Recensione HUAWEI Mate 10 PRO: Kirin 970 e display da 6" in 18:9

27 Ottobre 2017 718

Rimani aggiornato quotidianamente sui video, approfondimenti e recensioni di HDblog. Iscriviti ora al canale Youtube, basta un Click!

Anche per Huawei è arrivato il momento di "abbracciare" la tendenza del momento: i display in rapporto 18:9. Il Mate 10 PRO è il suo primo smartphone ad utilizzare un display con questo rapporto di forma ed à anche il suo primo smartphone ad integrare il processore Kirin 970 annunciato a Berlino ad inizio settembre.

DESIGN, MATERIALI ED ERGONOMIA

Molto piacevole il design di questo Mate 10 PRO caratterizzato da una fascia sulla parte posteriore che ha una colorazione in contrasto rispetto al resto della scocca. Il profilo è in metallo, il retro è in vetro, più aderente alla mano ed arrotondato sui bordi per facilitarne meglio la presa. L'utilizzo con una sola mano è facilitato dalla possibilità di ridurre l'interfaccia utente effettuando uno scorrimento del dito sui tasti funzione, come visto anche su altri device di Huawei.

Novità di questa versione della EMUI è il tasto home virtuale, chiamato "menù veloce", che possiamo anche attivare dal pannello di controllo. Con questo tasto è possibile navigare nell'interfaccia ed accedere al multitasking. I tasti funzione, inoltre, possono essere personalizzati, nascosti e mostrati nuovamente con uno swipe verso l'alto.

Lateralmente ci sono i tasti per la regolazione del volume ed il tasto di accensione, leggermente zigrinato per essere facilmente individuato al tatto. Sul lato opposto c'è il cassettino estraibile che può ospitare due SIM card, entrambe in formato nano. Sulla parte inferiore c'è la porta Type-C, due microfoni e lo speaker di sistema. Sulla parte superiore, infine, oltre ad un terzo microfono, c'è anche il sensore infrarossi che permette di utilizzare lo smartphone come un telecomando tramite l'apposita applicazione.


Sul retro ci sono le due fotocamere, leggermente sporgenti rispetto alla scocca, il doppio flash led ed il sensore laser per la messa a fuoco. Un po' più in basso c'è il sensore biometrico che, come di consueto su uno smartphone di Huawei, è sempre molto rapido ed accurato nel riconoscimento delle impronte. Il sensore può essere anche utilizzato per sfogliare le foto in galleria, scattare una foto, far scorrere il pannello delle notifiche, proteggere applicazioni ed accedere ad uno spazio privato.


Il Mate 10 PRO è resistente ad acqua e polvere con certificazione IP67. Scelta discutibile è quella di aver tolto il jack audio da 3.5mm. In confezione, oltre ad una cuffia con connettore type-c viene fornito un adattatore.

DISPLAY OLED DA 6'' IN RAPPORTO 18:9

Una delle principali novità di questo Mate 10 PRO pro è il display. Huawei ha scelto un pannello OLED da 6 pollici di diagonale con supporto HDR10. Il rapporto di forma non è il classico 16:9 ma è un 18:9 con risoluzione di 2160x1080 pixel e una densità di 402ppi. Il display occupa quasi interamente la parte anteriore. Il rapporto screen to body, infatti, è quasi dell'81%.

I pannelli OLED hanno raggiunto ormai un'ottima qualità ed anche quello utilizzato sul Mate 10 PRO non è da meno. Questo display, infatti, è molto luminoso, definito, contrastato ed offre del colori che possiamo rendere più o meno saturi tramite le impostazioni dove possiamo anche regolarne la temperatura. Gli angoli di visione sono molto ampi anche se inclinandolo il bianco tende leggermente all'azzurro, cosa tipica dei pannelli OLED.


Nessun problema di visibilità alla luce diretta del sole anche se la pellicola protettiva pre applicata trattiene abbastanza le impronte. Il consiglio è quello di sostituirla con una di migliore qualità. Il vetro anteriore, invece, a differenza dei P10 ha un un trattamento oleofobico decisamente più efficace. Il display ha anche una doppia polarizzazione che consente di avere sempre un'ottima visibilità anche quando utilizziamo occhiali da sole.

HARDWARE E PRESTAZIONI

Il Mate 10 PRO è il primo smartphone di Huawei ad integrare il nuovo processore Kirin 970, un octa-core con processo produttivo a 10nm con quattro core Cortex-A73 da 2.4GHz affiancati da altri quattro core Cortex-A53 da 1.8GHz. La GPU, invece, è la Mali-G72MP12 a 12 core. A supporto di questo processore ci sono 6GB di memoria RAM di tipo LPDDR4X e 128 GB di memoria integrata UFS 2.1 che non possiamo espandere.


Più notizie
  • Sistema operativo: Android Nougat 8.0 + EMUI 8.0
  • Display 6.0 pollici 2160x1080 OLED touchscreen, 402ppi
  • Processore: HiSilicon Kirin 970 octa-core 2.4GHz
  • GPU: Mali-G72 MP12
  • Memoria: 6GB RAM / 128GB storage
  • Fotocamera posterore: 12Mp, f/1.6 with OIS (colori) + 20Mp, f/1.6 (monocromatico), 4K video @ 30fps
  • Fotocamera frontale: 8Mp, f/2.0 FF
  • Connettività: 802.11 ac Wi-Fi (2.4 and 5GHz), Bluetooth 4.2, NFC, GPS + Glonass, 4G LTE Cat 18, Type-C 3.1
  • Dual nano-SIM, Dual LTE
  • Batteria: 4000mAh
  • Altro: IP67 rating
  • Dimensioni e peso: 154.2mm x 74.5mm x 7.9mm / 178g

Oltre ad un coprocessore i7 per la gestione dei sensori, il Kirin 970 integra un'unita di calcolo neurale (Neural Processing Unit) che consente di mantenere più efficiente il device analizzando costantemente il modo in cui lo utilizziamo. I benefici dovrebbero vedersi nel tempo.

La NPU, inoltre, consente anche di elaborare oltre 2000 immagini al minuto, un importante passo avanti rispetto alle 97 immagini al minuto elaborate in assenza della NPU. L'intelligenza artificiale del Kirin 970 viene anche utilizzata quando scattiamo una foto. Il Dual ISP, infatti, utilizza le NPU per riconoscere più accuratamente volti e movimento e migliorare gli scatti in condizioni di bassa luminosità.

In tempo reale vengono anche riconosciuti gli oggetti inquadrati per adattare automaticamente le impostazioni della fotocamera ed ottenere uno scatto migliore. L'intelligenza artificiale viene anche utilizzata quando scattiamo foto con la fotocamera anteriore per imparare ad identificare al meglio gli scenari e sfocare più accuratamente lo sfondo.


Le prestazioni sono ottime, in linea con le attese per un top di gamma. L'interfaccia è sempre fluida e reattiva, le applicazioni hanno tempi di avvio brevissimi e sopratutto la temperatura è sempre bassa anche quando lo mettiamo sotto stress utilizzando giochi o applicazioni che richiedono maggiori risorse.

I benchmark raggiungono punteggi davvero elevati. Con AnTuTu si superano i 175.000 punti mentre con GeekBench si arriva ad oltre 1900 punti in single core e 6700 in multi core.

Completa anche la connettività. Il Wi-Fi 802.11 è dual band con supporto al protocollo ac, c'è anche l'NFC, la porta Type-C 3.1 ed il Bluetooth che è solo in versione 4.2. Il ricevitore GPS è assistito con GLONASS e Beidou, manca Galileo. Assente anche la radio FM. Tanti anche i sensori tra cui quelli di luminosità e prossimità, accelerometro, giroscopio, bussola e barometro.

BATTERIA, AUDIO E RICEZIONE

Il nuovo processore Kirin 970 di Huawei, oltre a garantire delle ottime prestazioni, è anche molto efficiente in termini di consumi energetici. Se a questo aggiungiamo anche un display OLED, che consuma meno rispetto ad un classico LCD, ed una batteria integrata da 4000mAh, l'autonomia non può che essere ottima. Ed infatti è cosi. Mediamente sono riuscito ad arrivare alla fine di una giornata di utilizzo intenso ancora con circa il 30% di carica residua. Con un utilizzo tipico non sarà difficile stare un paio di giorni lontano da una presa di corrente.

Nel corso del live batteria ho raggiunto 8 ore di display attivo su 15 ore di attività. Con Spotify in streaming ho consumato circa il 2% in 20 minuti, 20 minuti di stremante di Netflix in 4G hanno consumato il 5% e 10 minuti di Real Racing 3 hanno fatto scendere la batteria di circa il 3%.


In caso di necessità, per aumentare ulteriormente l'autonomia, ci sono anche gli immancabili sistemi di risparmio energetico della EMUI. Volendo è anche possibile ridurre le risoluzione del display o attivare un'interfaccia scura che consente al pannello OLED di tenere più pixel spendi.

Il Mate 10 PRO non ha ricarica wireless, un peccato, ma supporta la tecnologia Supercharge che consente di ricaricare la batteria fino al 58% in circa 30 minuti. Questa tecnologia è stata anche la prima ad aver ricevuto una certificazione di sicurezza.


Il Mate 10 PRO è un dual SIM dual standby con supporto alle reti LTE in Cat.18. Per aggregazione, quindi, è possibile arrivare ad una velocità massima di 1.2Gbps. Su entrambe le SIM card sono supportate le reti 4G, 4G plus solo sulla principale. Tramite impostazioni possiamo scegliere le SIM predefinite per dati, chiamate e messaggi ed attivare l'inoltro automatico quando utilizziamo una delle due SIM. Per ogni SIM è possibile scegliere un sono di notifica.

La ricezione del segnale di rete cellulare è ottima, anche in zone più difficili si riesce sempre a mantenere una buona stabilità. La qualità audio in capsula di una chiamata è corposa e con un buon volume. Durante l'ascolto in vivavoce è possibile attivare i microfoni direzionali tramite l'apposita icona. Grazie alla NPU è anche possibile migliorare la qualità delle chiamate quando siamo in ambienti rumorosi o quando dobbiamo parlare a voce molto bassa grazie al riconoscimento del linguaggio, che viene processato ed amplificato in tempo reale.


Durante l'ascolto di contenuti multimediali, lo speaker di sistema, posto sulla parte inferiore, fa coppia con la capsula auricolare per offrire un'audio stereofonico. La capsula riproduce unicamente le tonalità più alte mentre lo speaker posto sulla parte inferiore in verticale riproduce maggiormente tonalità basse, in orizzontale, invece, anche le tonalità più alte. La qualità è buona ed il volume elevato. Decisamente buona anche la qualità audio in cuffia grazie ad un convertitore digitale non dedicato a 32bit.

ANDROID OREO CON EMUI 8.0

Android è in versione 8.0 Oreo. Alla versione 8.0 arriva anche la EMUI che salta qualche numero allineandosi alla piattaforma operativa di Google. Sono già due gli aggiornamenti firmware ricevuti in pochi giorni. Nel momento in cui scrivo ho la versione 115. Le funzionalità sono bene o male sempre le stesse ma Huawei ha riorganizzato l'interfaccia raggruppando le funzioni in dei menù più generici.

Oltre alle novità di Oreo, in questa versione delle EMUI c'è una funzione che permette di dividere momentaneamente il display in split screen quando riceviamo una notifica mentre guardiamo un video.

Tra le applicazioni preinstallate c'è anche un traduttore che sfrutta l'intelligenza artificiale del processore per riconoscimento del testo e delle immagini e traduzioni in tempi molto rapidi in oltre 50 lingue.

MODALITA' DESKTOP... SENZA DOCK

Altra novità è la modalità desktop che possiamo attivare collegando il Mate 10 PRO ad un monitor esterno utilizzando un classico cavo USB Type-C/HDMI o un adattatore come quello in foto. In questa modalità è possibile utilizzare entrambi i display contemporaneamente, collegare mouse e tastiera esterni (sia tramite Bluetooth che utilizzando un hub che consenta anche di avere a disposizione delle porte classiche USB) oppure muovere il dito sul display dello smartphone per controllare il puntatore o immettere testo.


Questa funzione è sicuramente ottima per avere a disposizione, facilmente, un ambiente desktop che ci consente di tenere più applicazioni aperte in finestra, gestire file, creare documenti o vedere un video o giocare a tutto schermo. Sono compatibili la maggior parte delle applicazioni, alcune possono essere anche messe a tutto schermo. Mancano all'appello diverse app di Google, tra cui YouTube e le app Documenti, Fogli e Presentazioni.

Le applicazioni office di Microsoft, invece, sono compatibili e funzionano a tutto schermo ma avviandole in questa modalità viene richiesta una sottoscrizione per poter modificare e salvare i file (non sembrano esserci problemi avviandole in finestra mettendole successivamente a schermo intero). Netflix si avvia ma non partano i video. In questo caso meglio utilizzare la classica modalità di mirroring del telefono.

Non manca la possibilità ci cambiare sfondo o di fissare delle app nella barra delle applicazioni. Sono supportate anche le scorciatoie da tastiera per il taglia, copia ed incolla e sono anche presenti le funzionalità con tasto destro del mouse. Tramite impostazioni possiamo regolare anche la velocità del puntatore.

In generale, l'esperienza d'uso in questa modalità è abbastanza buona. Il telefono resta "indipendente", possiamo quindi fare una telefonata, rispondere a messaggi o altro. Non è possibile utilizzare contemporaneamente la stessa applicazione in modalità desktop e sullo smartphone. La modalità desktop, ovviamente, mette più sotto stress lo smartphone che tende a riscaldarsi un po' durante l'uso.

DOPPIA FOTOCAMERA POSTERIORE (MONO/RGB)

Anche su questo Mate 10 PRO il comparto fotografico è realizzato in collaborazione con Leica. La configurazione è quella solita di Huawei: sensore da 12 megapixel RGB e stabilizzatore ottico a cui è affiancato un secondo sensore monocromatico da 20 megapixel. Entrambi i sensori hanno un'ampia apertura f/1.6. La messa a fuoco è molto rapida. Oltre ad un sensore laser, c'è anche il rilevamento di profondità, contrasto e fase.

Per la fotocamera frontale è stato invece utilizzato un sensore da 8 megapixel con apertura f/2.0 a fuoco fisso, un passo iundfietro rispetto al Mate 9 che ha la messa a fuoco automatica.

L’interfaccia della fotocamera è quella classica di Huawei. Abbiamo quindi a nostra disposizione tante possibilità di scatto ed anche tante impostazioni. Oltre alla modalità PRO, che consente di regolare separatamente diverse impostazioni, di scegliere il tempo di scatto tra 1/4000 e 30 sec. e di salvare il formato RAW, abbiamo anche lo scatto con HDR che, purtroppo, è solo manuale. Non mancano anche la modalità ritratto e tre diverse modalità di colore oltre ai vari effetti di light painting, panorama, time lapse e slow motion.

La qualità fotografica l'ho trovata davvero ottima quando le condizioni di illuminazione sono più favorevoli. In questo caso c'è tanto dettaglio, un'accurata regolazione dell'esposizione ed anche la gamma dinamica è molto ampia. Al buio c'è una perdita di dettaglio ed anche un po' di rumore diffuso. In questo caso diversi competitors si comportano meglio.

La qualità ed il dettaglio lo si apprezza maggiormente quando effettuiamo degli scatti con in sensore monocromatico. In questo caso, senza particolari accorgimenti, si riescono ad ottenere degli scatti davvero molto belli.

Qualità che va oltre la sufficienza per quanto riguarda le foto tramite la fotocamera anteriore. Anche in questo caso, le difficoltà aumentano in condizioni di illuminazione più scarse.


Huawei ha anche migliorato la qualità dei video che sono generalmente buoni. Fino al FullHD a 30fps la stabilizzazione è sia ottica che digitale. In FHD 60fps ed in 4K la stabilizzazione è solo ottica.

CONCLUSIONI

Il Mate 10 PRO è in vendita ad 849 euro. Preordinandolo fino al 15 novembre si riceverà in omaggio uno Smart Writing Set di Moleskine. Il prezzo è elevato ma in linea rispetto ai suoi diretti concorrenti. Il Mate 10 PRO è uno smartphone che si comporta bene sotto tutti i vista, potente, piacevole da usare, fa belle foto ed ha un'ottima autonomia.

Ma non manca qualche punto a sfavore, tra questi l'assenza del jack audio, del Bluetooth 5.0 e della ricarica wireless che non sarà molto rapide ma poteva starci visto anche il retro in vetro. Ottima la possibilità di avere due SIM in 4G ma anche se 128GB sono tanti sarebbe stata sicuramente gradita la possibilità di espandere la memoria.

PRESTAZIONIAUTONOMIA DISPLAYQUALITA' FOTOMODALITA' DESKTOP SENZA DOCK4G SU ENTRAMBE LE SIM
MANCA JACK AUDIO E RICARICA WIRELESSMEMORIA NON ESPANDIBILEBLUETOOTH NON 5.0 E GPS SENZA GALILEO

VOTO 9

9 Hardware
6.7 Qualità Prezzo

Huawei Mate 10 Pro

Compara Avviso di prezzo
Huawei Mate 10 Pro è disponibile da puntocomshop.it a 599 euro.
(aggiornamento del 23 febbraio 2018, ore 18:36)

718

Commenti

Regolamento Commentando dichiaro di aver letto il regolamento e di essere a conoscenza delle informazioni e norme che regolano le discussioni sul sito. Clicca per info.
Caricamento in corso. Per commentare attendere...
Super Papaya

Ciao a tutti, ho collegato il mate 10 pro alla tv in modalità desktop ma ritrovo le icone molto grandi non come si vede nelle varie recensioni .. Qualcuno ha avuto questo problema e risolto? Grazie mille

Giusy

Ciao Alessandro, ti avevo risposto ma evidentemente hanno cancellato il mio messaggio in quanto avevo inserito il link dell'app presa da PlayStore.
Ad ogni modo ti avevo risposto che io ho installato l'app "4146 Telefonate Prefix" di marcocamy

L'unico problema è che per farla funzionare devi prima aprire l'app e poi cercare nella sezione "contatti" i tuoi numeri di telefono.
A quel punto, prima di far partire la telefonata, ti fa scegliere se chiamare il numero senza prefisso, con il prefisso oppure senza prefisso e nascondendo il tuo numero.

Sull'S5 avevo un altra app molto più funzionale, che ti permetteva di scegliere se mettere o meno il prefisso prendendo i numeri direttamente dalla rubrica del tuo telefono (e non tramite l'app) ma sul Mate 10Pro non funziona.

Alessandro Staiti

Ciao Giusy, che app usi per il prefisso 4146? Serve anche a me! Grazie

Alessandro Ciro Cursio

qualcuno che l'ha preso con la vodafone sa dirmi se nella scatola ci sono tutti gli accessori che arrivano con quello no brand? grazie

Tech_manico

Il recensore scrive come parla : male.

Ago31

No

theWarri0r7

Salve a tutti, volevo chiedere per chi ha questo telefono: si può togliere il coperchio e la batteria??

sasinos s

Salve ragazzi ho un mate 10 pro {c432} 125 brand Vodafone, mi confermate che e l'ultimo aggiornamento in generale? E a qualcuno per caso dopo questo aggiornamento ha avuto problemi con l'altoparlante esterno riposto in basso? Quando ascolto musica al massimo volume fa una specie di ronzio, e nn so se sia un problema hardware o software

Fifagi

Al momento mi pare neppure honor v10 (anche sul sito è scritto che lo sarà un seguito ad un aggiornamento Ota. Volevo sapere se era in programma anche per Huawei mate 10 pro

Grazie

Ago31

Al momento no

Ago31

Al momento no!

Matteo Melotti

il mate 10 pro possiede delle gesture per risvegliare lo schermo mentre è appoggiato al tavolo?? grazie

Davide Muggetti

Capito.....poi alla fine, magari, attenderò il 2018 per vedere i nuovi Xperia.......Ecchecc...brutta bestia l'indecisione: soprattutto quando ci sono in ballo tanti soldini....! Grazie mille per la tua pazienza, Raimondo!

Raimondo Sella

Stessa cosa. Se vuoi puntare su processore, fotocamera e sistema operativo e hai bisogno di un dispositivo orientato al business, vince sempre il Mate10 Pro. Ma devi capire quali sono le tue esigenze, naturalmente.

Fifagi

una domanda, ma ho lo sblocco con la scansione facciale ? Lo chiedo perché danno questa feature nel nuovo Honor V10, che dovrebbe essere il fratellastro di questo mate 10 pro. Grazie

Giusy

No, non mi sembra. Comunque grazie, farò come mi hai detto.

SuperQuark

No, io se poggio il dito, la barra scompare completamente...
Utilizzi un launcher o tema "alternativo"?
Potrebbe essere qualche app non compatibile al 100%, ne hai installata qualcuna che gestisce notifiche/batteria/etc?

Giusy

Ciao, scusa volevo chiederti se anche a te fa questo strano difetto (non so come altro definirlo). In pratica nell'icona dove mostra la percentuale della batteria si vedono due percentuali (una "sopra" l'altra) e la stessa cosa succede con l'orario.
La cosa strana è che i due valori differenti li vedo solo se ci appoggio sopra il dito.
Allego qui di seguito le foto di quello che succede.
Fa la stessa cosa anche a te?

https://uploads.disquscdn.c... https://uploads.disquscdn.c...

Giusy

Grazie, buone feste anche a te!

Hello Mickey

allora buon huawei e buone feste

Giusy

Condivido quanto hai detto, in particolare sulla fluidità e reattività del dispositivo e sulla velocità di connettività sia in Wi-Fi che in 4G. Non sono d'accordo, invece, sulla preferenza di un display dalle linee arrotondate. Personalmente mi piace così com'è, ma ovviamente è una questione di gusti. ;)

Giusy

Si, sono veramente soddisfatta del cellulare. E' un dispositivo molto veloce e funzionale. In merito all'autonomia in realtà ci sono 2 settaggi per il risparmio batteria: il primo si chiama "Modalità di risparmio energetico" che, ad esempio, con il 60% di autonomia che ho adesso, passerebbe da 19 ore e 32 minuti a 22 ore e 6 minuti. Poi esiste il settaggio "Modalità ultra risparmio energetico" e con questa l'autonomia arriva addirittura a 2 giorni e 14 ore. Ma con questa modalità limiti di moltissimo l'utilizzo del telefono. In pratica lo schermo diventa tutto nero e si vede soltanto l'orario, il giorno, la percentuale residua della batteria poi più sotto ci sono 3 icone base (telefono, messaggi e contatti) più altre tre app che puoi aggiungere a tua scelta. Diciamo che questa funzione la usi solo se sei arrivato al limite della batteria, ti serve il telefono ma non hai modo di ricaricarlo da nessuna parte.

No, non l'ho acquistato con la 3 ma da Euronics (Lo so... ho fatto una "pazzia". Ma almeno l'ho preso a rate a tasso zero!) ;) Quindi fai bene ad aspettare e prenderlo in abbonamento con Tim. ;)

Hello Mickey

grazie per la risposta così dettagliata : insomma, sembri soddisfatta.Per aumentare l autonomia c'è il super Eco vero? il 4146 lo uso anche io, ho una sim aziendale. Io sto aspettando che arrivino i nuovi rifornimenti al centro tim, pare che siano andati a ruba con l abbonamento(450€ è meglio

SuperQuark

Personali considerazioni dopo i primi 10 giorni di utilizzo

DESIGN: sarà soggettivo ma posso affermare senza dubbio che è uno dei telefoni più eleganti di questo 2017 pur mantenendo uno stile semplice. Nel posteriore, la simmetria con cui son disposti i sensori e la fascia a contrasto che avvolge le due fotocamere donano un tocco di stile, di personalità, non banale, che contraddistingue il Mate10 Pro rendendolo immediatamente riconoscibile. La parte anteriore, invece, è forse quella più semplice, senza particolari distintivi; le cornici laterali, infatti, sebbene siano molto sottili, sono ben lontane dal concetto di "borderless" tipico di altri top gamma (Samsung S8, Xiaomi MiMix 2, etc).

FUNZIONAMENTO: beh questi primi 10 giorni sono stati una vera goduria: fluido, veloce, mai un impuntamento ed una EMUI che è molto piacevole da utilizzare.

FOTOCAMERA: la doppia fotocamera regala sempre scatti perfetti merito anche dell'Intelligenza Artificiale che riconosce la scena e imposta automaticamente i parametri adatti. Sono rimasto molto colpito dalla velocità di messa a fuoco e dalla resa delle foto in notturna.

DISPLAY: il display ha un'ottima qualità, e per me che amo i colori degli AMOLED è perfetto; inizialmente ero titubante sulla risoluzione che si ferma al solo FullHD+ ma confrontandolo con un Galaxy S6 (con una risoluzione di WideQuadHD) non si riesce a percepire tutta questa differenza.
Ho solo un appunto da fare al display: avrei gradito avesse gli angoli arrotondati, come detta il trend del momento, che anche se a livello tecnico non porta migliorie, avrebbe dato un senso di innovativo e "svecchiato" che, come dicevo all'inizio, manca sulla parte frontale dello smartphone!

CONNETTIVITA': la ricezione è da "riferimento": prende praticamente dappertutto e la doppia SIM è gestita molto bene; la possibilità di andare con entrambe le sim in 4G, poi, è un plus da non sottovalutare. Il WiFi non perde mai il segnale e si collega autonomamente alla rete più performante (avendo in casa varie reti con SSID diversi mi capitava spesso di trovare il Galaxy S6 scollegato dal WiFI ad attaccato alla rete dati semplicemente andando da una stanza all'altra; ora col Mate10 Pro non mi è mai capitato).
E' risaputo che sul Mate10 Pro il protocollo Bluetooth è fermo alla versione 4.2 e che manca il supporto ai satelliti Galileo ma sinceramente nell'uso quotidiano non ho sentito queste mancanze...
L'assenza del jack da 3.5, invece, si fa sentire; spero di abituarmi ad usare gli adattatori...
Una fìgata pazzesca è la funzione di Proiezione facile che con un semplice cavetto HDMI (o una dock) da pochi euro è possibile collegare lo smartphone alla TV con un'interfaccia simile a quella di un computer, con la possibilità di utilizzare anche mouse e tastiera: soluzione molto più immediata (ed economica) rispetto a quella di Samsung con la sua DeX Station!

BATTERIA: punto forte del Mate10 Pro è sicuramente la batteria: spesso l'ho definita "centrale atomica portatile" ed in effetti i ben 4000 mAh assicurano tante ore di utilizzo,

Giusy

Ciao Mickey. Il telefono devo ricaricarlo tutte le sere, con un residuo di 30% se lo uso poco, mentre si abbassa fino al 12/14% con un uso più intenso. L'audio è buono, però non l'ho ancora provato con gli auricolari. La visibilità alla luce del giorno è ottima, settando la luminosità del display oltre la metà e togliendo il controllo automatico. Qualità foto e video fenomenali! Finora ho fatto solo un filmato in 4k ed era spettacolare, ma era una ripresa statica muovendo il cellulare in orizzontale molto lentamente. Non ho ancora provato a farci riprese in movimento. Attualmente ho settato la videocamera in modalità FullHd 1080p (no 60p) per non occupare troppa memoria con i filmati e già così la qualità è davvero buona. In merito alle app, purtroppo ne uso pochissime (WA, Shazan, CamScan, l'e-banking, una per il prefisso 4146, una per il controllo videocamere, l'applicazione di 3 e una sul meteo) ma finora non ho trovato nessun problema.

Hello Mickey

ciao come ti trovi dopo 1 mese di uso? soprattutto autonomia audio visibilità sotto al sole (anche se invernale) qualità foto e video e compatibilità con le app sul formato 18:9. Troppe domande?

Davide Muggetti

....E se volessi aggiungere al confronto HTC U11 Plus....? Sinceramente questa era inizialmente la mia prima scelta, ma sono un po' frenato dalle continue voci sul fatto che HTC sia continuamente sull'orlo del fallimento....

Raimondo Sella

Se vuoi puntare su Intelligenza Artificiale e una fotocamera nettamente superiore, ti consiglio il Mate10 Pro. Su tutte le altre caratteristiche hardware, invece, sono pressocchè identici. Preferisco il Mate anche per quanto riguarda il design, quella scocca in vetro è veramente bella e il blu è il mio preferito!

Giusy

Posso garantire che la traduzione in conversazione funziona veramente! L'ho testata con una mia amica che parla il russo e traduce perfettamente la conversazione sia in entrata che in uscita. Non so, poi, all'atto pratico quanto potrà essere comodo usarlo... ma almeno sai di avere un'assistente di emergenza. E funziona anche con la traduzione dei testi tramite la macchina fotografica. Davvero utile!

Giusy

Ciao Mickey. L'ho comprato da Euronics, ma penso di essere stata fortunata in quanto ne avevano portati solo due di cui uno era anche prenotato. In merito all'autonomia... dipende dall'uso che ne fai. Tenendolo in connessione tutto il giorno con uso limitato (Whatsapp, internet senza video e qualche telefonata) ti arriva a sera anche con una certa autonomia (25%) se fai un uso più intenso (quanto detto prima più uso della macchina fotografica e qualche video) arrivi a sera con un 10/12%. Se poi usi più social e video penso che non arriveresti neanche alla sera.

Hello Mickey

ciao Giusy. Io non trovo il mate pro disponibile nei negozi tim e 3 in abbonamento: tu come hai fatto?
come ti sembra l autonomia dopo quasi 2 settimane?per me è fondamentale faccia + di un giorno di uso medio

Davide Muggetti

A gennaio cambierò smartphone e sono indeciso tra il Mate 10 Pro ed OnePlus 5T, che secondo le schede tecniche di HDBlog garantisce maggiori prestazioni (9.6/10 contro 8.5/10) ad un prezzo nettamente inferiore: qualcuno saprebbe consigliarmi......? Grazie!!!

jianjio

Dispositivo interessante!
PS per Il recensore: cercando sul web il Kirin 970 risulta compatibile con il sistema Galileo, quindi, potrebbe essere solo una questione software, e che verrà implementato in futuro?!

Franco Gadda

Ho cambiato tanti telefoni.. Nessuno è perfetto ci si trova sempre qualche difetto.. Mi aspettavo di meglio da note 8..ormai ce l ho… :-)ciao Giusy

Giusy

Ciao Franco, mi dispiace che l'audio dei messaggi di WA e del navigatore ti abbiano deluso ma cerca di non giudicarlo solo per quello. Il note 8 è comunque un ottimo telefono e sono sicura che ti darà grandi soddisfazioni. ;)

Franco Gadda

Ciao Giusy grazie x le tue risposte a proposito ricez mess. Ho comunque acquistano samsung note8 e mi son gia pentito! Ha l audio messaggi wathsapp e anche del navigatore che fa schifo! Si sente niente! Che schifo!!!

Giusy

Non ho viber, ma con WA i messaggi arrivano anche con app "chiusa". Devo dire, però, che non sempre si sente lo squillo... nel senso che magari trovi il pallino che ti avvisa che c'è un messaggio, poi entri e trovi che sono arrivati più messaggi. Comunque trovo un scomodo il fatto che il pallino delle notifiche non mostri IL NUMERO delle notifiche relative all'app (come avveniva prima). Questa cosa, però, credo dipenda da Oreo e non da Huawei.

Giusy

Ho notato che utilizzando due schede (rete 3G su Sim 1 e TIM su Sim 2) l'app per visualizzare i consumi della 3 non funziona. Eppure con il vecchio Samsung S5 dual sim non mi dava alcun problema. Peccato.

Giusy

Alessio sei un genio! Grazie al tuo suggerimento sono andata su Impostazioni- Sicurezza e Privacy - ID impronta e poi ho selezionato "mostra pannello delle notifiche" e "Sfoglia foto". Grazie mille! :)

Alessio De Biasi

di solito se lo sbrandizzi, la casa produttrice (huawei in questo caso) non lo accetta, ma l'operatore telefonico (vodafone) si, se vuoi puoi fare un pagamento di recesso anticipato, in cui paghi le rate rimanenti e la clausola finale (se c'è), per la garanzia per il compratore, non saprei, visto che il prodotto non ha il nome del proprietario, probabilmente se lo stai ancora pagando non lo accettano, se è già pagato si

Alessio De Biasi

non ho ancora questo mate, ma con il p9 c'è una voce: impostazioni - Id Impronta - mostra pannello delle notifiche - attiva

Giusy

Qualcuno mi spiega come fare a far funzionare il sensore impronte per far abbassare la tendina o per sfogliare le foto? Cosa devo settare? Grazie.

Giusy

C'è l adattatore per Jack 3.5
Comunque in dotazione ci sono già le cuffie con attacco typeC

Giusy

Si, funzionano entrambi

Franco Gadda

Chi lo possiede può dirmi se funzionano messaggi wathsapp e mail?

Franco Gadda

Io ho avuto mate 8 e il 9 su entrambi i messaggi multimediali wathsapp o viber ma anche le mail non arrivavano finche non aprivi l applicazione.. Sarà cosi anche. X.questo modello?!

Raimondo Sella

Lo schermo del Mate 10 Pro ha una risoluzione di 2160 x 1080 px, più che sufficiente a supportare eventualmente un dispositivo come il Daydream secondo i requisiti minimi di Google. E' il telefono ideale per chi cerca un dispositivo da utilizzare nel tempo libero, quotidianamente o per farne un uso lavorativo.
Inoltre ha una doppia fotocamera realizzata in collaborazione con Leica da 20 + 12MP con apertura focale di f/1.6 e f/2.0. La fotocamera è proprio una delle innovazioni di questo dispositivo. Per la prima volta, grazie all'intelligenza artificiale, è in grado di riconoscere scene e soggetti e di scegliere le impostazioni di scatto migliori a seconda dell'esigenza del momento, imparando a riconoscere più velocemente e in modo migliore, in futuro, scene e soggetti simili.

Raimondo Sella

Kirin 970 è un processore proattivo, piuttosto diverso da quello dell’iPhone X o del Note 8 (infatti Huawei utilizza l’acronimo NPU, Neural Processor Unit, e non più CPU). E’ in grado di lavorare offline e questo permette all’utente di avere una sorta di assistente personale sempre in tasca.
Una caratteristica del Mate 10 Pro è quella di poter tradurre in tempo reale e offline (attraverso un sistema integrato e senza la presenza di una connessione internet Wi-Fi o LTE) conversazioni dal vivo e fotografie contenenti informazioni testuali nella lingua desiderata. Per intenderci, non hai più bisogno di un’app esterna che faccia da vocabolario per la traduzione delle informazioni nella metropolitana di Tokyo o dei cartelli stradali in Russia, l’I.A. lo farà per te. Ti basterà inquadrare il testo nella lingua che intendi tradurre ed automaticamente potrai leggerlo nella tua. Facilissimo.
Dal punto di vista della fotocamera, Mate10 Pro riconosce i soggetti che compaiono sullo schermo del dispositivo andando a scegliere automaticamente l’impostazione di luce migliore a seconda di ciò che viene inquadrato. L’Intelligenza Artificiale impara attraverso l’utilizzo soggettivo del dispositivo, semplificando e velocizzando il processo di riconoscimento delle scene simili a quelle già inquadrate in passato. Attualmente pare che ci sia già la possibilità, da parte del dispositivo, di riconoscere 13 scene diverse in tempo reale: scene che, in futuro, potranno aumentare con un aggiornamento di sistema. L’I.A. agisce anche in questo campo, scegliendo la modalità di messa a fuoco migliore in modo da regalare all’utente un’immagine il più stabile possibile, anche durante scatti o riprese in movimento, come quelle sportive.
Mate 10 Pro dispone di una tecnologia di gestione dell’energia che imposta automaticamente il risparmio energetico e garantisce una maggiore longevità della batteria a seconda dell’utilizzo giornaliero del dispositivo da parte dell’utente.
Tutte queste informazioni, private e non, vengono archiviate dall’AI del telefono stesso che le modifica successivamente in base alle abitudini di utilizzo da parte del singolo utente: archiviando i dati all’interno del dispositivo e non su un servizio Cloud o comunque online Huawei assicura la protezione della privacy.

Raimondo Sella

MirrorLink sarà disponibile per il Mate 10 Pro a partire dal primo trimestre del 2018 tramite un aggiornamento di sistema.

stuzzica

perché Huawei non abilita la possibilità di cambiare Font anche per l'italiano boh

Speciale MWC 2018: seguilo su HDblog.it | Live, Video, Anteprime e AdamCam

Android

Google Pixel 2 XL con Pixel Visual Core, cosa cambia? | FOCUS

RECENSIONE Dji Mavic AIR: meglio o peggio del Mavic Pro?

Alta definizione

Anteprima Fujifilm X-H1, i nostri scatti con la nuova top di gamma | Video