Auto elettriche di plastica? Cambiando la struttura dei polimeri si può | Studio

03 Agosto 2017 12

L’utilizzo della plastica in alcuni settori produttivi non ha mai raggiunto volumi significativi a causa della limitata capacità del materiale nella dissipazione del calore. Si pensi ad esempio all’automotive, ed in particolare alla realizzazione di auto elettriche in cui la plastica potrebbe essere impiegata per contenere i costi di produzione e, nel contempo, per rendere meno pesante e più efficiente il mezzo. Tuttavia, la University of Michigan potrebbe aver trovato una soluzione per “aggirare” i limiti fisici della plastica andando a modificarne la struttura molecolare.

L’applicazione del materiale plastico in diversi settori consentirebbe infatti non solo di rendere più efficaci ed efficienti i prodotti, ma contribuirebbe anche ad ottimizzare il ciclo di vita della plastica stessa facilitandone il riutilizzo. Si pensi che in meno di 70 anni l’uomo ha prodotto 8,3 miliardi di tonnellate di plastica, di cui solamente il 9 per cento è stato effettivamente riciclato.

Il processo di ingegneria termica implementato dal team di ricerca sembra risolvere i problemi riscontrati in studi precedenti, specie per quanto riguarda le proprietà conduttive del materiale e i costi da sostenere per la sua realizzazione. In parole semplici, il processo chimico espande le catene molecolari, facilitando così una maggiore dissipazione del calore “all’interno” della plastica: il polimero viene sciolto in acqua, e i singoli collegamenti assumono una carica negativa che fa sì che questi si respingano tra loro, permettendone l’espansione. Ciò che si ottiene al termine del processo definito “spin casting” è un film plastico solido che può essere facilmente applicato per la realizzazione di diversi prodotti: oltre alle auto elettriche, i ricercatori universitari ritengono che possa avere efficacia anche per la produzione di LED e computer.

“I ricercatori hanno studiato a lungo metodi per modificare la struttura molecolare dei polimeri per manipolare le loro proprietà meccaniche, ottiche o elettroniche, ma molti pochi studi hanno esaminato gli approcci del design molecolare per modificare le loro proprietà termiche”, ha affermato il Prof. Kevin Pipe. “Mentre il flusso di calore nei materiali è spesso un processo complesso, anche piccoli miglioramenti nelle conduttività termiche dei polimeri possono avere un grande impatto tecnologico”.

Fotocamera al top e video 4K a 60fps con tutta la qualità Apple? Apple iPhone XS è in offerta oggi su a 800 euro oppure da ePrice a 929 euro.

12

Commenti

Regolamento Commentando dichiaro di aver letto il regolamento e di essere a conoscenza delle informazioni e norme che regolano le discussioni sul sito. Clicca per info.
Caricamento in corso. Per commentare attendere...
Marco Paternuosto

In realtà di legno c'è pochissimo. Cmq si ...sono le antine che trovi in alcuni modelli di cucina ikea. Dicevo solo che ormai la tecnologia per trasformare le bottigliette di plastica in altro é già operativa

MasterBlatter

Veramente già grandissima parte dell'auto è fatta di plastica, dalla carrozzeria, agli interni, i sedili, tubazioni, ecc

MasterBlatter

Fuori dal serbatoio non lo bruci

MasterBlatter

Ma mdf non dovrebbe essere fibre di legno?

Aerith

Come quelle auto elettriche che richiedono un sacco di energia, la maggior parte derivata dal petrolio

Marco Paternuosto

L azienda dove lavoro già produce pannelli in mdf derivati dalla plastica

Ikaro

Togliamo il petrolio dal serbatoio e mettiamolo tutto intorno, logico :D

italba

E da quando in qua un titolo ha qualcosa a che vedere con quello che dice l'articolo? Specie poi se è stato malamente tradotto dall'inglese che parlava di "componenti adatti per l'automotive", qui: https://phys. org/news/2017-08-heat-conducting-plastic-lighter-electronics-cars. html

Gark121

Anche perché resta il fondamentale piccolo dettaglio che pure dissipando meglio, le proprietà meccaniche ridicol3 restano (anzi, peggiorano...)

Liuk

Mettiamogli anche una bella carrozzeria in gomma, cosi rimbalza!
xD

Pietro Boni

Il dissipare calore velocemente la renderebbe un materiale adatto all'automotive, le auto elettriche ne beneficerebbero solo per la diminuzione totale di peso.

Detto questo, anche io sono abbastanza scettico su questo articolo. Anche se fosse tutto vero e commercializzabile, non si griderebbe certo al miracolo

c1p8HD

Non capisco il nesso tra una plastica leggermente più efficiente nella dissipazione del calore e un auto elettrica che tra tutti i problemi che hanno, il calore da dissipare mi pare sia l'ultimo...

Amazon

Le migliori offerte Week End: gadget, accessori, smartphone, informatica e altro

Mobile

Recensione Huawei Watch GT 2: super autonomia e bel display

Apple

Recensione iPad 10.2 (2019), iPadOS fa la differenza

Smartphone

Oppo Reno 2 e Reno 2 Z ufficiali: 6,5" full screen Amoled da 349 euro