Telepatia entro 8 anni secondo un ex ingegnere Oculus, la risposta è Openwater

10 Luglio 2017 38

Avete mai immaginato un futuro dove la telepatia sarà parte integrante della realtà, e la vostra mente riuscisse ad inviare o ricevere messaggi ed immagini, semplicemente pensando ad una persona o ad una macchina in grado di recepire altri pensieri?.

Forse il caldo di questi giorni ci ha dato alla testa, ma secondo un ex ingegnere di Facebook, professore del MIT ed inventore di oltre 100 brevetti, tutto questo sarà possibile entro 8 anni, grazie ad una tecnologia attualmente in sviluppo presso la sua startup Openwater.

Con un curriculum di tutto rispetto, Mary Lou Jepsen ha lasciato Facebook (divisione Oculus) nel 2016 per dedicarsi ad un progetto completamente indipendente, così da riprodurre in maniera realistica gli effetti della telepatia (capacità di comunicare con la mente, senza l'utilizzo di altri sensi).

I primi studi si sono concentrati sulle macchine a risonanza magnetica funzionali per immagini (MRI), dispositivi grandi da realizzare e molto costosi, in grado di misurare il modo in cui il sangue scorre nel cervello (e non solo), elaborando poi l'attività cerebrale per trasformarla in segnali.


Secondo quanto spiegato da Jepson alla CNBC, prendendo spunto dalle macchine MRI a risonanza magnetica e onde radio (che scattano immagini ai nostri organi interni), la tecnologia di Openwater "illumina" invece il flusso di ossigeno, con una luce ad infrarossi non nociva per la nostra salute, e attraverso i cambiamenti del sangue si possono ricavare una serie di letture necessarie per interpretare i nostri pensieri e comunicarli.

Più semplice da applicare ma soprattutto meno costosa, Jepson ha pensato ad un cappello come primo prototipo per applicare questo principio, certo di poter sviluppare questa tecnologia all'interno di un cappello, infinitamente più piccolo dei costosi macchinari da ospedale.

Attualmente, se mi mostrate una risonanza magnetica dal vivo ... vi posso dire quali parole usciranno dalla bocca e quali immagini gireranno nella vostra testa. Posso inoltre dirvi anche che musica starete pensando - afferma Jepsen in un'intervista alla CNBC.

L'obbiettivo a lungo termine sarà di arrivare a comunicare utilizzando nient'altro che i nostri pensieri. L'impiego di un dispositivo indossabile sarà una limitazione quantomeno iniziale per riuscire a valutare i passi successivi, ma se questa tecnologia darà ragione a Jepson, in meno di un decennio riusciremo ad operare a pieno ritmo con nuovi metodi di comunicazione, molto vicini alla telepatia.

L'iPhone più potente di sempre con il design più classico di sempre? Apple iPhone 8, compralo al miglior prezzo da Amazon a 674 euro.
Samsung Galaxy S8 G950f Lte Viola Orchid Grey è disponibile da puntocomshop.it a 519 euro.

38

Commenti

Regolamento Commentando dichiaro di aver letto il regolamento e di essere a conoscenza delle informazioni e norme che regolano le discussioni sul sito. Clicca per info.
Caricamento in corso. Per commentare attendere...
Dr. Home

Dimostramelo!

delmu

Sono un fisico, ciccio.

eric

....credo che Mary Lou Jepsen voglia vincere il premio TROLL del PROSSIMO SECOLO ;))

Dr. Home

Non voglio essere supponente ma ti sbagli di grosso. Non voglio neanche stare a spiegare il perché, so di aver ragione. Forse mi sono espresso con troppa superficialità ma non intendo continuare questo discorso. Informati come ho fatto per anni e non dieci minuti su Wikipedia!

delmu

La meccanica quantistica c'entra poco o niente, perché un neurone è una cellula, quindi è un oggetto gigantesco rispetto al margine di applicabilità della meccanica quantistica, che vale per particelle elementari e (parzialmente) per piccole molecole.

delmu

Di certo questo è quello che cercano di fare da decenni decine (centinaia?) di migliaia di neuroscienziati molto ben finanziati in università di mezzo mondo. Senza riuscirci. Che ce la possa fare una start up in 8 anni mi sembra molto una roba da american dream; o piú realisticamente, da PR.

PassPar2

Non esiste una cosa del genere, anche se ci fossero pattern, non c'è modo per misurarli, sono mischiati in maniera indefinita con gli altri non puoi arrivare con uno strumento a isolarli. Quello che esiste è la zona specifica dove è contenuto il ricordo per immagini, ad esempio di una mela. In quei miliardi di neuroni probabilmente c'è una mela, ma è impossibile capire dove è, sono troppo piccoli i neuroni e troppo numerosi per misurarli senza distruggerli.

PassPar2

Interpretare significa solo trasporre una generica attivazione neurale on/off ( o al massimo con gradi di intensità) in un azione esterna, come attivare un pulsante, muovere un drone, una specie di joystick senza mani. Quello che puoi diversificare è la zona del cervello in attivazione: puoi mettere ad esempio 8 elettrodi in diverse aree e li attivi pensando. Ad esempio pulsante 1 concentrandoti, pulsante 2 rilassandoti, pulsante 3 pensando a un suono, pulsante 4 a un emozione forte ecc ecc ecc. L'elettrodo misura l'attivazione di un area con miliardi di neuroni, non potrà mai misurare il contenuto specifico.

L0RE15

la manderebbe appunto a cagare col pensiero e ci sarebbero più singles felici, più lavoro per gli avvocati e più donne mestruate libere! :)

rasty++

scopa scopa scopa scopa scopa....

Davide

e allora come spieghi il fatto che esistano già macchine in grado di interpretare il movimento pensato?
posso capire che pensare di spostare una pallina a destra sia molto più semplice che creare una poesia, ma basta questo per confutare ciò che dici...no?

Mongomeri

Immagino, ma è una mia idea, che non funzionerà “leggendo il cervello”, ma tramite il riconoscimento di determinati pattern noti a livello statistico entro un certo margine di errore.

In parole povere: se a 10.000 persone chiedo di pensare intensamente ad una mela durante una risonanza magnetica, riuscirò ad individuare un profilo o pattern comune, diciamo almeno simile, nella maggioranza di quelle persone?

PassPar2

Certo, collegando dei sensori a 100 miliardi di neuroni collegati tra di loro con una ragatela di connessioni che moltiplica 100 miliardi per svariati fattori. Poi rimane il piccolo problema di interpretare gli impulsi in un linguaggio che crea la coscienza. Il massimo dell avanzamento su questi argomenti solo al più degli studi filosofici sul rapporto corpo mente. Il resto sono ottimi modelli matematici ma non puoi trovare la vera risposta perché se esamini un cervello nella sua interezza di funzionamento lo uccidi e basta.

il Gorilla con gli Occhiali

Così mi sembra esagerato già nei prossimi 8 anni ma visto che il cervello funziona tramite un'infinità di impulsi elettrci, tramite un collegamento ad esso, magari sarà possibile intuire un pensiero tramite appunto gli impulsi elettrici.

PassPar2

Non credo che te ne intendi se affermi che si possa indovinare un pensiero di un cervello vivo con degli elettrodi cutanei.

PassPar2

C'è poco da entrare nei dettagli, i collegamenti neurali sono quelli, sono comprensibili a livello biologico ma quello che forma i pensieri è una sovrastruttura che non è il biologico stesso, come fonti ci sono i libri di psicofisiologia della medicina "ufficiale". Non c'è modo di estrapolare un pensiero, cioè un informazione puntuale, da un sistema così complesso come il cervello, si può solo indovinare l area di pertinenza del pensiero.

Ciccio

..ma perchè i capelli non ricrescono..

il Gorilla con gli Occhiali

Si dicevano tanto cose negli anni passati che oggi sono il pane quotidiano. Fidati che me ne intendo più di quanto tu possa minimamente immaginare.

Dr. Home

Il tuo ragionamento è volutamente sempliciotto onde evitare di entrare nei dettagli dove con una certa mia sicurezza ti perderesti senza riuscire a tirare un discorso argomentato con tanto di fonti. Sono pochi a conoscere la meccanica quantistica e molti ne parlano per sentito dire. I sensori di cui tu stesso parli orgogliosamente lasciamoli all'elettronica!

Ps:
Mi annoio in attesa del prime day

PassPar2

La meccanica quantistica è tipo i portali spazio temporali nei film, risolvono sempre i buchi logici di trama.

PassPar2

Tu non conosci la biologia del cervello. I pensieri sono scariche diffuse di corrente, si diramano in miliardi di collegamenti in tutto il cervello. Non è che anche riuscendo si può mettere un sensore su un neurone e misurare cosa ci passa poi tradurre il contenuto tipo codice morse. Non esiste un luogo dove è contenuta la coscienza, ci sono solo aree specializzate che attivandosi indicano l'uso di alcune funzioni (memoria, linguaggio, udito ecc), ma il contenuto dell attivazione è impossibile da estrapolare, andrebbe messo un sensore per ogni neurone, provocando la morte del soggetto. Quello che misura lo strumento è il piano fisico, ma il piano mentale emerge da quello fisico in modi incomprensibili, anche solo per complessità e impossibilità di indagine (è un indagine che va fatta su un organismo vivo, ma iniziando l'indagine uccidi l'organismo) Quindi è tutta fuffa.

Dr. Home

Ti dico una cosa lievemente assurda. Un uomo chiamato Bill Gates una volta pronunciò queste parole:"640K ought to be enough for anybody". Oggi nel 2017 ci sono macchine con più di 128 gb di RAM.
Io ci credo ( a supporto di ciò le mie baso di meccanica quantistica)

il Gorilla con gli Occhiali

il Gorilla con gli Occhiali

Tu non conosci le potenzialità della nostra mente.

PassPar2

Questa della telepatia è la più grande fuffa informatica degli ultimi tempi. E' come dire: siccome in una stazione centrale so dove stanno passando i treni, (chessò) misurando le vibrazioni dei binari, allora posso capire cosa stanno dicendo i passeggeri dentro i vagoni. Il massimo dell'utilità per questi aggeggi è il semplice movimento di piccoli meccanismi a funzionamento on/off tramite concentrazione/rilassamento mentali che vengono trasmessi come impulso esterno registrato. Non c'è modo di capire il contenuto di un messaggio neurale, non si è nemmeno capito come si formano i pensieri figurati estrapolarli da miliardi di miliardi di connessioni microscopiche.

mmorselli

Funziona!

takaya todoroki

sono telepatico e riesco a leggere il pensiero di chi legge questo messaggio.
.
.
.
.
.
.
.
.
.
.
.
.
.
.

hai appena pensato che non è vero.

giuseppe

Hahahahaha

erdarkos

la telepatia con il cervello di un uomo ... :

me la dai?
me la dai?
me la dai?

la telepatia con il cervello di una donna...:

dove sei stato? con chi? quando?
non ho niente!
dovresti saperlo!
domani andiamo all'ikea? non é una domanda pero!
sai che non abbiamo tempo di passare da tua madre, dobbiamo andare dalla mia!
cosa guardi?
se provi a guardarla di nuovo hai finito di vivere!

sostanzialmente non cambiarebbe un caxxo!

takaya todoroki

E mi raccomando, il backup di tutti i pensieri sul cloud nel pieno rispetto della privacROTFL

Manuel Calavera

Mi ricorda il primo StarCraft:

Kerrigan: "Salve, sono Sarah Kerrigan e... ehi! Brutto porco!"
Raynor: "Cosa? Ma se non ho neanche parlato!"
Kerrigan: "Però l'hai pensato, eh?"
Raynor: "Ah già, sei una telepate..."

momentarybliss

Certo, così se penseremo ad una powerbank la nostra mente si popolerà automaticamente delle offerte di Amazon

ComicBit

T'immagini passi accanto ad una gnocca con la tipa e lei sente tutti i tuoi pensieri zozzi sulla passante

Nucleolo

Si comunque decisamente sarebbe da usare una whitelist.

Gios

Vogliamo parlare dei messaggi con gli uccelli che non volano e hanno due balle?!

Daniele Davide

tra due anni arrivano anche gli omini verdi e cappuccetto rosso..

Laevus

"oh bella quella macchinVUOI SAPERNE DI PIU' SULLA NUOVI AUDI A7? VIENI A PROVARLA IN CONCESSIONARIO!"

Nucleolo

Ok priorità numero uno: possibilità di creare blacklist per escludere pubblicità e rompicog***ni.

-10% su tutti i prodotti eBay elettronica, informatica, smartphone, fotografia e altro

Apple

iPhone X per me è NO (3 mesi dopo) | Da Android a iOS e RITORNO | VIDEO

Mobile

RECENSIONE Samsung Gear Sport: Tizen OS 1 - Android Wear 0

Quanti GB usate ogni mese per navigare | Risultati sondaggio