Aeroporti con torri di controllo ''virtuali'', Norvegia in prima linea

01 Giugno 2017 52

Nell'epoca del digitale si può dematerializzare tutto, anche un'ingombrante torre di controllo dalla quale si monitora il traffico aereo. Il più importante progetto al mondo che punta a delocalizzare i centri di controllo del traffico aeroportuale si concretizzerà in Norvegia entro la fine dell'anno: 15 basi di decollo e atterraggio saranno gestite da un unico centro situato a molti chilometri di distanza. Al momento si tratta di un progetto pilota, ma, se la sperimentazione dovesse andare a buon fine, potrebbe trovare attuazione anche in altri aeroporti a livello mondiale.

Nello specifico, Avinor, società norvegese che si occupa della gestione degli aeroporti civili e di servizi di navigazione aerea in ambito civile e militare, ha commissionato a due società, Indra Navia e Kongsberg Defence & Aerospace, la realizzazione della torre di controllo "remota". La prima sorgerà nella città di Bodø e sarà pienamente operativo nell'aprile del 2018, dopo un iniziale periodo di test. Il numero di aeroporti controllabili potrà passare da 15 a 32 - ovvero quasi la maggior parte delle basi aeree presenti in Norvegia (46).

Nella torre di controllo ''virtuale'' verranno svolte sostanzialmente le medesime operazioni che si effettuano in quella reale, con la differenza che la visione ''reale" delle piste sarà sostituita da una rappresentazione a distanza delle medesime. Le ragioni di ricorrere alle torri di controllo virtuali sono molteplici: in primo luogo il sistema offre una visione migliore della pista con telecamere a 360 gradi, inoltre permette di zoomare su specifici particolari della pista, senza trascurare che centri di controllo dedicati possono sfruttare le più recenti tecnologie, come la realtà aumentata per rendere ancor più intellegibili i dati.

A scanso di equivoci, il controllo sarà sempre di tipo umano - nessuna fantomatica intelligenza artificiale analizzerà le immagini o prenderà decisioni al posto di un operatore in carne ed ossa. Scenari come quello appena descritto, al tempo stesso, sottolineano l'importanza delle reti di comunicazioni dati che in contesti mission critical, come quello citato, dovranno essere più che efficienti.


52

Commenti

Regolamento Commentando dichiaro di aver letto il regolamento e di essere a conoscenza delle informazioni e norme che regolano le discussioni sul sito. Clicca per info.
Caricamento in corso. Per commentare attendere...
teomatmar

A parte il fatto che non sono descritte le mansioni lavorative, magari cercano un ingegnere civile per impilare bene i francobolli da far leccare a una laureata in medicina per poi farli incollare alla loro segretaria.

Fosse per questo, 600 euro al mese sono un buon stipendio.

Comunque non è richiesto neanche l'iscrizione all'albo ne il timbro, quindi facilmente questo fantomatico ingegnere farà tutte altre mansioni.

e tutto qui bene, il problema è che c'è qualche mio collega che davvero andrà a fare questo colloquio, sminuendo la nostra professionalità e competenza.

densou

l'ho saputo troppo tardi (e non quando stavo là :grr: ) che i controllori voli erano richiesti perché sempre sotto organico :| te credo poi sian passati al remoto.

densou

no ragazzi siete TUTTI fuori strada, conosco la realtà là e .... davvero, son passati al remoto perché NON trovavano controllori per i voli (sempre sotto organico XD) nei vari scali.

Matteo Ronchi

Tranquilli che qlc1 al colloquio ci andrà sperando di trovare lavoro. Da libero professionista quando discuto le mie parcelle oltre un tot nn scendo xké di svendermi proprio nn ne ho voglia. Piuttosto pane cipolle....

Sagitt

dipende dalla zona, nella mia è tutto metalmeccanico

CastSimone

Infatti se ti accontenti un lavoro in generale più o meno si trova, soprattutto nel settore della ristorazione che in Italia ha risentito meno della crisi (tanto che per adesso mi arrangio facendo il cameriere e nel mio primo mese senza nessun esperienza ho preso il doppio di quello proposto a quel povero ingegnere).
Il problema inizia quando vuoi cercare un lavoro in base a delle qualifiche specifiche, ad oggi con una laurea se trovi il lavoro per cui hai studiato prendi meno di un lavapiatti.

Sagitt

Sì diciamo che il problema è trovare un lavoro di qualità, non un lavoro in generale

CastSimone

Nulla è facile della vita e se è vero che trovare lavoro fuori non sia una cosa così semplice, ti posso dire che in Italia le difficoltà sono anche maggiori. inoltre a parità di difficoltà io preferisco trovare un lavoro che già di base è meglio retribuito ed ti da speranze per il futuro, piuttosto che una paga che non ti permette di vivere con la certezza di raggiungere una paga infima che non ti da la possibilità di farti una famiglia.
Io in ogni caso non abito vicino ad una grande città, quindi per me l'estero non è una scelta, ma un obbligo se non voglio rimanere disoccupato a vita.

Body123

Ah no, le mie conoscenze si fermano in questo continente..i miei amici/conoscenti sono andati in Inghilterra (Londra), Danimarca (Copenaghen), Svizzera, Austria.

alex-b

Progetto "pilota", che burloni

Sagitt

Sì ma non è così facile come sembra, sfortunatamente

Sagitt

Bhe io conosco uno che è andato in Messico e uno negli usa.. ma solo perché essendo trasferisti in pratica vivevano già li

Max

Sai che difficoltà...

Max

Non diciamo eresie... Un livello culturale superiore permette l'accesso a posizioni dove sono richieste competenze superiori e maggiori responsabilità, e come tale deve essere retribuito

Max

Non è la durata del contratto a scandalizzarmi, bensì la retribuzione... Una donna delle pulizie viene pagata meglio

Luca

il contratto stage funziona così, poi se sei valido ti assumono a tempo pieno, altrimenti hai fatto "esperienza"

Gef

Dov'è da te?

Body123

Che non è un lavoro vero, è una paga da lavoretto part-time per toglierti gli sfizi da ragazzo (cellulare, feste, vacanze, macchina ecc.) però vivendo ancora con i genitori che pagano affitto, bollette e cibo.

600€ DA SOLO NON POTRAI MAI VIVERE. MAI. A Torino città per un bilocale da poche pretese sotto i 500 di affitto mensili non vai. Come campi?

Body123

Io invece ne conosco qualcuno, tutti cuochi, ma se ne sono andati sul serio e non sembrano tornare.

il Gorilla con gli Occhiali

Mi vengono in mente solo due cose:
1) Non sanno nemmeno loro chi assumere e cercano a caso sfruttando perchè 600 eueo sono una miseria al mese perchè si prendono in settimana quei soldi!
2) Non è il lavoro descritto nell'articolo.

CastSimone

Beh 0 quelle che conosci tu, ma sono più di 100mila (in continuo aumento) i giovani l'anno che provano a cercare lavoro fuori.
Quelli che non sono propensi ad andare fuori o hanno le spalle coperte da papino o preferiscono fare la fame piuttosto che emigrare. Io comunque la vedo pessima per i prossimi 5-10 anni e non credo che "scappare" rimarrà una scelta, quanto piuttosto una vera necessità.
In ogni caso quell'annuncio è ridicolo, perché dai su, un ingegnere civile che parla bene tedesco ed uscito con il massimo dei voti realmente cerca lavoro in Italia?

Sagitt

Che prendere ed andarsene l'ho sentito dire non so a quante persone. Quelle che realmente l'hanno fatto ? 0

CastSimone

In che senso?

Sagitt

Non capisco tutto sto ribrezzo. Nella mia azienda hanno assunto diversi laureati con tirocinio, dopo assunti con buon stipendio

Sagitt

Facile parlare su questo fronte

CastSimone

Ma questo non è un ragionamento da fare, l'università non si fa per guadagnare, si fa per avere più possibilità nel mondo del lavoro, per fare quello che più ti piace e per una maggiore cultura personale. Che poi in molti casi i giovani non trovano il lavoro per cui hanno studiato e vengono sottopagati è un altro discorso, ma chi sceglie la strada dello studio per poter guadagnare parecchio,oggi, non ci ha capito un emerito caxxo.

CastSimone

Il problema non sono nemmeno i 600 euro iniziali, anche 20 anni fa architetti ed ingegneri nei primi anni prendevano poco, ma il fatto che non c'è un futuro in Italia, prima i tuoi sforzi venivano ripagati. Conosco persone della facoltà di architettura che hanno trovato lavoro presso importanti studi a Roma e Milano, dopo anni continuano a prendere stipendi vicini ai mille euro che ti permettono a malapena di vivere in città del genere.

CastSimone

Ridicolo, poi ci si lamenta che i giovani scappano all'estero, ma che poi chi è quel fesso che laureato in ingegneria civile ed ha un ottima conoscenza della lingua tedesca, non va direttamente a lavorare in Germania?
Quando avrò ultimato la magistrale nemmeno mi ci spreco a cercare lavoro in Italia, vado direttamente fuori.

Rocky

Mettiti a fare l'elettricista se sei capace...

bliss

Da neolaureato magistrale in economia sto facendo mooolta fatica a trovare un'azienda che mi faccia un contratto di tirocinio da 450€ al mese. Figuriamoci un contratto "serio"

Yari da Novara

Controllare in remoto vuol dire solo che delocalizzi. Il numero dei controllori rimane identico. Non possono gestire più traffico.

Drak69

con un pacchetto del genere sulle spalle mancano 1000 euro all'appello...poi del contratto a 6 mesi tutto normale, alla fine non possono farti l'indeterminato senza conoscerti

Max

Si ok ci sta. Li assumi in prova e se non valgono a casa... Ma con un contratto dignitoso

Zer07

È scandalosa anche una buona parte dei laureati italiani. Il problema è che creano un danno d'immagine a quelli bravi.

Max

L'azienda in questione merita di fallire

momentarybliss

Non era un Mac che cercava l'ingegnere ma una ditta che realizza sale operatorie mobili nel torinese

momentarybliss

L'azienda in questione si è già autosmentita dichiarando che in realtà cercava uno stagista, certo è che comunque la situazione italiana è più o meno questa, paga da fame e precarietà sono la normalità

M_90®

purtroppo è vero.

Max

Non solo da te... Il punto del mio discorso è che laureati vengono sotto pagati in modo scandaloso mentre chi magari ha il padre elettricista con un attività avviata e la terza media può vivere sereno, in nero o meno

Max

Mi sa che non hai capito... Ti crei un centro di controllo centralizzato, nel esempio ad Oslo, ma al suo interno avrai tot controllori dedicati a Gardemoen, tot dedicati a Trondheim, tot dedicati a Bodo e così via. Il numero totale non cambia. Cambia la location, con i risparmi relativi a questo (non c'è necessità di avere locali abitabili nelle location remote, uffici, mense, infermerie e via dicendo)

M_90®

vabbè grazie, idraulici come elettrici e tanti altri lavorano in nero per la maggior parte(almeno da me).

Max

Purtroppo il McDonald's manco a quello stipendio arriva...

Max

600€ al mese ... quando iniziai io prendevo 1.000.000 lire al mese, per il primo anno, poi passato a 1.600.000 il successivo e via a salire.
Con 600€ al mese non ti fai invasa vita tua... Pazzesco dove stia andando il mondo del lavoro. E poi ci sono idraulici, con tutto il rispetto per la categoria, che prendono 80.000 euro all'anno...

LoneWolf®

Il problema è che (purtroppo) la gente invia anche al CV a questi soggetti. Fosse per me chiuderebbero baracca.

MartinTech

Per quello stipendio non immaginavo servissero tutte queste cose per poter lavorare al mcdonald's. Oltretutto ingegneria civile, sicuramente è per il ruolo di responsabile delle friggitrice.

M_90®

appunto, se controlli in remoto significa che nella zona dove controlli non hai più bisogno dei controllori umani, ti bastano quelli che c'hai nella zona. con questa mossa riduci il personale.

Max

Il progetto pilota a me ricorda sempre HERPES di Bisio

Max

Perché meno controllori ? Puoi anche controllare il traffico in remoto da Oslo, ma non è che puoi usare un solo controllore per due enti diversi. Quindi risparmi sulla location, perché non ti serve allestire postazioni sparse sul territorio, ma il numero di controllori non cambia. Allo stesso modo nei prossimi 10 anni difficilmente cambierà qualcosa nel campo del trasporto aereo. Velivoli a pilotaggio remoto sono già facilmente realizzabili, ma nessuno toglierà il pilota umano dalla cabina per motivi di fiducia e responsabilità

M_90®

ah comunque, sempre parlando di lavoro, si è alzata la bufera dopo questo annuncio su internet. cosa ne pensate? io la mia ce l'ho... per correttezza ho tolto il link dell'azienda italiana. https://uploads.disquscdn.c...

Max

Se avete presente dove sia Bodo capirete le motivazioni per soluzioni simili...

HDMotori.it

Lancia Ypsilon Hybrid: recensione della nuova ibrida cittadina | Video

Windows

Windows 11 di Microsoft è ufficiale: rilascio pubblico previsto verso novembre

Windows

Windows 11: le novità, la data d'uscita e perché Microsoft lo sta facendo

Microsoft

Presentazione di Windows 11, quando e dove vederla | Replay