Sonos PlayBase: disponibile la base per TV con impianto audio multi-room

04 Aprile 2017 21

​Aggiornamento 4 aprile 2017:

La Sonos PlayBase è disponibile da oggi al prezzo di 799 Euro.


Post originale - 7 marzo 2017

Le indiscrezioni trapelate due settimane fa si sono rivelate corrette: Sonos ha infatti annunciato PlayBase, una base per TV con impianto audio integrato. Il prodotto misura 58 x 720 x 380 mm con un peso di 8,6 chilogrammi. PlayBase può sostenere TV fino a 35 chilogrammi e contiene al suo interno dieci amplificatori digitali in Classe D per altrettanti trasduttori. Sono infatti presenti sei midrange, tre tweeter e un woofer con un condotto a "S" che spinge fuori l'aria sul lato sinistro.


Come da tradizione Sonos la messa in opera è molto semplice. PlayBase è dotata di connettività Ethernet e Wi-Fi e si collega ai TV tramite un ingresso ottico. L’impostazione Autoplay permette di scegliere se riprodurre automaticamente l’audio della TV tramite la base. Ovviamente è presente il pieno supporto per l'ecosistema multi-room Sonos. L'app per dispositivi mobile e per computer (Windows e Mac) consente di inviare la musica a tutti i prodotti Sonos presenti nella propria abitazione. Sempre tramite l'app si possono utilizzare anche servizi come Spotify.

PlayBase è inoltre compatibile con Trueplay, un software in grado di calibrare automaticamente gli speaker, ottimizzando il suono in relazione alle caratteristiche dell'ambiente circostante. Per il funzionamento è richiesto un dispositivo iOS. Trueplay riproduce una serie di suoni tramite la PlayBase e li rileva sfruttando il microfono posto sui dispositivi Apple. Analizzando i dati viene valutato l'impatto dell'ambiente sulle onde sonore. Le informazioni così ricavate vengono poi utilizzate per compensare le eventuali discrepanze rispetto al risultato ottimale. Si può comunque agire semplicemente sui controlli presenti, regolando bassi e acuti.


Sonos ha inoltre pensato anche a chi ricerca una soluzione più sofisticata: aggiungendo un subwoofer Sub e due Sonos Play:1 è possibile realizzare una configurazione con 5.1 canali (anche se il costo sale in maniera sostanziale). Per quanto riguarda i formati audio, viene garantito il supporto al Dolby Digital. Completano la dotazione la modalità notturna e l'enfatizzazione dei dialoghi (per migliorare la resa dei contenuti che presentano molte parti parlate). La PlayBase sarà completata dalla Base TV girevole Sanus (169,99 Euro), un accessorio che sostiene i TV (dai 32" ai 62" con un peso massimo di 27 chilogrammi) fino a 20 cm sopra la PlayBase e consente la rotazione fino a 20°.

Il meglior rapporto qualità/prezzo del 2020? Xiaomi Mi 10 Lite, in offerta oggi da Mobzilla a 268 euro oppure da Unieuro a 379 euro.

21

Commenti

Regolamento Commentando dichiaro di aver letto il regolamento e di essere a conoscenza delle informazioni e norme che regolano le discussioni sul sito. Clicca per info.
Caricamento in corso. Per commentare attendere...
MusicIsMyLife

ma cosa stai dicendo???? stai parlando di cose che sono solo nella tua testa!

AntoM

Dei bei segreti, o davvero credevi che si potessero coprire buchi in controfase immettendo altra energia che finirà in controfase?

MusicIsMyLife

ma cosa stai dicendo??????? c4zzo l eq nasce per quello! dai basta

AntoM

Sì sì, specchio specchio.
Lo ribadisco, migliora squilibri della risposta in frequenza o permette di plasmarla ma NON quelli intrinseci dei problemi della stanza, che sono fortemente dipendenti dalla posizione e arrivano in controfase. Sono le basi queste! Sono tutti problemi che si cerca di risolvere con il posizionamento e l'uso di sub multipli, l'equalizzazione fa ben poco.

MusicIsMyLife

continui ad arrampicarti sugli specchi, NON ho mai detto che corregge tutto, ma MIGLIORA , ma tu lo sai benissimo, non capisci nulla di acustica ma non sei stupid0

AntoM

Correggi correggi, se ho un buco di 20 dB vedi come correggi!

MusicIsMyLife

invece mi pare che tu non capisca proprio nulla di acustica, l'eq nasce proprio con lo scopo di correggere l'acustica è chiaro che ho sprecato solo tempo con te

AntoM

Ma visto che di acustica ne so più del minimo sindacale so che l'ultima cosa utile a risolvere i problemi della stanza è proprio l'equalizzazione! Figuriamoci se automatica. I buchi non si fanno sparire con un equalizzatore.

MusicIsMyLife

Se tu capissi il minimo sindacale di acustica sapresti che la cosa più importante per ascoltare non è la codifica del file , neppure i diffusori , ma (non saltare sulla sedia) la stanza !

Bene ora che hai imparato questo concetto possiamo andare avanti , in che modo rendi un luogo acusticamente corretto per ascoltare musica?

Il primo metodo che è anche il migliore, è quello di modificare la stanza con varie tecniche , nelle regie la più utilizzata è nearfield, ma è un metodo molto costoso.

Il secondo metodo ,utile per piccoli studi casalinghi e quello di apporre dei pannelli riflettenti ai lati , aiutandoti con uno specchio e mettere dietro una libreria con possibilmente libri di dimensioni diverse, ma anche questo puoi immaginare non puoi farlo in ogni stanza , immagina in bagno !

Il terzo metodo è l'utilizzo di , non svenire , un equilazzatore, che ha lo scopo di correggere tutte quell frequenze che vengono o mascherate o amplificate dalla stanza , di solito per farlo ci vuole un fonico competente , una serie di brani studiati proprio per questo comprato e uno spettro metro , ovviamente i diffusioni devono avere un eq preciso e che puoi gestire su tutte le frequenze e non solo bassi medi e alti, visto che in questa fascia e in questi dispositivi non esiste tutto ciò , non ci crederai ma truplay lo fa e lo fa anche bene ! Ora ringrazia per aver imparato qualcosa oggi

AntoM

Equalizzare l'audio = suonare meglio? La prendo come una battuta.
Una decina di finali, e manco il supporto a codifiche come si deve? Geniale!

Enzo

Ho il sonos play 1 che suona davvero bene... Ma non ho preso soundbar perché non supporta dts...siamo nel 2017 e non riesco a comprendere il motivo...

Alex4nder

Quante pensano di venderne?

Davide Mosezon

Spazio

stei21

Perché scegliere questa è non prendere direttamente la soundbar visto il prezzo identico ....Casa mi da in più questa?

Lucaa

..purtroppo queste "situazioni" sono la morte del buon ascolto; un sistema che preveda più di 2 canali + sub è già di per sé non facile da sistemare (specie in ambiente, dove le foto pubblicitarie sono... di oggetti statici...) ma poi, davvero, quanti "ragazzi" sono disposti a spendere più di 500 euri? Va bene anche questo, "alla bose"... in somma ma non si pensi sia HT o HIFI. Mai.

MusicIsMyLife

Già il fatto di equalizzare l'audio con truplay basterebbe a dire che no , suona comunque meglio . Aggiungi poi che quelle che tu chiami casse sono tutte pilotate da singoli amplificatori di classe D, in più gestire il tuo mini pc non è minimamente paragonabile a un sistema sonos multi room , se hai già sonos nelle altre stanze. Sonos suona davvero bene

albe

Ho appena comprato a natale la sound bar la trovo fantastica.

Giuseppe

A quel prezzo prendi un paio di casse di alta qualità, attive o passive a seconda dei gusti , da 300€, Un sub a scelta tra un velodyne impact 12, IL basso 850 e klipsch r10 e simili, e ti avanzano pure 200€ per un mini pc da piazzare dietro alla tv. Il tutto ottendo un suono enormemente superiore a quella specie di saponetta gigante con 10 altoparlantini per lillipuziani

Davide Mosezon

Nera ha il suo perché! Mi piacerebbe un oggetto del genere e Sonos ha una qualità veramente ottima

TigermanIT

non legge dts.
non ha porte hdmi.
la versione base costicchia.
se vuoi un sistema surround 5.1 costa un fottio.
Sonos datti una regolata....

camillo777

Mi sembra Na strunzata...
Che facessero un Connect più economico tipo chromecast

Recensione Sonos Arc: oltre al Dolby Atmos c’è di più

Appunti fotografici: i segreti del ritratto con Amedeo Novelli

DVB-T2: chi, come e quando dovrà cambiare TV? | #HDonAir oggi ore 17

Recensione DJI Mavic Air 2: divertimento e riprese imbattibili