Tutti i prezzi sono validi al momento della pubblicazione. Se fai click o acquisti qualcosa, potremmo ricevere un compenso.

Samsung ISOCELL: il marchio si fa in quattro. Anche per dual cam

28 Giugno 2017 12

Tra i protagonisti del Mobile World Congress Shanghai figura anche Samsung che ha colto l'occasione per presentare il brand ISOCELL che identificherà i sensori dotati dell'omonima tecnologia sviluppata dal produttore coreano ed introdotta per la prima volta nel 2013.

La novità di oggi riguarda l'apposizione di tale marchio ai sensori e la declinazione del medesimo in quattro varianti che identificano specifiche caratteristiche dei singoli sensori. Obiettivo è rendere più agevole per l'utente finale l'identificazione delle funzionalità supportate dal sensore della fotocamera.

Nello specifico, il marchio si suddividerà in quattro sub-brand:

  • ISOCELL Bright. Identifica i sensori in grado di riprodurre immagini nitide e luminose con un'elevata fedeltà cromatica e basso livello di rumore digitale in condizioni di scarsa luminosità
  • ISOCELL Fast. Si tratta dei sensori che rendono possibile un autofocus veloce per gli oggetti fissi o in movimento, anche in condizioni di scarsa luminosità.
  • ISOCELL Slim. Il marchio caratterizza i sensori con le dimensioni dei pixel più ridotte del mercato - 0.9-1.0um - una soluzione tecnica che va a beneficio delle dimensioni complessive della scocca, senza impatti negativi sulla qualità di immagine
  • ISOCELL Dual. Sono i sensori adatti ad essere integrati in molteplici combinazioni nei dispositivi consumer, anche in quelle che prevedono una doppia camera.

Non sarà sfuggito ai lettori più attenti il riferimento all'ultima tipologia di sensore: stando a precedenti rumor, Samsung potrebbe integrare per la prima volta una doppia fotocamera con l'atteso top gamma Galaxy Note 8. Presentare oggi il marchio appare funzionale la lancio del device che dovrebbe avvenire ad agosto.

Si ricorda, più in generale, che la tecnologia ISOCELL di Samsung migliora la qualità di immagine separando i singoli pixel con una barriera fisica. Si riducono in tal modo le interferenze tra pixel e pixel, con benefici sotto il profilo della fedeltà cromatica e della riduzione delle dimensioni dei singoli pixel.


12

Commenti

Regolamento Commentando dichiaro di aver letto il regolamento e di essere a conoscenza delle informazioni e norme che regolano le discussioni sul sito. Clicca per info.
Caricamento in corso. Per commentare attendere...
kogan92

Se riuscissero a fare sensori con pixel grandi, ma senza avere la sporgenza della fotocamera, ben venga

Simo

montano tutti la tecnologia isocell, pure i sensori fatti da sony per s8 son fatti con il progetto "isocell"

josefor

Guardando meglio pure Canon ha brevetti per i sensori retroilluminati non è esclusiva di Sony come tecnologia anche se sostiene di essere la sola ad averne uno full frame.

stefan

Pure gli s7 montano Sony o isocell a seconda del telefono ma sono praticamente identici. Invece su s6 la differenza era abissale, a favore del sony

josefor

Io non ho mai capito come potessero essere paragonabili i sony ed i isocell, teoricamente i sony sono RS, retroilluminati come imx333 tecnologia proprietaria di Sony, a meno che Samsung non la produca su licenza per poter approvigionare tutti i devices che produce.

Helix

Pixel di 1

kogan92

Se fosse solo la compattezza, senza inficiare sulle prestazioni allora sarebbe da considerare

aleandroid14

Alcune versioni montano un isocell altre l'imx333 di Sony se non erro

Omar Lombardo

ma il galaxy S8 monta una isocell?

Helix

No, meglio evitare Slim xD

ale

Infatti che cazz*ta che hanno fatto

kogan92

Farsi in quattro quando poi ciò che serve è l'unione di tutti e quattro...

Recensione Samsung Galaxy S24 Plus: soddisfatti... ma fino a un certo punto

Recensione Samsung Galaxy S24 Ultra: il miglior top di gamma sul mercato | VIDEO

Galaxy S24, Plus e Ultra al miglior prezzo | Ultimo giorno promo Samsung

Tutta l'AI dei nuovi Samsung Galaxy S24, vi mostriamo cosa possono fare | VIDEO