Apple, Google e Microsoft hanno in cassa $464 Miliardi

20 Luglio 2017 222

I tre giganti americani del web continuano ad accumulare denaro senza sosta. Secondo l'ultimo report di Moody, Apple, Google e Microsoft pare abbiano in cassa una liquidità complessiva pari a 464 miliardi di dollari, con la casa di Cupertino sempre leader tra i ricchi. A fine di maggio 2017 Apple contava complessivamente oltre un quarto di bilione di dollari, per esser precisi $256.8 miliardi, tra cash e valore degli investimenti (l'anno precedente nello stesso periodo erano $233 mld).

Moody ha analizzato il patrimonio di tutte le compagnie non impegnate direttamente nel settore finanziario e calcolato circa $1.84 bilioni di dollari in cash, numero riferito alla fine dello scorso anno. Rispetto al 2015 è l'11% in più, ma la brutta notizia per gli americani è che il 70% del totale, ovvero circa $1.3 bilioni, si trova all'estero e non è sottoposto a tasse statunitensi (lo saranno, si spera, nei rispettivi paesi dove il denaro è guadagnato).

Le grandi del tech come Apple, Google, Microsoft, Cisco e Oracle tengono fuori dai confini l'88% dei capitali, per questo motivo l'amministrazione Trump ha proposto una tassa una tantum a tasso agevolato per farli rientrare. Ma non ci sono obblighi e motivi apparenti per cui queste multinazionali dovrebbero farlo e privarsi di una parte del tesoro.


Se Apple usasse questo cash per assumere più persone, costruire in USA nuove fabbriche, acquisire piccole compagnie, offrire dividenti a tutti gli azionisti, potrebbe potenzialmente stimolare l'intera economia degli states. La riforma delle tasse è lì ferma al palo e non ci sono apparenti motivi per cui le grandi del tech debbano portare oltreoceano questi capitali, verosimilmente continueranno solo ad accumulare soldi sopra montagne di soldi.


222

Commenti

Regolamento Commentando dichiaro di aver letto il regolamento e di essere a conoscenza delle informazioni e norme che regolano le discussioni sul sito. Clicca per info.
Caricamento in corso. Per commentare attendere...
bruno

No asino messenger é quello di Microsoft,gli lo ha venduto, se non sai le cose evita di dire puttana.e
Surface sta in un angolo sugli scaffali?
Ma te sei il top dei dementi?.surface non ha mai preso piede?
Ahahahahahhaha
E io credevo di aver letto tutte le stronzate del mondo e invece arrivi tu e inventi.
Ahahahhahs

bruno

No asino messenger é quello di Microsoft,gli lo ha venduto, se non sai le cose evita di dire puttana.e
Surface sta in un angolo sugli scaffali?
Ma te sei il top dei dementi?

Rick Deckard®

Semplicemente c'è modo e modo per creare fondi e soprattutto nelle contrattazioni tra aziende non c'è controllo

Gabriel.Voyager

Quanto sei il solito complottista della domenica, sono più i rischi dei vantaggi di una contabilità in nero per aziende di quel livello.
poi convinto tu, continua a guardare mr.robots...

Mongomeri

Concordo!

bruno

Può essere basato anche su quell'abor.o di android, ma sempre miliardi a vagonate ci fanno.
Quindi hai detto una marea di stronza.e.
I surface mi sembra che sia farina del loro sacco, 30 anni di os farina del loro sacco,azure loro sacco e messenger venduta a facebook loro sacco se non sbaglio.
Ma il tuo sacco quale é,quello del leta.e?
Piantala di dire minchia.e che ti rendi ridico.o

bruno

Può essere basato anche su quell'aborto di android, ma sempre miliardi a vagonate ci fanno.
Quindi hai detto una marea di stronza.e

Rick Deckard®

Per forza... È un gioco basato su java...
Anche con Skype all'inizio facevano soldi a palate ma perché non era farina del loro sacco

bruno

Anche delle tue cazza.e sta crescendo.
133 miliardi di cash comprando tante società compresa linkedin e mejong.
Ma hai ragione tu.
E per la cronaca con minecraft sta facendo soldi a palate.
Quella che stava per fallire era la apple tanto tempo fa e zio bill gli ha salvato il cu.o.
Stop.
Questa era vera però, non le tue fantasie

bruno

Anche delle tue cazza.e sta crescendo.

Rick Deckard®

La collezione di fail è enorme

bruno

Mi mancava la cazza.a della domenica.
Ecco il primo trolletto di paese a raccolta.
Ma sei consapevole, che ti rendi ridicolo con queste affermazioni?
Contento tu.

bruno

Mi mancava la cazza.a della domenica

Rick Deckard®

Sta failendo...
Che poi guadagni è un altro discorso

Rick Deckard®

Ah ma quelli sono i previlegiati sotto la mano caritatevole di Bill Gates

Rick Deckard®

Quanto sei ingenuo...

Sungfive52

La mia idea?
Europa e unità monetaria. L'europa di cui parlo io non è quella attuale però, siamo ancora in una fase embrionale e ci sono alcune cose che non vanno bene però questo è il primo passo per la creazione di un possibile stato continentale, uno dei pochi modi per poter competere con nazioni decisamente più grandi e con fondi decisamente maggiori. Mi spiace aver usato inglesismi ma sono i termini che forse descrivono meglio e con più immediatezza le pratiche economiche proposte che possono essere attuate anche senza sovranità monetaria ( e comunque molte sono politiche in atto da molto tempo ma che l'Italia seppur 20 anni fa aveva la tanto decantata sovranità monetaria non ha mai attuato).

Comunque ripeto che c'è differenza tra il nostro debito pubblico e quello giapponese. Se quello giappone è detenuto per oltre il 90% da locali, quello Italiano è detenuto da locali poco più del 50%.
La quota detenuta dalle famiglie, al giugno 2011, corrispondeva al 12,7%. Tutto il resto era detenuto da investitori istituzionali: banche, assicurazioni e fondi. Più precisamente: 3,6% Banca d'Italia; 26,2% banche commerciali italiane, 13,8% assicurazioni e fondi italiani, 10,6% banche estere, 32,8% fondi esteri.

In conclusione, limitatamente alla parte di debito detenuto dagli investitori istituzionali, la suddivisione fra soggetti italiani ed esteri è praticamente al 50%, mentre la suddivisione fra banche e fondi è rispettivamente del 46,8 e 53,2%.

Tutti i provvedimenti quali "jobs act" e "austerity" ripeto sono frutto di pratiche economiche poco lungimiranti

f r e d d i

Ho citato i robot, e grazie per aver sottolineato che hanno disoccupazione ai minimi, per sfatare l'ennesimo mito che il progresso tecnologico ci toglierà il lavoro.
Benissimo con tutte le politiche che hai descritto con fierezza in vari inglesismi, sintetizzabili in politiche DI PIENA OCCUPAZIONE e anticicliche, ma tutto ciò non te lo puoi permettere senza la tua sovranità monetaria, perchè grazie a questo sistema abbiamo ottenuto cosa? il jobs act ovvero svalutazione del lavoro, precarizzazione, lavoro flessibile (=più licenziamenti), esattamente il contrario di quello che vorresti anche tu!
Come ti ho già detto i titoli di stato sono al portatore, se li acquisto io e poi li vendo a un francese o uno straniero l'interesse che il titolo paga è sempre lo stesso, e i rendimenti dei titoli di stato italiani a breve termine sono ai minimi, addirittura negli ultimi anni hanno avuto rendimenti negativi (e la maggior parte, circa il 60% è in italia, non all'estero)..quindi di che stiamo parlando?
Noto che ci accomunano dei punti nella nostra discussione, ma manca la realizzazione, il come fare ad attuare quelle bellissime politiche che hai descritto. io la mia idea ce l'ho, la tua non l'ho ancora capita benissimo...

Sungfive52

Appunto per questo parlavo di economie più evolute e politiche economiche più lungimiranti. Parli dei robot che tolgono lavoro alle persone, non mi sembra visto che hanno una disoccupazione al 2,8% (noi 12%)
Per politiche lungimiranti parlo di lifetime employment, occupazione a vita alla seniority, salari che aumentano con l’anzianità più che con i soli meriti. Poiché quasi metà dell’occupazione opera in tali regimi, e più della metà in regimi più precari, part time, lavori occasionali, etc., nei periodi di crisi si attivano tutte le misure pro occupazione da parte delle imprese e dello Stato, con abolizione degli straordinari, riduzioni di orario, pensionamenti anticipati (in Giappone l’età pensionabile è tra le più basse 60 anni) il tutto agevolato con generosi contributi del Governo, il cui debito pubblico è infatti il più alto del mondo (da notare che il debito pubblico giapponese è tutto in mano ai giapponesi che si contentano di un interesse bassissimo, a differenza di quello italiano, largamente in mani straniere).
Il debito pubblico giapponese ha un tasso di interesse dello 0,82%, bassissimo in confronto a quello italiano che per la maggior parte è detenuto all'estero dove pretendono tassi di interesse maggiori e una minor flessibilità dei pagamenti.

f r e d d i

Il '92 ha molte analogie con la crisi odierna. Venivamo dagli accordi dello SME che avevano agganciato la nostra moneta all'ECU con un sistema di cambi fissi che una volta finiti portarono ad una svalutazione nel 92 dopo la quale scesero i tassi d'interesse, non vi fu inflazione e l'export ripartì riportando la bilancia di pagamenti in positivo.
Interessante il confronto con il giappone che sembra avere molti problemi dei nostri: un debito pubblico enorme (a differenza di quello italiano che è per circa il 60% interno, in giappone quasi la totalità lo è, ma i titoli di debito sono titoli al portatore, se un BOT ce l'ha un italiano o un francese agli stessi i tassi, allo stato che cambia?), quindi come noi hanno il macigno del debito; forse non hanno la mafia? la Yakuza c'è quindi la mafia ce l'hanno pure loro; sono tecnologici quindi hanno le macchine e i robot che tolgono lavoro alle persone (che tra l'altro è una popolazione anziana); hanno i terremoti che sono notevolmente più forti dei nostri... aggiungiamo anche che non hanno vinto la guerra.. quindi cosa ci differenzia? Il controllo della moneta, una classe politica che fa gli interessi del paese e aggiungerei anche il controllo dei confini

Sungfive52

Non può sorgere invece il dubbio che invece sia colpa nostra? A seguito della mini crisi del 92' non ci siamo più ripresi e han cominciato a superarci tutti piano piano (come l'UK nel '96) e la nostra economia non si è evoluta come le altre.
Siamo il terzo paese con il + alto debito pubblico al mondo e a differenza di realtà come il Giappone (che comunque ha un pil che è il doppio del nostro) il nostro debito è detenuto solo per il 5% dalle famiglie locali e ben il 30% da investitori stranieri e un altro 30% da banche mentre nello stato nipponico quasi la totalità del debito pubblico è detenuto da cittadini e da investitori interni.
Dare la colpa alla moneta per gli errori economici dello stato...

f r e d d i

Con finchè c'è crescita va bene intendevo dire che non si notano i difetti della moneta unica finchè non avviene uno shock economico esogeno, ma non vuol dire che non ci siano perchè se si guardano i dati e si vede che qualcosa non torna.
Se poi confronti tutti i vari dati, della bilancia commerciale, del fatto che non potendo svalutare la moneta abbiamo dovuto svalutare il lavoro, e quindi jobs act, fare austerità e tutte queste belle cose i conti tornano però abbiamo la monetona quindi siamo contenti.

Ma scusa, se in europa gli altri crescono il doppio di noi, e noi in quanto a crescita di Pil siamo gli ultimi, non può sorgere il dubbio che per noi c'è qualcosa che non va con la moneta? O possiamo escludere totalmente questa possibilità?
Le politiche economiche poco lungimiranti ci hanno fatto entrare nell'euro, non mi sembra si sia perso molto tempo e dibattito per fare il danno. poi avremo anche tanti altri problemi come casta, corruzione, debito eccetera...ma negli altri stati sono tutti dei santi o ce li hanno anche loro?

Sungfive52

Fluttuazione tra il 30/50% non mi sa proprio una roba normale eh.
Ah finchè c'è la crescita va bene? Come mai siamo uno dei paesi che cresce meno in zona Euro? Colpa della moneta e del sistema o colpa di politiche economiche poco lungimiranti?

Prendendo come riferimento il primo trimestre del 2015, il livello del Pil italiano è cresciuto dell'1,9% nei primi tre mesi del 2017. Nello stesso periodo il Pil dell'area euro è aumentato del 3,5%. Ma? Magia o siamo noi il problema?

f r e d d i

quali pessime conseguenze la nostra economia subirebbe?
Guarda oggi, la Germania sta inondando il mercato europeo di prodotti, principalmente macchine. Se per ipotesi ognuno avesse la propria moneta per comprare una macchina tedesca dovrebbe comprare moneta tedesca, quindi comprando marchi il loro valore sale, il marco si rivaluta e poi non è più tanto conveniente comprare auto tedesche, dunque diminuiranno le esportazioni e si riequilibra la bilancia commerciale.
Non dobbiamo avere paura delle fluttuazioni del valore delle monete, è cosa normalissima in tutte le economie del mondo
Sono d'accorto quanto al valore determinato nei confronti dell'euro, ma sono convinto che considerando che il danno è fatto, più tardi si esce e peggio sarà

Quanto al Pil italiano, certo, in situazione di crescita tutto va bene, è quando arrivano shock esogeni come la crisi del 2007 che si vedono i limiti che questo sistema ci pone

Sungfive52

eh ma il problema di una moneta propria che subirebbe continuamente flessioni (con tutta una serie di pessime conseguenze per la nostra economia) è considerevolmente maggiore degli svantaggi della monete unica. Innegabile che si è sbagliato nel determinare il valore della lira negli anni 2000 svalutandola eccessivamente nei confronti dell'euro (infatti 1900 lire per un euro è eccessivo) ma oramai il danno è fatto e ritornare indietro potrà solo peggiorare la situazione.
Comunque il pil nominale italiano ha subito un' accelerazione con l'euro per poi trovare un abbassamento con la recente crisi economica.

Il vero problema italiano è che si son fatti investimenti non lungimiranti e si sono bruciati troppi soldi inutilmente lasciando le casse dello stato in condizioni pietose

f r e d d i

è proprio perchè dipendiamo tantissimo dal commercio con l'estero che non possiamo competere sul mercato con una moneta non nazionale che ci fa importare più di quanto esportiamo a un paese come il nostro che per struttura è sempre stato esportatore e per "rimettere i conti in ordine" ovvero ridurre le importazioni abbiamo dovuto distruggere la domanda interna. Non mi sembra una scelta molto saggia

Sungfive52

il problema è che uscendo la moneta perderebbe tra il 30 e il 50% del valore in pochissimo tempo (fonte studio Bankitalia e BCE) ritrovandoci quindi con un poter d'acquisto delle materie prime prese dall'estero bassissimo. Noi dipendiamo tantissimo dal commercio con l'estero , non abbiamo la possibilità di fare autarchia neppure per un mese a differenza di altri paesi.

Poi diciamocelo, se in futuro vogliamo competere con giganti quali india, cina, USA , Giappone... non possiamo rimanere soli, siamo troppo piccoli e poveri di materie prime

f r e d d i

Uno stato come l'Italia se dovesse uscire dall'euro e mantenere i titoli di debito denominati in euro sarebbe da pazzi.. ripagare il debito in una valuta straniera, giusto gentiloni sarebbe capace di una cosa simile (cosa è successo alla tua amata argentina?).
Ma se usciamo dall'euro e i titoli di debito vengono ridenominati nella nuova valuta, dato che sono titoli emessi dall'italia, quindi interviene la lex monetae, cosa succede?

Zer07

Anch'io.

Gabriel.Voyager

E quando mai la ms detta standard e protocolli?!

Gabriel.Voyager

E ovvio che dichiarano tutto, ogni singolo centesimo, sono società per azioni e devono trasparenza agli azionisti, mica sono il macellaio o l'idraulico de noialtri che lavora in nero senza fattura.

roby

Si si proprio solo 464B..quelli dichiarati intendono

Squak9000

Io ho una vasta frequentazione di gente con i quattrini...

LastSnake

Boh non capisco il senso di accumulare tutti questi soldi in cassa e poi vedere gli spot tv che mi chiedono 2€ per una qualsivoglia motivazione benefica quando basterebbe che una Apple a caso mettesse tipo 50 miliardi (Restando sempre super ricca) e si risolverbbero tipo tutti i problemi del mondo. No, seriamente, basterebbero solo Apple, Google e Microsoft insieme per risolvere tutto. Poi dopo notizie del genere vedi i bambini africani ridotti a scheletri e chiedono aiuto a me. Boh, ok

Sungfive52

Prima parli di PIL poi potere d'acquisto. Complimentoni a te. Comunque il potere d'acquisto deriva dall'andamento dei prezzi (vedi inflazione) rapportato al PIL pro capite (semplificato). Se il PIL italiano è andato decisamente peggio di quello inglese (e questo grafico ne da' la conferma indirettamente) è normale che il loro PPA sia aumentato più del nostro. Hanno un'economia più stabile della nostra. Non diamo le colpe all'euro per la nostra economia che fa acqua in molti settori come gestione, burocrazia e tassazione.
E smettila di fare il supponente che fai doppiamente figure di m3rda
Saluti :)
Buon 1990

Freezer

Complimenti per il linguaggio, ti qualifica per quello che sei.
L'espertone che prende i dati da google.
Dovresti sapere, che google non da' i dati PPA (Parità di potere d'acquisto) ma da' i dati in Dollari senza confrontarli col tasso di cambio in quel dato periodo. Ne consegue che se in quel periodo la sterlina si è rivalutata, uscirà un valore di pil sbagliato. E' per questo motivo che in economia si usa sempre il valore PPA (o PPP) se si parla in inglese. Mi rendo conto che sia un po' ostico per te, ma puoi andartelo ad approfondire visto che sei tanto bravo con google.
Questo il dato reale, aggiustato per potere d'acquisto. Guarda cosa succede tra il 2002 e il 2003.. Con questo chiudo.
https://uploads.disquscdn.c...

Sungfive52

Hai cannato tutto. Posa il fiasco te, comprato con le tue belle lire

Freezer

Posa il fiasco.

DarkVenu

Il tuo ultimo commento è corretto,ma non capisco dove vedi l'errore...

bruno

Gia li aveva.
;)

bruno

Con quei soldi, la potrebbe ricomprare altre ottordici volte e non fare soldi e continuare ad essere la seconda con piu cash. ;)

bruno

Una colletta la farei per Microsoft.
Sta fallendo, dicono i saggi trolletti di paese.

Sungfive52

Non so manco chi sia sto Giannino, tu però continua pure a studiare presso la scuola della vita. Già ti ho smontato il paragone Italia UK mo' guarda come ti smonto pure questo

Innanzitutto vediamo cosa causa l'inflazione:
"L'aumento dell'offerta di moneta superiore all'aumento della produzione di beni e servizi, stimolando la domanda di beni e servizi e gli investimenti in assenza di un corrispondente aumento dell'offerta è considerata una causa dell'aumento dei prezzi"
Quindi se ritroviamo un aumento dell'offerta della moneta in mancanza di crescita dell'economia, troviamo inflazione. Se si stampa moneta all'impazzata per ripagare i debiti senza che l'economia migliori abbastanza si rischia un'aumento vertiginoso dei prezzi.

Quello che hai postato te è un bollettino esterno alla ecb. Se fossi stato più attento avresti visto che esistono bollettini sia pro che contro a proposito dello stesso argomento.

Secondo le stime degli analisti (parliamo di studi BCE, BANCA D'ITALIA e AGENZIE DI RATING=>se ritrovo il documento te lo metto), la nuova moneta, nel caso dell’Italia, si svaluterebbe subito dal 30% al 50% rispetto all’ euro. In definitiva una moneta è lo specchio del sistema economico e politico, il “saldo” fra i suoi punti di forza e di debolezza. Se il saldo ha segno “più” la moneta è forte e ricercata dagli investitori , se il saldo ha segno “meno” accade il contrario. Nella crisi finanziaria del 1992 (sempre innescata dall’ insostenibilità del debito pubblico) la vecchia lira si svalutò nei confronti del Marco tedesco di circa il 25%. Una crisi che provocasse una uscita del nostro paese dall’ euro sarebbe molto più devastante, da qui le stime di una svalutazione/deprezzamemento del 30-50% della nuova lira rispetto all’euro. Di fronte a questa prospettiva lo Stato “secessionista” potrebbe decidere allora di lasciare i Titoli di debito denominati in euro. Il destino sarebbe lo stesso: il default, ma per cause diverse. Infatti la pesante svalutazione immediata della nuova lira renderebbe impossibile allo Stato di pagare il debito denominato in Euro. Una situazione frequente, in passato, nei paesi in via di sviluppo che si indebitano in valute straniere e poi finiscono in default, quando la propria moneta si svaluta rispetto a quella in cui sono denominati i debiti.

Capito? Ti devo fare i disegnini?

Sungfive52

Appunto, quindi ci ha sorpassato quando ancora eravamo con la lira.
Pil Italia 1990: 1,177 Pil UK 1,093
Pil Italia 2002: 1,267 Pil UK 1,758

Ma come? Con la lira l'Italia in 12 anni ha aumentato il proprio pil di 90 miliardi e la UK di quasi 700????

Che ignoranza ragazzi. Quinta elementare, studiato presso la scuola della vita e via a fr@cassare i coglioni

Freezer

Appunto.
Se c'è scritto che c'è stato il sorpasso, significa che l'anno prima il nostro pil era maggiore di quello britannico. Ergo, le 2 economie (in quanto a grandezza) era assolutamente comparabili.
Prova a dare un'occhiata ora, e noterai una differenza del 25% in favore della UK che è nient'altro che la crescita cumulata in questi ultimi 15 anni, tutta a favore loro.

Freezer

Mammamia che accozzaglia di luoghi comuni.. dovresti smetterla di ascoltare Giannino. Iperinflazione, lo Zimbawe, repubblica di weimar, non so da dove cominciare. Innanzitutto lo zimbabwe non produce nulla, così come la repubblica di weimar, che aveva la sua capacità produttiva distrutta dalla guerra. Stampare moneta= inflazione, un'altra castroneria, se così fosse a quest'ora dovremmo avere l'inflazione al 15% dato che la BCE sta stampando 80 miliardi di € al mese da più di un anno e lo stesso stan facendo BOJ e FED, immettendo miliardi su miliardi in circolo. Ti svelo un segreto, a causare l'inflazione non è la moneta stampata ma quella spesa.. lo so che per te sarà difficile capirne il significato ma ci ho provato. A proposito del default su debito in valuta sovrana, guarda cosa dice la bce sul suo sito.. ;)
https://uploads.disquscdn.c...

Sungfive52

Ahahah n'altro qua
Intanto stati con sovranità monetaria son falliti. Tant'è. Contenti voi contenti tutti. Anzi no, se non volete l'euro facciamo cambio. C'ho ancora un po' di lire...

Roberto

ovviamente se non accendi il fuocherello non sei contento, eh?
e poi parli degli altri.... sei un flammatore pro

italy83

Certo raccontola agli argentini ;)

Aster

o pure gia al universita:)

iPad Pro M1 tra rivoluzione, unificazione, marketing ed evoluzione

AirTag finalmente ufficiali: mai più oggetti smarriti. In Italia dal 23/4 a 35 euro

iPad Pro con Apple M1 è ufficiale: potente come un MacBook!

Apple TV 4K si rinnova con processore A12 Bionic, e c'è anche il nuovo telecomando