Avete mai pensato di duettare al piano con un'AI? Google l'ha reso possibile

16 Febbraio 2017 7

Vi ricordate di Magenta? È uno dei tanti progetti di Google nel campo del machine learning, che ha l'obiettivo di sviluppare un'intelligenza artificiale in grado di generare arte in autonomia. Si parte dalla musica, ma le ambizioni nel lungo termine includono anche le arti figurative.

Magenta è già riuscito a comporre la sua prima canzone, e oggi vuole addirittura provare a duettare con noi al pianoforte. Dirigetevi su QUESTO sito e cominciare a giocare liberamente con la tastiera: l'AI vi risponderà a tono!

Il video di seguito fornisce un po' più di background sulle metodologie di addestramento dell'intelligenza artificiale, che ha ascoltato centinaia di ore di musica per imparare quali note stanno meglio tra loro. In passato, in questo campo, venivano semplicemente mappate delle soluzioni predefinite, che, prevedibilmente, limitavano la varietà di risposte ottenibili.

Al momento, l'esperimento va preso per quello che è - un esperimento, appunto. Però se siete bloccati sull'uscita di un riff un giro fatecelo, non si può mai sapere. Potreste essere tra i primi che aggiungeranno un software nella formazione della vostra band.


7

Commenti

Regolamento Commentando dichiaro di aver letto il regolamento e di essere a conoscenza delle informazioni e norme che regolano le discussioni sul sito. Clicca per info.
Caricamento in corso. Per commentare attendere...
The User

la tastiera è quella... almeno credo. ma il software non riesco proprio a trovarlo

Gios

Non è per dire ma le regole di composizione (per la musica classica o meglio precisa) sono una serie di regole matematiche scritte in parole. Il rispetto di tali regole si può fare semplicemente con un algoritmo che cerca le possibili combinazioni di note che sottostiano alle pregresse regole.

Bestme1

Sono giovane per dirtelo ma prova a cercare su Google così "Commodore 64 piano keyboard". Ho provato a darti una mano. Nulla di più! :)

The User

OT// (più o meno)
chiedo aiuto a chi ha la memoria più solida della mia: ricordo un software per commodore 64 che veniva venduto in edicola assieme ad una tastiera da pianoforte da sovrapporre alla tastiera del piccolo personal computer.

Se la memoria non mi inganna questo formidabile programmino aveva il pregio di "aggiustare" trasformandola in una melodia orecchiabile qualunque sequenza fosse stata suonata usando la tastiera del C64.

qualcuno può confermare che funzionava davvero così? meglio ancora sarebbe ricordarsi il nome del programma

boosook

in realta' e' molto interessante...

alex

Come no, ci penso ogni giorno

ciro

Mmm...siamo ancora lontani dall idea..

Recensione e Riprova Google Pixel Buds Pro, rinate con l'aggiornamento

24H con Oppo Find N2 Flip, la sfida a Samsung è servita | VIDEO

Abbiamo provato i nuovi Galaxy Z Fold4 e Z Flip4, ecco le novità! | VIDEO

Copertura 5G, a che punto siamo davvero? La nostra esperienza in città