Tassazione delle multinazionali digitali, anche l'Italia supporta l'idea dell'UE

11 Settembre 2017 156

Aggiornamento 11/09

I ministri dell'economia dei quattro stati più importanti dell'Eurozona, ovvero Italia, Francia, Germania e Spagna, hanno espresso il loro sostegno all'iniziativa con una dichiarazione politica congiunta (il PDF, in inglese è liberamente consultabile cliccando QUI), precisando di aver elaborato una proposta concreta che sarà presentata i prossimi 15 e 16 settembre, nel corso della riunione informale dei ministri dell'economia europei (Ecofin) a Tallinn, Estonia.

Post originale - 06/09

La spinosa questione della tassazione delle multinazionali digitali potrebbe essere a un punto di svolta: l’attuale presidenza estone dell’Unione Europea ha infatti redatto un documento in cui viene proposto agli altri Paesi Membri di discutere sull’argomento nei prossimi mesi, partendo dal presupposto che non vi sia più distinzione tra azienda “fisica” e “virtuale”.

A fronte delle diffuse polemiche scaturite in Europa in merito al (presunto) scorretto meccanismo di pagamento delle tasse da parte di colossi come Google, Apple ed Amazon che permette loro di pagare le tasse solamente nel Paese in cui hanno stabilito la sede (fisica), l’Estonia avrebbe intenzione di modificare la legislazione attuale rendendola meno soggetta ad interpretazione, obbligando le aziende a pagare le tasse dovute in tutti i Paesi in cui queste generano introiti, e non solo dove hanno la sede legale.

Il documento preparato dalla presidenza estone verrà inizialmente discusso nel corso di una riunione a metà settembre, e fa seguito ai numerosi casi verificatisi recentemente in cui diversi Paesi europei hanno negoziato con le multinazionali il recupero di parte delle imposte dovute. Il confronto non sarà facile, considerando anche il fatto che alcuni Paesi non ritengono necessario effettuare modifiche in tal senso. A luglio, ad esempio, una sentenza della corte amministrativa di Parigi ha stabilito che Google non avrebbe dovuto pagare 1.1 miliardi di euro allo Stato per il mancato versamento delle imposte, sollevando di fatto Google Irlanda da tutte le accuse ad essa rivolte.

Nonostante questo, la proposta di equiparare le aziende presenti solo virtualmente su un territorio a quelle presenti fisicamente sarà oggetto di dibattito tra i 28 Paesi dell’Unione, con l’intento finale di definire in modo inequivocabile una regolamentazione applicabile a tutte le realtà che operano sul territorio europeo.

Lo smartphone Android più completo sul mercato e con il miglior display in commerico? Samsung Galaxy Note 8 è in offerta oggi su a 529 euro oppure da ePrice a 619 euro.

156

Commenti

Regolamento Commentando dichiaro di aver letto il regolamento e di essere a conoscenza delle informazioni e norme che regolano le discussioni sul sito. Clicca per info.
Caricamento in corso. Per commentare attendere...
iclaudio

ma voi credete ancora alla storiella che se tutti pagano le tasse queste si abbassano? ...sono 20 anni che stanno parlando di far pagare questi grandi gruppi le tasse dove vendono la merce....ma poi non succede nulla oppure pagano con forti sconti...la verità che è attorno ai soldi ci sguazzano tutti e i politici sono tutti in vendita è solo questione di prezzo...

Potrebbero bloccare la licenza di vendita da domani ...se mi paghi tutto puoi tornare a vendere nel mio paese altrimenti ciaone ....

CastSimone

Io essere il meno peggio tra le peggiori non lo vedo come positivo. Rispetto a paesi come la Germania siamo nettamente indietro su tutti i fronti, ma la cosa peggiore è che ogni anno il distacco aumenta, perché la Germania si fa sempre più forte, l'italia sempre più debole.
Ormai gli Italiani sono stufi di piangersi addosso, ci si lamenta si, ma poi si parte e basta; lo dimostrano le oltre 100mila partenze ogni anno che sono in continuo aumento.

Tom Smith

Noi non siamo il fanalino di coda dell'europa. Siamo messi decisamente meglio della spagna che pure non sta così male. Le nazioni messe abbastanza male in europa sono quelle dell'est europa e la grecia. Poi che l'italia a livello diplomatico internazionale non conti niente è un altro discorso. Bisogna essere realisti e non sempre piangersi addosso. Che poi la crisi abbia fatto fallire molte imprese in italia è un altro discorso.

CastSimone

Io guardo chi è migliore, bisogna andare avanti mica indietro. Che 15 anni fa eravamo ancora uno stato che contava qualcosa non ci sono dubbi, ma ormai non possiamo vivere sui ricordi passati e la realtà è che insieme a Spagna e Grecia siamo il fanalino di coda dell'Europa.
Tu parli così perché magari vivi in una condizione che non ti permette di vedere che i dati che ci propina l'Istat sembrano non corrispondere alla realtà quotidiana che ogni giorno che passa va solo peggiorando.
Pui parlare perché magari ancora hai un lavoro ( e ti auguro di poterci arrivare alla pensione) e forse prendi uno stipendio sopra la media, ma sai com'è la maggior parte non è così fortunata e l'Italia fa davvero fatica a reputarla ancora una nazione.

Tom Smith

Quando si dice l'importante è esserne convinti. Nonostante l'italia sia la nona potenza mondiale siamo "i terroni d'europa".

CastSimone

Semplicemente viviamo nel mondo reale in una società che non funziona, se tu vuoi chiudere gli occhi libero di farlo ma la realtà è che siamo i "terroni" d'Europa (in senso dispregiativo ovviamente).

ivan agosti

È la mia domanda iniziale, come fai a determinare quanto pagare da una parte e quanto dall'altra...

Poi il discorso utili è ancora più complesso, anzi direi impossibile da determinare... Come fai a capire quanto utile viene fatto in una nazione e quanto in un'altra? Visto che per determinare un utile devi avere ricavi e costi e voglio vederti a ripartire tutti i costi sostenuti per tutte le nazioni in cui operano.

Fosse stato semplice determinare queste case, non sarebbe nemmeno nato il problema

Dark!tetto

E perchè non dovrebbero ? Il fatto che io paghi in italia le tasse non vuol dire che FB non paga le tasse in francia, semplicemente possono aggiungere/detrarre la differenza dagli utili.

Tom Smith

Così tanti frustrati in sto blog?

ivan agosti

comunque la rigiri puoi trovare dei "bug"... perchè facendo come dici vorrebbe dire che i vari Facebook e Google farebbero campagna pubblicitaria in Francia senza pagare però tasse

Jonh

è tutto un blah blah blah , perchè anche se la applicano non superano il 5% di tasse e noi attualmente ne paghiamo il 60%

DangerNet

Spero che questo commento (che è un ammasso di populismo spicciolo) sia ironico.

kapirijna

https://uploads.disquscdn.c...

Breus

Mi giunge voce che l'ombra la tassano.

overview_marcia

Peccato che la stalla era vuota da tempo... ;)

Dark!tetto

Sveglia 1!11!1 ke poi ste tax le useranno per dare 35 euri al giorno a qualke immigrato !1!1!!tantiuni11!

Dark!tetto

Credo si applichi semplicemente la tassazione del paese di origine del contraente, in questo caso l'italia.

Pretty Fly

Si certo sogna ahahahah

Bestmark01

Ovviamente se si parla di far pagare tasse l'Italia é sempre in prima posizione (non sto dicendo che sia sbagliato far pagare le tasse a queste multinazionali)

CastSimone

Guadagna magari il consumatore tedesco o francese, non di certo quello italiano. L'equazione più entrate = meno tasse è una barzelletta che va avanti da anni e si basa sul nulla. E più entrate nel fisco italiano significa più sprechi.
Bello vivere nel mondo dei sogni eh?

comatrix

Ma che cacchio stai dicendo? Secondo te prima hanno creato la domanda dell'iPhone è poi lo hanno realizzato? (è solo un esempio pratico).
E se vuoi proprio parlare, circa prima il capire, sono diplomato in marketing pubblicitario, ergo prima di parlare delle persone abbi la compiacenza di sapere con chi parli

F3NN3clol

è giusto imho,
ma mi pare comunque ovvio che l'italia sostenga la tassazione...
se mi tatuo "tasse" sul cul0 si prenderebbero anche la mia m3r... tasserebbero anche l'aria in italia...

RectorSith

Che siano veramente in regola, tutto da vedere: diversi paesi hanno aperto indagini. E che tu risparmi veramente, pure: non crederai che quei prezzi siano un favore che fanno a te. O che non siano calmierati. O che non potresti risparmiare di più. O che gli sconti già li paghi con i dati personali che fornisci ogni giorno. Eccetera eccetera.

netname

e certo, anche l'italia... altrimenti come li mantene tutti sti immigrati clandestini che ci massacrano vecchietti e ci rubano case ?.

un pò di buon senso su.

Dr. Freudstein

Affamare la bestia, non procurargli altro denaro con cui opprimerci.

deepdark

Già lo ha fatto. Vedi quanto costa un iPhone 7 su trovaprezzi. Ste cifre erano impensabili pochi anni fa.

The Dark Master

Viva l'Estonia..

Tom Smith

Prima capisci quello di cui stai parlando e poi parla. Vuoi mettere in dubbio 200 anni di teorie economiche?

comatrix

Errato è il contrario, mica prima crei la domanda e poi il prodotto scusa, prima crei il prodotto e poi tramite marketing crei la domanda di acquisto, mica il contrario

Tom Smith

In realtà sarebbe il contrario. Che poi ancune aziende(poche) tipo Apple riescano a fare il contrario non cambia le carte in tavola

comatrix

Però dillo al contrario: offerta e domanda (generalmente prima si crea l'offerta e poi tramite il marketing si genera la domanda) ^_^

Tom Smith

In effetti Apple è un caso a parte haha

Però il concetto è quello. Domanda e offerta

comatrix

Seeee, ahahahaha, quelli ci vivono sul marketing e sanno che la razza umana sotto questo aspetto non usa il proprio cervello, poiché è facilmente influenzabile e manipolabile...

Tom Smith

Possiamo non comprarli così Apple perde soldi e riabbassa i prezzi

SpiritoInquieto

Buco legislativo o no, sono in regola.
E io risparmio.

RectorSith

Amazon e compagnia bella godono di un buco legislativo che gli permette di pagare tasse in un territorio diverso. Tra l'altro, sono compagnie che quando si installano sul territorio offrono lavori precari usuranti e poco pagati. Non un grande guadagno da ogni punto di vista insomma.

SpiritoInquieto

Se la multinazionale operante nel rispetto della legge in un modo e ne trae profitto, lo stesso modo dovrebbe essere adottato da una qualsiasi libreria.

deepdark

Terminali apple: +50 di prezzo, anche se le tasse influiranno per un +10% (immagino). Schermo oled docet.

SpiritoInquieto

Amazon e compagnia bella pagano le tasse secondo le leggi vigenti.
Quindi non c'è alcun problema, almeno fino a che le leggi non cambieranno.

Fabyo

Oppure nascerebbero aziende locali, non più affossate da una concorrenza sleale, che potrebbero portare a prodotti sì un po' più costosi (d'altra parte questi costi sono frutto di una illegalità sostanzialmente) ma non costosi quanto quelli delle suddette multinazionali se pagassero le tasse dovute. Ma essendo locali i soldi girerebbero nel paese e tutti avrebbero un maggior potere d'acquisto.

Liuk

A me piacerebbe una rivendita fisica di E-book.
E' da sognatori?

overview_marcia

Quindi i nostri dati personali, ma sopratutto i nostri gusti personali in fatto di musica, libri, film, religione, sesso, etc., hanno un valore monetario da discutere e stabilire, anziché cercare un modo per evitare che vengano carpiti e rivenduti?

Interessante... :)

Liuk

Che i giganti del Web paghino per dove guadagnano, non dove hanno la sede legale.
Che la pacchia finisca una volta per tutte, per cortesia.

turbognu

il problema è che una libreria paga una quantità enorme di tasse rispetto ad una multinazione con la sede nel posto giusto

turbognu

quindi è giustificabile non pagare tasse?

Andrej Peribar

Ecco l'articolo perfetto per il caffè

SpiritoInquieto

Puntocomshop e passa la paura.

SpiritoInquieto

Le tasse le pagano secondo la legge vigente. Non vedo il problema...

SpiritoInquieto

Preferisco arricchire innanzitutto la mia cultura. Multinazionali o no.

mds

Quoto, io ho sempre la scimmia di prendermi un e-reader ma il 90% dei libri li prendo in biblioteca...
In più nella mia zona (ma spero ovunque) è pieno di "cabine" dove la gente può lasciare i libri e li può prendere chiunque... Anche quella è una bella cosa e ogni tanto si trova qualcosa di interessante :)

Xiaomi

Xiaomi Mi Mix 2s (bianco) e MIUI 10 GLOBAL: tutte le novità | Video

HTC

Recensione HTC U12 Plus: è una scheggia e registra audio benissimo

Recensione Now TV Stick: serie tv, cinema, sport, Serie A e intrattenimento da 19 euro

Hardware

HP 255 G6, è il notebook PIÚ VENDUTO su AMAZON | RECENSIONE