Google Hire ufficiale: aiuta le PMI a trovare i dipendenti ideali (USA)

18 Luglio 2017 4

Tre mesi esatti fa avevamo fatto conoscenza ufficiosa di Google Hire, un progetto in fase di sviluppo volto ad aiutare i datori di lavoro a trovare i migliori candidati per le proprie posizioni aperte. Poche ore fa il servizio è diventato ufficiale, anche se per ora solo negli Stati Uniti.

Google Hire è parte della G Suite (il pacchetto di servizi Google ottimizzati per il mondo del lavoro), e si integra in modo profondo con gli altri componenti. Per esempio, se si comunica con un candidato attraverso Gmail, lo scambio di messaggi verrà replicato e mantenuto sempre aggiornato anche in Hire; i colloqui organizzati in Hire verranno automaticamente trasformati in appuntamenti su Calendar; i dati rilevanti dei candidati possono essere analizzati nel dettaglio in Fogli.


Google punta molto sulla diffusione già capillare di G Suite (la usano già oltre 3 milioni di imprese medie e piccole, dice) e sulla semplicità d'uso dell'interfaccia che da sempre contraddistingue i suoi prodotti software. Le aziende possono richiedere di inserirlo nella propria offerta G Suite già da oggi, con due soli requisiti: devono risiedere negli Stati Uniti e devono avere meno di mille dipendenti. Basta dirigersi su https://hire.google.com.

Vale la pena ricordare che, a ridosso dell'I/O 2017, Google ha anche presentato Jobs: un sistema, sempre dedicato all'utenza USA, che facilita la ricerca di lavoro attraverso il motore di ricerca web tradizionale.


4

Commenti

Regolamento Commentando dichiaro di aver letto il regolamento e di essere a conoscenza delle informazioni e norme che regolano le discussioni sul sito. Clicca per info.
Caricamento in corso. Per commentare attendere...
000

Sempre più schedati...wow... Praticamente tra un po' se non userai google non troverai lavoro...wowowow!!!

densou

non offendere paragonandomi a quel....

Mako

santos?

densou

anche da noi: l'IA crea un test basato sui vizi capitali e indovinate poi chi verrebbe preso a seconda del risultato? 3:)

Scontrino elettronico dal 1° gennaio per tutti, cosa cambia

DJI Mavic Mini ufficiale: pesa solo 249 grammi, prezzi da 399 euro

Recensione PowerBeats Pro: gli Apple AirPods per gli sportivi

Surface: tutte le novità presentate da Microsoft