LG V30 è lo smartphone 2017 da battere? | Recensione

17 Ottobre 2017 1088

Rimani aggiornato quotidianamente sui video, approfondimenti e recensioni di HDblog. Iscriviti ora al canale Youtube, basta un Click!

Qualche anno fa si attendeva il Mobile World Congress di fine inverno per le più importanti novità dall'universo smartphone, ma l'aria sta cambiando e tutti si attrezzano invece per arrivare al proficuo periodo natalizio con il meglio del meglio. Non è da meno LG, la casa coreana ha atteso IFA 2017 per il grande passo, mettendo sul piatto un V30 pronto a spiazzare tutti e senza limitazioni di aerea. 

Hanno perfino smesso di realizzare modelli coreani "pompati" e lasciar a noi le briciole, evidentemente si sta imparando dagli errori del passato. LG V30 è tra gli smartphone android che conta meno compromessi, a patto che siate disposti ad aver a che fare con un sei pollici, seppur ottimizzato, è pur sempre un phablet. Termine che andrebbe seriamente rivisto, d'altronde le dimensioni di questo terminale sono pari a quelle di un 5.5 pollici tradizionale, l'ottimizzazione degli spazi è massima e non ne risente di certo il design. 

Ci sono tanti temi da toccare, ma è giusto partire subito forte con quelli più succulenti. Dopo aver provato V30 per qualche settimana non si può che cominciare dall'autonomia, fattore di svolta su cui dovrebbe puntare fortissimo il marketing LG.

L'AUTONOMIA CHE SPIAZZA TUTTI

La batteria è una 3.300mAh, esattamente come su LG G6, Samsung Galaxy Note 8, OnePlus 5 e altri ancora, ma su V30 c'è qualcosa di strano, di misteriosamente efficiente che cambia totalmente l'esperienza d'uso. Non guardiamo quindi solo i numeri, questo è uno dei motivi per cui bisogna realmente provare per un tempo debito i terminali, la sola scheda tecnica non basta più. 

Sono riuscito a concludere sempre, ripeto, sempre, le mie giornate, avendo perfino un 20-25% di carica poco prima di andare a dormire. A causa del mio lavoro deve esser perennemente online, stresso quindi tanto i dispositivi e l'aiutino di metà-fine giornata è quasi d'obbligo. Ma non con V30, capace di superare le 8 ore e 20 minuti di schermo acceso nel Live Batteria, prova atipica durante la quale ho scattato e caricato decine e decine di immagini, sfruttato il device a tutto tondo e con una moltitudine di applicazioni. Giochi compresi. 

Risultato straordinario che si è confermato nell'utilizzo 'comune', nel mio privato, con una media di 6.5/7 ore di schermo acceso e consumi estremamente ridotti. LG ha lavorato più che bene nell'ottimizzazione del sistema, lo si vede subito per come gira e risponde ai comandi, ma la potenza di calcolo espressa non è direttamente proporzionale ai consumi. Snapdragon 835 è domato a dovere, lì pronto a rispondere quando serve e contenuto quando invece non si pretende molto. Penso alla notte, con V30 in standby che consuma solo 3-4% della carica in 7 ore circa, e la mia faccia stupita al mattino quando mi aspettavo un draining più intenso, come su altri top di gamma con simile hardware. 

L'Always-on non è un succhiasangue, certamente più utile e visibile di quello presente su G6 (che non ha un display OLED), è perfino possibile scorrere i quick settings a schermo spento, attivarli o disattivarli e comandare altre applicazioni come Spotify. Strumento sempre più evoluto che non impatta più di tanto sul consumo complessivo. Insomma, V30 ha una batteria come altri ma è decisamente diverso dalla massa, perchè sfrutta a dovere i 10nm del suo SoC e non ha un display cosi energivoro nonostante l'altissima risoluzione e ampia diagonale. Complimenti!

PRESTAZIONI DA PRIMO DELLA CLASSE

Non c'è ancora Oreo, tutto si basa ancora sull'ottimo Android 7.1.2 Nougat, sistema già ben rodato che non fa certo gridare allo scandalo. Meglio Nougat che gira in questo modo che un Oreo 'semi-sperimentale' con qualche bug. Zero lag, zero riavvi, sistema fluidissimo e la miglior piattaforma Qualcomm su piazza che non pone alcun limite al terminale. L'interfaccia gira fluidissima, l'esperienza d'uso è eccellente e per questo bisogna anche ringraziare l'interfaccia personalizzata UX 6.0+. 

La verità è che Snapdragon 835 lo si trova facilmente di questi tempi, ma qui si riesce ad avere tutta la sua potenza senza draining irresponsabile. Al suo fianco abbiamo "soli" 4GB di memoria RAM, non sono tantissimi ma adeguati per questo sistema: nonostante utilizzi tantissime applicazioni non ho mai superato il picco del 87% di RAM occupata (ovvero 3.2GB su 3.6GB totali). Non si arriva a saturazione, le app in background rispondono all'istante una volta richiamate e nessun fastidioso ricaricamento. 

 

  • SISTEMA: Android 7.1.2 su interfaccia UX 6.0+
  • SOC: Snapdragon 835, octa-core a 2.45 GHz a 10nm 
  • GPU: Adreno 540
  • MEMORIA: Interna: 128GB UF 2.1 (espandibile fino a 2TB) / RAM: 4GB LPDDR4x
  • DISPLAY: OLED FullVision da 6 pollici  / Risoluzione: 2880 x 1440 pixels / 538 ppi
  • FOTOCAMERA: posteriore dual 16 MP f1.6 + 13 MP f1.9 (120°) / front 5 MP / video: fino a 4K a 30 fps
  • RETI: GSM, UMTS, HSPA/HSUPA, LTE Cat 16 (979/75Mbps) / 1x nano SIM
  • WIRELESS: Bluetooth: 5.0 con BLE/apt-X HD / Wi-Fi ac 2.4+5GHz / NFC 
  • CONNESSIONI: Jack Audio da 3.5mm / USB Type-C / supporto OTG
  • GPS: A-GPS/GLONASS/Galileo
  • SENSORI: Accelerometro, Giroscopio, Sensore di prossimità, Bussola e Barometro
  • BATTERIA: 3.300 mAh (Quick Charge 3.0) / Ricarica wireless
  • SCOCCA: Profilo metallico, back cover e frontale in vetro (Gorilla Glass 5) / IP68
  • PESO: 158 grammi
  • DIMENSIONI: 151.7 x 75.4 x 7.39

​Esperienza di navigazione web senza compromessi, si ha con Chrome semplicemente tutto quello che ci si attende da un modello di fascia premium. Apertura delle pagine immediata, tempi rapidi nel rendering delle pagine, scrolling fluido, nessun lag nel pan, nel pinch-to-zoom on con il doppio tap per il ridimensionamento delle pagine. Navigare in rete su V30 è piacevole, anche sfruttando tanti tab in multitasking o la doppia finestra con la modalità apposita. Non è possibile ridimensionare le due finestre in multiwindows, il display si divide esattamente a metà, c'è quindi meno scelta rispetto, ad esempio, ad un Galaxy Note 8 (che vanta anche uno schermo più ampio). 

Nessun compromesso anche nel gaming, su V30 girano tutti i titoli più esigenti e al massimo dettaglio. La GPU Adreno 540 è una certezza, non si scompone davanti a nulla e garantisce semplicemente il meglio del meglio. 

FOTOCAMERA DUAL CHE TANTI INVIDIANO, MA LA FRONTALE...

LG non si scompone e mantiene la medesima impostazione vista sui precedenti top di gamma della serie "G", quindi doppia fotocamera posteriore con una companion che aggiunge brio grazie all'ottica grandangolare. "Squadra che vince non si cambia", detto sportivo che vale di certo anche in altri campi, la casa coreana si è tuttavia permessa di migliorare pian piano il sistema ed offrire così un'esperienza sempre più appagante. Grazie anche al SoC e ai suoi componenti dedicati che adesso supportano sensori di immagine più evoluti.

La fotocamera principale è basata su un sensore Sony IMX 351 1/3.1" in formato 4:3 da 16MP f/1.6 (inedito fino a ieri, Huawei Mate 10 Pro è il secondo in lista) e OIS, stabilizzazione che funziona bene ma non eccelle. Rispetto alle prove fatte inizialmente, ho infatti notato che la compensazione non è poi così buona come pensavo, soprattutto nella registrazione in 4K. Su questo il V30 paga pegno rispetto alla concorrenza. 

Di giorno questa fotocamera è tra le migliori sul mercato, non solo per la quantità e limpidezza dei dettagli acquisiti, ma anche per l'ottica particolarmente rapida nel bilanciamento della luminosità e riproduzione dei colori. Le lenti sono in vetro, fattore su cui LG ha messo l'accento, e in effetti la differenza rispetto ad altri si vede (vs Mi Mix 2) con un blur in background praticamente perfetto. Ciliegina sulla torta un autofocus precisissimo e rapido, punto a favore che si rivede anche nei video. 

Più che soddisfacenti anche le macro, come già sottolineato in altre prove e poco più sopra, l'ottica elaborata permette di scattare da posizione più ravvicinata rispetto a G6 e garantisce nel complesso una miglio riuscita.


Il bello viene di notte, con una simile apertura f1.6 possiamo permetterci di scattare anche in condizioni proibitive, sempre nel limite del possibile per uno smartphone e in modalità automatica. V30 gestisce bene le sorgenti più luminose, come fari e lampioni, vanta un buon bilanciamento della luminosità ma tende leggermente verso tonalità più calde, giallastre, senza eccesso. Pochissimo il rumore di fondo rilevato, elevato invece il livello di dettaglio in queste condizioni. 

Capitolo a parte, sempre positivo, per la fotocamera companion posteriore da 13MP (sensore d'immagine Samsung), quella più divertente con cui scattare delle panoramiche uniche grazie all'ottica grandangolare capace di inquadrare un campo di 120°. LG ha lavorato sui dettagli, limato quindi la distorsione laterale e migliorato contrasti e colori, su V30 gli scatti 'ampi' sono più piacevoli, ma non c'è alcun stravolgimento e chi non ha avuto a che dare con G6 potrebbe non notare questi passi in avanti. 

La cosa importante è che la grandangolare dovrò smetterla di chiamarla companion e cominciare a considerarla come una principale, solo con diverso comportamento. Vediamola di giorno.

Per saggiare la differenza con G5 e G6, precedenti modelli che montano una grandangolare simile, ho fatto uno scatto al tramonto con tutti e tre. Eccoli in sequenza

Fotocamera grandangolare che non delude affatto anche di notte, era uno dei limiti della prima montata su G5 (solo 8MP) poi eliminati già con G6. Quindi poco rumore di fondo grazie all'ottica f1.9 e scatti limpidi, ben bilanciati e inediti per uno smartphone. La dual-cam è diventata un 'must' in questo 2017 ma ognuno la sfrutta a proprio modo, dall'ottica 'tele' montata su Galaxy Note 8 e ultimi iPhone al sensore in bianco e nero invece confermato da Huawei. 

L'approccio di LG è quello che mi piace di più, nonostante ritenga l'effetto ritratto del Galaxy Note 8 una delle cose migliori viste su una fotocamera di uno smartphone. Il motivo è semplice, credo in un utilizzo più frequente della fotocamera grandangolare, ottima soluzione quando si viaggia, si vuol riprendere soggetti imponenti o fare semplicemente foto di gruppo. Insomma, una soluzione più alla portata di tutti 


Chiude la pecora nera della famiglia, la fotocamera anteriore da 5MP che abbiamo già criticato tanto su G6. La casa coreana conferma i "problemi" di spazio per poter integrare un sensore differente, un piccolo scivolone che non farà piacere agli amanti dei selfie. Nel complesso non è certo da buttare, di giorno garantisce infatti buoni risultati e una discreta riproduzione cromatica. 


I problemi arrivano di notte, quando si evidenziano tutti i limiti di questa fotocamera, certamente inferiore rispetto alla concorrenza e meritevole di ben altra fascia rispetto a questa Premium. 


Video di ottima qualità, si possono registrare anche in 4K a 30fps e tutto fila liscio come sperato. Il fatto di avere due fotocamere apre ad un mondo di possibilità, grazie alle due icone in alto (scomode, LG forse sarebbe meglio spostarle di lato?) si possono infatti scambiare ed offrire così due punti di vista molto differenti senza alcuna discontinuità, lag o imperfezione. La stabilizzazione è piuttosto buona in full HD, non certo la migliore in 4K, questo è uno dei pochi limiti del comparto. 

Dettagli, colori e fluidità sono comunque soddisfacenti, ma la sorpresa arriva dal software. LG ha infatti incluso una nuova sezione chiamata "Cine Video" che apre alla personalizzazione dei video con filtri ed effetti in tempo reale. Nessun editing richiesto. Possiamo quindi attivare uno dei filtri, decidere la sua opacità e l'effetto vignetta da applicare tramite due gauge appositi. L'altro strumento utile è il Point-to-zoom, basta quindi attivarlo, selezionare una porzione di campo dal display ed effettuare uno zoom in/out dolcissimo, senza scatti. Speriamo che anche altri possano inserire presto uno strumento simile nell'app nativa. 

DISPLAY OLED CHE RITORNA SU LG

Qualcuno ricorderà di certo i Flex, serie sfortunata che non ha avuto un seguito in casa LG. Dopo quei due modelli non si erano più visto display OLED, adesso finalmente ritorna su V30 con un pannello FullVision da 6 pollici e risoluzione di 2880 x 1440 pixel. La resa è eccellente, la luminosità elevata e pari a 405 nits secondo i miei test con Calman, quella di picco sarà certamente più alta e non siamo poi così lontani dai top Samsung (ne abbiamo parlato qui).

Display protetto da vetro Gorilla Glass 5 che curva leggermente ai bordi, vanta un buon trattamento oleofobico e tiene lontane le impronte. Dall'analisi si evince tuttavia un delta E molto elevato, pari in media al 6.2, quindi rossi e blu molto sbilanciati e variazioni rilevabili ad occhio nudo. Il risultato sono colori particolarmente saturi, vividi, a volte lontani dalla realtà. Un esempio classico sono le foto scattate e viste su display, resa apparentemente eccellente che poi di rivela altro se il medesimo scatto si visiona su un pannello ben calibrato (come quello di un PC). 

Ottima invece la copertura sRGB del 150.6% e quella Adobe RGB del 95.6%, valori che attestano la buona copertura cromatica del pannello. 

QUAD DAC PER AUDIO SENZA COMPROMESSI

Dopo l'assurda scelta di farci sognare un Quad DAC su G6 e lasciarlo poi al solo mercato coreano, ecco che il piccolo componente si affaccia anche sul nostro mercato. Su V30 abbiamo un ESS SABRE ES9218P definito come "32-bit Advanced Hi-Fi Quad DAC" e con due funzionalità in più rispetto al V20 dello scorso anno: "filtro digitale" e "profilo audio"

Opzioni del DAC che si attivano non appena inseriamo il jack delle cuffie, in questo caso le ottime in-ear Bang & Olufsen con cavo in cordura fornite in confezione. Devo ammettere che trovo più utile il filtro digitale, ho tre opzioni (Short, Sharp e Slow) e risulta più facile scegliere tra questi preset a seconda del brano (o playlist) ascoltata. Per i più smanettoni ci sono invece i profili audio, oltre a quello normale troviamo quello "migliorato", "dettagliato", "live" e "bassi". La loro denominazione parla da sola: se abbiamo voglia di ascoltare drum and bass sarà utile usare l'ultimo profilo citato, se ascoltiamo brani tratti da un concerto vireremo invece su live. 

Personalmente ho scelto il profilo "migliorato" per il tipo di musica che ascolto su Spotify (pop, pop-rock, indie rock), lo trovo più completo e appagante, associato poi al filtro "slow" che produce un suono più chiaro. Non sono impostazioni per tutti, la maggior parte degli acquirenti difficilmente si troverà a smanettare tutto il tempo con profili e filtri, ma i preset di base offrono già un'esperienza di ascolto nettamente migliore, basta attivare o disattivare il Quad DAC dalle impostazioni per capire la differenza. 


Altro fattore importante, poco pubblicizzato fino a questo momento, la partnership che LG ha stretto con la MQA Ltd. Il V30 è infatti il primo smartphone al mondo con tecnologia MQA, capace quindi di riprodurre i file audio in altissima risoluzione tramite il loro esclusivo servizio streaming. Pensate che gli MP3 catturano e riproducono circa il 10% dell'audio originale, gli MQA arrivano invece al 100%, sono leggermente compressi per permettere lo streaming in rete e decodificati dall'hardware MQA per un'esperienza decisamente superiore a Spotify. L'unico modo per ascoltare questi file audio è abbonarsi a Tidal (versione Premium da 19,90€/mese), la qualità ha un prezzo!

Non è tutto, grazie a tutto questo hardware c'è anche un "Registratore Audio HD" che permette di registrare audio con eccellente qualità, sia con basso rumore ambientale che in ambienti più caotici. 

DESIGN CONVINCENTE

Con l'avvento dei borderless si farà sempre più difficile la lotta estetica, bordi che spariscono e linee che si avvicinano molto tra di loro. LG V30 non assomiglia a nessuno, cambia look rispetto a G6 e propone un'alternativa meno conservativa, più vicina a quanto visto con G5 che G6. Profilo metallico estremamente sottile, il più sottile tra gli ultimi top di gamma con i suoi 7.39mm, e vetro su entrambe le facciate che ben si coniuga per favorire l'ergonomia. 

Peccato che i punti di contatto in alto attirino la polvere, almeno in questa colorazione nera è una cosa fastidiosa. L'assemblaggio non è in dubbio, anche perchè è certificato IP68 e può resistere sott'acqua per un tempo prolungato. Si tiene bene in mano, per quanto sia possibile con un "piccolo" sei pollici, è più comodo di G6 secondo la mia esperienza. 

 

CONNETTIVITA' E RICEZIONE

Peccato che non sia un dual-SIM, non so se in Corea o in altri mercati sia previsto, ma per un modello orientato anche al business dovrebbe essere una certezza, lo trovo certamente più utile di un'espansione di memoria (questo modello ha già 128GB di storage). Massime performance in termini di connettività, Snapdragon 835 è una certezza e assicura il Wi-Fi ac di ultima generazione, LTE Cat 16 per velocità download vicina al Gigabit per secondo e ottima ricezione su tutte le nostre bande. 

Ottimo anche l'audio in capsula, Non ho mai riscontrato alcun problema in questo comparto e gestito al meglio qualsiasi chiamata. L'audio in ingresso è perfetto e su questo non c'erano tanti dubbi. Utilizzando un paio di cuffie si attiva anche la Radio FM, in dotazione ne troviamo un paio di Bang & Olufsen di ottima qualità, sia audio sia costruttiva: il cavo è in cordura, sono delle in-ear di fascia media con cui è possibile godere di certo del Quad DAC HIFI. 

CONCLUSIONI

Poco da girarci intorno, LG V30 è un top da acquistare senza pensarci troppo, fornisce quasi tutto quello che si può desiderare al giorno d'oggi e con qualche chicca tecnica più che apprezzata (appunto DAC Quad e fotocamera grandangolare). Ma LG si vuol complicare un attimo la vita e non ha ancora comunicato il prezzo definitivo per il mercato italiano, né per la variante V30 né per quella 'plus' da me provata. Aggiorneremo quanto prima questa sezione non appena avremo ulteriori informazioni, ad ogni  modo ci aspettiamo un posizionamento nella fascia Premium, dagli 800€ in su

Difficile dare un giudizio definitivo senza conoscere il costo preciso, rispetto anche alla concorrenza. La qualità si paga, ma quanto? I difetti sono pochi, pochissimi, i vantaggi tanti, a partire da un'autonomia che vi lascerà a bocca aperta vista la batteria da "soli" 3.300mAh. Brava quindi LG, capace di sorprendere in chiusura d'anno, il V30 potrebbe davvero fornire il salto di qualità che si attendeva da anni, senza più esperimenti, Friends o limiti costruttivi. Concretezza, eleganza e al massimo delle prestazioni su tutti i fronti, sarà un best seller

PRO E CONTRO

AUTONOMIAPRESTAZIONI COMPLESSIVEDESIGNDUAL-CAMERA POSTERIOREQUAD DAC AUDIO HI-FI
FOTOCAMERA FRONTALESTABILIZZAZIONE VIDEO NON ECCELLENTEPOLVERE NEI PUNTI DI CONTATTO SCOCCA

VOTO 9.X

("X"no prezzo)

LG V30 è disponibile da puntocomshop.it a 609 euro.
(aggiornamento del 25 febbraio 2018, ore 07:36)

1088

Commenti

Regolamento Commentando dichiaro di aver letto il regolamento e di essere a conoscenza delle informazioni e norme che regolano le discussioni sul sito. Clicca per info.
Caricamento in corso. Per commentare attendere...
pietro765

Sono indeciso tra questo LG V30 e il Samsung S 8.
Il prezzo x me è indifferente.
Mi serve il top a livello di fotocamera. Cosa mi consigliate?

EVA01

Hai ragione,questo é lo scotto da pagare quando si fanno le recensioni superficialmente degli smartphones!

antonio sesto

Una review professionalmente impeccabile dovrebbe includere 'fatti': misure, foto scattate in diverse condizioni di luce e non a caso, magari della stessa scena per piu` telefoni. Qui siamo a livelli abbastanza amatoriali.

antonio sesto

Di questo telefono si capisce poco, in particolare della qualita` degli scatti. I reviewers sembrano shizofrenici: chi dice che produce immagini eccellenti, chi pessime. Chi dice che lo schermo fa pena, chi invece lo ritiene meraviglioso. Non si possono fare review cosi` soggettive e qualitative.

dicolamiasisi

se ti puo interessare ho visto che il nuovo mate 10 pro ha il controllo infrarossi

Iconoclaster

dicolamiasisi

con il g6 il burn in?

dicolamiasisi

davvero il v10 lo aveva? anche il v20?

dicolamiasisi

se sei interessato ai selfie meglio S6 sicuramente...per il resto V30 ma costa ancora troppo

Rosario Vitale

Sono d'accordo con te in merito al discorso aggiornamenti, ma purtroppo si sa Android è così e poi sinceramente poco importa perché su iPhone è vero si aggiornano di anno in anno ma cosa cambia? Nulla.
Per quanto concerne la serie Note di Samsung, io penso che sia da acquistare soltanto se si sfrutta a dovere il pennino, per il resto può essere tranquillamente considerato come un variante di un S8+.
Per quanto riguarda LG e i problemi riscontrati su G4, beh da possessore attuale di G4 non posso che darti ragione, anche se c'è da dire una cosa, anche il mio G4 ha avuto l'ormai famoso problema alla scheda madre, circa 1 anno fa, riparato in assistenza in 15 giorni nonostante fosse il mese di Agosto. Non vorrei parlare forte, perché adesso il mio telefono non è più in garanzia e se dovesse riavere il medesimo problema, visto che ad alcuni è successo più volte anche dopo la garanzia, non ti nascondo che mi girerebbero e non poco. Ad ogni modo, per il resto il mio G4 funziona ancora piuttosto bene, non ha mai rallentamenti, se non in casi veramente sporadici e che comunque si risolvono nel giro di pochi secondi, quindi al di la dei suddetti problemi inerenti alla scheda madre o al display per il resto non credo sia un telefono che si possa considerare scadente dopo 2 anni di utilizzo.
LG V30 per via delle caratteristiche tecniche e dei materiali oltre che del design penso che possa rimanere un ottimo telefono tanto quanto gli altri della concorrenza. Non capisco tra l'altro come ma nessuno parli dello sblocco con riconoscimento facciale presente su questo V30.
Infine in merito al discorso iPhone, beh si può aprire un capitolo a parte. Personalmente trovo ingiustificato il prezzo di qualsiasi iPhone di ultima generazione, per me gli iPhone che potevano avere prezzi più alti della concorrenza si sono estinti con il 4s, un telefono che veramente offriva qualcosa di nuovo particolare e diverso rispetto alla concorrenza, sia dal punto di vista dei materiali, che del design, che dell'esperienza d'uso generale. Negli anni successivi Android è stato migliorato parecchio a livello di grafica e di semplicità di utilizzo, così come anche i design e i materiali dei rispettivi telefoni. Questo ha di molto assottigliato le differenze rispetto ad iPhone, sino ad oggi dove praticamente un iPhone non offre nulla di diverso rispetto ad un android se non il sistema operativo che ha pro e contro e soprattutto mancanze evidenti a livello di funzioni ecc. Se parliamo di assistenza allora ok, Apple sa il fatto suo, se diciamo che i prezzi alti ci sono perché è l'unico telefono con iOS ok ci siamo, ma dire che siano giustificati non è per me assolutamente vero e parlo da ex possessore di iPhone 4s.

Iconoclaster

La tastiera base di LG è sempre lenta (lag) purtroppo. Installando una SwiftKey la differenza è notevole e si può scrivere con swipe in maniera molto più rapida e senza errori

EVA01

De gustibus

Marco

Ti dirò che fra dimensioni, forma, schermo arrotondato e altro preferisco tenermi ancora un po' il mio Note 4 (che va come una lumaca ormai)

Ruppolo

Seeeeeeeeeeee, non è all'altezza.

Dion Must

Per l'estqte prossima vorrei cambiare telefono e penso che per giugno questo lg v30 si possa trovare anche sui €400. Ho un S6 edge da poco più di due anni e la batteria sta iniziando a deludermi (devo avere il WiFi sempre disattivato altrimenti in due o tre ore si scarica totalmente). Sono molto interessato al comparto video e utilizzo il telefono quasi solo per foto e video. Secondo voi mi converrà cambiarlo?
Sono sicuro che per giugno arriveranno telefoni migliori di questo, ma non posso spendere molto.

Iconoclaster

Una fastidiosa mancanza c'è: non funziona da telecomando IRDA che era comodissimo su LG V10...

EVA01

L'unico da battere quest'anno é solo Note 8,come ho scritto in un altro post.

Tiwi

interessante, ma non lo considero il top di gamma da battere..mi interessano molto anche note 8 e mate 10

enzopazzo90

Io ho il g6 in persona e pochi giorni fa mi è rimasta impressa nello schermo una schermata. Non dovrebbe succedere solo sugli amoled?

Tupac

Io cambio due terminali all'anno. L'idea di ritornare a parlare dei terminali 6 mesi dopo e utilissima ottimo lavoro bravi ragazzi. Grazie

Dr. Home

Non riesci a trovare email?

LucaP

mi basta wiki, non sono tuttologo.

N

Spero che tu abbia anche altri interessi nella vita oltre che assillare il prossimo con sproloqui demenziali.

BicioB

Contento tu... Spero tu sia meno autoreferenziale con il tuo datore di lavoro.

Easy

sembra un gioccatolo SE

Easy

Scaffale???!?!

Zer07

Non ho parlato di imparzialità del soggetto, ma che in quella recensione si vede che il V30 non è una gran bellezza.
Di recensori imparziali e preparati (non perfetti, ma non si può aver tutto) in Italia ne conosco solo uno e lavora per questo sito (mi chiedo sempre perché non facciano recensire tutto a lui...gli altri ormai li salto senza pensarci).

Luca P.

Cisotti oggettivo nelle sue recensioni? Stiamo parlando di quel Cisotti? Quello che in ogni fottut**sima recensione non la smette di dire che non gli piacciono le custodie/case/bumper/cover sui telefoni? :-D

onsone

Ma lei ha risentito la sua recensione. Ma un attimino di umiltà gliel'hanno insegnata farle notare delle clamorose inesattezze lei le chiama Nerdate. LA VERITÀ è i suoi test ftografici(ometto il resto) non hanno nulla di tecnico" lei lo sa e su blog di questa portata cosa mi dice, che sono Nerdate? La proovi veramente la camera del LG.. Poi forse capirà che le ho scritto grazie

Gabriele Arestivo

Mi metto sempre in discussione e se sto qui a leggere e rispondere ai commenti degli utenti è per avere uno scambio di idee e pareri, discutere e imparare qualcosa. C'è sempre chi ne sa di più su ogni argomento. Ma questo è il primo sito in Italia del settore per visite, quando si parla ad un pubblico così ampio si fanno anche delle scelte precise, lasciando ad esempio alcune "nerdate" da parte.

N

Hai perfettamente ragione, rispondere a personaggi come te é da dementi, mea culpa

Mister chuck revenge

Ahah ogni tanto escono fuori ste robe xD

BicioB

Fidati, stai facendo tutto da solo :-)
Mai affermato quanto mi attribuisci.
Non sei lucido.

LeChuck

Doveva essere il plus dei poled

LeChuck

Non intendo quello ma di burn in non mi veniva il termine

fabrynet

Aprioristicamente, coevo, lapalissiano,..come sei forbito oggi

Giuzp90

Sì.
Ad esempio, apro la fotocamera, e vedo in modo sfocato le icone della home e quelle nella barra notifiche (icone wifi, batteria...).

Odioso.

FCava

display più grande ma p-oled, quindi i consumi dovrebbero essere minori di un ips. Se poi hai tanto "nero" nelle schermate... Il display ho visto anche altri post (oltre quello di Helix) dove si parlava della non uniformità di illuminazione. Su tanti cellulari la taratura del display si può regolare e magari basta anche un aggiornamento per abbassare il DeltaE. Tra le altre cose, parla di colori irreali, non credo molto dissimili da quelli di tante televisioni led/oled. Difatti non mi pare che il recensore lo definisca penoso. Senza contare che il recensore parla di luminosità max rilevata con un'app, non in un ambiente controllato come da displaymate per S8. Se guardi sul sito https:// www. androidauthority. com/lg-v30-poled-vs-samsung-super-amoled-797330/

Per il discorso audio, non so. sarebbe da sentire se aumenta il volume e basta e/o la qualità. Ma sarebbe comunque inutile il quad dac in un caso simile (secondo me)

thinking_about

Per la batteria parlo in linea teorica, display più grande rispetto ad altri top, quindi più consumi.
No è che debba provarlo in prima persona per capire che il display fa pena ed è tarato male (lo dice anche il recensore eh). Beh, per quanto riguarda l’audio le differenze ci sono e sono abbastanza tangibili (ovviamente non puoi paragonare con casse professionali).

fire_RS

Allora non hai letto bene. Cmq libero di pensarla come vuoi.

Luca

Sono un utonto medio a cui servono le recensioni e lascitevelo dire, siete stati alquanto severi nel giudicare il lavoro svolto. La recensione è professinalmente impeccabile, molto piacevole da seguire: fresca, curata e appassionata. Tra chi ti fa prender sonno e chi fa uno show trovo che sia una giusta via di mezzo. Questo LG V30 è un ottimo terminale solo che arriva con otto mesi di ritardo e senza nemmeno troppa fretta di essere commercializzato. Metteteci 6GB di memoria e una Cam Anteriore di livello e lo avrei preferito di gran lunga rispetto alla serie S8/S8+ e giustificato un 150/200 euro di differenza. Però si tenga conto che ad oggi nel mondo android è difficile poter competere con lo strapotere Samsung. Lo so che ogni posizione dominante dia fastidio ed è per questo che tanti si erano entusiamati inizialmente per questo terminale. L’unica che se volesse potrebbe seriamente soppiantare Samsung è Google, ma la cosa non sembra interessarla. Così non ci resta che scegliere tra i top di gamma se optare per Samsung o Apple, il resto sono schermaglie da retroguardia o fighetterie da geek.

Zer07

Il telefono non è brutto, paga probabilmente dazio per le recensioni alquanto bonarie sui predecessori.

Dr. Home

Allora manda una mail a Cambridge
tuttologo

onsone

Se accetta su lavorare in un blog senza mettersi in discussione forse è il caso che cambi lavoro... ILPROBLEMA (non riguarda dopo lei) è la incompetenza con cui ci si accosta al mondo della. Fotografia.. si dirà che sono solo smartphone.. E allora trattateli come tali senza fare analisi e prove con nessuna conoscenza specifica... Grazie

Gabriele Arestivo

Non devo dimostrare nulla, ho fatto il mio lavoro, espresso il mio giudizio che può piacere o meno. Perso fin troppo tempo a rispondere

stefano

Non erano indietro, in Corea lo vendono, é proprio una scelta non si sa motivata da cosa....

Arriveranno con un hardware non all’alte Del note e ad un prezzo più alto....io odio gli schermi curvi e preferirei la grandangolare...ma a quel punto ci penso seriamente

Walter Bova

g6 telefono più sottovalutato di sempre!

Pippo Quarto

Ma non è nemmeno così grande

Walter Bova

non è assolutamente padellone, è il migliore in circolazione per dimensioni considerando il display. I samsung sono più stretti certo, ma perché innanzitutto sono 18.5:9, e poi a causa dei bordi curvi che odio. Rispetto agli altri il v30 è il 6 pollici più piccolo.

Zer07

Oddio che orrori che mi partono.

Huawei

CONFRONTONE: Huawei Mate 10 Pro, Mate 10 Light, P Smart vs Honor 9 Lite, 7X e View 10

HDblog @ MWC 2018: live blog continuo dalla fiera #hdblogmwc

Android

Alcatel 5, 3, 1: anteprima dal Mobile World Congress 2018 | VIDEO

Speciale MWC 2018: seguilo su HDblog.it | Live, Video, Anteprime e AdamCam