posticipa semplicemente il punto di saturazione. Cioè, se non solo te, ma chiunque sul pianeta, smettesse l'auto, andando solo in bici, diventassero tutti vegani eremiti sulle montagne, si scaldassero col calore umano e basta, lo stesso si arriverebbe alla saturazione, vivendo comunque di emme lo stesso.
Perché, in realtà il l'idea dell'uomo contro natura non esiste, ma è un invenzione basata sul mito romantico del bon sauvage, roba di 2-300 anni fa, di quando i primi esploratori europei si avvicinarono alle culture primitive, idealizzandone certi aspetti della loro vita e cultura, in contrapposizione con la veloce industrializzazione dell mondo moderno (di allora). In pratica un concetto fasullo e superato, ma mai fuori moda. Oggi giorno fa molto new age (anche se è roba vecchia de secoli, ma vabbè). Se a te piace basarti su ste cose antiscientifiche ed anacronistiche, bella pe te, ma per favore, abbi almeno la decenza di riconoscere gli argomenti veri.

Sungfive52

Quindi cosa proporresti?

Danny #

No.

Sungfive52

Si potrebbe far altrimenti ma non è utopia (o quasi) ora come ora?

Danny #

Abbastanza. Non del tutto perché la ricerca tecnologica viene stimolata ma si potrebbe fare anche altrimenti (e no, non parlo del ramo militare ;)).

Sungfive52

A te non interessa garantire la sopravvivenza della tua specie? Ovviamente leggendo alcuni commenti o sentendo parlare certa gente ho qualche dubbio pure io talvolta ma in linea di massima non sono favorevole a una nostra estinzione.
E sono pure d'accordo che bisogna evitare le catastrofi, però credete veramente che sia uno spreco di soldi?

Cecco1970Effeffe

Certo che ho letto, perchè deduci che non l'abbia fatto?
ehee
NO
..perchè dovrebbe rodermi?
Come mai questo risentimento?
Non devi chiedermi scusa, non c'è nulla da scusarsi, stai discutendo siu un tema esattamente come me..

E' un altro dato di fatto, il dare per scontato determinate cose (come scrivere che qualcosa è sbagliato senza delle prove) non è un approccio scientifico indipendentemente dagli studi che vengono correntemente rivisti e corretti col tempo (altra tipica carenza umana e questa è storia, non studio, storia del passato e storia di ognuno di noi di cui siamo tutti personalmente testimoni delle nostre imperfezioni ella cosa è rappresentata individualmente e nel la totalità umana), oltretutto si parla di una condizione dinamica completamente nuova e sconosciuta nel complesso sebbene abbiamo alcuni esempi storici sulle nefandezze umane che si perseguono da sempre e sopravvivono solo perchè non è giunto il momento del collasso fino ad oggi, ora dobbiamo pagare il conto, tutti, salato e con poche speranze di cavarcela se continuiamo così....

Abbiamo riempito un vaso in continuazione con una piccola perdita che col tempo e le nuove potenzialità umane hanno reso ua cascata che fa traboccare il vaso sempre più rapidamente... ora è pieno, salvo qualcosa non "travasi la situazione"

La mia tragica visuale, forse per qualcuno è così, nel mio caso, come accennavi prima te per le tue considerazioni e presupposizioni, è la normale evoluzione di una razza che non funziona in questo ambiente terra/universo
;)

Solaris

Ma hai letto una parola di quel che ho scritto, o te rode solo il cvlo perché ho osato dirti che ti sbagli? Che vuoi che ti dica? Se è così scusa. Ma, mentre le tue possono essere opinioni più o meno condivisibili, nate forse da poca stima verso il genere umano, quel che ti ho raccontato io si basa su studi scientifici.

Cecco1970Effeffe

" ...ma ti sbagli di grosso. .."
NO
Il definirmi in errore mi fa presupporre una tua posizione eccessivamente sicura e questo ti mette già in discussione su ogni cosa come lo sono inevitabilmente tutte le mie supposizioni e di chiunque altro..

posso solo confermare l'opposto punto di vista, ma non dirò (scriverò) mai che tu sbagli , come non posso definire in errore quanto ho scritto io, sono due visioni differenti, ma entrambe coesistenti e, fino a prova contraria, valide.

Sicuramente le tue conoscenze e le tue vicissitudini ti portano ad avere (o desiderare,. non so) una visione positiva del futuro, io non sono d'accordo con buona parte delle tue affermazioni che contrastano con quanto mi sembra invece molto più palese.

Mi dispoiace per te, ma devi accettare che la realtà non la comandiamo a parole, previsioni pessimistiche o ottimistiche e presunta volontà e capacità messa in atto in futuro già da ora..

I cambuiamenti degli ultimi anni che sta subendo la terra metteranno molto più in gioco di quanto sia mai stata fino ad oggi la capacità di spopravvivenza umana e/o comunque il proseguimento dell'evoluzione tecnologica ed economica, quest'ultima destinata a collassare secondio i canoni odierni e padrona della conduizione mondiale attuale..

Niente economia, tecnologia al collasso, genere umano rimesso in gioco etc etc ..qualunque cosa accadrà io a breve non ci sarò più, ma fino ad allora continuerò a crederci e fare la mia controparte (nel mio possibile) per evitarlo.. l'ottimismo per me sarebbe una scusa per assecondare e alimentare una situazione che non condivido e che porta le ultme risorse (non l'energia infiinita, ma quella umana) a consumarsi in modo assolutamente indicibile..

Solaris

Non c'è bisogno di buttarsi subito nella colonizzazione di pianeti extrasolari, ma manco di Marte, se è per questo. Basta procedere passo passo iniziando dagli habitat. I pianeti verranno, in seguito. Nel frattempo si svilupperanno tutta una serie di tecnologie con ricadute immediate proprio nella gestione planetaria..

Solaris

Ci stanno già provando ad introdurre stam3rda coi regolamenti EU destaceppa, mentre nel contempo ci sabotano il made in Italy. XD
Se la possono magnà li crucchi, io preferisco la pizza del forno a legna cancerogena (così descritta dagli espertoni EU)
Ecco uno dei titoli vergognosi che ho trovato online con i quali sperano di far breccia nel pubblico.
Vorrei proprio conoscere anche solo uno di quel 47% favorevole a no schifo del genere
https://www.wired .it/lifestyle/food/2017/07/14/insetti-commestibili-italia/

Solaris

Anzi, basta che scorri un po' più in basso che hanno già debunkato la favoletta del rinnovabile. Vai a farti na cultura.

Solaris

Ma vai a studiare, forse imparerai qualcosa, forse almeno a non sparare cagate

Solaris

Ieri non ho potuto replicare, ma ti sbagli di grosso. Tutta la tua premessa è sbagliata in questi punti fondamentali:

1>Ogni potenzialità disponibile a qualunque creatura gli permette di fare cose nel bene e nel male
2>la distruzione piuttosto che la costruzione ... fa parte della natura umana

Inoltre ti sbagli sull'entità dell'impronta entropica, non consideri l'umanità come parte integrante, ma come esterna o peggio parassita, il che non è. (oltre ad essere vagamente insultante, ma soprassediamo su questo punto)

Questo rende la conclusione effimera. Cioè il risparmio energetico o di risorse non serve ad altro che a prolungare la via verso il declino, visto il trend attuale.

Anche io dovrei scrivere un papier così per smontarti ogni punto, ma non c'è lo spazio fisico, quindi permettimi di ribattere velocemente

1> Non c'è potenzialità che tenga. Nessun altro essere ha una potenzialità alta come la nostra, ma non perché siamo in cima alla catena alimentare o semplicemente perché ci riteniamo intelligenti. Noi ora siamo l'unica specie che è in grado di modificare attivamente l'ambiente, ma questo non ci esime dal sottostare ancora alle leggi che regolano la vita su questo pianeta, cioè competizione per le risorse e selezione naturale. Questo per dire che non siamo ne parassiti ne altro, siamo semplicemente una parte di qualcosa molto più grande e potente di noi, alle quali leggi siamo ancora soggetti. Il resto è fuffa.

2> La natura umana è uguale alla natura di ogni altro essere. Utilizziamo le risorse di questo pianeta per crescere ed evolverci, ma, dato che le risorse sono finite, una crescita esponenziale non può durare in eterno. Raggiunto il limite allo sviluppo, anche la popolazione mondiale decrescerà, per via delle leggi della natura alle quali siamo ancora soggetti, pur avendo "tutta sta potenzialità". Leggi anche tu "I limiti allo sviluppo" il cui link ho postato sotto.

In conclusione, la semplice modifica allo stile di vita o teconologia non basta. Al massimo può posticipare l'inevitabile decrescita (in)felice. Ma, e qui rientra il tema dell'articolo, la soluzione a tutto questo c'è! Se oltre al sensazionalismo millenaristico, si ascoltasse anche quello che dicono il Dottor Hawking, Elon Musk o Bill Gates, si capirebbe che il limite allo sviluppo si supera solo cambiando l'economia mondiale verso un regime di post scarsezza. Il che significa, che se le risorse limitate puntano all'esaurimento ed al game over, la soluzione è... CHEAT! Trovare risorse infinite.
Il che non significa voler fare i parassiti ab aeternum, ma di spingerci la dove nessun uomo è arrivato prima! Si, lo spazio, l'ultima frontiera, la meccanizzazione, la robotica, le energie illimitate del cosmo. Li si trova la soluzione per la crescita infinita. Se non si opera questo passo, saremo destinati ad implodere su noi stessi prima di quanto pensiamo

TomTorino

Quando apri la bocca, scoreggi. Ovviamente a chiunque ti rivolgi.

Solaris

Si, in faccia a c4zzoni come te.

TomTorino

Scoreggi

Solaris

^ this. Il vero problema non sarà solo di trovare da mangiare per tutti, ma che nun se magnamo proprio tutto, cioè come preservare l'ambiente terrestre utilizzando efficientemente le risorse. In pratica un problema di ottimizzazione, i più difficili da risorvere in Ingegneria!

PS: C'è il canale di Isaac Arthur su Youtube in cui si affrontano molti di questi temi futuristici. Dategli un occhiata che è molto interessante (IMHO)

Solaris

Vaneggi

Massi91

appunto, ma i batteri ogni anno diventano più forti perchè ci bombardiamo preventivamente di antibiotici etc anche senza che si necessario e il corpo perde via via difese immunitarie

RiccardoC

assolutamente, il mio era un discorso generale; ci sono diverse risorse più o meno essenziali il cui consumo non è sostenibile. In poche parole prima o poi finiranno o ce ne sarà meno del necessario, e le persone cominceranno a morire, fino al punto in cui la risorsa sarà di nuovo sufficiente; se si tratta di una risorsa non praticamente rinnovabile allora sono guai.

Danny #

"Sicuramente"? Poi, a dirla tutta, a chi interessa garantire la sopravvivenza della specie? Si deve garantire la sopravvivenza di tutti e di certo tutti non potranno andare su Marte in caso di catastrofe (in attesa di una lì visto che quel tipo di ecosistema sarebbe incredibilmente delicato). Quindi pensiamo ad evitare le catastrofi, che ne dici?

Sungfive52

Ad arricchire 4 persone? Decisamente possibile A sfruttarne le risorse? Anche Ad aumentare la nostra conoscenza dell'universo? Certamente Per aumentare la sopravvivenza della nostra specie in caso di catastrofe? Sicuramente

mrgiov

Cioè, fammi capire. Tutto il mondo se ne frega figliando e smerdando il pianeta e io devo mangiare insetti? Passo!

Giuliano Rolle

In un libro di Asimov, ora non riesco a ricordare quale, in una futura Terra postatomico vige un'efficace legge contro la il sovraffollamento, l'eutanasia per tutte le persone al 60° di età, dopo qualche mese di pensione... Agghiacciante ma la tendenza è quella

franky29

Non si riesce o non si vuole? Pensa chi è ricco e comanda cosi avrebbe ancora più ricchezza

franky29

Ahahahhahahah da quale setta provieni?

TomTorino

2600-2610 ovvio

Danny #

A che pro colonizzare altri pianeti? A che servirebbe? A trasportare i nostri problemi lì? Ad arricchire quattro persone? Io non ne vedo alcun senso.

lupo

Fusione nucleare

lupo

Può essere provocazione

lupo

Quale decennio?

Sungfive52

Ovvio che dovremo colonizzare altri pianeti. Se non si comincia ad investire ora sarà un problema in futuro.

Anche andare sulla luna o volare era una cosa scritta sui libri. Dillo ad ariosto e ovidio

TomTorino

Strano che una persona così intelligente non tenga conto degli sviluppi tecnologici: Il solare ma sopratutto l'eolico potrebbero darci il 100% già per la fine del decennio.

StriderWhite

Il punto è che il petrolio presto o tardi finirà, presumibilmente ben prima della fine del secolo, poi restano i combustibili nucleari, 200 anni di autonomia (mi pare), e poi? O si inventa un motore che funzioni ad anti-materia o ci si accontenta di bruciare legna, carbone, rifiuti e dell'energia prodotta dalle rinnovabili!

ydlale

La terra può tranquillamente ospitare 50 miliardi di persone secondo me solo terrorismo.... per sfamare ci sono alghe marine per abbitare si possono costruire piattaforme sul mare ecc
Non sono Hawking... secondo me la terra può tranquillamente andare avanti per qualche altro milioni d'anni...
IO SONO SPERANZOSO credo che alcuni già adesso hanno già immortalità

Apocalysse

Eh infatti la risposta è così giusta che ogni 6 mesi abbiamo le bollette dell'energia che aumentano proprio grazie al costo delle rinnovabili, il costo energetico più caro di tutta europa e dobbiamo fare attenzione a come usare l'energia per non spendere troppo.
Poi ti svegli tutto bagnato e ti accorgi che senza una solida base che ti garantisca GROSSE quantità di energia, non vai da nessuna parte, non perché stiamo diventando spreconi, ma perché il mondo si sta evolvendo nell'elettrico ed ogni cosa diventa elettrico. Anche le stesse automobili, quando saranno molto più diffuse quelle elettriche che per spostarsi in città vanno benissimo, come pensiamo di avere accesso all'energia necessaria a costi umani ? Non sarà possibile di questi ritmi, leggiti le ultime bollette elettriche, su 454Kw consumati in 2 mesi, abbiamo 43€ di spesa energica, 34€ per la spesa di trasporto e gestione contatore (LOL gestione contatore .... come se dov'essero farci qualcosa), 6€ per l'in.cu.la.ta del mercato libero e 13€ di tasse per la modica spesa di 96€ con 43 di costo vivo di energia.
Adesso che c'è l'inverno e stufette a go go, ci divertiamo ^^

Fiber to the gabinett

Filetto prima e costata poi :D

Fiber to the gabinett

No, grazie. Continuerò a papparmi le bistecche :D

netname

Ragà... ma che ci si preoccupa a fare ?..

ormai abbiamo icsboxxe in 4k nativo a 60 fissi "in vr" con settings ultra 2.0 e supersampling a 71.5..

dai boh, siamo arrivati su.

Matt7even

Il giorno in cui tutte le risorse del pianeta vengono consumate dall'uomo prima che la terra le riesca a produrre in un anno

Francesco Vitti

Ma infatti io e te siamo d'accordo, ma loro tanto li fanno comunque

Simoxine

Cosa sei andato a tirare fuori omg.. Quand'ero piccolo ci giocavamo in famiglia, l'avevo completamente dimenticato quel gioco!

Carmine M.

Eh già, ma che cavolo spari?
In africa, due persone che non hanno nemmeno da mangiare per loro, fanno 15 figli... Che poi o muoiono di fame o devono essere aiutati a distanza...
Moltiplica per tutta la popolazione dell'africa...

Sterium

sinceramente no! Ma comunque in Cina per limitare le nascite avevano dato un tetto massimo di un figlio per coppia! Perché in Africa non si può fare??? Forse perché finirebbe la falsa storia degli aiuti umanitari dove molti si riempono le tasche a dismisura...

Pantheon

In Italia mi sembra lo stiamo già facendo. è nei paesi in via di sviluppo il problema(indiani e africani sopra tutti)

Pantheon

Il futuro è sostituire le proteine della carne con quelle degli insetti. è mooooolto più ecosostenibile un chilo di proteine dagli insetti che un chilo di proteine di carne di bovino per dire.

Solaris

Leggi anche tu "i limiti allo sviluppo". Potremo non essere già più in tempo. O forse si, se ci decidiamo a passare ad un economia di post scarsezza, ed è proprio questo che sta dicendo Hawking, puntando sui temi millenaristici per far parlare di se, ma come lo scorso anno, il tema è sempre lo stesso!

Android

RECENSIONE Oppo Find X Lamborghini Edition: stupendo ma non perfetto

Apple

iPhone Xs, Xs Max, Xr e Apple Watch Series 4 | Video anteprima da Cupertino

HDMotori.it

Jaguar I-PACE: Live Batteria "mari e monti" | Milano - Bolzano - Rimini

Apple

Apple: arrivano i nuovi iPhone 2018 | Live blog e Streaming