Tutti i prezzi sono validi al momento della pubblicazione. Se fai click o acquisti qualcosa, potremmo ricevere un compenso.

Bill Gates non teme l'apocalisse AI

27 Settembre 2017 121

Bill Gates è tornato al centro delle recenti cronache non solo per aver chiarito le sue preferenze in fatto di smartphone, ma anche alla luce delle dichiarazioni rilasciate al New York Times su un tema molto dibattuto, ovvero i rischi connessi allo sviluppo di intelligenze artificiali sempre più evolute. Interrogato sul punto, la storica figura di Microsoft ammette di non condividere l'allarme lanciato in più occasioni da Elon Musk:

Questo è un caso in cui Elon e io non siamo d'accordo

Il numero uno di Tesla e SpaceX ha sottolineato la necessità di agire preventivamente con norme e principi atti ad evitare che l'evoluzione delle intelligenze artificiali possa rappresentare un pericolo per l'umanità. Gates la vede diversamente e stempera le preoccupazioni in tal senso. Non è qualcosa che richiede un intervento nell'immediato.

Il cosiddetto problema di controllo che preoccupa Elon non è una qualcosa che la gente dovrebbe avvertire come imminente. Non dobbiamo preoccuparci di questo.

Elon Musk, CEO di Tesla e SpaceX, diversamente da Gates, ritiene necessario interventi preventivi per controllare l'evoluzione delle intelligenze artificiali

L'opinione di Bill Gates non è isolata tra i big del panorama high tech: la posizione di Elon Musk è stata messa discussione, tra gli altri, da Mark Zuckerberg e, pochi giorni fa, da John Giannandrea, responsabile della divisione AI di Google. Microsoft ha intensificato gli investimenti per la ricerca nel campo dell'AI, ma il CEO Satya Nadella assume una posizione sui pericoli di un'evoluzione incontrollata di tali tecnologie più pragmatica e meno aprioristica:

Credo che ci siano molte cose che possiamo fare per modellare il nostro futuro, piuttosto che pensare che questo succederà a noi. Il controllo è un'opzione, dobbiamo mantenere tale controllo

Ciò che manca sia nel pensiero di Gates e Nadella è il senso di catastrofe (quasi) imminente degli interventi di Musk. Il tempo dirà chi ha effettivamente ragione.


121

Commenti

Regolamento Commentando dichiaro di aver letto il regolamento e di essere a conoscenza delle informazioni e norme che regolano le discussioni sul sito. Clicca per info.
Caricamento in corso. Per commentare attendere...
aka ~ Mr V

I figli di Bill Gates non avranno problemi

artick82

Ha 4 figli

tommaso seneci

ovvio che non la teme, sa che tutti i device che montano Windows sono destinati a crashare in continuazione

Davide

Algoritmi limitati? E questa da dove esce? Hai appena detto una cosa che non vuol dire assolutamente nulla. Un algoritmo è un insieme di istruzioni che la macchina esegue senza cognizione di causa, non si inventa nulla e fisicamente non può farlo, così come tu non puoi farti crescere le ali neanche se lo vuoi. Va che le CPU non funzionano con la magia

DeeoK

Parti dal presupposto che sia adesso, sia in futuro, tutti decideranno di utilizzare sempre e comunque algoritmi limitati. Questa è di per sé un'assunzione ed è basata totalmente sulla situazione attuale.

DeeoK

Senza dubbio, ma il range d'azione è, appunto, arbitrario. Come già detto resta una potenziale arma.

Idkfa

Sono ontologicamente cose diverse. Magari collegheremo il cervello ad un sistema per potenziarne le capacità, ma un cervello é un cervello mentre una cpu (in senso ampio) é una cpu. Tra 5000 anni avremo programmi sicuramente raffinatissimi, macchine con le quali parlare di ogni argomento più disparato, ma le loro magiche risposte saranno frutto di algoritmi e informazioni che ha a disposizione. La scintilla della vita e con essa della consapevolezza appartiene agli esseri biologici

franky29

Secondo me musk è uno dei più grandi visionari di questi ultimi anni quindi io sto dalla sua parte

Alexv

Tu dici? :)

Svasatore

Magari mi pagassero.

aka ~ Mr V

Normale. Lui come altri saranno già nell'oltretomba tomba quando ci sarà l'apocalisse AI

Valce73

A parte che il concetto di vita è abbastanza controverso, un virus e vivo oppure no?
E organico, si riproduce, eppure è talmente semplice che è paragonabile a una piccola macchina.
Ma a parte questo, il fatto che un organismo sia vivo oppure no, implica la sua possibilità di essere auto cosciente?

Adriano

Grazie al circolo, la solita storia dell'oste

silvergdb

Se devi rispondere, lo devi fare in maniera adeguata.
La bomba atomica è stata appunto creata e concepita dall’uomo, ma non possiede una I.A. propria, a determinare la causa è sempre comunque l’uomo....di fatto una macchina non avrà mai una coscienza propria....

c1p8HD

Guarda caso solo chi produce solo software e AI non la vede come un pericolo... oste com'è il vino? :D

Francesco Renato

Una AI che si rispetti si doterà immediatamente di una batteria long life per assicurare la sua... autonomia!

ale

Si hai ragione, ma e c’è un ma, se dai troppoa libertà a una AI senza dargli delle leggi: un giorno quando sarà troppo evoluta, potrà decidere che le macchine possono benissimo sostituire tutti gli uomani, perché nocivi per il pianeta e fragili ecc. invece un Ai con delle leggi che garantiscono all’uomo comunque il controllo sulla situato eviterebbe delle scelte drastiche eventuali.

Francesco Renato

E' lo stesso ragionamento che ha fatto la Natura quando ha creato la vita.

Francesco Renato

Morirà in un incidente aereo durante uno dei trasferimenti di... sicurezza.

Francesco Renato

Non ti preoccupare, gli schiavi faranno comodo anche in futuro, a prescindere dal fatto che a comandare siano gli uomini o i robot.

Davide

si ma la cellula del neurone è di natura organica. In pratica anche se non svolgesse alcuna funzione sarebbe già vivo per conto suo, cosa che non si può dire per un pezzo di silicio.

Davide

penso sia tu a non sapere cosa sia il machine learning.
In una NN tu applichi degli algoritmi per determinare il peso che hanno le connessioni fra i neuroni. L'output di un neurone è dato dalla somma degli input moltiplicati ognuno per il proprio peso. Fare machine learning significa fornire dati all'algoritmo e riuscire a trovare quanto valgano questi pesi affinchè l'output combaci con la funzione desiderata. Fare training significa dare al software i dati di cui ha bisogno per trovare i pesi finchè non si raggiunge una determinata soglia di errore (altrimenti rischi di fare overfitting).
Alla fine tu ottieni una tabella con i vari pesi e hai la tua NN. Il periodo di training è solo iniziale, poi funziona come un normalissimo algoritmo che applica sempre la stessa funzione. Ogni tanto dai una rinfrescata ai pesi con i nuovi dati che hai ottenuto durante l'uso. Più dati hai e più preciso sarà l'output.
Apprendere autonomamente non significa niente. Sono degli algoritmi (backpropagation ad esempio) che fanno il lavoro del trovare i pesi e di certo non consentono di inventare nuove funzionalità dal nulla.

C#Dev

Un algoritmo più complesso.

Non è che fa cose a caso
Il suo range d'azione è previsto nelle specifiche del codice inziale.

Ngamer

a prescindere dalla stima per zio Bil io la penso come lui

DeeoK

No.
Quello di cui parli non è una IA, ma un normale software: Input -> software -> Output.
Per essere una IA deve poter essere in grado di apprendere autonomamente. Secondo te cosa è il machine learning?

Sagitt

è quello che sto dicendo dall'inizio
ci sono persone che possono essere geniali, ma senza il supporto di visionari\marketingman\finanziatori non è fattibile una svolta.

Valce73

Cosa pensi facciano le cellule nervose del tuo cervello? Si comportano esattamente come delle scatole nere che possono essere descritte da una funzione matematica a N dimensioni. Il fatto che non sappiamo riprodurre il funzionamento di un cervello non significa che non si possa fare.

R4nd0mH3r0

anteprima mondiale dell'IA di microsoft F5 https://uploads.disquscdn.c...

Davide

ma che per ora, per sempre. Non funziona come pensate voi. Una CPU è un pezzo di silicio che fa cose e basta. Non ha la minima idea di cosa stia facendo (altrimenti devi dirmi anche che la moka sa che sta facendo il caffè) e non può certo inventarsi nuove funzionalità dal nulla. Per certe cose non basta aggiungere potenza o pensare ad algoritmi miracolosi, che non esistono tra l'altro.
Una IA riceve degli input e produce degli output tramite l'applicazione di delle funzioni. Fine. Non ha nessuna consapevolezza e men che meno può inventarsi cose nuove dal nulla.
Il vostro timore è paragonabile a quello di vedere la propria auto trasformarsi in un transformer che stermini il mondo. Impossibile ora e per sempre.

DeeoK

Per ora.
Il problema ruota tutto intorno al fatto che una AI può diventare un'arma e di difficile controllo, di conseguenza avere dei timori è tutt'altro che privo di senso.

Davide

"mi piace pensare che all'aumentare della complessità delle reti neurali e degli algoritmi, prima o poi possa svilupparsi un'autocoscienza" beh, il fatto che ti piaccia pensarlo non significa che sia fattibile.
Una CPU non sa cosa fa, è un pezzo di silicio che fa cose e basta. Idem per le reti neurali. Sono delle banali funzioni di trasferimento che moltiplicano l'input per un certo coefficiente.

Davide

cosa che non avverrà mai, quindi possiamo dormire notti serenissime

Arch Stanton

Anche Federico Faggin è tra gli ottimisti, e l'ha detto da un bel pezzo.

eliodoro

La bomba atomica è stata creata e concepita da Winnie the Pooh...

KenZen

Ma forse non i vostri figli.
Saluti

silvergdb

Ha ragione è paradossale temere qualcosa creato e concepito dalla mente umana....è illogico!

Ferruccio Bighedure

Non di "finestre"? Hahahahahahaha hahaha haha ha.....ok....la smetto....
;)

eliodoro

Prima di allora saremo stecchiti anche tu ed io...

camo

ok, stiamo parlando di cose diverse allora. Certo, di apple si può dire tutto ma è una delle prime a rendere davvero funziona(le)nte una tecnologia. Il punto è che se non ci fosse stata gente come stallman staremmo 40 anni indietro oggi. Io tra i due venere il secondo, jobs lo reputo semplicemente un ottimo commerciale e poco più.

eliodoro

Quando l'intelligenza artificiale sarà così evoluta da poter diventare, eventualmente, una minaccia, Bill, io, e anche tutti voi che state leggendo, saremo già cenere. Chiaro quindi che nessuno se ne preoccupi realmente, ognuno è figlio dei suoi tempi.

LoZio

No, schermata blu prima che l’AI riesca a conquistare il mondo

Sagitt

no, il mio discorso è generico

ad esempio puoi prendere la xerox come idea principale

ottimo software con interazione via mouse, ma poi la storia ha insegnato come non è bastato avere l'idea ma jobs e gates hanno avuto successo con i giusti accordi, commercializzazione ecc...

ci sono tanti altri esempi eh..

Chase (2°ban)

e di scaffali per i wp

camo

tema complesso e questa è l'unica discussione sensata che ho trovato tra i millemila commenti, quindi mi intrufolo. Concordo con te, a riprova di questo porto l'esempio di quello che è successo tra i due bot di google qualche mese fa (si, quello che i giornali hanno intitolato come l'arrivo di skynet). I due bot erano progettati per dialogare al fine di trovare un accordo economico (tipo banco dei pugni, era un bot con la pelata e i capelli unti e l'altro detroitese obeso di colore, drogato). Già il fatto che due bot cerchino un accordo economico è notevole, il punto è che questi due bot hanno sviluppato un linguaggio a noi indecrifrabile al fine di ottimizzare i tempi di trattativa. Questo fa capire come l' AI possa portare a risvolti impensabili anche per gli stessi sviluppatori e che quindi in un sistema del tutto connesso come quello di oggi sia una mina vagante. Ovvio, non si sta parlando di terminator, si stacca la spina e fine della discussione. Ma pensiamo cosa può voler dire oggi staccare la spina ai server di google. E' normale interrogarsi sulla faccenda e trovo valide entrambe le posizioni. Il punto è che è un tema complesso che non è possibile liquidare con un semplice "baggianate!!!".

camo

mi stai dicendo che stallman non ha saputo rendere utile gnu? Spero di avere capito male....

Sagitt

io Super genio scopro e progetto un prototipo di modulo per la levitazione delle auto. Perfetto

Poi però non ho soldi, fabbriche, conoscenze, competenze per produrre il veicolo e renderlo funzionante

Ecco che serve quel tipo di persona. Quella che comprende la mia creazione e la sviluppa per poi diffonderla al mondo e renderla utile

M.5.0 il

Occhio che ti stanno f0ttendo il lavoro :P

SUPerPony

È normale che non si preoccupa...Sarà stecchito prima di allora..

Svasatore

Finalmente un po' di propaganda contro munsk.

B!G Ph4Rm4

In realtà è un tema complesso, e non è vero è stato escluso assolutamente, è anzi una delle fondi di dibattito più acceso nella comunità dell'AI.

Quella di cui tu parli è un'intelligenza artificiale forte, quella di cui parlano altri è AI debole, ovvero incapace di auto-coscienza.

Ma nessuno sa realmente cosa è possibile fare e cosa no, personalmente io (e anche moltissimi nella comunità scientifica) la penso come te, ovvero la nostra intelligenza è il frutto di evoluzioni e reazioni chimiche, realizzabile grazie all'avanzamento della tecnica, nel tempo.

https://it. wikipedia. org/wiki/Intelligenza_artificiale_forte#Intelligenza_artificiale_debole

Alta definizione

Recensione Fujifilm X100VI: la regina delle compatte è tornata | VIDEO

Android

Nothing Phone (2a), confermato il design del retro. Il SoC è un Dimensity 7200 Pro

Articolo

Paramount+: tutti i film e le serie TV in arrivo a marzo 2024

Android

Xiaomi 14 Ultra, l'annuncio in Cina il 22 febbraio: ecco i primi sample fotografici