Tutti i prezzi sono validi al momento della pubblicazione. Se fai click o acquisti qualcosa, potremmo ricevere un compenso.

Sennheiser IE 800 S: auricolari in-ear top di gamma

14 Ottobre 2017 178

Le cuffie HD 660 S non sono l'unica novità annunciata da Sennheiser. Il marchio tedesco ha presentato anche gli auricolari in-ear IE 800 S, una versione aggiornata dei precedenti IE 800. Gli auricolari si posizionano nella fascia alta, pesano 8 grammi ciascuno (senza cavo) e utilizzano una versione raffinata del trasduttore Extra Wide Band (XWB) da 7 mm. I miglioramenti apportati si estendono sia alle alte frequenze sia ai bassi. Sennheiser parla di un suono più dettagliato e di una rappresentazione più realistica.


Gli IE 800 S utilizzano il sistema "dual-chamber absorber (D2CA)". Questa tecnologia evita che suoni più forti a bassa frequenza mascherino i dettagli presenti alle alte frequenze. D2CA previene i picchi indesiderati e rende tutti i dettagli intelligibili. In dotazione vengono fornite tre coppie di gommini (S, M, L) da inserire dentro l'orecchio. Si può scegliere tra silicone e "Comply" (realizzati con materiale che mantiene la forma dell'orecchio).


Le specifiche tecniche riportano un'impedenza di 16 Ohm, una risposta in frequenza compresa tra 5 Hz e 46 kHz, una sensibilità di 125 dB e una distorsione armonica totale inferiore allo 0,06% (1 kHz, 94 dB). Gli IE 800 S vengono venduti con cavi intercambiabili: uno termina con un jack da 3,5 mm mentre gli altri due sono bilanciati (2,5 mm e 4,4 mm Pentaconn). Vengono inoltre forniti un panno in microfibra e una custodia in pelle per il trasporto. Il prezzo è fissato a 999 Euro.


178

Commenti

Regolamento Commentando dichiaro di aver letto il regolamento e di essere a conoscenza delle informazioni e norme che regolano le discussioni sul sito. Clicca per info.
Caricamento in corso. Per commentare attendere...
Diego Oliva

Se vabbe..

Fabrizio Bocci

Beh costano uno sproposito ovviamente, ma come ho detto si parla di prodotti fuori da ogni logica commerciale, ci sono esemplari di stax usate vecchie di diversi anni che vengono vendute usate a cifre con cui ci compri due paia di HD800...

Fabrizio Bocci

E ci mancherebbe...shure produce alcuni tra i migliori microfoni (sm57, sm58 per dirne alcuni)... se guardi un concerto sul tubo 99 volte su 100 il cantante usa un microfono Shure...
Per quel che riguarda gli auricolari in ear sono tra i migliori anche se andrebbero chiamati “monitor” data la loro particolare fedeltà (un professionista deve sentire bene determinate cose quando suona/canta e magari se ne frega della piacevolezza dell’ascolto)

Armandorace04

Le utopia sono fantastiche, ad averceli tutti quei soldi per delle cuffie :(

Gieffe22

kz zs5, 30 euro...

Gieffe22

ragazzi, se volete un esperienza audio di livello, non serve per forza spendere queste cifre. Io ad esempio sono un soddisfattissimo possessore di superlux hd681F, le amo a dir poco, 24 euro di sostanza (driver audio delle audio technica AD500 da 150 euro).

Se volete una in-ear di sostanza date uno sguardo alle KZ zs5 (o le nuovissime zs6) che costano appena 30 euro sulle amazzoni e sono quad driver, e non c'è una singola REVIEW che ne parli male, giocandosela addirittura con le senny IE800 ben più costese. Saranno il mio prossimo acquisto.

In questi prodotti il nome incide molto sul prezzo ahimè... basta fare ricerche e avere una mentalità aperta che esuli dal nome.

ComicBit

Rha T10. Io ne ho un paio da togliere. Purtroppo sono abituato con le cuffie esterne e mi son ritrovato ad usarle 3 volte

macosx

Non ne capisco molto, ad essere sincero, volevo un suono più naturale, più indicati per medi e alti, volevo optare per delle cuffie on Ear, avevo adocchiato su Amazon le mdr-330bt, come sono?

Fabrizio

Sono d'accordo, io ho preso le in ear perché il mio utilizzo prevalente è in movimento. Un audiofilo che ama mettersi in poltrona con cuffie all'orecchio, va su padiglioni di alta gamma (spendendo belle cifre, tra l'altro, ma sono passioni!)

Fabrizio

Per quelle in Ear, che preferisco in movimento, ed è il mio utilizzo maggiore, mi sono preso delle RHA ma750 (al momento, le sole cuffie su amazon stanno a 62,77, mentre le ma750i, che sono quelle per utilizzo con telefono, quindi dotate di microfono, stanno a 99,95). Sono stato veramente parecchio per valutare, consultando siti, forum, post, commenti di utilizzatori, perché volevo qualcosa che avesse un suono equilibrato, assolutamente non spinto verso i bassi (avevo già provato roba come le bose) e posso dire di aver trovato veramente quello che cercavo. Sono veramente ottime. Poi, come avrai capito, dipende moltissimo dal gusto personale, se ami i bassi più spinti, vai su altro, però sapendo che rischi di perdere qualcosetta sui medi e alti, e a volte non è piacevole.

francesco

Si era diomenticato uno zero... comunque lui dice 20 khz (giustamente ) non HZ! ;)

Emanuele Marzorati

Grazie mille

Simone

Quanto costano le Stax?

Che poi hanno tutta una tecnologia particolare che ha anche i suoi difetti

Gabriele Nicosia

Avevi scritto 2 HZ come minima frequenza per questo mi è venuto un dubbio. Comunque so che gli orecchi allenati riescono a percepire quella frequenza, o forse erano i 18 Hz. Non ricordo bene quale fosse ma comunque sotto i 20

Midnight

Il punto non è quello, se acquisti cuffie del genere è perché sei un audiofilo che cerca praticità perché magari ha già delle magnetoplanari ingombranti da mezzo chilo, in ogni modo NESSUNO tra quelli che acquisteranno queste IEM le userà con il cellulare

Max

guarda, non le conoscevo ma le ho provate e ne sono soddisfattissimo.

comatrix

E allora perchè acquistare cuffie in ear me lo spieghi? Se lo devo usare con apparati di alta qualità vado di quelle classiche poichè le in ear non saranno mai all'altezza...
E mi dici pure che ragionamenti?

comatrix

Che ripeto ho dei dubbi se poi limita la qualità audio

comatrix

Allora a che servono scusa? Pechè se le devo usare con un impianto a dovere di certo non si prendono quelle in ear, perchè non saranno mai all'altezza di quelle classiche per ovvi motivi

Davide

16 Hz è una frequenza bassissima, al massimo le orecchie buone riescono ad andare sopra i 16 kHz perchè con l'avanzare dell'età l'orecchio si rovina e non si riescono più a sentire i suoni ad alta frequenza (i fischi di solito).
Di norma però l'orecchio va appunto da 20 a 20kHz. Sentire le frequenza basse non è difficile, quelle alte sì e non tutti riescono.

Gabriele Nicosia

Non riusciamo ad udire dai 20 hz ai 20khz? Solo gli orecchi allenati arrivano a un massimo di 16 hz. Sono informato male?

Gabriele Nicosia

Come auricolari tradizionali potresti provare quelli Bose che sono stabilissime e suonano bene

JackStrambo

Non sai di che parli, dai.
Cuffie del genere non le usi con smartphone.

Massimo Fonetico

Hai perfettamente ragione, però su alcune cose la penso diversamente. Ti spiego:

1) cuffiette del genere sono intese per un utilizzo "outdoor", quindi presuppongono che l'utente danaroso, non stia ad utilizzarle a casa sua nella sua stanza insonorizzata col suo DAC gigante!
Sono cuffie da usare col telefono, o comunque in mobilità.
In questo caso l'USB Type-C ti da maggior energia (a meno che non abbia un alimentatore esterno) che può servire per alimentare (come nel caso delle mie cuffiette personali) l'ANC, oppure semplicemente dare più potenza alle cuffiette

2) in teoria sono "future proof", ma in pratica dici bene: non si sa... Possibilmente il prossimo anno tirano fuori una nuova tecnologia e ciao ciao USB C.
Però diciamo che ad oggi, guardando il futuro, vedo più probabile l'adozione di USB C da parte di tutti, piuttosto che il jack.
Io credo (poi potrò sbagliarmi eh) che il jack in 5 anni si estinguerà totalmente.

3) Quanto al clock jittering, è solo una questione di tempo prima che trovino il modo di risolvere il problema.. delle buone cuffiette USB-C che eliminino totalmente questo problema, che offrano un audio perfetto, un isolamento senza precedenti e con inoltre un ANC sopra la norma, allora quelle si che potrebbero valere 990€ (o forse nemmeno così).
Ma sul jack audio, sinceramente io non ci vedo futuro!!

Scusami se sono stato un po' prolisso eh! Tu sembri una persona competente, quindi mi divertiva scriverti! :)

LordRed

Scusa ma credo tu abbia fatto confusione. Il teorema di Shannon parla della frequenza di campionamento, non della risposta in frequenza, che è quella appunto che "esce" dalle cuffie e che ascolta l'orecchio (qualcuno mi corregga se sbaglio)

Vinz

La fonte è (anche) nel tuo link, sotto sezione 'The Bad' parla di clock jitter e di come non abbia nulla di speciale per audiofili.

Il maggior 'Pro' menzionato è che il DAC è nella cuffia, lontano dal rumore dei processori. Ma questo, capiscimi, non è un vantaggio per gli audiofili. Gli audiofili probabilmente hanno DAC esterni delle dimensioni di un Mac Mini, non se ne fanno nulla del mini-dac built-in.

Massimo Fonetico

Non sto trollando! Ciao ciao! ^_^

Massimo Fonetico

Ma dove hai letto queste cose?
Ti porto un articolo a caso in cui si dice che la qualità audio migliora...

androidauthority . com /3-5mm-audio-usb-type-c-701507

(togli gli spazi dal link)
Se però hai informazioni diverse, mandami il link magari, che imparare cose nuove mi fa sempre piacere! :)

Davide

l'orecchio umano percepisce suoni da 2 a 20 kHz e per il teorema del campionamento bisogna campionare almeno al doppio della frequenza massima per evitare aliasing in frequenza. Per questo motivo raddoppia 20kHz e aggiungi qualcosina per stare sul sicuro.
In questo modo sarai in grado di campionare tutti i suoni possibili e immaginabili che il tuo orecchio può sentire e riuscirai anche a riconvertirli in analogico senza perdere niente.

Tx888

Qualche anno fa mi prese questa ossessione per la qualità audio, nonostante le mie orecchie non avesssero nessun dote o talento naturale. poi capii che era solo uno spreco di denaro , sopratutto dopo il ak240.
niente usi specifici, solo semplice musica a portata di utente medio , pop rock ecc.
rigorosamente file lossless flac , dsd , ape

Vinz

La Typo-C è per il livello consumer. Togliere il jack e metterla è un compromesso per salvare spazio nel telefono.

A livello audiofilo/professionale no. Manco per sogno. L'audio digitale porta problemi di clock jitter e non migliora la qualità in nessun modo se hai già hardware dedicato all'audio.

matteventu

Ok, stai trollando.
Ciao.

Giorgio Mastrota

Azzz

Pester²

Io l'articolo lo volevo anche leggere ma, sesto senso, ho cercato prima il prezzo verso la fine. E niente, fa anche lo stesso XD

Fabrizio Bocci

A quelle cifre si comprano in ear per professionisti con tanto di calco dell’orecchio...vedi shure

Fabrizio Bocci

Shure è un marchio decisamente orientato ai professionisti...

Fabrizio Bocci

Una sola parola: Stax.
Anche se si parla di un’altra categoria per prezzi ed utilizzo

gianb92

Ovviamente no pure questo é vero

DeeoK

No, purtroppo io punto agli auricolari tradizionali (non so come si chiamino onestamente) da usare quando sono in giro.

Simone

Ma non nego questo...

Ma il molto distacco che c'è, non è pareggiato assolutamente dal distacco monetario...

Vuoi mettere 60 con 1000!?!?

Con le cuffie a padiglione over earth è già diverso

sardanus

il malcontento è dovuto al fatto che non si possono usare cuffie + caricabatterie, non è dovuto alla qualità dell'audio che migliora / peggiora.
Il punto è che ste cuffie non sono pensate per lo smartphone che mediamente ha dac penosi, sono pensate per tutt'altri dispositivi che hanno di sicuro il jack da 3,5".
E' un connettore analogico che non morirà mai, la musica va veicolata in analogico per forza di cose, ergo il connettore è solo un "prolungamento" verso l'esterno per poter usare cuffie, casse, auricolari, diffusori, monitor ecc...
Sicneramente, non vedendo ancora il mercato invaso di cuffie bt o type c, non capisco a cosa serva produrre telefoni senza jack. POsso capire e le cuffie con cavo diventassero di nicchia o ultracostose, secondo me i tempi non sono ancora maturi per abbandonare il jack in ambito smartphone (in altri ambiti non scomparirà mai come detto)

gianb92

Se parli così vuol dire che non ne hai mai provate! Tra cuffie di 60 euro e cuffie di 1000 IP. Distacco non é abissale ma c'è molta differenza !

Simone

Ovviamente non dico che bisogna spenderci 0.99€ ma comunque un cavetto ben fatto, in rame, con attacchi solidi e precisi, ma anche tagliati a laser... Alla fine 10-30€ massimo!

gianb92

Kz zs5 o zs 6, hanno prestazioni sonore di cuffie intorno ai 100 euro.

Simone

Ma infatti sono pienamente d'accordo con te!!!
Io amo la musica e sono disposto anche a spendere molto per ascoltare bene...(30€)

Mi godo dei discreti auricolari Bluetooth per quando faccio sport, delle cuffie per casa (30€)

Ed ecco tutto!!anche perché siamo chiari, quanto cambia tra ottime cuffie AKG da 60€ e cuffie AKG i3003 che costano 999? Ok sono tutte in metallo e suonano discretamente meglio poi? Suvvia.... Ci fosse un mostruoso distacco!!

Per ambito professionale è un altro conto, sfido chiunque stia per 5-6 ore con le cuffie attaccate all'orecchio usare le Sony da 10€!!!

Lì prendere le ottime 240 MII o se si vuole andare sull'economico le AKG K92... Ma anche le 701-2 ha un senso!!
300€ ma comunque torni a casa con le orecchie intere!!

Simone

Non mi sono spiegato bene...
Non parlavo proprio della qualità del cavo... Ma del fatto che questo tipo di auricolari tende ad aggrovigliarsi etc... Alla fine ti si impiglia alla maniglia della porta e o si strappa il cavetto oppure ti porta via il telefono dalla tasca o quel che è...

Midnight

Che ragionamento ridicolo, di certo dopo una certa cifra diventa un collo di bottiglia usare lo smartphone come sorgente, al massimo esiste V30 con DAC dedicato ma a quanto pare ha il jack...

Midnight

Quella cosa del cavo non è sempre vera, le Shure SE215 da un centone ad esempio hanno un cavo in kevlar quasi indistruttibile a sentire le recensioni

Seba

In due righe hai chiarito che non sei il target di questo prodotto, semplice.

gioboni

Beh, tanto di cappello per l'"impianto"! Credo tu sia su un altro livello, forse anche due sopra, rispetto al 99% di questo blog, me compreso. Comunque, visto che non avevo ancora incontrato qualcuno che usasse una dotazione del genere, sono curioso di chiederti una cosa: la usi per ascoltare normalmente la musica in giro, o per qualche altra situazione più specifica? E nel primo caso, i rumori ambientali non penalizzano molti dei dettagli sonori che riusciresti a riprodurre?

Recensione Fujifilm X100VI: la regina delle compatte è tornata | VIDEO

Tra i Mega Schermi, l’IA e i display trasparenti del CES di Las Vegas | VIDEO

Che anno sarà il 2024? Le nostre previsioni sul mondo della tecnologia! | VIDEO

HDblog Awards 2023: i migliori prodotti dell'anno premiati dalla redazione | VIDEO