BQ Aquaris V è semplice e ben ottimizzato | Recensione

08 Ottobre 2017 271

Rimani aggiornato quotidianamente sui video, approfondimenti e recensioni di HDblog. Iscriviti ora al canale Youtube, basta un Click!

BQ espande il suo portfolio, nelle scorse settimane ha ufficializzato nuovi terminali di fascia media e tra questi anche Aquaris V. Nessuna grande pretesa, uno smartphone Android semplice e concreto che si posiziona nell'affollata fascia dei (+)200 euro, quindi competizione agguerrita e differenza che si fa poi nell'ottimizzazione software. Lo abbiamo già visto con il top di gamma della casa spagnola, Aquaris X Pro (recensione), tutti i loro dispositivi vantano infatti una versione praticamente stock di Android, aggiornatissima e ben implementata.

Non ci sono effetti speciali, finte o vere dual-cam, su questo Aquaris V si punta ad un'esperienza d'uso chiara, semplice e diretta, con una limitazione nella componentistica e solo qualche limite nel design. Vediamo di che pasta è fatto.

LINEE SEMPLICI, TONDEGGIANTI

Aquaris non colpisce a primo impatto per bellezza, ha un design che mi ricorda molto l'Honor 5X di un paio d'anni fa: back cover in alluminio anodizzato (nero in questo caso) che si congiunge al vetro, 2.5D leggermente curvo lungo il perimetro, e fascioni in plastica mimetizzata sopra e sotto. Lo stacco è evidente alla vista, meno al tatto, sono soluzioni ancora necessarie per facilitare il lavoro delle antenne, mi domando come rispondano alle sollecitazioni e urti visto che proteggono tutti e 4 gli angoli.

Quindi no, non è un campione di fascino, seppur sia difficile trovare qualcosa di poi tanto intrigante in questa fascia di mercato. Come detto, si guarda più alla sostanza che alla forma. Dimensioni in linea con altri modelli con display da 5.2 pollici, quindi 148,1 x 73 x 8,4 mm e 165g di peso. Aquaris V è "panciutello" per fine 2017, ma vanta anche un'ottima batteria da 3.100mAh e quel millimetro in più rispetto alla diretta concorrenza si può quindi perdonare. Meno tolleranza invece per i 165g di peso, questo terminale si scontra direttamente con Honor 6C (si assomigliano anche) che invece vanta solo 138g e un'hardware praticamente identico.

Non mi piacciono i tasti della navbar impressi senza retroilluminazione nell'ampia cornice inferiore, di fatti ho attivato i tasti di navigazione a schermo sacrificando qualche pixel, li trovo senza dubbio più comodi e immediati.

DISPLAY SOLO HD ED ECONOMICO

Non mi entusiasma dover parlare ancora di una risoluzione da 1280 x 720 pixel su 5.2 pollici di diagonale, soprattutto perchè ci sono i cinesi all'arrembaggio con entry-level che ormai sfoggiano display full HD più che accettabili. Mi è piaciuta tanto la resa su Nokia 5, altro diretto concorrente di Aquaris V, anch'esso con pannello HD ma polarizzato e capace di azzerare o quasi i riflessi. Qui abbiamo invece un pannello LCD IPS apparentemente economico, con neri che virano tanto sul grigio non appena incliniamo poco il dispositivo e un trattamento oleofobico solo sufficiente. Non è quindi solo una questione di pixel, su questo componente BQ ha evidentemente risparmiato.

Tante impronte impresse su vetro, cosa più o meno comune per la fascia, ma buona riproduzione cromatica e una specie di Always-On attivabile quando lo si prende a schermo spento. Utile per vedere le notifiche, l'orario e altre informazioni per qualche secondo e senza dover riattivare il display (risveglio con doppio tocco presente). Il pannello non è quindi all'altezza del terminale, rapido e concreto, un vero peccato.

PRESTAZIONI DA VERO MIDRANGE CON SD435

Piattaforma aggiornata, sotto la scocca in alluminio anodizzato e policarbonato batte infatti il SoC Snapdragon 435, octa-core a 1.4GHz che avremmo quantomeno atteso su mezza line-up Nokia (sia il 5 sia il 6 sono invece usciti con SD430). A fianco ben 3GB di memoria RAM per la variante top che sto testando e 32GB di storage, c'è oltretutto la possibilità di espandere la memoria utilizzando una microSD fino a 256GB. In vendita trovate a 30€ in meno la versione base 2/16GB, non vedo grossi problemi per il gigabyte di RAM in meno, di certo potrà esser limitante lo storage, anche se si può espandere (rinunciando alla funzionalità dual-SIM)

Si tratta di un dual-SIM, l'unico cassetto multiuso è situato sulla sinistra, poco sotto la fotocamera posteriore c'è anche il lettore d'impronte, discretamente preciso e rapido. Aquaris V gira bene, anzi benissimo, tanti dei dubbi espressi fino a questo momento spariscono non appena lo si utilizza realmente, al di là dei confronti delle schede tecniche. Dati su carta che a volte non rispecchiano l'esperienza d'uso, qui davvero appagante. L'interfaccia stock basata su Android 7.1.2 gira alla grande e per un attimo sembra di esser con un Pixel, senza oltretutto utilizzare tanta RAM (difficilmente supero la soglia del 50% in uso).

  • Display IPS LCD 5.2” HD (1280 x 720 pixel) vetro curvo 2.5D
  • Processore Qualcomm S435 Octa-Core (4x1,4GHz + 4x1,1GHz)
  • GPU Adreno 505
  • Memoria 3GB di RAM / 32GB di storage interno espandibile tramite microSD fino a 256GB
  • Fotocamera posteriore 12MP Sony IMX386 f/2.0 con registrazione video FHD a 30fps
  • Fotocamera frontale 8MP Samsung f/2.0
  • Reti LTE / WiFi 802.11b/g/n/ac / Bluetooth 4.2 / A-GPS/GLONASS/Galileo / NFC
  • Batteria da 3100 mAh
  • Sistema Android Nougat 7.1.2
  • Sensori riconoscimento delle impronte digitali posteriore
  • Dimensioni 148.1 x 73 x 8.4 mm / Peso 165g
  • Porte Micro USB / Slot micro SD con supporto alla seconda nanoSIM

Nessun problema anche nel gaming, la GPU Adreno 505 riesce a gestire alcuni dei principali titoli senza grandi problemi, ricordando che, tuttavia, il numero di pixel in gioco qui è limitato dalla risoluzione HD. Ho passato qualche ora a giocare su NBA Live e Asphalt Airborne 8 al massimo livello di dettaglio concesso e mai riscontrato alcun rallentamento, lag o riscaldamento anomalo del terminale.

OTTIMA AUTONOMIA E RICEZIONE

La batteria da 3.100mAh è quello che serve su questo modello, sarà l'ottimizzazione software, gli otto cores (realizzati sempre a 28nm) tenuti a bada quando non serve e il display HD, ma nel complesso ho avuto un ottimo responso. Anche sotto stress questo Aquaris V non delude, riesce a portarmi a fine giornata, quindi almeno 4-4.5 ore di schermo acceso e utilizzo sempre fatto con due SIM.

Come detto il suo concorrente diretto è a mio avviso Honor 6C, terminale che vanta però una batteria leggermente più piccola da 3.020mAh e un peso complessivo inferiore. L'esperienza d'uso e l'autonomia pendono di certo su Aquaris, di contro ci sono 27g in più. Si tratta come detto di un dual-SIM, formato ovviamente nano ed ottima ricezione in qualsiasi contesto, la rete 4G si può utilizzare soltanto su una delle SIM a scelta.

FOTO

Ottimo il comparto fotografico, anche se non si direbbe. Il display è il tallone di Achille di questo terminale, le foto scattate sembrano di qualità inferiore se guardate sul pannello, una volta trasferite al PC si vede la reale bontà di questi due sensori d'immagine. Quello principale posteriore da 12MP (Sony IMX386), con ottica f2.0 (a 6 lenti) e messa a fuoco rapida PDAF, garantisce ottimi risultati, con buoni contrasti, luminosità e discreta riproduzione cromatica (seppur non siano vividissimi).

L'HDR è sufficientemente veloce, all'interno della buona applicazione nativa BQ ha inserito le classiche funzionalità "manuale", "scene", "slow motion", "time lapse" e "fast motion". Buoni i risultati anche in condizioni di scarsa luminosità, nel complesso sono rimasto soddisfatto di questa fotocamera, BQ si sta rivelando sempre molto attenta al comparto (vedi il top di gamma con prezzo da midrange).

Più che buona per questa fascia anche la fotocamera anteriore da 8MP, sensore Samsung S5K4H8 con apertura f/2.0 e flash LED posto in alto a sinistra che aiuta tanto al calar della luce ambientale. Ottimo il livello di dettaglio e possibilità di registrare video a 1080p a 30fps.


La qualità delle immagini non è poi così male, i risultati sono però inferiori rispetto a quanto detto per le foto, con colori che potrebbero certamente essere più accesi e vividi. Peccato per la mancata stabilizzazione, muovendosi si vedono tutti i limiti di questo sistema e gli eccessivi tremolii. La luminosità è poi bassa, basta che quella ambientale cali leggermente perchè si perdano tanti dettagli, scordatevi quindi delle buone riprese in serata.

SOFTWARE E AUDIO CHE SORPRENDONO

Non mi ripeterò su quanto già detto, Android 7.1.2 Nougat gira che è una meraviglia, posso disattivare o meno le schede Google sulla sinistra, non posso tuttavia decidere quale home screen impostare come principale (Home). Limitazione piccola ma stupida, personalmente lo trovo scomodo. App drawer a cui si accede tramite uno swype verso l'alto nella barra delle applicazioni principali bloccate in basso, impostazioni stock e facili da navigare.

A sorpresa ho trovato uno speaker più che appagante, ben equalizzato e con una potenza non certo comune per questa fascia di mercato. Si sente che è sbilanciato su alti e medi, ma non eccessivamente come di consueto e, soprattutto, si arriva fin su decibel elevati senza distorcere. Complimenti a BQ, prossimo passo doppio speaker!

CONCLUSIONI

La competizione in questa fascia è serratissima, ci sono una miriade di dispositivi e limitarsi a valutare le sole schede tecniche è un errore. Aquaris V costa leggermente di più di alcuni avversari diretti, la variante top (non ancora in vendita) con 3/32GB si attesta infatti sui 239,90€ e quella base (2/16GB) invece sui 209,90€. Honor 6C è molto simile come design e hardware, con la stessa configurazione lo si trova a meno online, anche perchè è disponibile già da primavera. Ma l'esperienza stock così ottimizzata da BQ è a mio avviso superiore a quella garantita dalla EMUI di turno, senza contare che su Aquaris V arriverà di certo Oreo e in tempi "umani".

Con questo terminale andiamo sul sicuro, poche pecche (leggasi display) e ottime prestazioni complessive, come autonomia e foto, ma non c'è un passo in avanti in termini di design come altri stanno invece facendo. Penso a Wiko con il suo View, considerabile come un borderless, leggermente meno potente (SD425 e Adreno 308) ma meno costoso, più appariscente e con un display più ampio (5.7 pollici ma sempre HD). Quindi, cara BQ, adesso che abbiamo fatto la quadra su software e hardware è arrivato il momento di fare il salto di design e osare un po', retroilluminare i tasti della navbar o lasciarli a schermo e ridurre la cornice inferiore. Intanto il "V" è consigliato, basterà usarlo poco tempo per capire quanto vada bene.

PRO E CONTRO

FLUIDITA' SISTEMAOTTIMIZZAZIONE SOFTWARE/HARDWAREAUTONOMIAFOTOCAMERE
DISPLAY SOLO HD ED ECONOMICODESIGN ANONIMOVIDEO POCO LUMINOSI E NON STABILIZZATITASTI NAVBAR NON RETROILLUMINATI

VOTO 7.2

Il massimo rapporto qualità/prezzo? Motorola Moto G5, compralo al miglior prezzo da Amazon a 129 euro.
Apple Iphone 8 Plus 256gb Grigio Siderale Space Grey è disponibile da puntocomshop.it a 899 euro.

271

Commenti

Regolamento Commentando dichiaro di aver letto il regolamento e di essere a conoscenza delle informazioni e norme che regolano le discussioni sul sito. Clicca per info.
Caricamento in corso. Per commentare attendere...
Lorenzo Ori

3.18.80

Lorenzo Ori

Siamo alla 3.18.76 e per fortuna che EOL

Lorenzo Ori

L'hai provato questo telefono ? Hai idea di cosa sia BQ ?

NO

Lorenzo Ori

Ovviamente senza aggiornamenti da parte di qcom e dall'OEM

Gio

bah.. snap 435 e display economico a più di 200€.. alla stessa cifra si trovano gli ultimi 6xx e qualche 8xx di qualche anno fa (neanche troppo)

ice.man

io posso anche andare a tentoni e trovarli per "esclusione"
ma considera che il mercato dei cellulari non è fatto da soli adolescenti e smanettoni
.
detto questo questo terminale non è assolutamente in grado di competere con Xiaomi Mi A1 (sopratutto per le nazioni EU dove sarà distribuito ufficialmente)

Lorenzo Ori

Non saprei, ho preso il device per il lato software open

Lorenzo Ori

Si vede che non sei bene informato:

1) L'articolo è datato 8 Febbraio 2017
2) E' vero, la versione 3.18 è EOL; nell'articolo viene citato come se la 3.18.48 fosse l'ultima release quando attualmente siamo alla 3.18.74 con l'imminente arrivo della 3.18.75 attualmente in RC

3)Se i produttori e i kernel maker (quelli seri) spendessero due minuti in più facendo un bell'upstream Android sarebbe un mondo migliore

DandyB

Sto usando un lumia 950 con lo schermo frantumato, e mi attira molto l'Aquaris X per la possibilità di cattura jpg+dng, proprio come sul mio sfortunato device.
Com'è la qualità dei raw, lightroom li legge correttamente?

Lorenzo Ori

Utenti che ammettono di aver acquistato Xiaomi esclusivamente per il prezzo sono da lodare rispetto alla massa di persone che pensano di aver concluso l'affare dell'anno quando alla fine portano a casa un ammasso di animazioni messe a caso con un consumo di ram esoso ma ovviamente la MIUI è "OTTIMIZZATA" da chi, non si ma ormai è un dato di fatto che si trascina da anni questo cesso di rom inserita da Xiaomi sui suoi terminali

PS:
Xiaomi MI A1 è talmente stock e sopratutto aggiornato da Google che tramite lo Store MIUI vengono inviate le notifiche promozionali...

Io chiamo questo genere di apps BLOATWARE

asd555

OEM che sui Nexus è Google stessa, che fa Android.
Smettila di arrampicarti sugli specchi, buona giornata.

Dig Bick

Ho creato una mega faida da niente. Devo farlo più spesso eheh

Lorenzo Ori

Teoricamente Android nudo e crudo è quello che si compila tramite repo Aosp ovviamente come ben saprai non essendoci niente è doveroso introdurre delle modifiche per cui non è più stock ma personalizzato dall'OEM

Dea1993

non azzardarti a criticare xiaomi o la MIUI su hdblog, ti linciano.
una volta io ho detto che la miui non mi piace, ed è arrivato il genio di turno a darmi del cogl1one o di quello che non capisce niente perchè a detta sua la MIUI è la migliore UI.
xiaomi costa poco e ci sono dei motivi per cui costa così, non regala niente è nessuno, ma semplicemente è un prodotto cinese venduto in cina, e quindi i prezzi sono prezzi di importazione e non prezzi italiani.
oltretutto vorrei anche metterci le mani sopra per vedere se con ROM è pulita oppure se invia dati in cina (è un dispositivo pensato per il mercato cinese, non mi stupirei visto come è il governo cinese, se il governo volesse spiare i suoi cittadini).
ma comunque compri xiaomi e ti metti in testa che è un prodotto con garanzia scadente, che conviene buttare in casi di problemi, poi ho dei dubbi riguardo il supporto software.
l'unico xiaomi interessante è l'A1, che però ha diverse pecche (nonostante android stock va meno della versione MIUI, e la fotocamera come da tradizione xiaomi è pessima)

Dea1993

l'ho sempre detto anche io.
possibile che tra i pro e contro parlano sempre del design bello o anonimo, e che cavolo, parliamo di un telefono, non delle impressioni di un film o di un gioco, un telefono lo valuti per tutto il resto visto che si parla di una recensione e non di una chiacchierata.
il design lo giudichiamo noi

LordRed

C'è poco da fare, a parità di hardware una risoluzione maggiore comporta maggior carico sulla gpu. È di questo che si discuteva. Che poi un produttore sia bravo o meno é tutt'altro discorso.

asd555

Migliorie o no, Android stock è quello di Google.

Lorenzo Ori

Perchè dovrebbe influire sulle prestazioni ?
In fase di progettazione viene selezionato il pannello più idoneo al SOC inoltre se il firmware del pannello viene fatto con della testa non si hanno problemi; se proprio vuoi aumentare la UX basta prelevare dalle repo di qcom e linux parti specifiche per la correzzioni di memleak e altra roba

LordRed

La risoluzione non influisce sulle prestazioni? Da quale pianeta vieni? Devi esportare le tue conoscenze

Lorenzo Ori

Non c'è da capire assolutamente niente in merito alla stupidata che hai scritto. Il discorso finisce quì

LordRed

Se non capisci basta chiedere. Ho scritto poche righe, a quale passaggio non arrivi?

Lorenzo Ori

Mi spiace ma devo smontare la tua affermazione in quanto il Nexus 6P usa un source chiamato Aosp mentre BQ e tutti gli altri produttori si appoggiano a CAF per cui sono due cose totalmente differenti si, è vero che Android è di Google ma non c'è solo Google per cui non mi sembra molto convincente la tua affermazione.

Per quanto riguarda la frase "Non è che BQ sta sopra Google" dovresti sapere che BQ può inserire migliorie prese da custom rom o da altre repo per la sistemazione di memleak, npe, e altri problemi inerenti all'ecosistema android

asd555

Non serve.
Saprai benissimo che Android lo fa Google così come i Nexus.
Non è che BQ sta sopra Google.
Fine della storia, ciao ciao!

Lorenzo Ori

"Ah, e comunque non esistono altri smartphone con Android più stock o più pulito dei Nexus"

Perchè non hai provato BQ

asd555

Il tizio qui sopra si riferiva ad Android stock su Zenfone 3 Max.
Rileggi.
Quando avrai capito, torneremo sul discorso.

Lorenzo Ori

Valutare le foto compresse su disqus ahahahah

Lorenzo Ori

Non ha senso il tuo commento

Lorenzo Ori

Sicurezza
Stabilità
Efficienza

Cerca hardcorekernel su g+ o telegram

vincenzo francesco

Io eviterei di fare sarcasmo sull'utilizzo del termine domanda visto che non è concettualmente scorretto.
Quella che si presente al giudice, ad ogni giudice, è proprio una domanda.
Ricorso, atto di citazione, appello etc. sono la veste giuridica di quella che è a tutti gli effetti una domanda.

Lorenzo Ori

Mi fa piacere però vedi, anche io ho un Nexus 6P e il sistema utilizzato da BQ è molto più pulito rispetto alla stock rom usata da Nexus 6P ma ovviamente non avendo provato un BQ non potrai mai sapere quello che stai dicendo...

Mister chuck revenge

Ma che cazxo c'entra con la fattispecie da me specificata?
Siamo a livello di analfabetismo puro.
Ma si sa...hai fatto la domanda e hai vinto.
Finiamola qui che mi sono abbondante rotto i co6lioni di ascoltare stronzate.

Nuanda

Art. 128 e successivi del Codice del Consumatore prima di dare del tuttologo a qualcuno magari aprilo te un testo giuridico..... Invece di perdere tempo a sparare str0nzate come che la garanzia di GearBest è meglio della garanzia legale italiana...

the dark 21

Riprenditi.

Mister chuck revenge

Ovviamente di domanda non c'è nulla, si deve citare in giudizio.
E non ho mai pensato per un istante che lui abbia aperto un testo giuridico, ma ormai i tuttologi prosperano sul web.

Nuanda

Cucciolino lecca calzino corso a difesa del padroncino?? Benvenuto!!!

asd555

Ovvio, ho un Nexus 6P.

the dark 21

Cioè ti vanti di conoscere la legge e partorisci ciò:
"Veramente da quando ho fatto domanda a quando ho vinto la causa"

"Domanda".
Termine tecnico giuridico, si sa.
Povera Italia.

the dark 21

Non lo sai?
Fai la faccia simpatica!

the dark 21

Mai lette tante idiozie in unico post.
Abbiamo il vincitore, potete chiudere i commenti.

Mister chuck revenge

A ridaje.
Non dare consigli completamente privi dI fondamento, mi devi spiegare su quale base un giudice dovrebbe dare ragione a nuanda piuttosto che a una perizia fatta da tecnici ufficiali secondo cui il guasto non rientra in garanzia.

Nuanda

Veramente da quando ho fatto domanda a quando ho vinto la causa non son passati neanche due mesi e non ho fatto nessuna perizia, è bastato conoscere la legge e citare gli articoli giusti nella richiesta, l'udienza non è neanche durata 10 minuti.... Se accetti un consiglio invece di scrivere cose improbabili come che la garanzia Gearbest è meglio di una ufficiale, la prossima volta che ti capita un cellulare da mandare in garanzia la prima cosa da fare e di passare sempre e comunque per il negozio che te lo vende, se passi diretto al centro assistenza senza passare dal negozio hai già perso il 90% dei tuoi diritti... Tanto per dire.... Magari in futuro ti sarà utile...

Mister chuck revenge

LoL e ti pare che mi metta a perdere tempo a citare in giudizio una multinazionale.
A far fare una perizia di parte perché è la tua parola contro quella dei tecnici ufficiali e pregare quale santo per vincere una causa persa in partenza.
Smettila di prego.

Nuanda

Figlio mio se non ti sai muovere a livello legale non è colpa mia.... Personalmente grazie al codice del consumatore ho vinto una causa davanti al giudice di pace con Unieuro, senza neanche mettere l'avvocato... A volte conoscere la legge aiuta e come....

Mister chuck revenge

Ma da quale pianeta scendi???
Tutelato da cosa? Il mio g5 con scheda madre bruciata è stato lasciato marcire e io non ci ho potuto fare un cazxo, per non parlare dello z3 rifiutato in garanzia perché a dire dell'assistenza aveva preso troppa umidità.
Mi sa che ancora devi capire come gira il mondo, per quanto mi riguarda 2000 volte meglio l'assistwnza gearbest che mi ha cambiato un terminale per colpa esclusivamente mia del guasto e mi ha rimborsato senza fiatare un altro.
E visto che sono una fottuta persona oggettiva che non ama le multinazionali posso postarti tutti gli screen del caso.

Mister chuck revenge

Ihihihihi

Dig Bick

Sta a 129€

Giorgio Mastrota

Temo di sì...

Giorgio Mastrota

Per come la si vede fa pietà: spero sia colpa della compressione di Disqus e non del Mi5S...

Kozmo

No, penso non hai ancora capito di costa sto parlando xD
Hai presente che mentre ad esempio sei nella home tranquillo e per esempio ti arriva un messaggio della wind? Sopra nella barra di stato ti appare la frase contenente il messaggio poco per volta, frase per frase, mentre tu stai facendo altro senza che tu tocchi nulla.. non so di preciso questo aspetto di android come si chiami ma spero di essermi spiegato bene

_Marok_

Anche io ho l'X. Perdona l'ignoranza, ma cosa va a modificare questo nuovo Kernel?

RECENSIONE Dji Mavic AIR: meglio o peggio del Mavic Pro?

Alta definizione

Anteprima Fujifilm X-H1, i nostri scatti con la nuova top di gamma | Video

-10% su tutti i prodotti eBay elettronica, informatica, smartphone, fotografia e altro

Apple

iPhone X per me è NO (3 mesi dopo) | Da Android a iOS e RITORNO | VIDEO